Forme Rettangolo

Esaltare la femminilità: rettangolo

Dicembre 6, 2013

[testimonial author=”Eva”]Ciao Sara! Innanzitutto complimenti per il blog, che ho scoperto da poco, e mi sembra davvero ben fatto! Hai un ottimo occhio e soprattutto un ottimo gusto, cosa che manca a tante “fashion blogger”! Veniamo a me… Mi chiamo Eva, ho 29 anni e mi sento poco femminile. Sono una rettangolo abbastanza spigoloso, magra per natura, alta e ahimè senza forme. I vestiti che indosso normalmente di giorno per andare al lavoro e per uscire con le amiche non mi mettono in difficoltà; le rogne (scusa il termine) iniziano quando io e il mio ragazzo veniamo invitati a feste o cene dove vorrei apparire al meglio e mi sembra sempre di sfigurare. Guardo le altre ragazze che hanno le curve dove devono averle e mi sento un “maschietto”. Ho una prima di seno, sedere piatto inesistente, niente punto vita… Anche se mangio “come una camionista” (dolce espressione del mio ragazzo e ella mia migliore amica!!) non riesco ad accumulare grasso dove vorrei, ossia sui fianchi e sul seno. Su di me gli abiti un po’ eleganti fanno un brutto effetto, così ripiego sempre per la sera su una gonna o pantaloni jeans con un top e una maglioncino… Dici che esiste un modo per apparire femminile e sexy anche per me?
Ti ringrazio tanto se risponderai[/testimonial]

Ogni donna è sexy e femminile di natura, altrimenti non saremmo donne ma pali della luce con le curve; semplicemente c’è chi questa femminilità riesce ad esaltarla e chi invece tende a non vederla e di conseguenza a nasconderla. Questo accade spesso, indifferentemente dalla taglia: ci guardiamo allo specchio, vediamo il nostro corpo sempre pieno di difetti e decidiamo che non saremo mai sexy perchè non abbiamo il fisico di Megan Fox. C’è la clessidra formosa che si concentra sulle maniglie dell’amore e non osa esaltare il proprio seno, c’è la pera convinta che il proprio sedere faccia provincia e tra poco arriverà la lettera di equitalia per pagarci l’IMU (e quindi lo copre sotto maglioni lunghi ed informi per raggirare il catasto), e poi c’è la rettangolo o la mela magra che quel sedere lo vorrebbero eccome, così come vorrebbero il seno della clessidra e il punto vita con maniglie annesse pur di apparire vagamente donne. Parlo per esperienza personale!
Se da una parte c’è chi le proprie curve vorrebbe nasconderle, dall’altra c’è chi quelle curve vorrebbe averle ad ogni costo e oggi vorrei aiutare Eva a capire come farlo.
Per prima cosa, come tutte le altre forme, bisogna scansare i difetti e concentrarsi sui pregi. Eliminiamo dalla nostra mente il sedere piatto, i fianchi da ragazzino e il seno piccolo e pensiamo ai punti di forza di un fisico a rettangolo. Per prima cosa, le spalle e la schiena. Per chi ha un torace largo e delle braccia da nuotatrice olimpionica, una schiena stretta e le braccia sottili sono un miraggio fortemente invidiato. E possono essere anche punti da sfruttare per essere sexy. Prima cosa, non avendo tu bisogno di reggiseno, puoi permetterti abiti molto scollati su braccia e schiena in tessuto leggero. Questo tipo di abito è molto sexy perchè crea l’illusione della nudità, ma in modo sempre molto composto e, su una rettangolo, mai volgare. Per quanto riguarda il tipo di scollatura, hai tre opzioni: quella profonda a triangolo, che arriva appena sopra la metà della schiena; quella ampia a U con nastri o spalline sottili ad impreziosirla; quella ampia a U priva di orpelli.

http://www.pinterest.com/pin/62909726018567968/

http://www.pinterest.com/pin/251849804131470259/

http://www.pinterest.com/pin/26247610300808155/
La prima va benissimo per l’inverno e si presenta spesso abbinata a maniche lunghe e una scollatura anteriore di simili dimensioni. La seconda è assolutamente consigliata per l’estate e preferibilmente la scollatura anteriore deve essere assente o appena accennata. La terza è simile alla seconda ma rischia di non dire molto: il mio suggerimento è quindi di impreziosirla con una collana lunga usata al contrario.

Il secondo punto forte di una rettangolo sono le gambe: certo, non sono quelle femminili di una clessidra, ma sono magre e toniche e per questo andrebbero esaltate. Meglio però evitare il mini (hot pants, minigonne, miniabiti) sulla gamba nuda per evitare l’effetto velina e soprattutto perchè questo accentuerebbe la loro magrezza. Meglio puntare su un vedo-non vedo, prodotto da una spacco laterale o da una serie di trasparenze.

http://www.pinterest.com/pin/115404809173809103/

Il terzo punto forte, per chi li ha, sono i capelli lunghi. Scioglierli è in assoluto il primo accorgimento per una serata in cui si vuole apparire sexy. Se sono lisci, movimentandoli con delle onde, se sono ricci lasciandoli voluminosi e al naturale. Anche un semi raccolto non è una cattiva idea, magari che tenga i capelli da un lato, sulla spalla, per lasciare la schiena nuda completamente scoperta.

 http://www.pinterest.com/pin/242842604879218040/

You Might Also Like...

