Clessidra D/R Triangolo invertito

Curve e volgarità

Luglio 10, 2014

[testimonial author=”Maddalena”]ciao sono maddalena 29 anni ma sembro molto più giovane(è un fatto di famiglia anche mia mamma 50 anni la scambiano x mia sorella)la forma del mio corpo è una clessidra magra.non sono molto alta 169 cm e peso 48 kg.ho il seno rifatto niente di che una terza abbondante belle gambe magre e sederino all insù ma non esagerato.ti spiego il mio problema:io sono condannatA a mettere sempre pantaloni..con la gonna divento volgare.mi metto una minigonna?sembro una lucciola.sono abbastanza appariscente è quello il problema!capelli biondi lunghi il viso con lineamenti particolari gli occhi grandi che sottolineo molto col trucco la pelle chiara gli zigomi alti anche così col trucco non posso truccare la bocca se la trucco magari con un rossetto come si porta adesso tipo fuxia o corallo sembro un travestito e attiro troppo l attenzione.pensa il mio panico quando mi vesto!io adoro i tacchi zeppa e tacco altissimo e non voglio rinunciarci ho una collezione di scarpe in ogni colore xchè mi piace abbinare ma x l abbigliamento uso leggins  e magliette asimmetriche (quelle scollate sulla spalla)e lunghe.oppure maglie sempre lunghe ma  aderenti sugli onnipresenti leggins e zeppe.mi dici come posso variare il mio look?senza togliere le zeppe (sia a sandali che tronchetti)e siccome non mi piacciono i jeans ?grazie x l aiuto aspetterò con ansia il responso!baci[/testimonial]

Cara Maddalena, la primissima cosa che m’è venuta da risponderti è stata “allunga l’orlo della gonna, cordiali saluti, Sara”, ma poi ho riflettuto ed in astratto questa mail può darmi la possibilità di rispondere anche ad altre ragazze che, portatrici sane di curve, non vogliono sembrare volgari e troppo appariscenti. Ora, il tuo caso è abbastanza semplice da risolvere anche per la Miami Metro Omicide di “Dexter”: non mettere la minigonna, truccati di meno.

Diamo adesso un senso più articolato ed alto al discorso. Al di là di minigonne e trucchi pesanti, è vero che molto spesso le clessidre si sentono gli occhi di tutti addosso, giacchè un seno abbondante può risultare volgare e la forma iperfemminile anche. Non metto in dubbio che se io indossassi gli stessi abiti che indossa la bomba sexy Maddalena non sembrerei una bomba sexy, giacchè sono mela e la mia coppa C è sostenuta da una terza di torace che riequilibra il tutto, il mio sedere è discretamente piatto e il mio punto vita discretamente inesistente. Quindi, una mela, una pera, una rettangolo raramente risulteranno volgari (a meno che l’intenzione non ci sia e non ce ne andiamo in giro vestite da lavoratrici notturne); ben diverso il discorso per una triangolo invertito con molto seno e una clessidra formosa. Ma a tutto c’è rimedio, tranquille. Il mondo dello spettacolo è pieno di esempi di clessidre formose che tutto sembrano fuor che volgari. Senza attingere alla sempre bellissima e sensuale Miss Monroe, il cui abbigliamento anni ’50 può essere tranquillamente riprodotto anche oggi, un panorama più contemporaneo ci è fornito dalla bellissima Scarlett Johansonn, mai volgare anche se mezza nuda. Qual è il segreto? Sicuramente l’attitudine fa un buon 90%, ma esistono anche degli accorgimenti estetici riproducibili da tutte.

Prima cosa: il trucco. Maddalena ammette di truccarsi molto; magari sostituendo il nero della matita a un marrone e un beige si ottiene un effetto sfumato molto più di classe. Per le labbra, anche io ho labbra carnose, che evito accuratamente di truccare di colori sgargianti (unica eccezione, il mio matitone ciclamino di Clinique), soprattutto quando gli occhi sono molto marcati. In quel caso, scelgo preferibilmente un lipstick nude o un my lips but better, che dà definizione e un accenno di colore. Evito come la peste i colori, sono una Naked 2 Urban Decay dipendente.

cb63af4f78768696eaae89d43ca6b317

 

Seconda cosa: l’orlo della gonna. Con i tacchi, mai la minigonna. A meno che non si vada al Billionaire (ma non l’hanno chiuso?) per rimorchiare un Borriello qualsiasi. Gusto personale, i tacchi li preferisco con le gonna al ginocchio o i pantaloni. Con la mini o gli shorts mi sembrano sempre incredibilmente volgari. Se siete una clessidra formosa e volete una gonna, sceglietela che scenda oltre la metà della coscia; idem per gli abiti fascianti, che devono essere sensuali, non da velina mancata.

Terza cosa: la scollatura. Ne ho già parlato in precedenza, vi rimando quindi al post sulla scollatura perfetta. Aggiunto una cosa sola: mia nonna dice sempre “o petto o coscia”; non si riferisce solo all’arrosto di pollo. Think about it.

7b4859d2b6d49692af5bc53f7f173e1d

[PS. posso tirarmela un attimo? Alle superiori mi era valso il soprannome dei miei compagni di classe “Ragazza dall’orecchino di perla” dopo la visione del film durante una lezione di storia dell’arte. Da lì, la Johansonn s’è ingnocchita (= rifatta il naso) e io sono rimasta io (= col mio naso), ma è una storia che ogni tanto riaccende l’autostima.]

103 Comments

  • Reply
    Cristina
    Luglio 10, 2014 at 11:06 am

    Oggi è la giornata delle clessidre 🙂 (poco fa ho visto il video di Anna riguardo le parturnie delle clessidre) e così eccomi qui, clessidra morbida, voluttuosa, burrosa al rapporto, con una 4ta, 4 e mezza di seno e gli occhi dei ragazzi perennemente addosso (al seno ovviamente), al punto che ua volta un amico mi ha detto: "vai sempre in giro con lo scafandro", intendendo dire che non riusciva a vedere un cm di pelle che fosse uno, perchè mi coprivo (e tendo a farlo) abbastanza. Consiglio a chi, beata lei, è una clessidra magra: in medio stat virtus, dicevano i latini. Sara dice giustamente che siamo portatrici sane di curve per cui sposo in toto tutto ciò che dice: meglio poco, ma sapientemente dosato. Nel tuo caso (leggendo le tue misure, secondo me sei molto alta e lo dico da ragazza alta solo 163 cm). Anch'io dimostro meno anni (un'universitaria nel mio caso), perchè mi vesto come mi vesto, ma sto facendo attenzione alla qualità del tessuto e a come scende sul mio corpo (anche se la cosa migliore, sarebbe imparare a cucire e farli su misura,senza stare più male quando non si trova nulla nei negozi). @Sara: bellissimo questo vestito di Scarlett, della pubblicità del profumo (anche se io preferisco il lui della pubblicità :-p); non amo particolarmente il pizzo (o meglio, mi piace vederlo sulle altre,ma non su me stessa), ma questo abito è bellissimo (e griffatissimo anche)

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 10, 2014 at 11:58 am

      Sì oggi è proprio la giornata delle clessidre! Anche io lo stavo pensando, neanche a farlo apposta!
      Il vestito di Scarlett è stupendo e ho in mente di farmene uno simile, ovviamente dritto e non avvitato. Sembra molto semplice da riprodurre, più difficile reperire del buon pizzo nero. Appena torno in Italia gli do la caccia!

  • Reply
    Claudia
    Luglio 10, 2014 at 12:18 pm

    Ciao Sara sono pienamente d'accordo con te! Anche io sono una clessidra, non di quelle prosperosissime , e poi sono decisamente petite! Le scollature noi clessidre dobbiamo dosarle con il contagocce mi ricordo che da ragazzina mia madre aveva sempre da ridire per le mie magliette, se ci fossi stata tu con i tuoi post!!!!!
    Sai che non avevo mai preso in considerazione il look di Scarlett, eppure è sempre così sexy e fine!
    A proposito di pizzo, io ho due body uno nero e uno bianco sbracciati come potrei abbinarli?
    Ciao

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 10, 2014 at 12:52 pm

      Non è certo un look da tutti i giorni ma un ottimo esempio per le serate un po' più eleganti.
      Per i body, mandami le foto via mail.+

  • Reply
    Ari
    Luglio 10, 2014 at 12:50 pm

    Amen! Io a dire la verità i tacchi ogni tanto li metto anche con gonne poco oltre la metà coscia, ma è anche vero che mi trucco in modo molto leggero, i miei tacchi non arrivano oltre ai 7 cm, sto attenta alle scollature e non ho esattamente le curve di Jessica Rabbit.

    PS: effettivamente dall'unica tua foto che ho visto si intravede un viso bellissimo e delicato e una pelle da regina, non mi stupisce che tu ti sia guadagnata quel soprannome 🙂

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 10, 2014 at 1:37 pm

      Il tacco, come avevo detto nel post ad esso dedicato, per me è ok con gonne dalla metà coscia in giù. Se poi è un tacco 12, ancora peggio! Un tacco 7 con quella lunghezza di gonna per me va bene, oltretutto se eviti scollature da capogiro.

      Uh, questa valanga di complimenti mi seppellirà! Grazie, mi fai arrossire…! Quanto alla pelle, io piuttosto dico sempre che grazie al mio pallore perenne sarei un'ottima comparsa di CSI; da cadavere, chiaramente.

  • Reply
    Gaia
    Luglio 10, 2014 at 3:15 pm

    Se posso, io vorrei darti un consiglio sul trucco. Non per forza i colori equivalgono alla volgaritá! Io adoro i colori e adoro truccarmi gli occhi, trovo che aggiungano allegria a tutto l'outfit! L'unica cosa é che bisogna imparare a truccarsi bene. Su youtube é strapieno di tutorial che mostrano trucchi coloratissimi ma meravigliosi, basta solo spendere un po' di tempo a guardarli 🙂 poi ovviamente se carichi tanto gli occhi e hai le labbra voluminose vale sempre la regola di osare da una parte ma restare piú tranquilla dall'altra. Ma per essere elegante e di classe non devi per forza ridurti ai beigiolini delle varie Naked, basta solo un po' di attenzione e prenderci la mano 😉

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 10, 2014 at 5:05 pm

      A me personalmente i colori sugli occhi non piacciono, ma è una questione di gusto! Per esempio, per quanto io stimi il lavoro di Clio, non uscirei mai truccata come lei. Con questo non voglio dire che i colori siano sintomo di cattivo gusto, devo essermi espressa male: intendevo solo dire che il trucco nude è quello meno volgare in assoluto; dato che devo dare consigli che vanno bene a tutte le persone, tendo a darli generici apposta, e di per certo so che col nude non si sbaglia mai. 🙂 spero di aver chiarito meglio il punto!

