Clessidra Come abbinare Pera

Quick tips: come vestire la Donna Pigra con la Gonna

Luglio 8, 2014


A gran voce avete evocato questo post, come si veste una Donna Pigra che predilige la gonna o per gusto personale o per via delle proprie curve. Partiamo subito col dire che una donna pera o clessidra non può permettersi di essere pigra come una mela o una rettangolo. Il suo corpo e la moda del momento spesso non vanno molto d’accordo, motivo per cui se entra in un negozio o apre il proprio armadio deve prepararsi ad una scelta di capi più accurata e oculata. Quindi non basterà prendere il primo maglione che trova e buttarselo addosso incurante del fatto che esso nasconde il punto vita, facendo tutt’uno fra pancia e seno. Diciamo quindi che questo tipo di Donna deve per forza essere Pigretta, non Pigra. L’ho già accennato qualche post fa: la bacchetta magica per vestirsi bene senza fatica e magari pure spendendo poco non ce l’ho, o sarei Ines de la Fressange, dirigerei Vogue US e farei un pacco di soldi soltanto aprendo bocca. Ci vuole impegno, qualche sacrificio e accettare di dover riporre nell’armadio quell’abito che ci piace / è comodo, ma non ci sta bene. Sempre tenendo ben presente che se una ragazza non ha voglia di mettercisi, ben venga, nessuno le punta una carabina alla tempia!

Per questo tipo di Donna Pigra, vale lo stesso schema di quella con poche curve: dividere il look in parte alta e parte basse, usare capi dai colori possibilmente neutri (bianco nero blu beige grigio) e dal taglio semplice, e arricchire poi il tutto con gioielli e accessori, fondamentali per uscire dalla banalità. Non lo ripeterò mai abbastanza, ma gli accessori dovrebbero essere individuali, meno arraffati a 0,99 da Primark e scelti piuttosto con gusto e personalità: solo così parleranno di noi e per noi.

Per la parte alta, sia clessidre sia pere opteranno per una maglietta attillata in cotone, scollo tondo e mezza manica da infilare rigorosamente dentro la parte bassa (così da evidenziare Pigramente il punto vita senza bisogno di cinture). Le pere e le clessidre con braccia magre possono anche scegliere una canotta. Assolutamente bandite le maglie accollate per le clessidre: non fanno altro che aumentare visivamente il seno. Per la parte bassa, la gonna dovrà essere a vita alta, scampanata, al ginocchio e in due diverse varianti: altrettanto neutra, in toni scuri o chiari in contrasto col colore della parte alta (meglio evitare il total white o il total black, molto poco da pigre e molto poco da principianti); fantasia, e qui su colore e tonalità potete sbizzarrirvi. Per abbinare la fantasia con la parte alta, io ho una regola che non vi spaccio come regola universale – che poi su facebook mi si dice che do ordini peggio della fashion mafia -: osservo il colore che prevale sullo sfondo della fantasia e abbino la parte alta di conseguenza; unica eccezione, se lo sfondo prevale sulla fantasia (come nel caso dei pois o polka dot) allora non considero  il tessuto come fantasia ma come tinta unita e preferisco abbinare la parte alta a contrasto. Breve esempio: se ho una gonna nera con piccoli pois colorati, non abbinerò una maglia nera ma una maglietta bianca. Il tartan è fantasia a sé, dunque meglio non annoverarlo fra le fantasie base in caso di Pigrizia. La fantasia a base chiara va bene per il giorno, così come il mix fra chiaro e scuro dove la fantasia non prevale; al contrario, quella a base scura è perfetta per la sera (e ricordo che se anche siete Pigre un filo di rossetto non guasta mai). La Donna Pigra con la Gonna non potrà sempre portare le ballerine. Dovrà piegarsi a zeppe e tacchi, soprattutto la sera e soprattutto se la gonna scende sotto il ginocchio. Per quanto riguarda le borse, vale lo stesso consiglio dato alle Pigre con i pantaloni: meglio averne due piccole e due grandi, color cuoio e nera. Meglio evitare le sciarpe, se si ha un seno abbondante; utile invece averle nel caso di grande sproporzione fra sopra e sotto, come nel caso delle pere.

10545083_10152622229382425_696528787_n

38 Comments

  • Reply
    Cristina
    Luglio 8, 2014 at 10:41 am

    Da clessidra formosa, lovvo questo post (per gli accesori, ho dalla mia l'allergia al nichel, molto limitante), e in particolare l'outfit al centro della foto (belle la seconda e terza gonnellina, di che marca saranno?). Ora che ci penso, se tanto mi sa tanto, per chi, come me, è sempre in lotta con le taglie, forse converrebbe acquistare una gonna con l'elastico in vita, in modo da avere meno problemi di reperimento taglie

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 8, 2014 at 12:07 pm

      La gonna con l'elastico in vita è decisamente la soluzione migliore, credo che tutte le clessidre e pere con taglie "forti" dovrebbero averne una, semplifica decisamente la vita e rende il tutto molto più easy e giovanile.
      Per le marche, l'ho detto più volte, non ne ho idea, pesco a caso su Polyvore.

