Come abbinare Mela Rettangolo Triangolo invertito

Shorts troppo short?

Giugno 7, 2014

[testimonial author=”Sara”]Ciao Sara, sono Sara (lol) e sono anch’io, come te, una mela a 8. sono alta 1.65, peso 56 kg, le mie misure sono su per giù 93-72-97. in allegato ti metto una mia foto di un paio di anni fa, anche se allora pesavo un po’ più di adesso. naturalmente sono quella a sinistra, l’altra è mia sorella ed è una rettangolo, mannaggia a lei! ti scrivo per un annoso dubbio legato a uno dei capi che, non a caso, indosso nella foto che ti mando: gli shorts. Non ci vuole un genio per capire che una paio di shorts corti corti e bianchi come quelli nella pic non sono quanto di più raccomandabile una volta approdati alla taglia “anta”, ma mi trovo in serie difficoltà con la scelta degli shorts, capo che Anna Venere consiglia a tutte le mele. mi sembrano tutti troppo corti. a vita troppo bassa, che mi allarga i fianchi. io ho le cosciotte, e peraltro anche un po’ di smagliature. e ho le caviglie troppo sottili rispetto a dette cosce, non so assolutamente su quali modelli reperibili facilmente orientarmi 🙁
nella vita quotidiana me la cavo egregiamente con gonne/vestitini, ma non sono adatti a tutte le occasioni. amo camminare e fare lunghe passeggiate, e di certo non le faccio in gonnella. Oppure, non credo di poter mettere una gonna a vedere una partita di basket, per dire, anche perchè esporrei la mutanda al pubblico ludibrio nell’agitazione generale.
hai qualche consiglio per me?
ti ringrazio
[/testimonial]

Shorts si, shorts no. E’ una domanda che mi capita spesso: ok, sono una mela/triangolo invertito/retangolo, ho belle gambe, Anna consiglia gli shorts per l’estate ma siamo sicuri che siano adatti alla mia età / alla mia vita professionale / alla mia persona? Il fatto è che quando pensiamo agli shorts pensiamo a ragazzine appena dodicenni che tagliano i jeans e li sfilacciano: loro hanno l’età e il fisico, ma noi? La verità è che non esiste una risposta alla questione shorts sì, shorts no; ma esistono shorts sì e shorts no.

Scriverò rivolgendomi a ragazze che hanno superato l’adolescenza e la taglia zero: pantaloncini di jeans stretti e girochiappa sono shorts NO. Primo perchè ci vuole la gamba tonica da velina se non vogliamo ritrovarci con il segnaccio rosso ogni volta che ci sediamo; secondo perchè sono seriamente troppo corti, vanno giusto bene come copricostume e io li trovo sempre e comunque molto volgari. Son gusti eh. Mi rendo conto però che lo short di jeans è in effetti un capo base versatile (sta con tutto) e molto easy quindi non me la sento di dirvi di prendere tutti quelli che avete e di darli in pasto al tritarifiuti, ma conservarli piuttosto per determinate occasioni (in vacanza in particolare). Se avete la mania del fai da te come la sottoscritta, ricavateli da vecchi jeans che non vi stanno più o che si sono rovinati col tempo, che sono più belli e potete gestire la lunghezza al meglio. Ecco qualche rapido consiglio per creare uno short portabile. E’ importante non dare un taglio dritto e netto, ma segnare una U immaginaria che parte da un fianco e arriva all’altro; i jeans non dovranno essere stretti, meglio se di una o due taglie più larghi, di modo da cadere dritti sulla coscia (per la vita, se siete abili con ago e filo potrete stringerla da sole, altrimenti recuperate una cinturina); scegliete di tagliarli a una lunghezza umana, ossia 4-5 cmq dal pube, di modo da non beccarvi la candida. Abbinato a una blusa morbida, sandali piatti e una shopping bag potrà risultare anche raffinato, guarda un po’…

14157453930_fd9e31d2c6_b

Ad ogni modo lo shorts di jeans non è la risposta a tutti i problemi, sebbene gestito con una lunghezza decente e con il giusto abbinamento. Per le ragazze e donne che ovviamente non se la sentono di girare con le cosce così scoperte, esistono validissime alternative che la moda ha recentemente riscoperto e che ci vengono in aiuto. Primo fra tutte, le skort, che come ho già detto a me piacciono tantissimo e mi ci sto riempiendo l’armadio. Sono comodi senza essere sportivi, solitamente arrivano a mezza coscia e la fascia di stoffa davanti aiuta a nascondere gambe non proprio perfette e toniche. Io da piccola le adoravo (le gonne-pantalone, non ero così avanti da usare linguaggi fashion a 4 anni) perchè potevo andare a scuola con la gonna senza che nessuno potesse sollevarmela. Sì, son cose che segnano la vita. Chiaramente anche le skort andranno scelte di lunghezze adeguate (io ho comprato l’anno scorso quella bianca di Zara e l’ho stra usata, ma ammetto che essendo molto corta non sta bene a gambe corte, garantendo un effetto allargante quasi assicurato).

