Pera

#5: Anniversario in montagna

Giugno 27, 2013
Ciao Sara! 
Quest’estate festeggerò il terzo anniversario col mio ragazzo, e abbiamo pensato di tornare al lago dove ci siamo ufficialmente messi insieme: non sarà quindi niente di lussuoso o elegante, ma per noi avrà un certo significato. Voglio vestirmi bene ed essere al meglio , ma allo stesso tempo non posso essere troppo eleganteresta pur sempre un laghetto di montagna qualsiasi! Insomma, non capisco che tipo di abbigliamento possa essere più adatto. Ti do qualche informazione su di me, sperando che ti mi possa aiutare. Anna ha detto che dovrei essere una pera con poco punto vita, sono bassa (1,60), per le maglie porto la S/M, per i pantaloni 42/44. Sono castana, con i capelli piuttosto corti e la frangia, e molto pallida (ma non mi pare che ci siano colori che mi stiano particolarmente male). Non so darti grandi indicazioni sul mio stile…perché non ne ho uno. Semplicemente, ho cose che mi piacciono e cose che non mi piacciono. Amo molto mettere vestiti, mi fanno sentire “libera” senza darmi i problemi di abbinamenti delle gonne.

Le scarpe sono uno dei miei problemi principali, anche perché ho piedi un po’ problematici: se metto le ballerine dopo un po’ è come se il piede mi si spaccasse in duei tacchi sono poco pratici, le scarpe da ginnastica non sono esattamente adatte a un anniversario… di presentabili restano i miei adorati sandali alla gladiatori di cuoio marroni e due paia di sandali con la zeppa, un paio neri e con delle pietre argentate, un paio dorati e con un piccolo sole applicato. Resterei sui sandali di cuoio (anche perché gli altri due sono vecchi e non mi fanno più impazzire), ma l’esperta sei tu!

Claudia 


Esiste una certa difficoltà quando si deve preparare la valigia per andare in montagna ed è la sempre presente paura di essere o troppo sportive o troppo eleganti. Se la prima paura viene tenuta in grandissima considerazione da tutte coloro che hanno tra i loro peggiori incubi lo stile “tedesco in vacanza”; al contrario la seconda viene spesso e volentieri sottovalutata. Sbagliando, perchè se c’è qualcosa di più tremendo dello stile “tedesco in vacanza” è lo stile “Paris Hilton in The Simple Life”. 

L’essere overdressed è raramente imbarazzante, ma mai come in montagna risulta incredibilmente inadeguato: la montagna è pur sempre un posto dove le strade per fortuna non sono interamente di catrame, dove la comodità deve regnare incontrastata, dove gli abiti anche solo un po’ eleganti (tacchi, ballerine, sandaletti su tutti) rischiano di far sembrare goffa anche la ragazza più aggraziata. Motivo per cui mi sento di dover bocciare quasi tutti gli abiti che mi ha inviato Claudia e che intendeva mettere per il suo anniversario: niente pizzo, niente gonne ampie, niente bustini, niente colori tenui. Certo, erano abiti perfetti per una pera magra come lei, ma in città, in un ristorante, per una passeggiata in centro; ma lei sarà in montagna, vicino ad un laghetto; l’intenzione è quella di fare un picnic sull’erba e un giro attorno al lago, come ha specificato poi nella seconda mail. Dovrà sedersi a terra e dovrà camminare lungo i sentieri. 
Questo non vuol dire che dovrà per forza indossare una tuta e gli scarponi da montagna. 
C’è modo e modo di non eccedere nell’eleganza, e nel caso di Claudia sarà cercare di lasciare a casa il tocco romantico e delicato (almeno nel vestire) e di concentrarsi su un look colorato e con tocchi sportivi. 


Classy Girls Wear Pearls

Tra tutti gli abiti nell’armadio di Claudia ho deciso di optare per quello meno “da signorina” e che per colore e stile richiama la freschezza di chi come lei ha appena compiuto vent’anni: la aiuterà a non ingabbiarsi in abiti seriosi, dato che l’occasione e il luogo non richiedono serietà, ma solo spensieratezza.

Data la giovanissima età non puntare sul capo simbolo di quest’estate, la camicia di jeans, sarebbe un vero peccato. Io ne sceglierei una chiara, non eccessivamente lunga e di tessuto leggero; arrotola le maniche a tre quarti e poi segna la vita con una cintura (questa arancio andrà benissimo) che passi sopra tanto alla camicia quanto al vestito. 