  • Reply
    Ape Regina
    Luglio 10, 2014 at 5:16 pm

    Io adoro i colori sugli occhi, ma abbinati a un certo look… Ecco, sapete cosa mi manca nei blog tuo e di Anna? L'abbinamento col make up 🙂

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 10, 2014 at 7:11 pm

      Io sono davvero pessima con il make up, ho tipo 3 prodotti e uso sempre e solo quelli! Azzardo ogni tanto con il rossetto ma no, decisamente sono la persona peggiore per parlare di make up…!

  • Reply
    Elleb
    Luglio 10, 2014 at 5:54 pm

    Risposta di getto di una clessidra formosa, seno 36E e labbra carnose: leggendo spesso il blog sono sicura che hai tutte le migliori intenzioni tuttavia, scusami ma mi permetto, la difficoltà di rendere "il tono" del discorso in un testo scritto qui è lampante.
    Perché sembra, sottolineo sembra, che tu dia per scontato che chi ti ha scritto è volgare e che tutte quelle clessidre che non si vestono e truccano secondo i tuoi consigli (che sono basati, lo ripeti sempre, sui tuoi gusti personali e non su linee "generali e obiettive" (*) ) siano volgari.
    Al che, delle tre è una. O puoi provare a scrivere in un modo che sembri meno giudicante, o cambi il nome del blog e metti "consigli x princinpianti secondo i gusti di Sara" o ti guardi attorno e accetti che ci siano migliaia di sfumature fra il bon-ton per esempio e il volgare , perché raramente ho visto Pamela Anderson con colori diversi dai nude e di più volgari al momento non me ne vengono in mente molte (sì, sono della generazione che dopo scuola si beccava Baywatch su italiauno).
    Io mi trucco eccome con colori sugli occhi e rossetto rosso, anzi ho diversi toni di rosso se questo serve a smuovere un po' le tue certezze, eppure nessuno ha mai avuto il bisogno di dirmi che ero volgare, nonostante mi circondi di persone che se faccio una cazzata o sono impresentabile non si fanno scrupolo a dirmelo.
    Bastano uno scollo un po' più alto, un tessuto meno fasciante, una gonna al ginocchio o sotto o un pantalone affusolato, non necessariamente tutti insieme.
    Come dice qualcuno sopra, in medio stat virtus, quindi anziché far sentire la poveretta e le clessidre colpevoli di seno&bocca rossa come qualcuno a una spanna dalla professione più antica del mondo si poteva essere più delicate, e dare suggerimenti meno drastici e "veramente" generici che non facessero sembrare il suo/loro abbigliamento e trucco attuale un completo, totale sbaglio.

    (*) sia chiaro, alcuni tuoi gusti sono condividibilissimi: più si alza il tacco più si allunga l'orlo, tranne le maxigonne che stanno anche coi sandali piatti e poco altro, e via dicendo. Ma per il trucco no, mi spiace, se tu non ti vedi con le labbra rosse è una cosa che si riferisce solo a te. Fra Moira Orfei e Kim Khardashian (pensiamo ai nude di lei dei bei tempi, quando diciamo che il nude non è volgare, per dire) ci sono un'infinità di via di mezze molto ma molto più di buon gusto.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 10, 2014 at 8:05 pm

      Mi permetto di dissentire, e anche in vari punti.
      1. In che senso sono io che "do per scontato" la volgarità di chi mi scrive? Ma chi si autodefinisce volgare è la ragazza della mail!!! Cito? Cito. "Con la gonna divento volgare. Mi metto una minigonna? Sembro una lucciola. Sono abbastanza appariscente, è quello il problema!", "non posso truccare la bocca (…) sembro un travestito". Io non do per scontato nulla, io leggo e rispondo semplicemente!
      2. Due cose risultano lampanti: con la minigonna il suo corpo non risulta fine e a causa delle sue labbra non può indossare rossetti appariscenti. Dunque i mie consigli sono: non indossare minigonne e truccati in modo meno appariscente (tu guarda che coincidenza fortunata, cara ragazza con le labbra carnose, ho le labbra carnose anche io, ovvio usando colori nude e azzardando il ciclamino solo se gli occhi sono meno truccati del solito, provaci, con me funziona). Che è ben diverso dal dire: chi indossa minigonne e usa un trucco pesante è una prostituta.
      3. In quale passaggio del mio discorso hai trovato la generalizzazione che fa "sentire la poveretta e le clessidre colpevoli di seno&bocca rossa come qualcuno a una spanna dalla professione più antica del mondo"? Io mi sono limitata a rispondere a una ragazza che RIPETO si autodefinisce lei stessa volgare in determinati outfit. Se mi avessi scritto tu dicendomi "Ciao Sara sono una clessidra formosa che usa scollature e ama truccarsi in modo appariscente e questo mi fa sentire bella; ho comprato un paio di scarpe, come le abbino?" avrei abbinato per te quel paio di scarpe senza neanche commentare il tuo modo di truccarti e vestirti.
      4. "o cambi il nome del blog e metti "consigli x princinpianti secondo i gusti di Sara" o ti guardi attorno e accetti che ci siano migliaia di sfumature fra il bon-ton per esempio e il volgare". Ti rimando ai punti 1, 2 e 3 per quanto riguarda la seconda affermazione; per quanto riguarda la prima, chiunque dia consigli non seguendo i propri gusti personali non dovrebbe dare consigli. "Che mi consigli da leggere sotto l'ombrellone?" "I Fratelli Karamazov" "Ti sono piaciuti?" "No, è un mattone pazzesco che sinceramente ho lasciato al secondo paragrafo e ora lo uso per tener ferma la porta" "Fico. Mi hai convinto".

      Se hai altri dubbi, volentieri risponderò.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 10, 2014 at 8:11 pm

      PS. (questo PS è assolutamente personale e rientra nei consigli per principianti secondo i gusti di Sara): chiunque si riempia la faccia, il seno e i glutei di silicone fino a trasformarsi in un essere mitologico metà donna metà polimeri inorganici derivati del petrolio, anche con un total look da carmelitana scalza e un trucco così nude da rasentare il minimalismo nordico risulta volgare. Dentro e fuori.

      (A scanso di equivoci: mi riferisco a Pamela Anderson).

      • Reply
        anna
        Luglio 11, 2014 at 2:41 pm

        Ma che disputa inutile! Anch'io ho labbra carnose e non posso permettermi rossetti accessi, pero non tanto per le labbra ma perché sono troppo chiara – pelle chiarissima e pallida, capelli biondi e pur avendo occhi nocciola sembro davvero volgarissima se metto rossetto scuro. Se fossi tipo Monica Beluci sicuramente me lo potrei permettere 🙂 E si, se hai le curve non ti puoi permettere certi abiti, che male c'e?! Dai, le clessidre sembriamo abbastanza sensuali pure senza mostrare troppo….

        • Reply
          Takiko
          Luglio 12, 2014 at 9:35 am

          Ma io vorrei davvero capire da dove vi arriva questa folle idea che se avete labbra carnose o se siete chiare di pelle non potete mettere rossetti scuri e/o accesi. No davvero, vorrei capirlo.
          E non rispondetemi dal buonsenso perché sul serio, non sta né in cielo né in terra. Se non vi ci vedete sono cose vostre ma almeno evitate di creare dogmi dove non andrebbero nemmeno pensati.

          Probabilmente dalla stessa idea madre secondo cui se hai le curve e metti la minigonna sei volgare. Ma per favore.

          • Consigli x principianti
            Luglio 12, 2014 at 11:27 am

            Perdonami, Takiko, ma ciascuno si sente volgare o non volgare con qualsiasi cosa lo faccia sentire volgare o non volgare, sia esso l'ombretto azzurro, il rossetto rosa, una gonna giropassera, un saio monacale o un casco di banane in testa. Non siamo tutte uguali e se la ragazza dice di essere volgare col rossetto accesso, ha tutto il diritto di essere creduta e di sentirsi a disagio con qualcosa che magari tu indossi sempre. Come fai a generalizzare in questo modo senza neanche averla vista in foto?
            Per quanto riguarda la minigonna, vale lo stesso identico discorso: se io, Maddalena, con la minigonna mi sento volgare, chi sei tu per dirmi che sbaglio?
            I consigli che do sono appunto "su misura", a seconda delle esigenze e delle percezioni che si ha di sé. Tu in minigonna e rossetto rosso non ti senti volgare? Buon per te. Ma non estendere questa tua sicurezza ad altre ragazze. E' come se una mela andasse da una pera e le dicesse "ma davvero non capisco questa idea madre che i jeans ti fanno il sederone!".

          • Consigli x principianti
            Luglio 12, 2014 at 11:37 am

            Fra l'altro, a riprova di quanto detto sopra, io i rossetti accesi e scuri li metto eccome, ma solo perchè non mi fanno sentire volgare. E non mi permetto di dire alla ragazza che ha scritto che, dato che io li porto, dovrebbe farlo anche lei.

          • anna
            Luglio 14, 2014 at 1:12 pm

            Scusami, Takiko, hai mai sentito che esiste una inter teoria chiamata Armocromia? Mi pare che pure Anna ne aveva parlato… Allora, io sono una donna autunno tenue, ancora pensi che mi potrei permettere rossetto rosso scuro?! Ho specchio in casa, non sono troppo timida, pero non capisco perche dovrei per forza truccarmi troppo visto che a me non mi sta per nulla bene?! Si, ci sono donne piu chiare di me a quale sta bene un rossetto rosso accesso, pero a me no! Se hai colori piu morbidi sul viso forse non e una buona idea metterti color fucsia sul viso…

      • Reply
        Elleb
        Luglio 14, 2014 at 12:09 am

        Visto che tutta la mia premessa sul "tono" del discorso e sulla sicurezza delle tue buone intenzioni è stata casualmente saltata, come se non fosse – così per dire eh – utile al tuo ergerti a parte lesa&offesa, mi attacco qui.

        Quando è che hai fatto l'associazione fra clessidra e volgarità?

