Triangolo invertito

Lo scollo adatto al seno abbondante

Gennaio 31, 2014

[testimonial author=”Daniela”]Riciao Sara,
sono sempre Daniela. YahooMail ha deciso di rifarsi il look e io devo ancora abituarmi, tanto che quella che ti ho inviato era la terza mail che partiva senza che fossi io a deciderlo… è un mondo difficile!
Comunque, ti stavo dicendo che ho 25 anni e che mi servirebbe qualche consiglio. Circa un anno fa avevo scritto ad Anna in occasione di un matrimonio, e all’epoca lei era indecisa se mettermi fra i triangoli invertiti o fra le mele. Alla fine aveva optato per i triangoli invertiti, più che altro perché, come vedrai dalle mie foto, il mio problema principale è un’evidente sproporzione fra il sopra e il sotto dovuta al fatto che ho molto, moltissimo seno.
Sono alta poco più di 1,60 m per circa 70 kg: decisamente rotondetta, insomma! Il mio punto vita non è molto segnato, ho fianchi abbastanza larghi, cosce ben tornite e polpacci piuttosto grossi, anche se ho le cavigli sottili. In realtà, però, nonostante io non sia propriamente una silfide, le mie gambe sembrano abbastanza snelle rispetto alla parte alta del corpo, dato che ho una quinta abbondante di reggiseno.Ho molti problemi a trovare vestiti – soprattutto camicie e giacche – che mi entrino, che mi stiano bene e che rispecchino i miei gusti. In generale ho uno stile casual, non mi piacciono troppo i fronzoli, non mi trucco per niente e non uso molti gioielli. Sono il tipo che per pigrizia usa per settimane la stessa borsa… Mi piacciono molto i colori, anche accesi. Sono piuttosto goffa, e sono riuscita a resistere sui tacchi per un giorno intero solo tre volte in vita mia: per le mie due lauree e per il matrimonio di una cara amica. Non metto quasi mai gonne o vestiti, soprattutto perché non mi piace mostrare i miei polpacci cicciotti e perché faccio fatica a trovare stivali che mi vadano bene… Ho una passione malsana per le righe e mi piacerebbe avere uno stile semplice ma al tempo stesso sofisticato, a metà fra quello di Audrey Hepburn nelle foto del tuo post e quello di Keira Knightely.
Come avrai notato, probabilmente si tratta dei due modelli che meno mi assomigliano in assoluto! U.u
Che altro dire? Confido nel tuo occhio esperto per staccarmi dal mio solito look golfino-jeans-ballerine.
Grazie in anticipo per il tuo aiuto e complimenti per il blog: mi piace molto il tono scanzonato con cui parli di moda!

Daniela

P.S. Ultimissima domanda: ho comprato da poco un paio di stringate basse marroni. Qualche dritta su come portarle in modo sbarazzino con qualcosa di diverso dai jeans?[/testimonial]

Errore numero 1: non mostrare i polpacci. Io un giorno capirò chi ha iniziato questa guerra al polpaccio, sta di fatto che ora sembra diventata una fissa quasi peggio dello spazio tra le cosce da cicogne preadolescenti; l’ho già detto in un posto tempo fa: il mio polpaccio misura uno o due cm in meno di quelli giganteschi che voi non esibite, o mi faccio venire i complessi io o ve li fate passare voi! E poi credete davvero che i polpacci siano la parte che più attira sguardi nel corpo di una donna? Che ogni passante in strada vi additi urlando “oddio quella ragazza ha polpacci da muratore ukraino!!!”? Che in piazza San Marco, il 24 di luglio con 35 gradi all’ombra e piccioni in ogni dove i turisti cinesi si lascino distogliere dalla città perchè disturbati dai vostri polpacci? Che le vostre amiche vi tolgono il saluto se arrivate ad un brunch domenicale settembrino con le gambe al vento perchè lo stare allo stesso tavolo con i vostri polpacci le disonora? No! Questo non succederà mai, non siamo in una puntata dei Griffin!

1b033141f11ea22516cbada5ebf0f78a

E vale per ogni parte del vostro corpo: una volta tanto prendiamo esempio dalla Marini che si spiaggia in ogni angolo di costa sbattendosene allegramente che il bikini si sta perdendo tra i (molti) rotoli di ciccia. O da Kim Kardashan che pare un insaccato e dice che si sente in formissima! Ma beate loro che se ne fregano della cellulite e sposano miliardari. Quindi come vedete (e vedi, Daniela) nessuno muore se per caso mostri le gambe e i polpacci; anzi, sono la tua forza, dato che anche se a te sembrano giganti in verità sono la parte più slanciata e magra del tuo corpo, da triangolo invertito. In estate, tirali fuori, e tirali fuori anche in inverno quando indossi gonne e calze coprenti. Per slanciarle ulteriormente ed ovviare al problema del polpaccio, ti consiglio in inverno tronchetti e francesine col tacco: largo e massimo 5 cm, ti assicuro sono entrambi comodissimi.