ab8a16bb1c858b8feeff020acad53d00

Come ultima opzione ci sono quegli shorts che alcuni chiamano bermuda, alcuni (come la Divina Hedvig qui sotto) semplicemente shorts; io li ribattezzerei “gli shorts democratici” perchè hanno una lunghezza incredibilmente ragionevole (se fossero più corti allargherebbero i fianchi, se fossero più lunghi sembreremmo Fantozzi), sono larghi, hanno la vita altezza ombelico e sono spesso cuciti in tessuti dignitosi, qualità che li rendono adatti anche a occasioni meno vacaziere e più cittadine (cene in terrazza, giri con le amiche, aperitivi, etc…).

Hedvig-Opshaug-18.05.2014-2

Una piccola regola generale: se la parte sotto è stretta e corta no a maglie strette, attillate, scollate, crop top, e via discorrendo. Se al contrario la parte sotto è larga e leggermente più lunga no a maglie ampie, lunghe, che ne coprano eccessivamente l’orlo superiore. Meglio quindi scegliere nel primo caso una blusa morbida e dritta, e ne secondo magliette che più seguano le forme del corpo, magari infilandole nei pantaloncini come la seconda fotografia in caso si rivelino troppo lunghe.

18 Comments

  • Reply
    Ari
    Giugno 7, 2014 at 9:30 am

    Anch'io sono alla ricerca di un paio di pantaloncini, sono contenta di vedere questo post 🙂 Io però avrò più problemi, essendo una pera bianchiccia.
    Stavo prendendo in considerazione l'idea di farmeli anch'io a partire da un paio di jeans vecchi (anche se li preferirei in tessuto), ma non ho capito una cosa: la U di cui parli dev'essere "sorridente" o "triste"?

    • Reply
      Consigli x principianti
      Giugno 7, 2014 at 10:14 am

      Sorridente, ovvio! Questi consigli che do sono rivolti a mele rettangolo e triangolo invertito, per pere e clessidre è ben più difficile trovarne un paio che stiano bene e che rendano giustizia alla figura; meglio sceglierli della terza tipologia, provandoli accuratamente.

  • Reply
    MariD
    Giugno 7, 2014 at 10:40 am

    Anche io sono una mela (magra e mi tengo in forma) e anche io ho superato da pochissimo gli -anta. Molto bella l'idea dell'ultima foto. I pantaloncini di jeans non fanno per me ma mi pare che gli altri che suggerisci siano molto adatti anche a una donna della mia etá. Ne prenderò sicuramente un paio, per le serate casual. Hai colori da consigliare? Sono palliduccia ma al mare prendo colore!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Giugno 7, 2014 at 10:43 am

      Sono sicuramente adatti anche a chi non è più una ragazzina e per l'estate sono una valida alternativa alle gonne. Quanto al colore, mi terrei su bianco o beige (anche in versione fantasia) da abbinare a bluse scure, dato che la mela non ha bisogno di rimpicciolire i fianchi ulteriormente a discapito della parte alta. Ma se la tua sproporzione non è evidentissima (poco seno, braccia magre) puoi anche provare con il verde bottiglia in stile safari e con il blu, più elegante e adattissimo anche alla sera.

  • Reply
    selene
    Giugno 8, 2014 at 10:43 am

    Eccomi, triangolo invertito! Io ho abbastanza seno ma gambe magre e non sono certa che l'ultimo abbinamento mi donerebbe… meglio, noi triangolo, prender spunto dal primo e secondo? I pantaloncini in jeans non mi stanno male, ma attendo conferme e pareri da te!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Giugno 8, 2014 at 10:46 am

      Direi che questi tre abbinamenti sono perfetti per una mela come la ragazza che mi ha scritto, per le triangolo invertito come dici giustamente tu meglio lasciar perdere l'ultimo abbinamento che rischia di infagottarti… meglio il primo, ma con una maglia che contenga il seno senza essere volgare, magari con un taglio a impero.