Le scarpe da ginnastica, Claudia, dici ti sembrano poco appropriate e preferiresti usare i tuoi sandali; non ci vedo nulla di male, ma conta che una sneaker bassa e chiara si abbina perfettamente al look curato ma casual che stiamo costruendo: inoltre, se hai problemi ai piedi e alle caviglie come mi dici, molto probabilmente è anche più appropriata per evitare dolori e storte improvvise. Oltre che gli scivoloni sui sassi!
Anche con la borsa non mi formalizzerei troppo. Una postina color pelle, semplicissima e allo stesso tempo raffinata, completerà il look e ti lascerà le mani libere. 
Infine, eccedi pure con i braccialetti, purchè non siano troppo “importanti”: bangles, bracciali di stoffa, catenine, ciondoli, braccialetti della fortuna che ricordano il mare, tutti i colori che vuoi, mescolati insieme. Vedrai che non sarai nè overdressed nè tantomeno troppo sportiva. 

You Might Also Like...

7 Comments

  • Reply
    Anonymous
    Giugno 27, 2013 at 7:33 pm

    Grazie mille Sara! L’idea della camicia mi piace un sacco, e penso proprio di averne una perfetta allo scopo, anche se un po’ più scura di quella della foto.
    Temevo proprio che i vestiti fossero “troppo”, ma allo stesso tempo non avevo proprio idea di cos’altro mettere per non essere sciatta…ed ecco che arriva il consiglio perfetto 😀
    Anche le sneakers che proponi mi sembrano ottime, peccato che per forza di cose io eviti sempre le scarpe chiare, riesco a sporcarle subito anche sulle strade più immacolate: sono riuscita a ridurre in uno stato inquietante anche delle converse blu scuro, non oso immaginare cosa potrei combinare con delle scarpe bianche! Con questi consigli però non avrò sicuramente paura di sembrare sempre la solita, sandali o non sandali 🙂

    PS: la foto di Paris Hilton mi ha fatta rabbrividire, ci può essere un migliore esempio di cattivo gusto?

  • Reply
    Anonymous
    Giugno 27, 2013 at 9:01 pm

    Sono appena stata colta da un dubbio, forse un po’ scemo: la camicia è meglio chiusa, con solo qualche bottone attaccato o totalmente aperta, anche se con i lembi vicini?

  • Reply
    Anonymous
    Giugno 27, 2013 at 9:49 pm

    Complimenti per il post, Sara, i tuoi consigli sono sempre preziosissimi. Mi piace molto l’idea della camicia sul vestito, davvero molto originale: hai fatto centro di nuovo! E tanti auguri a Claudia per il suo anniversario!
    Giorgia

  • Reply
    Consigli per principianti
    Giugno 28, 2013 at 9:10 am

    Grazie mille ragazze! Allora, per quanto riguarda la camicia anche più scura va benissimo, basta che rimanga leggera e non sembri troppo un giubbino di jeans (solo io ho gl’incubi sugli anni ’90?); meglio se la tieni slacciata, la cintura la terrà aderente al corpo anche così e creerà una specie di “oblò sagomato” che riprodurrà sull’abito la tua forma in piccolo; se vuoi accentuare il punto vita e snellirti ulteriormente (ma non ne hai bisogno) avvicina, senza comunque farli toccare, i bordi della camicia in concomitanza con la parte più stretta del busto.
    E ovviamente buon anniversario!

    Sara

    • Reply
      Anonymous
      Giugno 28, 2013 at 11:48 am

      Ok, penso che avrei fatto così anch’io ma non ero sicura.
      Prima mi definisci “pera magra”, ora mi dici che non ho bisogno di snellirmi…potrei quasi abituarmici 😀
      Grazie per gli auguri, anche a Giorgia!
      Claudia

    • Reply
      Consigli per principianti
      Giugno 28, 2013 at 12:02 pm

      Se definissi “pera grassa” una ragazza che porta la 42/44 sarei da TSO!!

    • Reply
      Anonymous
      Giugno 29, 2013 at 12:44 pm

      Vero, ma…alzi la mano chi non si confronta mai con il modello di bella ragazza che ci propinano oggi! 😉
      Credo che per nessuna sia facile considerarsi magra, visti i canoni di bellezza attuali. Ti guardi attorno e vedi un sacco di ragazze col corpo totalmente asciutto e tonico e sicure di sé, poi guardi te stessa e anche se capisci perfettamente di non essere assolutamente grassa non puoi non vedere la differenza: cosce e pancia morbide, braccia “rilassate”… Niente per cui piangersi addosso ovviamente, ma viene spontaneo considerarsi più normali/tendenti al morbido o addirittura grassottelle che magre.

Leave a Reply