Errore n. 2: non puntare sul seno. Certo è grosso, ma è parte di te ed è iperfemminile! Non bisogna assolutamente associarlo alla volgarità. E non bisogna affatto indossare abiti accollati, che lo enfatizzano e gli regalano altre 2 taglie. La risposta vera a un seno abbondante è il giusto scollo: non girocollo, non dolcevita, ma incrociato (ottimi i wrap dress o le wrap blouses, anche all’americana), che abbraccia il seno, a V e rotondo. La blusa o l’abito devono essere morbidi e non attillati, preferibilmente stretti poi in vita (anche se poco evidente) per non creare un’unica colonna.  Sotto, ovviamente, un reggiseno che regga davvero: ha senso spendere dei soldi per un capo che ti serve davvero!

db37dbc8f25264e4e9370ff962c07371

Per la parte bassa, ovviamente, le gambe devono essere in primo piano; eviterei gli skinny ma anche gli wide pants: meglio pantaloni a sigaretta, usati con francesine e tronchetti. Il tacco secondo me è importante nel tuo caso perchè slancia la tua fisicità. Ovvio, per girare tutto il giorno in vacanza o nel tempo libero, no; ma la sera e al lavoro… direi di sì! Per la sera ho pensato a un abito con blusa morbida e stretto sotto (nero, per snellire i fianchi, quando fasciati). Puoi ricrearlo anche con una gonna in cotone ed elastico (hai presente quella 5 euro da H&M?!) e una blusa infilata dentro. La vita è stretta ma non segnata, importantissima per chi non ha un punto vita evidente.

tanto_seno

Tre outfit per te. Il primo è per il giorno: una blusa wrap, pantaloni a sigaretta e oxford alte. Il secondo è pensato per te, che non scopri mai il polpaccio! Wrap dress per le giornate estive, non OSARE mai più indossare i pantaloni quando ci sono più di 23 gradi (sì, sto pensando alla foto in cui sei a Roma!!), mostra le tue belle gambe e vedrai che ti sentirai più bella, più fresca e più libera. Sceglilo colorato, mi raccomando! Bianco quando vuoi essere più raffinata e far risaltare l’abbronzatura. Il terzo è per la sera: blusa morbida e gonna che segue le tue forme, borsetta da tenere in mano, tacco (dai, è basso e largo, puoi farcela) e calzamaglie nere coprenti. La blusa l’ho scelta di questo colore, ma tu puoi variarlo: non deve però essere troppo accesa, perchè anche se il seno va mostrato ma non deve sopraffare il resto del look.

12 Comments

  • Reply
    Stefania
    Gennaio 31, 2014 at 3:26 pm

    Ciao Sara! Grazie per questo articolo. Sono una clessidra con molto seno, porto una 3E, con tutte le difficoltà che questo comporta nel vestirsi. Le scollature che uso di più sono a V e rotonde di profondità media e poco ampie. Anche se per sopravvivere al gelo padano spesso sgarro durante l'inverno e mi concedo scollature più alte. è difficile trovare una maglia, una camicia, un abito con la scollatura giusta, che contenga il seno, che segni il punto vita, e che non sia ampia sulle spalle. Una soluzione l'ho trovata nelle camicette con i bottoni, che porto aperte fino a sotto il seno con canotta sotto. Non so se faccio bene, o se mi tolgo punti in eleganza, cosa ne dici? In più la scollatura a V non abbassa visivamente il seno? Soprattutto se è molto profonda come nel caso della camicetta aperta. I wrap dresses e le wrap blouses sono introvabili! Anche da Diffusione Tessile, il negozio che mi dà più gioie! Le giacche, i piumini invece sono una battaglia persa, devo sempre prenderli di una taglia più grande se no non si chiudono sul seno.
    Stefania

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 31, 2014 at 4:28 pm

      No, non togli punti all'eleganza, se per esempio la maglia sotto è in un tessuto diverso dalla lycra (seta, cotone…) e magari ha una finitura preziosa (penso al pizzo); la trovo una soluzione ottima! Quanto ai wrap dress, ahimè hai ragione, eppure in America son diffusissimi! E dire che sarebbero l'abito migliore per chi ha molto seno, soprattutto se clessidra.
      La scollatura a V non abbassa il seno se il seno non è basso, quindi fondamentale un buon reggiseno che sostenga e contenga e sia comodo.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 31, 2014 at 4:49 pm

      PS. ora che mi viene in mente: in verità l'anno scorso da Zara ho comprato una blusa come quella nel primo abbinamento, ce n'erano di diversi tipi, magari quest'estate la ripropongono!