        Qui: “allunga l’orlo della gonna, cordiali saluti, Sara” "non mettere la minigonna, truccati di meno"
        Ci manca solo il "conciata così te la stai cercando" (e la consapevolezza di quanto spesso si sente dire "conciata così se l'è cercata") per sfociare senza dubbi nello stereotipo, nel giudizio e nella banalità.

        Qui: "Quindi, una mela, una pera, una rettangolo raramente risulteranno volgari (a meno che l’intenzione non ci sia e non ce ne andiamo in giro vestite da lavoratrici notturne); ben diverso il discorso per una triangolo invertito con molto seno e una clessidra formosa."

        Grazie. Oltre al seno ho tutto un fisico abbondante da portare a spasso su 180 cm, sapere che di default senza seguire i *tuoi* crismi sono volgare mi è di inenarrabile soddisfazione.

        Qui: "Se siete una clessidra formosa e volete una gonna, sceglietela che scenda oltre la metà della coscia; idem per gli abiti fascianti, che devono essere sensuali, non da velina mancata."

        Quindi il mio vestito estivo con lo scollo alto morbido mi rende una velina. Aspirante, poiché in realtà non è proprio quello il fisico e forse c'entrano un po' più le aspirazioni che come ci veste. Interessante, comunque, come categorizzazione. Se ci fossero le emoticon, qui metterei un epic-facepalm.

        Se continui a credere che questo non voglia dire aver avvallato la convinzione di essere volgare di Maddalena prego, fai pure, io continuerò a pensare che o volevi farlo o il tuo modo di scrivere non esprime "il tono" che vorresti.
        Quello che leggo io è prima una ragazza che relativamente al proprio corpo e al modo in cui si veste e si trucca si vede volgare, e poi una risposta che invece di esserle d'aiuto piazza su quelle sensazioni un carico da 90.

        E continui a insistere col dire che i tuoi consigli secondo i tuoi gusti sono generici, buoni per tutto, quando invece magari davvero generici sarebbero se dicessi "io faccio così, però per esempio *blogger o diva calzante al caso* fa cosà ed è molto elegante, e *blogger2 o diva2 calzante al caso* invece fa in quest'altro modo ancora ed è bellissima.
        Se lo scopo del blog di Anna è quello di aiutare ad accettare e valorizzare la propria forma del corpo, perché il tuo deve sembrare (ripeto, sembrare, a me che leggo e forse non solo a me) quello invece di appoggiare quelle insicurezze e di dire "nasconditi, renditi invisibile" ?

        Ma siccome mi sembri talmente presa dalla tua convinzione mi rivolgerò direttamente a Maddalena.

        • Reply
          Elleb
          Luglio 14, 2014 at 12:45 am

          Maddalena, non ho visto le tue foto quindi non so quanto il tuo percepirti volgare sia riflesso della realtà. Quello che posso dirti è che, come clessidra ora molto formosa ma un tempo molto in forma, posso capire la sensazione di sentirsi "troppo".
          Il mio consiglio personale, per quanto può valere, è di non sminuirti, smorzanti e nasconderti per questo.
          Certo di intuire dalla tua mail, quindi perdonami se sbaglio, ma ti descrivi come "appariscente" e usi termini verso te stessa che mi fanno un po' venire voglia di darti una pacca sulla spalla di incoraggiamento.
          Una delle cose giuste del post di Sara è la riga sull'atteggiamento. L'atteggiamento fa molto nell'espressione di noi.
          Se potessi, ti chiederei quando ti prepari per uscire e ti pare di sembrare una lucciola, di guardarti allo specchio e cercare di capire "cosa" ti fa sentire tale.
          L'insieme? La minigonna? Il rossetto? O magari la camminata, la postura, l'atteggiamento in generale?
          A quel punto, anziché cambiare drasticamente, prova a intervenire su singoli punti, finché non troverai un equilibrio fra i tuoi gusti e il tuo sentirti a posto.
          A proposito del trucco – mi spiace ma anche sperimentando su di me non mi sento così sicura da dare consigli ad altri – mi permetto di suggerirti di cercare qualche blogger o vlogger che parli di makeup e il cui stile ti piaccia. Magari potresti trovare un modo per esaltare gli occhi senza caricarli troppo, se ti sembra sia quello il problema, o alleggerire il trucco viso se ti sembra che sia troppo pesante (personalmente adoro quelle basi leggerissime che fanno trasparire le lentiggini e non celano del tutto i rossori, ma mi rendo conto che non sono per tutte). Per i rossetti, hai provato anche gli opachi, o i toni accesi ma un po' attenuati, meno carichi? Potrebbero essere una buona soluzione, senza per forza ricorrere a dei nude (o a toni più chiari del viso, che a me non piacciono proprio). Inoltre certe volte un bel rossetto può aiutare ad attirare l'attenzione sul viso e a distoglierla dalle curve, quindi è un gran bell'alleato! 😉
          Non so di dove sei, ma Kiko per esempio ci sono moltissimi toni e spesso sconti, potresti provarne qualcuno fino a trovare quello che più ti convince senza però svenarti troppo.

          Per l'abbigliamento, mi sembra che qualche dritta ci sia già. Se con la minigonna non ti senti a tuo agio (la volgarità spesso è negli occhi di chi guarda, fregatene di loro e pensa a come tu ti senti) prova con una gonna un po' più lunga. Con i tacchi altissimi potresti provare la lunghezza al ginocchio, ma tu ti descrivi ahimè molto più in forma di me quindi perché, con le zeppe, non una gonna a mezzavia, diciamo a metà coscia?
          Con i tacchi altissimi invece, ora che è estate, potresti mettere dei pantaloni poco sopra la caviglia, che in tessuto un po' più sostenuto segneranno il tuo sedere meno dei leggins, con delle maglie o delle bluse con scollo non eccessivo (diciamo che non si intravede il solco fra i seni) e un po' morbide. Io sono una grandissima fan di questo modello di H&M: http://www.hm.com/it/product/41660?article=41660-A#article=41660-A , smanicato o con le maniche a 3/4. Ovviamente non in rosso, se non vuoi farti notare (che è diverso dall'essere volgare!), nel mio armadio ce in un paio di fantasie e poi beige, blu e verde scuro. Abbastanza fasciante da sottolineare le curve, ma abbastanza morbida e arricciata da non segnare troppo.
          L'altra cosa buona del post di Sara è il consiglio di sua nonna, che riflette un concetto di eleganza e rigore forse un po' passati di moda ma che, nel timore di eccedere, si può ricordare: petto o coscia. Se scegli una maglia scollata, o molto aderente sul seno, puoi magari mettere gonne o pantaloni più lunghi. Se invece scegli una maglia accollata puoi azzardare orli più corti, e via dicendo. Tornando per un attimo al discorso del trucco, potrebbe anche valere il gioco di scegliere toni neutri e chiari per il sopra (beige, cipria, panna) e abbinare un rossetto colorato, per distogliere l'attenzione ancora di più dalle curve.
          Con i leggins invece, dando per scontato che non penso valga la pena buttare tutto il tuo guardaroba, potresti provare anche qualche tunica ripresa in vita. Questo modello http://www.hm.com/it/product/28428?article=28428-A, che ho visto in nero, non è forse l'ideale per una clessidra ma lo scollo un po' alto e la fantasia distolgono l'attenzione e l'elastico in vita rende il capo molto morbido intorno al seno. Un altro modello che ho visto moltissimo quest'anno è quello dei vestiti con la gonna asimmetrica, al ginocchio davanti e più lunga dietro. Ne ho visti sia col top a spalline sottili, che ti sconsiglierei se non vuoi attirare l'attenzione lì, sia con scollature un po' più alte e spalline un po' più larghe, potresti cercare e vedere come ti vanno. Ancora, nonostante quanto dice qualcuno un bel tubino o un wrap dress con la gonna un po' ampia possono fare miracoli. Sta solo attenta alla gonna dell'abito: alcune nel punto in cui si sovrappongono sono stondate (tipo questo modello http://media-cache-ak0.pinimg.com/236x/c6/6e/09/c66e096dcbd9eadad4af2bfaea5c08a3.jpg e tendono ad aprirsi e rivelare più di quelle che invece non lo sono, idem dicasi per le scollature all'incrocio: alcune sono profonde, altri modelli risultano più accollati).
          Tieni conto che – ma è un'idea mia, che non saprei a quest'ora supportare con riferimenti o link – la volgarità percepita può dipendere anche dai tessuti e dalle fantasie. La stessa maglia in jersey di cotone e in pizzo nero ha ovviamente un effetto diverso, come le paillettes, le righe, il multicolor… Anche qui, guardati allo specchio e prova. Quella maglia ti sembra contribuire al tuo sentirti a disagio? Immaginala in un tessuto diverso, che segni meno, o in un colore diverso, etc.
          Mi sembra di capire che i colori neutri e pastello, o il blu, siano considerati generalmente come raffinati. Ovviamente dipende da come è fatto e soprattutto da come è portato il capo, da come è abbinato, da come è accessoriato etc… Anche qui, consigliarti più a fondo senza conoscerti non lo posso fare. In generale si dice "meno è meglio", se hai capi di diverse fantasie usane uno per volta, limita paillettes, strass, etc., seleziona gli accessori e non metterli tutti insieme… insomma, i soliti consigli. 😉 Ma in rete ci sono tanti di quei blog di ragazze che postano foto di come si vestono che secondo me potrebbe essere una buona idea cercarli, guardarli, trovare quelli che potrebbero esserti d'ispirazione. Prova a capire "perché" quelle ragazze ti sembrano raffinate e non volgari, e prova a capire cosa potresti eventualmente cambiare un po' per sentirti più a tuo agio. In bocca al lupo. :*

          • Elleb
            Luglio 14, 2014 at 12:47 am

            * Cerco (non Certo) di intuire dalla tua mail etc. etc.