7 Comments

  • Reply
    Giulia
    Dicembre 6, 2013 at 5:06 pm

    Ottimi consigli Sara, come sempre;)
    Cara Eva, se può consolarti credo che almeno metà delle donne pagherebbero per poter mangiare tutto quello che vogliono senza mettere su un etto..Io stessa in questo momento ti stra-invidio perché di fronte a un meraviglioso buffet di dolci mi sono limitata a un tè (amaro) perchè il mio giro vita ha il brutto vizio di tendere all'infinito verso est e ovest appena mi distraggo un attimo!:(
    Baci.
    Giulia

  • Reply
    Ari
    Dicembre 6, 2013 at 6:11 pm

    Le scollature sulla schiena sono fantastiche. L'anno scorso a Capodanno avevo un vestito di pizzo nero semplicissimo ma scollato sul retro, e anche se l'abito essendo fasciante non sarebbe il massimo per una pera (seppur abbastanza magra) mi sembrava di stare benissimo!

    • Reply
      Ari
      Dicembre 6, 2013 at 6:12 pm

      Ops… solo le maniche erano di pizzo, non ero mezza nuda 😀

  • Reply
    Cristina
    Dicembre 7, 2013 at 9:29 am

    Io che sono una clessidra a metà tra Scarlett Joanson e Marilyn (ma con troppo seno) e ho una sorella rettangolo (anche se bassina), vorrei essere come lei, perchè le cade tutto bene, mentre io devo fare i conti ogni volta con la possibilità che ciò che mi piace non possa cadere bene sulle mie esagerate curve. A questo, aggiungi che mi sono sentita dire di essere robusta, quando non mi ci vedo per nulla e il quadro è completo. Come vedi, nessuna è mai contenta di com'è e io farei molto volentieri cambio con una rettangolo

  • Reply
    Consigli x principianti
    Dicembre 7, 2013 at 10:53 am

    Cristina… una clessidra a metà tra Scarlett e Marilyn: invidia!!! Ho visto la fotografia che mi avevi inviato a suo tempo e no, ti assicuro che non sei affatto robusta, ma chi te l'ha detto?! Certo con un fisico come quello a clessidra formosa ci vuole più occhio per adattare la moda di oggi (negli anni '40-'50 non avresti avuto nessun problema) al proprio corpo, ma quanto a femminilità… direi che tu sei in cima alla lista.
    Ari, se ti senti bene con un abito fasciante mettilo sempre 🙂 E non è vero che è inadatto alle pere, guarda JLo e Beyoncè, fierissime dei loro fianchi e fasciate in tubini che le esaltano!
    Giulia concordo, sarebbe bellissimo poter mangiare senza ingrassare; ma pensa che brutto quando vedi attorno a te tutte donne formose e femminili e tu sei l'unica senza curve. Io, mela, a causa del mio punto vita quasi inesistente, mi sono sentita così per anni, sognando di svegliarmi un giorno e magari avere anche le gambe e le spalle più piene, ma da splendida clessidra…!

    • Reply
      Ari
      Dicembre 10, 2013 at 1:05 am

      Con questi paragoni a donne bellissime ci coccoli 😉
      Penso che se il vestito mi sta abbastanza bene sia merito soprattutto della sua fattura: scuro, scollo praticamente piatto (che a detta di Anna allarga le spalle), tessuto leggermente modellante, che non evidenzia ogni singolo difetto… quindi, compagne pere, se volete un abito aderente vi consiglio di cercarne uno con queste caratteristiche 😉
      C'è da dire che l'effetto che mi fa quel vestito cambia a seconda del livello di autostima del giorno: a Capodanno mi piacevo e infatti ho ricevuto complimenti, mentre mesi dopo ho dovuto rinunciare all'idea di metterlo la sera del mio compleanno perché ero troppo nervosa e mi sembravo un insaccato -.- (sono l'unica ad avere la sindrome da nervosismo pre-compleanno?)

  • Reply
    Cristina
    Dicembre 8, 2013 at 9:56 am

    Ti ringrazio tanto per i complimenti, ma spesso è molto facile deprimersi, specialmente se non ti vedi come ti si descrive e se chi lo dice è una persona dalla quale non te lo aspetti (di sesso maschile). Se si potesse, cederei volentieri parte di queste curve a chi non ne ha e anche parte del davanzale in eccesso, così farei contenta qualcuna :-), ma purtroppo non è possibile :-(. Proprio perchè la moda di oggi non contempla abiti stile anni 40-50 (o almeno forse non in Italia), mi trovo a vedere i vecchi film in bianco e nero, in cui non solo mi riconosco nella silhouette, ma anche nei capi. Ti faccio ridere, vedendo a "Tale e quale show", un video di Nilla Pizzi, mi sono sorpresa a dire "ecco, vorrei il suo vestito" (un semplicissimo abito nero, con una cinturetta in vita, con la gonna a trapezio e lo scollo a V). Vorrei imparare a cucire, per confezionarmi gli abiti nelle fantasie che più mi piacciono, ma sono molto pasticciona e difficilmente ce la farei. Ho posto come esempi Scarlett (che pensavo fosse una clessidra magra) e Marilyn (che era formosa), perchè credo di trovarmi a metà strada tra le due: non esilissima come Scarlett, ma neppure formosissimissima come Marylin (e anche molto meno formosa della truccatrice Clio, che Anna ha detto essere clessidra formosa, ma molto più "curvy" di me)

Leave a Reply