      • Reply
        Stefania
        Gennaio 31, 2014 at 5:10 pm

        grazie Sara, andrò sicuramente a visitare Zara regolarmente!

  • Reply
    Ari
    Gennaio 31, 2014 at 4:46 pm

    Che meraviglia di post, brava Sara!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 31, 2014 at 4:49 pm

      Ma grazie mille, Ari!!

  • Reply
    Cristina
    Febbraio 1, 2014 at 10:23 am

    bellissimo post, che mi descrive in parte, perchè sono anch'io una "portatrice sana di seno", anche se grazie ad Anna ho scoperto di essere una clessidra con la vita ampia. Anche per me è difficile trovare camicie, maglioni e quant'altro che non mi regalino volume dove non devono e devo dire che mi ritrovo molto in queste frasi:"ho molti problemi a trovare vestiti – soprattutto camicie e giacche – che mi entrino, che mi stiano bene e che rispecchino i miei gusti. In generale ho uno stile casual, non mi piacciono troppo i fronzoli, non mi trucco per niente (nel mio caso poco e niente) e non uso molti gioielli. Sono il tipo che per pigrizia usa per settimane la stessa borsa… . Sono piuttosto goffa, e sono riuscita a resistere sui tacchi per un giorno intero……. Non metto quasi mai gonne o vestiti". Insomma, sembra quasi che l'abbia scritto io. Bellissima la blusa dell'outfit n.1, mi piacerebbe comprarla,ma se è di H&M, io non ho un punto vendita dalle mie parti :-(. Quando la primavera avanza, mi vesto a strati, e indosso canottiere sotto magliette dalle maniche lunghe (di una taglia in più per far posto al davanzale); idem coi maglioni, se non uso la camicia. E' vero, un seno taglia XL attira molti (forse troppi) sguardi, ma sarebbe anche bello se la moda usasse un pò di tessuto in più per camicie e maglioni e le taglie fossero taglie vere. I wrap dress di trovano su Asos o anche su Ebay.uk e ce ne sono di veramente belli (Cristina la traduttrice)

  • Reply
    Elisabetta
    Febbraio 2, 2014 at 12:17 pm

    Post che non mi rappresenta per niente (ho una seconda scarsa, non linciatemi vi prego!! ) ma, come sempre fantastico!!!! dallo spazio tra le cosce da cicogne preadolescenti alla Marini che si spiaggia in ogni angolo di costa, è stato una risata continua!!!! grazie sara!!!!

  • Reply
    Daniela
    Febbraio 3, 2014 at 2:14 pm

    Sara, grazie mille per aver risposto ai miei dubbi, per i tuoi incoraggiamenti e per la tua ironia!! Giuro solennemente che farò del mio meglio per scoprire i polpacci, non appena la stagione lo permetterà. Nel frattempo, come mi regolo per non infagottarmi ulteriormente, dato che per ora che infradito e bluse smanicate sono un lontano miraggio? C'è qualche accorgimento adatto a noi portatrici sane di tette? 🙂

    • Reply
      Consigli x principianti
      Febbraio 3, 2014 at 2:20 pm

      Bè, le smanicate in inverno ovviamente vanno usate con cardigan ampio o giacche! Le lasci slacciate così non hai problemi di grandezza del seno!

  • Reply
    Anna
    Ottobre 12, 2014 at 10:15 am

    Ciao, io ho questo problema: ho il seno prosperoso perchè sono in generale in sovrappeso. Penso di essere una mela e ho il problema dello scollo. In estate posso mettere scollo a V, ma ora, in autunno, o metto cardigan, oppure se voglio mettere una maglietta maniche lunghe non so proprio come sceglierla. Che senso ha, se è freschino, un collo a V? Tu dirai di tenere una sciarpina, ma è l'unica soluzione? Con le t shirt maniche lunghe classiche di Benetton mi sento molto a disagio.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 12, 2014 at 6:16 pm

      Quelle tshort a manica lunga sono il male e dovevano bruciare già negli anni '90. Che ci fanno ancora in giro?! Comunque sulla mela uno scollo a U va più che bene ma non dev'essere troppo accollato. Per l'autunno basta aumentare il calore della maglia che indossi: meglio un pullover di lana calda piuttosto che più strati sovrapposti di poliestere (sia visivamente, sia in termini di calore!). Trova un maglione in lana con scollo a U o V profonda, e il gioco è fatto.

Leave a Reply