          • Consigli x principianti
            Luglio 14, 2014 at 6:48 am

            (Alla luce di questo commento, che non avevo visto, non è, ElleB, che semplicemente volevi dire con i commenti precedenti, che avresti scritto questo post meglio di me? Mi fa sempre molto piacere quando le ragazze si scambiano opinioni e magari anche critiche nei commenti; ma avresti potuto farlo senza "attaccare". Saluti)

        • Reply
          Consigli x principianti
          Luglio 14, 2014 at 6:44 am

          Commentare questo tuo commento mi sembra un po' inutile, nel senso che mi pare tu abbia proprio travisato tutto il mio discorso e, dato che anche la mia ulteriore spiegazione sia a te sia a Takiko non è servita a un bel niente, facciamo che all'inglese "I agree the disagree" e andiamo avanti. Il mio articolo non intendeva offendere nessuno. Se faccio qualche battuta ogni tanto è per alleggerire il discorso, non certo per umiliare le ragazze che mi scrivono. Ma evidentemente chi si sente sempre attaccato, su tutti i fronti, non ha neanche spesso la capacità di leggere un testo per quello che è e non per quello che la sua mente vorrebbe che fosse. Ma dato che mi sembra impossibile ed inutile cercare di convincervi di quanto sto affermando, lascio che siano le lettrici a LEGGERE il mio post e a trarre le loro considerazioni: nel bene, nel male.
          Vorrei fare un appunto, una provocazione; quando ho scritto il post sulle rettangolo non sensuali, nessuna rettangolo si è sentita attaccata o offesa, e dire che il tema (e il tono) era lo stesso… Mi spiace quando accadono queste cose perchè pare che le ragazze "con le curve" spesso partano sulla difensiva per partito preso. Ma è solo una sensazione mia. Da "consigli per principianti di Sara".

          • Elleb
            Luglio 14, 2014 at 1:46 pm

            Rispondo qui perché più su non mi è più possibile farlo.

            Non ho scritto da nessuna parte che avrei saputo rispondere meglio di te. Ho solo cercato di dare un esempio reale di come si potesse rispondere a Maddalena senza rincarare la dose sulla sua insicurezza.
            Se ti sei sentita attaccata e hai risposto così piccata forse forse un qualcosa c'era, altrimenti sarebbe bastato un bel "guarda e passa". E se io mi sono sentita colpita dalle tue parole, viceversa, forse forse qualcosa di non esattamente lusinghiero verso le clessidre c'era.
            Sinceramente non mi interessa nulla se hai fatto le stesse battute a ragazze con altre forme del corpo e queste non hanno reagito, perché non so come ci si possa sentire ad essere una rettangolo, né posso quindi sapere – immaginare, magari, ma non è lo stesso – cosa faccia male o infastidisca sentirsi dire in quanto tale.
            Come clessidra sì, e sono sensazioni che leggo di condividere con Takiko, clessidra come me.

            Non si tratta di "non rispondere a quelle che mi scrivono "non hai il culone" , "non hai i polpacci da terzino" " etc. etc. , si tratta di dirlo *scrivendo* in un modo che non risulti aggravante rispetto alle insicurezze e alle problematiche nella visione di sé di chi ti scrive.
            La risposta tranchant con la quale hai iniziato il post non dice "amati", come dici di cercare di fare (e, ma mi sembra inutile ripeterlo perché sembri ignorare quando lo scrivo, in genere si nota che ci provi e che hai buone intenzioni).
            Dice "allunga la gonna, cordiali saluti, Sara". Punto e stop.
            Non mi riesce proprio di leggerci un "amati".
            Ma un "allunga la gonna (Che la porti troppo corta. Che hai ragione, ti rende un travestito. Che hai ragione, ti rende volgare.)" sì. E sono risposte ben diverse.

            Tornando al mio commento iniziale, forse volevi dare un tono ironico che nella trasposizione scritta si è perso, purtroppo quel che *sembra* esserne rimasto – ai miei occhi di lettrice clessidra, che certe battute se le sente fare dal secolo scorso – è un richiamo alla colpevolizzazione delle forme che, certo, non può che farmi sentire di nuovo sulle barricate a rivendicare il mio diritto di mettermi un tubino scollato senza sentirmi dire che sono volgare perché – grazie al cielo – non basta così poco.

          • Consigli x principianti
            Luglio 14, 2014 at 2:34 pm

            Non so più in che lingua dirlo. Provo con l'aramaico antico? Non ho mai colpevolizzato le curve delle clessidre! MAI! Ho solo detto a una ragazza che mi dice "con la minigonna sono volgare" "allora non metterla". Allo stesso modo se una triangolo invertito mi dice "sto male con le camice" rispondo "non metterle!!" Perchè abbiamo un bel dire che tutti stanno bene ma se io, MELA MAGRA, mi metto un cavolo di ABITO ANNI '50 mi sento un travione, ERGO EVITO DI METTERLO! IO. SARA. Non Annabella, Mela magra che coi vestiti anni '50 si sente una pin up! Il concetto di PERSONALE non vi dice proprio niente? Non so davvero più come ribadire il concetto che questi consigli non sono per tutte le clessidre ma solo pòer quelle che SI SENTONO VOLGARI IN MINIGONNA. Hanno ragione? hanno torto? NON LO SO. Mi arrivano mail su mail di gente che dice che ha il polpaccio grosso. E' davvero grosso??? NON LO SO!!!! Ma se loro si sentono insicure col polpaccio al vento NON LE FACCIO USCIRE COI POLPACCI AL VENTO E LE BALLERINE RASOTERRA!!

        • Reply
          Consigli x principianti
          Luglio 14, 2014 at 6:50 am

          PS. Io consiglio sempre outfit presi da altre blogger; consiglio anche cose che io non metterei mai, se è questo che vuoi dire; non consiglio soltanto cose che non mi piacciono, questo lo riterrei davvero fuori luogo.

        • Reply
          Consigli x principianti
          Luglio 14, 2014 at 6:53 am

          PPS: "Se lo scopo del blog di Anna è quello di aiutare ad accettare e valorizzare la propria forma del corpo, perché il tuo deve sembrare (ripeto, sembrare, a me che leggo e forse non solo a me) quello invece di appoggiare quelle insicurezze e di dire "nasconditi, renditi invisibile" ?"

          Questa, se permetti, la ritengo una grave offesa personale, gratuita e anche poco verosimile, dato lo spirito che ho sempre messo nel mio blog. E sì, è la parte del tuo sproloquio che più mi ha ferita. Se mai avessi davvero dato l'impressione di dire "nasconditi, renditi invisibile" ditemelo subito, che chiudo tutto e vado a coltivare rape.

          • Elleb
            Luglio 14, 2014 at 2:04 pm

            Ma guarda, più che scrivere "sembrare e ripeto sembrare" per ribadire – come già dal mio primo commento – che seguendo il tuo blog sapevo che le intuizioni non erano affatto quelle di dire "nasconditi, renditi invisibile" ma che qualcosa nello scritto trasmetteva lo stesso quel concetto, non so che potevo fare.
            Se già dal primo commento dicevo "sembra e sottolineo sembra" e parlavo di "difficoltà di rendere "il tono" del discorso in uno scritto" vuol dire che una qual certa fiducia nella tua buona fede c'era, ma che allo stesso tempo il discorso "suonava" (dirlo di qualcosa di scritto non rende ma spero si capisca) stonato in certi punti.
            Se ancora così non si capisce, beh, pace.

          • Consigli x principianti
            Luglio 14, 2014 at 2:41 pm

            Ok. Ma capisci che dire che sembra che io voglia far coprire una poveretta sulla base del mio pudore da carmelitana scalza, quando invece si tratta della lettera di una ragazza che (pur amando visibilmente il proprio corpo, come mi pare si evinca chiaramente dalla sua mail) si sente volgare in minigonna, ecco, è abbastanza insultante e poco veritiero? Io allungo l'orlo solo a chi me lo chiede.

          • Elleb
            Luglio 14, 2014 at 2:05 pm

            * sapevo che le intenzioni etc. , non intuizioni.

  • Reply
    Cristina
    Luglio 10, 2014 at 5:58 pm

    Clio ha la gran fortuna di star bene con quasi tutti i trucchi che riproduce, ma a parte 2 o 3, difficilmente anch'io uscirei di casa truccata come lei. Se può interessare, c'è un blog denominato "il mio make up", in cui la ragazza che lo gestisce (che è una truccatrice), mostra vari look copiati dalle star e anche dei trucchi fatti da lei,su di lei. Di recente, ha pubblicato questo post (ma se non va bene, Sara può eliminarlo senza problemi): http://www.ilmiomakeup.it/make-up-nude/.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 10, 2014 at 8:00 pm

      Concordo, lei sta davvero bene con tutto. Io vario davvero poco i colori; sulle labbra, my lips but better per il giorno, rosso scuro, rosso acceso e ciclamino per la sera. Il tutto rigorosamente mat. Ho di recente comprato una palettina di Lancome che contiene (oltre a marrone e tortora) anche un bel verde molto scuro e ogni tanto lo uso nella parte esterna dell'occhio. Ora do un'occhiata al blog, grazie mille della segnalazione!

  • Reply
    simona
    Luglio 10, 2014 at 7:00 pm

    Sia tu che Anna usate spesso come parametro della giusta lunghezza della gonna il metà coscia. a parte il fatto che avrei bisogno di un disegnino :-(, quello che a me sembra meta coscia o cmq un buon palmo sopra il ginocchio visto da dietro, soprattuto camminando, diventa un "appena sotto il sedere", che è una situazione che mi mette molto a disagio e in ufficio è un continuo "stare attente" che diventa abbastanza pesante. Eppure spesso ci casco! Anche perche un vestito al ginocchio che mi piaccia e che sia sotto i 30€ lo trovo raramente… cmq… devo dedurre che le clessidre o le pere che possono permettersi il meta coscia non abbiamo il mio sederone?

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 10, 2014 at 7:56 pm

      Brava. In effetti io sono sedere smunita, quindi davanti e dietro che mi guardi la stessa sono; però hai ragione, molte ragazze notano questo inconveniente. Potresti provare quegli abiti che da un annetto vedo nelle vetrine, con l'orlo asimmetrico più lungo dietro e più corto davanti. Potrebbe essere una soluzione alternativa alla gonna al ginocchio!