  • Reply
    Alex
    Luglio 8, 2014 at 11:12 am

    Io sono una clessidra magra e poco formosa, ma con grossi polpacci. Dato che ho una seconda scarsa di seno credo che per me siano adatta anche la maglie accollate (proprio per evidenziarlo) o sbaglio? Stessa cosa per le sciarpe, è meglio che io le usi, giusto? Beh, in ogni caso le userò per difendermi da aria condizionata e sbalzi di temperatura
    Grazie per il suggerimento riguardo l'abbinamento con la fantasia, anche io farei così, se non vestissi solo tinta unita.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 8, 2014 at 12:05 pm

      Certo, con una seconda maglie accollate e sciarpe sono ottime, meglio evitarle solo in caso di seno molto prosperoso! Quanto alla tinta unita, vero che ti permette meno di sbagliare, ma a volte alernare con una bella gonna a fantasia può essere un modo per rendere meno noioso e anonimo un look molto semplice, come quelli proposti qui sopra.

  • Reply
    Lilit
    Luglio 8, 2014 at 11:16 am

    sono una specie di clessidra e tendo ad essere davvero moooolto pigra per quanto riguarda il vestiario (diciamo che ho sempre troppe altre cose a cui dedicare di preferenza le mie energie), perciò questo piccolo vademecum mi viene parecchio utile. infatti benchè pigra non vuol dire che mi piaccia essere sciatta, e anche se preferisco i pantaloni mi piace di tanto in tanto alternarli con qualche gonna.

  • Reply
    viola (su di christine navarro)
    Luglio 8, 2014 at 11:18 am

    Abbinamenti molto belli! Ho una domanda: essendo clessidra formosa, con allergia al nichel, come si potrebbe ovviare al problema degli accessori?

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 8, 2014 at 12:01 pm

      Molto semplice. Trovare accessori che non lo contengano, anche se costano di più; purtroppo con le allergie c'è poco da fare: meglio avere poche cose ma di ottima qualità ed anallergiche che molta bigiotteria che ti provoca sfoghi.

  • Reply
    Stefania
    Luglio 8, 2014 at 11:21 am

    molto carini gli abbinamenti!! e grazie per i consigli sulle fantasie, avevo bisogno di regole generali, di solito faccio alla vecchia maniera, accosto e vedo se ci sta bene. un post sul total black per le clessidre meno pigre? lo evito solo d'estate e le altre stagioni a volte sono davvero total black con i collant neri!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 8, 2014 at 11:59 am

      Bè, sostituisci questi abiti con abiti bianchi! 🙂

  • Reply
    Lisa
    Luglio 8, 2014 at 12:05 pm

    Ma le magliette infilate dentro la gonna stanno bene a chi ha molto seno e magari un po' di pancetta? Grazie

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 8, 2014 at 12:11 pm

      Dato che la pancetta è sempre sotto il punto vita, se lo marchi la gonna ampia la coprirà.

  • Reply
    katia
    Luglio 8, 2014 at 12:31 pm

    Io sono una clessidra formosa con pancia sporgente fin sotto il seno (tipo 7° mese di gravidanza) … che faccio oltre a dargliela su? meglio una gonnellina più stretta e una maglia avvitata?

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 9, 2014 at 4:51 am

      Segnare il punto vita, sempre!!! La gonna ampia andrà a minimizzare la pancia e ad evidenziare la vita sottile.

  • Reply
    maddalena
    Luglio 8, 2014 at 12:34 pm

    la borsa del terzo abbinamento è stupenda!!!chi mi dice dove la trovo?io la cerco così da una vita!io sono una clessidra magra proporzionata si sopra che sotto o un rettangolo(ma non penso xchè ho il punto vita)mi starebbe bene lo stesso?chissà…

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 9, 2014 at 4:53 am

      No, meglio evitare questo tipo di abbinamenti, se non hai un punto vita stretto: noi mele con queste gonne sembriamo dei cilindri in gonnella…

  • Reply
    sara
    Luglio 8, 2014 at 1:01 pm

    uff sono quei look semplici e adorabili che mi fanno sembrare la regina delle sciattone!! non capisco se è perchè devo potenziare gli accessori o se è perchè sono una rettangolo e mi sta male quel tipo di gonna..