  • Reply
    k.
    Giugno 8, 2014 at 8:17 pm

    Ciao Sara, perché è importante che i jeans seguano una U immaginaria e che il taglio non sia dritto?
    Questi consigli (jeans a U- skort- shorts democratici) possono essere seguiti anche da donne a pera e da donne clessidre ?

    • Reply
      Consigli x principianti
      Giugno 8, 2014 at 8:21 pm

      Il taglio dritto mozza la gamba, la U invece visivamente ne asseconda la rotondità.
      Gli shorts sono abbastanza sconsigliati per pere e clessidre, dato che le gambe non sono proprio il loro punto forte! Ovviamente dipende moltissimo dalla forma, dalla lunghezza, dalla magrezza della gamba. Vanno provati dalla singola persona, che vedrà come gli cadono. Ma non mi sento di consigliare questi modelli a cuor leggero.

  • Reply
    Cristina
    Giugno 9, 2014 at 10:07 am

    Ah le gonne pantaloni (che oggi si chiamano skort), che ricordi mi fanno venire in mente! :-). Domanda: lo scorso anno, a fine stagione, ho acquistato un paio di jeans corti (di quelli che hanno il bordo che si può risvoltare): non so quindi short (perchè arrivano poco più sopra del ginocchio), ma poco più corti dei bermuda. Sono una clessidra con vita leggermente ampia e le mie gambe (non esili come quelle della mela, ma neppure cicciotte), iniziano a mostrare una leggera cellulite per via della vita sedentaria. Volevo sapere cosa possa abbinarci sopra, tenendo conto che ho anche un seno alquanto abbondante; avevo pensato a una maglietta morbida,ma non fasciante, vuoi per non evidenziare troppo il decollete, vuoi per via del caldo incipiente, che qui è impietoso. Grazie mille!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Giugno 10, 2014 at 12:05 pm

      Non saprei: una maglia morbida potrebbe evidenziare il seno, allargando visivamente la tua parte alta a discapito delle gambe… Inoltre, quella lunghezza a bermuda è davvero impietosa per chiunque sopra la 38. Sono molto scettica, su una clessidra poi temo potrebbero essere ancora più impietosi…

  • Reply
    Sara
    Giugno 10, 2014 at 3:48 pm

    spasibo Sara! in effetti un taglio a U non mi è mai venuto in mente, se trovo un paio di vecchi jeans che non si siano usurati in mezzo alle gambe provo! le gonne pantalone le indossavo alle elementari per i tuoi stessi motivi (maledetti bambinetti maniaci), ma adesso mi sembrerebbe di essere un mix tra serena williams e angus young!
    quindi non mi bocci i bermuda o presunti tali?? spettacolo!

    grazie mille ancora!

    Sara

    • Reply
      Consigli x principianti
      Giugno 11, 2014 at 8:48 am

      не за что!
      No i bermuda li boccio e sempre li boccerò! Quelli dell'ultima fotografia sono troppo corti per sembrare bermuda e avere l'effetto intozzente dei suddetti 😉
      Ne hanno moltissimi di quella ampiezza e lunghezza da Zara, tanto che appena torno in Italia faccio incetta. Unica avvertenza, ma solo per le mele: spesso sono a vita alta, il che è un bene, ma a volte possono risultare stretti e comprimerla. Provarli, sempre!

      • Reply
        sara
        Giugno 11, 2014 at 10:42 pm

        ah ok io li definivo bermuda, ne ho un paio di quella lunghezza, più corta dei bermuda classici, appunto XD di solito risolvo il problema "vita troppo alta che poi sembro un t-rex" lasciando le maglie un po' morbide fuori.

        grazie di nuovo!

        sara

        • Reply
          Consigli x principianti
          Giugno 12, 2014 at 10:58 am

          I bermuda classici, che arrivano ad altezza ginocchio, o poco più sopra, sono davvero Uuurendi. Ottima l'idea della maglia rimboccata 😉

  • Reply
    Cristina
    Giugno 11, 2014 at 12:25 pm

    Oggi, entrando da Bershka, ho visto una ragazza adolescente con un paio di shorts in jeans a "filo gluteo" (a dire il vero erano tagliati e sfilacciati, oltre che a filo di gluteo) e la coscia, un tantino costretta nella parte alta, mostrava un accenno di cellulite. L'ho invidiata: io, che ho quella al primo stadio, mi vergogno a mettere anche una gonna per evitare che ciò si noti e lei mostrava le sue gambe con molta disinvoltura 🙁

Leave a Reply