      • Reply
        simona
        Luglio 11, 2014 at 8:52 am

        In effetti ne ho preso uno ai saldi dell'anno scorso, molto semplice! Peccato solo che quest'anno me lo ritrovo un pelo accorciato sul davanti ;-)… ma almeno lì ho sott'occhio la situazione!
        certo vanno cercati con il lumicino ma trovarne un paio buoni sarebbe gia bella cosa…

  • Reply
    Astrea
    Luglio 10, 2014 at 8:52 pm

    Leggo spesso ma non commento mai ma, purtroppo, questa volta non ho potuto che condividere "l'incubo" di Maddalena: clessidra poco formosa (una seconda coppa B, un metro e sessantacinque ed un "sedere a mandolino" come si dice). Purtroppo, di mio, salto sempre TROPPO all'occhio: ho labbra carnose, grandi occhi scurissimi e lunghi capelli rossi. Anche struccata e in tuta ricevpo sempre "apprezzamenti" poco voluti ed attenzioni fastidiose: ho dovuto rinunciare a pantaloni corti con tacchi (la mia passione) se non alla sera con una bella giacca da smoking e labbra rosse. E non per piacere agli altri ma perché, quando mi vedevo, mi vedevo io stessa una lucciola. Sono felice che Elleb si senta bene,io ho imparato ad amarmi coi rossetti solo da poco (e fidati che le mie labbra sono Davvero troppp carnose) ma è questione di attitudine: se ti senti bene con qualcosa ed emani quello charme magico non sarai mai volgare,ma se già tu ti senti una lucciola, gli altri percepiranno la stessa cosa (che sia minigonna o felpa, fidati 😉 ).

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 11, 2014 at 5:41 am

      Infatti. Quello che più mi fa dissentire dal commento qui sopra è proprio il fatto che io giudizi a priori e cose per scontato non li do mai; uno può sentirsi "lucciola" in minigonna o in tuta e infradito, ma non è un'etichetta che io appiccico addosso a chi mi scrive. So bene che spesso le percezioni che si hanno di sé sono sbagliate, altre volte giuste, ma in entrambi i casi la sicurezza è un'attitudine che viene da dentro e nasce solo quando sei in completa armonia con chi sei e come ti senti. Se mettere una gonna un po' più lunga e truccarsi con colori meno accesi aiuterà Maddalena e Astrea a sentirsi meno volgari, allora bene, per loro questo mio consiglio ha funzionato. Se invece pinco pallina si sente sicura di sé e di classe con il tacco 15, ottimo anche questo! Non a caso ho detto che Scarlett anche mezza nuda trasuda sensualità ma non volgarità. Se uno fa pace con le proprie labbra poi può truccarle anche di verde e camminare fra la gente senza alcun problema, per quanto mi riguarda.

  • Reply
    Make-up-deer
    Luglio 10, 2014 at 11:59 pm

    uhh anche io gli abiti corti non me li posso proprio mettere, non ho ancora capito se sono una clessidra o una pera con seno e spalle larghe, fatto sta che con un abito corto mi vedo "troppo" (senza contare che non posso muovermi senza il rischio di mostrare l'anima a mezzo mondo, il sederotto sporgente la fa da padrone), per anni ho invidiato le mie amiche rettangolo, sempre così graziose con i loro tubini!! e niente io mi accontento de jeans e delle gonne più lunghe, ma al mio trucco non rinuncio 😛 anche perché non trovo che il trucco mi involgarisca.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 11, 2014 at 5:34 am

      Io credo basti trovare anche per te il tubino adatto 😀 Ho visto molte clessidre indossare abiti stupendi e che sulle rettangolo / mele avrebbero fatto davvero una pessima figura (stampella nell'armadio). Bellissimo che tu abbia trovato il modo di coprire da una parte quello che ti fa sentire volgare e scoprire lòa tua sensualità e bellezza dall'altra, col trucco. Il tutto credo crei un bell'equilibrio!

  • Reply
    Takiko
    Luglio 12, 2014 at 12:35 pm

    Dato che non posso ulteriormente rispondere sotto al tuo commento, lo farò qui.
    DUNQUE, io parlo perché in teoria dovrei essere l'oggetto a cui voleva rivolgersi – male, se devo dire – questo post. La classica clessidra formosa che per attitudine mentale non vuole essere appariscente. Evito roba troppo scollata, evito roba troppo attillata, evito persino le canotte d'estate.
    Eppure dopo anni e anni di lotte (ho tanto seno da quando avevo 11 anni, le ho viste e le ho sopportate tutte, più della ragazza della mail), ho capito che non ero io ad essere volgare solo perché avevo delle curve. E che non potevo sempre sentirmi appariscente solo per una caratteristica che non potevo cambiare della mia persona. E che prima di tutto, a vedermi volgare era chi voleva vedermi come una vagina ambulante e poco altro. E che non era la minigonna, non era il poco/tanto trucco. Era la mia testa che mi diceva "ora penseranno così, ora commenteranno cosà". Perché era successo, perché ero terrorizzata che potesse succedere. Ma appunto, non è una minigonna o un rossetto rosso a renderti volgare. E io non ho visto questa ragazza ma da quel poco che dice di sé, non ci crederò mai che sia volgare. Se si sente insicura, la capisco. Anzi, penso che nessuno meglio di me possa capirla dopo una adolescenza di sfottò e umiliazioni. Ma sono anche quella che invece di dirle allungare la gonna, le avrei detto che non saranno due curve a renderla volgare. Che se gli altri vogliono vedere quello di lei, lo vedranno anche se va in giro in tuta. E poi, dato che da quello che leggo nelle sue parole, noto una non accettazione di sé che ricordo e ho vissuto fin troppo bene, le direi che prima di tutto si deve partire da lì. Non dalla gonna, non dal rossetto. Quelli sono solo palliativi. Perché domani nemmeno con i jeans ti sentirai a tuo agio e ti verrà voglia di sparire (già visto, già provato).

    E dopo aver letto un post che cerca di tamponare problemi VERI E REALI, con semplici consigli da rivista patinata, mi viene pure detto "ma chi sei tu…". Eh, chi sono io. Sono una che queste cose le ha vissute e quando ha letto questo post le è sembrato di tornare indietro di 50 anni.

    Concludo con una postilla: "Io sono davvero pessima con il make up, ho tipo 3 prodotti e uso sempre e solo quelli! " (cit.), da blogger a blogger, è buona norma ed etica non parlare di ciò che si conosce. Consiglia altre blogger, consiglia video o tutorial, ma non parlare di cose che palesemente e per tua stessa ammissione non conosci. Soprattutto se vuoi dare consigli.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 12, 2014 at 1:05 pm

      Tutto questo è molto bello, Takiko, e siamo tutte felici perchè sei riuscita a capire, dopo anni, che non eri tu ad essere volgare ma la gente che ti guardava. Ma c'è un piccolo granello di polvere negli ingranaggi del tuo discorso, ossia che il post non è rivolto a te ma a tutte le persone, clessidre o triangolo invertito, che vivono il proprio corpo senza la sicurezza che hai tu, che si sentono volgari con la minigonna e col rossetto rosso. E' a loro che questo post è rivolto, così come il post sulla donna pigra è rivolto alle donne pigre, quello sulle rettangolo poco sensuali alle rettangolo che si sentono poco sensuali e via discorrendo. Se tu hai trovato un tuo equilibrio, non è detto che l'abbiano fatto tutte. Abbi un po' di comprensione per chi, ancora, vive male questa situazione.

      Se a tutte le mail che mi arrivano rispondessi "non hai il culone", "non hai le labbra grosse", "non hai i polpacci da calciatore", "non sei alta un metro e un mandarino", bene, credo che di mail non me ne arriverebbero più, se non quelle che mi mandano cortesemente a zappare le rape; perchè le persone, Takiko, vivono il proprio corpo come lo vivono loro, non come glielo fa vivere un'anonima ragazza che non hanno mai visto se non in foto. E quando mi scrivono, le ragazze magari sotto sotto sanno di non avere il culone, che tutte è nella loro testa, eppure tuttavia NON RIESCONO a vivere bene con questo tarlo. Allora scrivono a me per sapere come ovviare a questo tarlo. E io, senza pregiudizi né arroganza, accolgo i tarli di ciascuna e cerco di farla sentire meglio. Se qualcuno mi dice "non sopporto i tacchi", cerco un'alternativa con le scarpe basse. Se qualcuna mi dice "odio le scarpe basse" cerco alternative con i tacchi. E se Maddalena mi dice che si sente volgare con le labbra truccate non la incoraggio a mettere il rossetto; se mi dice che si sente a disagio con le minigonne, non la incoraggio a mettere le minigonne.
      Io dico sempre alle persone che mi scrivono "amati". Ma non è dicendoglielo che le cose cambiano. Se così fosse, allora il mondo sarebbe un mondo migliore. Concordo pienamente. Ma ahimè così non è e non è giusto risolvere il problema di un'altra ragazza dicendole "ehi ci sono passata anche io, ma l'ho superata, fai così cosà, ciao ciao alla prossima"; perchè magari i tuoi consigli per Maddalena non vanno bene e lei si sentirà soltanto frustrata, dal momento che per te amarti è semplice e per lei no. E' una questione di tolleranza, il riuscire a guardare gli altri e ai loro problemi astraendo per un attimo il nostro vissuto e capendo che non tutte le persone che ci circondano vivono e pensano quello che noi viviamo e pensiamo.

      In ultimo, ti vorrei dire che non sono una make up artist ma a guardare un viso sono capace anche io. Non serve essere "nati imparati" e avere un blog per capire che certe persone con un certo trucco non stanno bene: si chiama "senso estetico", e non lo insegnano a scuola. E' quello su cui baso il mio blog, spesso lo uso ben più del buon senso. Credi che io non ne abbia? Nessun problema. Spero troverai un'altra blogger che ne ha e che saprà certamente meglio consigliarti. 🙂

      • Reply
        Elleb
        Luglio 13, 2014 at 10:46 pm

        "Non serve essere "nati imparati" e avere un blog per capire che certe persone con un certo trucco non stanno bene: si chiama "senso estetico", e non lo insegnano a scuola. E' quello su cui baso il mio blog, spesso lo uso ben più del buon senso. "

        Senza smuovere Kant, Croce & compagnia bella a me pare di ricordare che il senso estetico (purtroppo) è intrinsecamente connesso alla soggettività e alla percezione individuale. Quindi il senso estetico di una persona non si può ritenere generale, né universale, prova ne sia che una tua lettrice è quasi offensiva verso i trucchi di Takiko e io invece li trovo spesso di una notevole raffinatezza, prova ne sia che io detesto le labbra più chiare del viso di 5 toni e un sacco di ragazze e donne non possono farne a meno.
        Di nuovo, se già sai di "essere la persona peggiore per parlare di makeup!", un po' di coerenza su questo aspetto non farebbe male.

        (p.s. per Takiko e i suoi commenti: amen.)