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 9, 2014 at 4:57 am

      E' decisamente perchè sei una rettangolo! Io con questi abbinamenti sembro grassissima ed è perchè sono una mela. Scegli abiti più adatti alla tua forma e vedrai che sembrerai meno sciatta.

      • Reply
        Sara
        Luglio 10, 2014 at 2:54 pm

        Infatti non porto praticamente mai gonne per questo motivo.. Mi stanno da cani! E le forme adatte per le rettangolo (tubo e matita) mi fanno sentire a disagio, perché o si trovano in versione mini o in versione vecchia segretaria. Sono molto brava a fare i look con i pantaloni ma sono un po' banali (il 99% delle ragazze lì porta). Attendo con ansia il video di Anna con le gonne per la donna a rettangolo. Scusa per lo sfogo, è che mi piacciono le cose carine e piene di pizzi e non poterle indossare perché mi stanno male mi fa arrabbiare!

  • Reply
    Fra
    Luglio 8, 2014 at 2:02 pm

    Sono una clessidra mooltp formosa..ma praticamente per non sentirmi un pesce fuori dall'acqua ne indosso gonne..ne uso magliette scollate..mi vergogno s mettere in mostra il mio seno..che brutta cosa non piacersi..

  • Reply
    Silvia
    Luglio 8, 2014 at 3:08 pm

    Mi permetto di darti io un consiglio (sono una clessidra formosetta, ma ho una amica rettangolo che adora le gonnelline teoricamente più adatte alla mia forma, quindi parlo per l'esperienza shoppingosa che ho fatto insieme a lei): se scegli gonne di un tessuto leggermente rigido resteranno ampie senza pendere sui tuoi fianchi magri, creandoti le curve.
    E poi… serve anche una certa attitudine… non dire "sciattona" perché se tu per prima sei convinta di sembrare sciatta anche gli altri ti percepiranno in questo modo… di piuttosto "easy" oppure "cozy"…!! 🙂 🙂 🙂 Le gonnelline per Donne Pigre vanno portate con naturalezza senza imparanoiarsi troppo.

    Ps io ovviamente invidio la tua forma!!

    Un abbraccio a tutte e a Sara

    Silvia

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 9, 2014 at 4:59 am

      Concordo. Cambia tipo di gonna, prendine di scampanate e di tessuto rigido, starai molto molto meglio e potrai esaltare la bellezza della tua forma; guarda Carlà Gozzi, lei sta benissimo anche negli abiti anni '50 perchè li sceglie rigidi e che modellano un corpo che altrimenti di curve ne avrebbe ben poche.

    • Reply
      Sara
      Luglio 10, 2014 at 5:25 pm

      Ehi ho visto solo ora il tuo consiglio! Grazie Silvia!! Proverò a dare un'occhiata, raramente metto un sottogonna sotto le gonne per creare volume ma è abbastanza scomoda come soluzione.. Meglio se il tessuto di base è rigido di suo

  • Reply
    Claudia
    Luglio 8, 2014 at 5:18 pm

    Questi abbinamenti sono molto carini, in particolare mi piace moltissimo la maglia del secondo abbinamento, la cerco da tanto ma non riesco a trovarla da nessuna parte!
    Sara, non appena avrai un po di tempo potresti dedicare un post all'abbigliamento elegante per la mattina o il pomeriggio per le clessidre? Non so se anche le altre clessidre hanno il mio stesso problema, ma io spesso non riesco a conciliare raffinatezza e valorizzazione delle forme, per noi clessidre alle volte è facile risultare un po esagerate!
    Ciao!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 9, 2014 at 5:00 am

      Gli abiti dal taglio anni '50 sono sempre eleganti e non eccessivi!

  • Reply
    Francesca
    Luglio 9, 2014 at 12:56 am

    Ciao Sara!
    Prenderò sicuramente spunto da questo post, mi mancava proprio.

    Dato che però sono una triangolo invertito mista ad una mela a otto (spalle e torace ampi e poco seno), ci sono accortezze particolari da tenere presente nel mio caso?

    E grazie per la dritta sull'abbinamento dei colori!
    🙂

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 9, 2014 at 5:02 am

      Sì, l'accorgimento è non prendere spunto da questo post che propone tutti abbinamenti che sulla tua forma stanno decisamente male. Meglio che guardi l'articolo dedicato alle Donne Pigre in jeans e pantaloni 🙂

      • Reply
        Francesca
        Luglio 10, 2014 at 9:27 am

        E volendo mettere comunque una gonna? 🙂

  • Reply
    Alex
    Luglio 9, 2014 at 9:39 am

    Da donna pigra trovo molto utile questo post. Sarebbe bello che tu continuassi la "serie" donna pigra con un post sulle giacche. Ad esempio io, che sono una clessidra poco formosa, ho difficoltà ad abbinare i pantaloni, che devono essere necessariamente fluidi, con la giacca.
    Ciao

  • Reply
    Daniela
    Luglio 9, 2014 at 12:01 pm

    Brava Sara! Mi piace moltissimo il modo in cui riesci a cambiare faccia a un look basico semplicemente scegliendo gli accessori giusti: non sarebbe male se prima o poi decidessi di spiegare il trucco in un post! 😉

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 9, 2014 at 1:20 pm

      Con gli accessori vado sempre a sentimento! Mi viene in mente che potrebbe star bene questo o quello, devo ancora capire anche io come funziona il mio cervello… però quando lo scopro giuro ci faccio un post.