        • Reply
          Consigli x principianti
          Luglio 14, 2014 at 7:07 am

          Sì, senza scomodare la filosofia occidentale (riguardo a Croce, ricordo solo i suoi giudizi su Dante e le battute della comunità accademica – "è come sparare sulla Croce rossa") il giudizio estetico è assolutamente relativo e rivendico la mia LIBERTà nel mio blog di poterlo esprimere. Tu hai altre idee? Sempre citando la filosofia illuminista, mi batterò affinchè tu possa esprimerle. Senza offendere, possibilmente. O girano le scatole anche a me.

          • Elleb
            Luglio 14, 2014 at 1:49 pm

            "il giudizio estetico è assolutamente relativo e rivendico la mia LIBERTà nel mio blog di poterlo esprimere".

            Se è relativo non è assoluto e universale, giusto? Mi pare che diciamo la stessa cosa.
            Il tuo "senso estetico", essendo relativo, può non collimare con quello di altre persone, da cui i diversi gusti e diversi parametri di cosa sta bene e cosa no.

          • Consigli x principianti
            Luglio 14, 2014 at 2:38 pm

            Ovvio. Motivo per cui non dico mai che quello che penso è il dogma assoluto. Io penso che Maddalena, per come si descrive, starebbe bene con un trucco nude. Se lei prova e si vede bella, ottimo. Se no amen, mica le punto una carabina alla nuca. Ho ben accolto i pareri contrari, riguardo al rossetto (vedi alcuni commenti più sopra), ma solo quando sono stati espressi in modo non insultante e non altrettanto da dogma (vedi Takiko).

      • Reply
        GaiaT
        Luglio 14, 2014 at 3:18 pm

        Io credo che quello che Takiko (di cui tra l'altro seguo il blog e trovo sia l'esempio vivente di come non sia vero che nel trucco i colori sono volgari) intendeva dire è che forse è il tono ad essere stato un po' fuori luogo. I consigli, trucco a parte come ti ho già detto precedentemente, non li trovo sbagliati. Mi sembra il minimo, se ti senti volgare con la minigonna, allungala. Ma in alcuni punti del tuo discorso trasudava un po' una morale secondo cui le curve di per sè sono volgari, quindi copriamole. Sarebbe stato molto meglio per l'autostima della ragazza se invece il tono fosse stato più aperto, del tipo non sono le curve ad essere volgari, ma il modo in cui le si porta. Poi se lei dice di sentirsi volgare con la minigonna, il consiglio di allungare l'orlo ci sta tutto, ma senza sottointendere che sì, hai ragione, curve e minigonna è un NO. Perchè non è così, ed è pieno di esempi che ce lo possono mostrare. Secondo me è questo che è mancato nel tuo post, un'attitudine positiva e aperta invece di una giudicante. Poi magari non era questo che volevi far trasparire, però è questo che si è un po' sentito.
        Detto questo, ciò non toglie la mia ammirazione per il tuo blog, che seguo sempre con piacere. Spero solo tu ci faccia un po' attenzione in futuro 🙂

        • Reply
          Consigli x principianti
          Luglio 14, 2014 at 3:35 pm

          Se sono stata fraintesa, mi spiace, l'ho già detto. Ma mi pareva di non essere giudicante quando dicevo che il 90% lo fa NON il corpo, ma l'atteggiamento, motivo per cui Scarlett non potrà sembrar volgare neanche nuda. Ho voluto sottolinearlo proprio per non colpevolizzare le curve, ma mi pare che questa parte del mio discorso sia stata da tutte saltata a piè pari…
          Per quanto riguarda Takiko, ovvio che sta bene, ma credimi non ha i lineamenti di Maddalena…

  • Reply
    Viola (CN su FB)
    Luglio 12, 2014 at 1:15 pm

    Spero che Sara non se la prenda se intervengo a sua difesa.
    Takiko, in linea generale potrei essere d'accordo con te, ma un conto è tenere un blog "generico" (generico nel senso che si rivolgono a tutte, senza iscriminazione) , come possono essere il tuo o quello di Anna, un altro è rispondere a domande precise, com'è il blog di Sara. Tu ed Anna avete il diritto di poter scrivere ciò che desiderate, ma Sara deve tener conto delle paturnie di chi le chiede consigli, altrimenti tanto varrebbe limitarsi a leggere il blog di Anna, di cui, per me, è il completamento perfetto. Inutile che a Maddalena, che si sente volgare, risponda come avresti fatto tu, perchè ciò significherebbe infischiarsene della psicologia di Maddalena e delle sue paturnie. Certo, col tempo Maddalena potrà cambiare idea e venire sulle tue posizioni, ma per ora è quella che è e chiede consiglio per la Maddalena che è ora, non per quello che potrebbe essere tra qualche tempo. E' sacrosanto che Sara risponda tenendo conto della Maddalena attuale, non di quello che dovrebbe essere a TUO giudizio. Tra l'altro, perdonami, anche ciò, che scrivi tu, non è la Verità ed è opinabile, perchè, magari, non è che solo chi sa truccarsi può dare consigli, perchè anche le inesperte possono, in base ai loro gusti e alla loro sensibilità, dire se un tipo di trucco a loro giudizio è o meno volgare.

  • Reply
    francesca
    Luglio 12, 2014 at 2:09 pm

    spero che esprimere il mio parere, non disturbi nessuno. sono una clessidera un po' più formosa di Maddalena, e ho 22 anni. fino a tre anni fa mi vestivo solo di tuta e jeans larghi, e mi sentivo orribile. ora mi sento bene con un vestitino a ruota e scollatura a v. cosa è cambiato? il blog di Anna che piano piano mi ha portato a scegliere vestiti diversi e vedermi in un altro modo. quindi se all'epoca avessi scritto ad Anna dei miei problemi coi vestiti, e lei mi avesse risposto "sei bellissima, mettiti un tubino fasciante e esci", avrei cestinato la lettera delusa. questo per dire che ci sono delle fasi da percorrere, prima di arrivare a vedersi e accettarsi in un certo modo. e ad ogni fase corrisponde un bisogno, e il percorso va fatto a passettini. certo la risposta di Takiko magari fra tre anni, sarà ovvia anche per Maddalena, ma nel presente lei ha bisogno di un aiuto immediato (che è: come mi vesto per sentirmi bene) e poi col tempo potrà raggiungere vari altri stadi. oltre al fatto che appunto questo è un blog su consigli su misura, e penso che la risposta di Sara sia coerente con il caso particolare.

    so di non esser nessuno, ma vorrei dire un ultima cosa: non è mai bello leggere commenti in cui ci si offende più o meno velatamente. non capisco perché non si può cercare di esprimere la propria opinione senza insultare o giudicare o arrabbiarsi. e questo stona ancor di più in blog divertenti e piacevoli come questi.

  • Reply
    Monica
    Luglio 12, 2014 at 3:00 pm

    A me piacciono molto i blog di Sara e Anna, perche' apprezzo molto il loro gusto, la loro capacita' di analisi e anche il linguaggio e le immagini. Infatti li seguo sempre e metto in pratica i consigli che sento a me vicini.
    Invece il blog di Takiko non lo posso seguire, perche' mai potrei andare in giro conciata come lei, non trovo che si migliori per nulla con tutto quel trucco. Pero' sicuramente lei si trova bella cosi', come anche le sue lettrici.
    Semplicemente ho navigato un po' sul suo blog, ma non mi sono mai permessa di criticare, ho solo deciso che non faceva per me, come centinaia di altri. Basta scegliere e selezionare quello che piace.
    Ciao! Monica

  • Reply
    Nome *
    Luglio 13, 2014 at 2:00 am

    Scusatemi, ma io con le mie tette, i miei fianchi e il mio culo ci sono nata. Ed è giusto che impari ad accettarmi. Ma Maddalena dichiara di essersi rifatta il seno…. Non voglio giudicare, ma non credo che glielo abbia ordinato il medico. Sono scelte che uno nella vita fa, ma allora deve anche essere in grado di accettarne le conseguenze.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 13, 2014 at 6:27 am

      Purtroppo non sappiamo i motivi per cui Maddalena ha voluto o dovuto sottoporsi all'intervento; esistono anche ragioni mediche (riduzione del seno, forte sproporzione fra la parte destra e sinistra, malattie…) per cui ciò accade. Non sapendo cosa sia successo a Maddalena non possiamo giudicare.
      Se anche lo avesse fatto come "capriccio estetico" trovo comunque la sua richiesta legittima e non me la sentirei di non risponderle.
      Un piccolo appunto: "capace di accettarne le conseguenze" lo troverei più appropriato se Maddalena si fosse rifatta una sesta misura coppa E; la terza coppa C la porto anche io e il mio seno non lo trovo volgare nè gigantesco…

    • Reply
      simona
      Luglio 13, 2014 at 9:39 am

      Veramente mi pare che Maddalena citi il suo seno solo per spiegare la propria forma a Sara… leggendo la sua lettera è chiaro che non è l'elemento per cui si trova volgare e appariscente, quale che sia il motivo per cui l'ha fatto.

    • Reply
      Viola
      Luglio 13, 2014 at 1:11 pm

      Perdonami, ma che discorso è?
      Sicuramente la mastoplastica ha enfatizzato un aspetto, che era già particolare di suo, ma chi siamo noi per giudicare? Personalmente, se non avessi il terrore dell'anestesia generale, io mi farei ridurre il seno (la quarta coppa D su 161 cm è troppo) e, sinceramente, commenti come il tuo mi darebbero molto fastidio, perchè tu non sei me, non hai il mio vissuto e altro.

    • Reply
      Silvia
      Luglio 15, 2014 at 6:13 pm

      Ragazze… avete ragione non bisogna giudicare eccetera eccetera… sono d'accordo!! Ma anche saltare addosso a chi osa dire "beh però questa ragazza le tette se le è rifatte per sua scelta" non mi sembra carino. Il tono della lettera di Maddalena sinceramente non risulta simpatico, almeno A ME non risulta simpatico e anch'io di istinto ho fatto la stessa identica considerazione di Nome*!!

      Poi ha fatto benissimo Sara a risponderle ugualmente e avete ragione tutte voi che dite che non bisogna giudicare… ma visto che siamo tanto buone e brave, cerchiamo di comprendere ANCHE l'umana reazione di chi (come me, e come forse Nome*) magari nutre un pochino di invidia per chi si descrive con "il sederino all'insù" e prova UN POCHINO di fastidio nel leggere che questa bella ragazza prima si è rifatta il seno e poi piange che si sente volgare.

      Comprensione per tutti o per nessuno 🙂
      (senza polemiche)

      Silvia

      • Reply
        Consigli x principianti
        Luglio 16, 2014 at 6:37 am

        Accetto e accolgo tutte le reazioni 🙂 Facevo solo notare, svariati commenti fa, che le ragioni per cui Maddalena si è sottoposta all'intervento sono purtroppo sconosciute, quindi potrebbe essere sia un intervento estetico sia un intervento curativo, così come potrebbe essere sia un intervento di "gonfiamento" sia di riduzione. Quindi, non avendo elementi per rispondervi, purtroppo non potevo prendere parte nè nel bene nè nel male alla discussione 🙂

  • Reply
    Claudia
    Luglio 13, 2014 at 3:23 pm

    Sara, i tuoi consigli sono come un abito su misura e io mi trovo d'accordo con te e condivido i consigli che hai dato a Maddalena! Non tutte le clessidre risultano sexy e fini allo stesso tempo, Scarlett è un mix di sensualità e innocenza e per questo si può spingere più di tante altre clessidre, bisogna ricordarsi che anche i lineamenti del nostro viso hanno la loro importanza.

  • Reply
    Cristina
    Luglio 14, 2014 at 9:50 am

    Io ho fatto numerose visite perchè desidero ridurmi il seno (e non sentire il sovraccarico nella schiena che duole), ma mentre per aumentarlo, il tutto avviene in day hospital, a riduzione è un'operazione vera e propria e se il medico non è bravo, nei casi estremi purtroppo avviene anche la mastectomia. Stando a quanto mi è stato detto, ci vuole un anno affinchè il nuovo seno si adegui al resto del corpo, ma anche se sono 7 h d'intervento, pur di non stare ingobbita, lo affronterei. Detto questo, concorso anche con ciò che dice claudia: la bellezza è data da un insieme di cose, non da una sola e anche i lineamenti giocano un ruolo importante

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 14, 2014 at 11:10 am

      Eh già, anche una conoscente ha dovuto ridurre il seno per via della schiena; non sempre si pensa che certi interventi si fanno anche per la salute, non solo per l'estetica 🙂

  • Reply
    Silvia
    Luglio 14, 2014 at 10:03 am

    Cara Sara,
    ho sempre condiviso con Takiko e con altre blogger l'idea che non debbano esistere dogmi (il rossetto rosso su labbra carnose è proibito, la minigonna con le curve è volgare, il nude è sempre la scelta più fine eccetera sono concetti che non hanno senso se si pensa alle labbra rosse della Bellucci, ai vestiti fascianti di Scarlett, ai nude volgarissimi di Kim Kardashian).
    Tuttavia, l'eleganza è qualcosa di sottile ma ben percepibile, una alchimia che non si può negare dicendo che tutto è sempre concesso a tutti.
    O meglio: tutto deve sempre essere concesso a tutti, e ci mancherebbe altro, nessuno dovrebbe essere giudicato per come si veste a meno che si tratti di contesti formali (in quel caso mi dispiace ma divento bacchettona, le minigonne giropassera a lavoro no, punto e basta) ma si tratta appunto di rispetto delle situazioni e dei luoghi, magari una con la minigonna sta anche benissimo ma in ufficio dovrebbe evitare. Per il resto le persone dovrebbero poter mettere tutti i rossetti e le gonne e gli skinnny o qualsiasi altra cosa vogliano senza essere giudicate.
    Ma questo non significa che stiano bene. E per sentirsi bene avendo addosso qualcosa che non ci sta effettivamente bene (e magari è anche appariscente) bisogna avere una autostima e una consapevolezza di sé che non sempre tutti riescono ad avere.

    Ecco, io credo che alcune persone, leggendo il tuo blog e quello di Anna, finiscano per confondere questi due aspetti e per sentirsi attaccate se viene sconsigliato qualcosa che loro invece portano con naturalezza e con gioia. Si tratta invece di due concetti distinti: tutti dovrebbero imparare a stare bene con se stessi e indossare quello che piace senza farsi complessi, tuttavia non tutto sta bene indistintamente a tutti e questo è un dato oggettivo. Se io ti chiedo un consiglio per sentirmi a mio agio con il mio corpo non me ne faccio nulla che tu mi risponda "indossa quello che ti piace perché siamo tutte bellissime così come siamo".

    Insomma, io al mare indosso gli shorts di jeans che sono il capo che mi sta peggio al mondo… ne sono consapevole, ma li adoro, mi sanno di estate, li metto e sono felice. Ma se ti scrivo: sono una clessidra un po' in sovrappeso che non fa sport da mille anni, dammi un consiglio su cosa mettere al mare, poi tu mi dici di evitare i micro shorts e io mi arrabbio allora sono cretina.
    Qua parliamo di una ragazza che palesemente vuole sentirsi fare i complimenti per quanto è gnocca (sono alta, sono magra, sono bionda, ho il sederino all'insù…!!) ma si sta rendendo conto, crescendo, e dopo essersi siliconata le tette, che una giovane donna dentro di lei inizia a desiderare di essere bella in modo più raffinato. Quindi "allunga l'orlo della gonna e truccati di meno" mi sembra un OTTIMO consiglio, spaventoso forse nella sua durezza, ma questo è crescere baby.

    Cara Sara, non sempre sono del tutto d'accordo con quello che consigli, ma apprezzo tanto il tuo lavoro e certamente non metterei mai in dubbio la tua buona fede. Detesto le polemiche inutili. Al tuo posto avrei reagito anche più duramente di quello che tu hai fatto. Ma tu hai colto nel segno, e lo dico da clessidra in sovrappeso: nessuna rettangolo si sente offesa se si parla della loro (tendenziale e generica) minor sensualità, mentre le clessidre insorgono se si parla del loro (tendenziale e generica) maggior rischio di volgarità. Il mondo ci vuole magri e noi donne formose, per quanto cerchiamo di fare le emancipate, ci sentiamo sotto attacco anche quando non lo siamo.

    Spero di essermi spiegata con questo post confusionale e scritto davvero di getto. Un abbraccio

    Silvia

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 14, 2014 at 11:07 am

      Carissima Silvia: ti ringrazio infinitamente per il tuo commento, perchè mi ha risollevato la giornata! Sentirsi attaccate non è mai bello, sentirsi dire che non si sanno accettare le critiche ancora meno. Quello che non si capisce è proprio quello che tu dici: non bisogna creare dogmi e neanche vederne dove non ce ne vogliono essere. Io con questo post mi sono rivolta a delle ragazze che come Maddalena hanno bisogno di essere meno volgari. Capisco che non sempre la minigonna e il trucco appariscenti siano volgari, ma DIAMINE nel suo caso sì! E si dà il caso che io porti la minigonna e pure il rossetto acceso. Ma qui non si parla di me nè di Takiko né di altre clessidre che non si vedono volgari. Qualcuno dovrebbe riuscire a vedere questa differenze, dopo che è stata ribadita settecento volte, ma a quanto pare è difficile farlo… O non si vuole, a questo punto (parlo anche della ragazza che su Fb mi scrive che non solo non accetto le critiche, ma non mi so immedesimare nei panni degli altri; mentre mi pare che sia chi dice che Maddalena dovrebbe essere più sicura di sé anche in minigonna e rossetto appariscente, quando è palese che non lo é, a non essere in grado a vestire i panni di questa ragazza). Quanto alla suscettibilità delle ragazze con le curve… mi spiace dirlo, non ci ho mai creduto, ma questa polemica mi ha confermato che alcune purtroppo per partito preso si sentono perennemente sotto attacco nucleare. Anche su un blog dove le curve sono sempre apprezzate ed esaltate: ma esaltare un seno non vuol dire, a parer mio, sbatterlo in faccia al primo che passa per strada. PARERE PERSONALE.

      • Reply
        Silvia
        Luglio 15, 2014 at 6:15 pm

        …hai una pagina facebook?! Me la sono persa 🙁

        • Reply
          Consigli x principianti
          Luglio 16, 2014 at 6:33 am

          Sì, cerca Sara consiglixprincipianti 😉

          • Silvia
            Luglio 16, 2014 at 8:44 am

            Trovata e likata 🙂 grazie!!

    • Reply
      sara
      Luglio 14, 2014 at 11:34 am

      quoto tutto quello che dice silvia! e aggiungo: io sono una rettangolo, certi abiti dritti consigliati per la mia forma non li trovo orrendi, DI PIU', non c'entrano assolutamente niente con quello che è il mio stile. e spesso e volentieri trasgredisco le regole generali di anna e di sara, per il semplice motivo che se a me esteticamente quella cosa piace, la metto. se ci si offende tanto è evidente che non si è poi tanto convinte di aver fatto la scelta giusta.

  • Reply
    Maria
    Luglio 14, 2014 at 1:10 pm

    Boh, anche io avrei risposto a Maddalena 'se mi dici che ti senti volgare con la minigonna prova a metterti qualcosa con cui ti senti meno volgare!', perché tra l'altro è quello che ho imparato a fare io, e cioè a vestirmi per me e non per dimostrare qualcosa al mondo… E' inutile che andiamo in giro a dire 'tutti possono mettersi tutto!', è ottima come teoria astratta, ma nella pratica si mettono in mezzo tanti fattori ammortizzanti (dress code, insicurezze, gusti personali).
    Una cosa su cui però non sono proprio d'accordo è chi dice che se uno non è un esperto di qualcosa deve tacere, è proprio una concezione arrogante. Io non sono esperta di tante cose, ma se qualcuno mi chiede ad es. un consiglio 'semplice' sul trucco, che si basa più sui gusti personali che su complicate tecniche di make-up, non è che posso rispondergli 'no scusa non c'ho il diploma di MUA non posso parlare se no la mafia della cosmetica mi porta via', nel mio piccolo cercherò di dargli un'opinione personale educata e non giudicante… E' ovvio che se uno mi chiede un consiglio tipo 'senti per fare delle finte cicatrici per un costume da zombie nucleare cosa uso, cera calda o cemento a presa rapida?' non mi pronuncio e magari lo indirizzo verso video di make up per Halloween… Però qui si parlava solo del perenne dubbio 'occhi e bocca accesi insieme sì o no?' e non mi sembra che ci vogliano anni di esperienza prima di poter esprimere la propria opinione, e che diamine!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 14, 2014 at 2:27 pm

      Infatti io mi trucco anche se non ho alcun diploma al MUA! Ahahahaha la mafia della cosmetica, ero rimasta alla fashion mafia ma anche questa fa abbastanza paura 😀

  • Reply
    Lilit
    Luglio 14, 2014 at 1:54 pm

    "o petto o coscia": direi che è il consiglio che mi piace di più e che trovo più calzante 🙂
    se si scopre il sopra si copre il sotto, e viceversa. devo averlo letto anche tanti anni fa su qualche rivista da femmine (quelle che di solito leggo quando sto dalla parrucchiera), e l'avevo trovato sensato.
    e poi come diceva quella maga del marketing che era Mademoiselle Coco è meglio che ci sia qualcosa da immaginare piuttosto che tutto in bella vista.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 14, 2014 at 2:38 pm

      Concordo. Io ascolto sempre i consigli delle nonne!!