  • Reply
    Elisa
    Luglio 9, 2014 at 1:22 pm

    Questi look vanno bene anche per pera magrissima con sopra inesistente? Scusate ma gonne anni 50 io non ne vedo da nessuna parte. Avreste qualche consiglio? Anzi non so se posso oermettermi gonnelline cosi corte… E domanda forse sciocca, per gambe superchiarissime piene di capillari, non abbranzabili, nè copribili con fondotinta, cosa si fa? Solo pantaloni o gonne lunghe e quali gonne lunghe?

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 9, 2014 at 7:13 pm

      Io le gonne a ruota ora le vedo spesso, ma dato che non le acquisto non saprei proprio che consigliarti; attendiamo il parere delle più esperte!
      Per le gambe non saprei, se non che a me i capillari e la pelle super chiara non urta… e anche alle persone attorno a te, credo 🙂 Tranquilla, goditi le gonne senza pensare a cosa gli altri potrebbero pensare e se ti imbarazza davvero tanto vai di gonne lunghe.

    • Reply
      Lilit
      Luglio 10, 2014 at 9:43 am

      le gonne corte la pera se le può mettere benissimo a patto che non siano strette e dritte ma svasate. a dire il vero di gonne a ruota quest'anno ne ho viste tantissime (le puntavo perchè ero convinta di essere una pera, invece ho scoperto essere semplicemente una clessidra poco pettoruta), il problema era che di solito erano cortissime, e come ti chinavi restavi con le chiappe all'aria. alla fine ne ho trovata una da HM che non è proprio a ruota ma quasi, e ha una lunghezza decorosa oltre metà coscia, e che soprattutto costava solo 15 euro. e come dice sempre Anna metti la gonna scura con maglia chiara per fare sembrare la parte sopra più ampia 😉
      per le gonne lunghe da pera invece leggi qua che è spiegato bene http://www.modaperprincipianti.com/2014/07/abbinare-gonna-lunga-donna-pera-triangolo.html

      per le gambe chiare coi capillari in vista (tendo ad averli anche io) la soluzione invece è fregarsene, tanto la gente li nota meno di quanto li notiamo noi.

    • Reply
      Stefania
      Luglio 13, 2014 at 2:30 pm

      a diffusione tessile le gonne anni '50 si trovano, anche da H&M e non solo a metà coscia, anche più lunghe. quando non trovo qualcosa entro in tutti tutti i negozi, anche quelli in cui non entro mai, esclusi quelli troppo cari per le mie finanze e chiedo se hanno quello che sto cercando. a volte vado anche nelle città vicine alla mia. sì ci vuole tempo per farlo. comunque quest'anno ne ho viste tante nei negozi, la ricerca non dovrebbe essere troppo dura!

  • Reply
    Monica
    Luglio 9, 2014 at 11:27 pm

    Ti adoro, per me e' il post perfetto!
    Ciao!
    Pera Pigretta

  • Reply
    Emanuela
    Luglio 11, 2014 at 10:38 pm

    Mi piace molto questo post! Io ho preso una gonna blu con piccoli fiorellini bianchi, in questo caso, come dici tu, prevale lo sfondo della gonna, quindi secondo la tua "regola" dovrei mettere una maglia a contrasto. Però essendo una clessidra, l'effetto spezzato rischia di accorciare il busto..no? Posso mettere una maglia blu, quindi in tono con lo sfondo?

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 12, 2014 at 8:17 am

      Se tu hai il busto di natura corto sì, indipendentemente che tu sia una clessidra o meno. Attenta però a due cose a due cose: la maglia dev'essere dello stesso colore dello sfondo, cosa che col nero e il bianco risulta facile, con gli altri colori meno; segna comunque il passaggio fra sopra e sotto con una cintura di un colore diverso, per evidenziare il punto vita. Inoltre il total blu tende ad essere molto cupo d'estate.

  • Reply
    Emanuela
    Luglio 12, 2014 at 10:15 am

    Che colore potrei prendere la cintura? Magari provo ad inviarti una foto della gonna. Grazie mille per i consigli!

Leave a Reply