  • Reply
    Anna Venere
    Luglio 14, 2014 at 3:42 pm

    Dato che sono stata citata nei commenti e credo che, senza fomentare polemica (che è produttiva quando non finisce negli insulti), sia il caso di esprimere pienamente la mia opinione e non è detto che non intenda anche poi fare un post sull'argomento.

    1. Parlare di volgarità è sempre delicato, e si rischia di andare a toccare delle corde particolari. Il concetto di volgarità è dubbio. Io per volgare intendo "brutto a vedersi in quando inappropriato". Volgare a volte è confuso con appariscente e con provocante. Se una donna ha un corpo formoso è provocante, cosa significa? Che lei provoca l'uomo che la guarda? No, non si intende niente del genere, ma solo che ha le curve e tali curve si notano. Punto. Ci sono look che le stanno meglio di altri, e questo io lo predico da molto senza che nessuno si ritenga offeso. Ho anche proposto il guardaroba della clessidra sensuale o romantica a seconda di quanto lei voglia essere al centro dell'attenzione.

    2. La volgarità è sia una sensazione che una cosa nostra, ci sono donne molto formose che per postura, eleganza linee del viso non rischiano mai di apparire volgari, e donne molto magre che invece lo sono.

    3. Ci sono abiti ad alto rischio di volgarità, che su chi non ha le curve risultano meno volgari, ma non sempre come ho scritto sopra. Tali abiti sono indubbiamente minigonne, calze a rete, stivali col tacco sopra il ginocchio, top molto scollati. Sono capi che messi insieme possono rendere volgare anche chi non lo è, come un look tutto oversize rende enorme chi non lo è, e un look fatto di maglioni a buchi rende sciatta chi non lo è.
    Una minigonna di pelle su chi non ha curve ha poco rischio di essere volgare, mentre su chi ha i fianchi larghi è più probabile che lo sia. Questo non vuole offendere nessuno, è come dire che i leggings su chi ha i fianchi larghi è più probabile siano trasparenti, non lo si dice in senso dispregiativo ma come dato di fatto.

    4. A me il post è piaciuto perché Sara a risposto a Maddalena proponendo alternative, a me Scarlett Johansson sembra molto sexy e seducente pur senza essere volgare, e non le ha certo risposto di "copriti svergognata". Non ho letto nel suo post "tutte le donne formose sono volgari" ma "è più facile rischiare di essere volgari con un corpo formoso" il che è un dato do fatto e spero non offenda nessuna, come nessuna mela si senta offesa se il suo aspetto è più maschile dato il torace ampio. Io propongo apposta due look alla clessidra perché mi sembra giusto che trovi il look che le piace di più e che le doni, senza essere costretta a mostrare tutto il suo corpo con abiti fascianti. Alcune ci si sentono bene, alcune non sono volgari nemmeno con un tubino elasticizzato a metà coscia e lo stivale di Pretty Woman, altre sì, ed è bello che possano scegliere.

    5. Per quanto riguarda la questione trucco, io stessa do indicazioni anche se non sono un esperta o appassionata di trucco (mi trucco, so cosa mi dona, stop), se qualcuno mi chiedesse come far risaltare le labbra sottili che insieme al resto del look la fanno apparire troppo severa consiglierei un lucidalabbra invece che un rossetto opaco, quindi penso che la stessa cosa abbia fatto Sara.

    6. Mi è dispiaciuto leggere l'animosità con cui è stata attaccata, se le avessero scritto per chiedere un look che aggiungesse qualche anno a una giovane tirocinante avrebbe proposto colori sobri e abiti con orli più lunghi, nessuno avrebbe detto "Nooo, lei dimostra meno della sua età, perché dovrebbe voler essere più grande? E' sbagliato, deve sentirsi bene così?" No, vero? Perché avrebbe risposto a una richiesta di una ragazza che esprime un desiderio, non tutte le donne che dimostrano meno dei loro anni vogliono apparire più grandi no? Ma chi volesse avrebbe potuto seguire i suoi consigli.

    Quindi Clessidre, vi assicuro che né io né Sara vi consideriamo volgari a prescindere, o pensiamo che mostrare le curve sia sbagliato perché attira gli sguardi. Anzi, posso dire che sia io che lei vorremmo tanto lasciare i nostri corpi di pera e mela per le vostre curve.

    Con questo spero di aver chiarito la mia opinione e che nessuna si senta offesa.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 14, 2014 at 4:04 pm

      Amen… come al solito Anna, quoto ogni singola parola (soprattutto quelle su quanto io stessa vorrei essere una clessidra!). Volevo anche citare un secondo quanto ho detto a proposito delle donne in panico da matrimonio, per chi ha pensato che io condanno le curve e dico loro quanto sono volgari: "Durante la vita di tutti i giorni magari cercate di nascondere le vostre forme, ma ad un matrimonio, care clessidre, non ha proprio senso farlo. Siete le uniche che possono permettersi una maglia con scollo a U e una bellissima gonna a tubo senza sembrare maestrine d’asilo in crisi di mezza età. Imparate dalla bellissima Marilyn e la Olivia Pope in “Scandal”. Lasciate a casa le gonne a ruota ampie e lasciate che tutti possano ammirare la vostra forma, la più femminile e sexy."

  • Reply
    Elleb
    Luglio 15, 2014 at 6:28 pm

    Non ho riletto un pezzo prima che inviasse (l'opzione anteprima dei commenti non c'è, purtroppo), riposto qui corretto degli strafalcioni-da-corsa e chiedo scusa per il doppione a Sara, che può cancellare il commento prima se ritiene.

    "Volgare a volte è confuso con appariscente e con provocante. Se una donna ha un corpo formoso è provocante, cosa significa? Che lei provoca l'uomo che la guarda? No, non si intende niente del genere, ma solo che ha le curve e tali curve si notano. Punto. "

    Anna scusa ma neanche provocante e appariscente sono così facilmente interscambiabili.
    Appariscente è un paio di maniche, è qualcosa che dà nell'occhio, che risalta, di vistoso, come può essere essere allo stesso tempo il corpo una clessidra, un abito blu fosforescente, una collana di brillanti da un milione di euro.
    Provocante invece quando applicato al corpo di una donna ha una connotazione sessuale, di ispirazione del desiderio e eccitazione dei sensi, che il corpo lo oggettualizza parecchio.
    Che il corpo di una clessidra sia appariscente è già discutibile, perché grazie al trucco e ai vestiti può cercare di dirigere l'attenzione dove vuole o anche deviarla altrove, ma dire che sia provocante in quanto tale beh, la priva del libero arbitrio, di scegliere se, quando e come "provocare". Peggio ancora, offre spunto e sostegno a chi, magari, allunga le mani perché "eh beh, con quelle curve mi provoca" quando invece magari la donna in questione stava facendosi i beati fatti suoi.
    Non so se può sembrare una piccola cosa, ma sono quelle sottili differenze che marcano il pensiero comune e la necessità, talvolta, di cambiarlo. 😉

    Io poi leggo e cerco di capire, ma continuo a pensare che nel post ci sia stata una stonatura.

    Maddalena scriveva di *non* indossare minigonne e portare rossetti perché si sentiva volgare, e di indossare invece mix di leggins&tuniche. E poi chiedeva suggerimenti "mi dici come posso variare il mio look?" (cit.)

    Risponderle "allunga l'orlo e truccati di meno" o "non mettere la minigonna, truccati di meno" a chi dice di portare leggins già di per sé non mi sembra c'azzecchi molto, ma come scrive Gaia più pacatamente qui un po' più sopra sembra (sinceramente, rompe un po' dover continuare a scrivere *sembra*) connotare una mancanza di apertura e comprensione verso la persona che chiede consiglio.
    Che potrà essere appariscente, potrà essere come carinamente qualcuno ha commentato una che cercava solo complimenti, potrà essere anche un troll per quanto ne so ma comunque non se lo merita.
    E non se lo meritano neanche tutte le "clessidre insicure che temono di sentirsi volgari" che il post vorrebbe abbracciare, anche se qui faccio un po' di confusione perché in alcune risposte Sara scrive di aver risposto a Maddalena, pensando al suo fisico (appariscente ma, diciamo, dalle descrizioni nei canoni comuni di ragazza in forma) e ai suoi lineamenti e labbra marcati (che con l'essere clessidra c'entrano assai poco), in altre dice che il post era appunto generale e si rivolgeva a tutte le clessidre etc. etc. etc.

    Quale delle due che sia, e premesso comunque che le scuse di Sara le ho lette e comprese, "allunga la gonna e truccati di meno" continua a sembrarmi fuori luogo, irrispettoso e un ci-ci-nin degradante.
    Per fare un paragone, è come se nel post successivo alla domanda (riassumo): "Mi piace lo stile smart-casual-chic, come adattarlo a una clessi-pera?" la risposta fosse stata "Per quelle forme non va, fattene una ragione", invece di quella che poi è una replica partecipe e solidale.
    Per come l'ho vista io, e anche altre ragazze a leggere qui e su FB, una qual certa differenza c'è e si è notata.

    E se a insorgere sono state le clessidre e non prima le rettangolo, o le pere, o etc. sì, può essere perché ci sentiamo sotto attacco o sotto osservazione da sempre, da quando il nostro corpo sboccia prima che la nostra testolina sia pronta, e in un modo che chi non ci è passato non può capire, perché le allusioni e battute su di noi sono la maggior parte della volta a sfondo sessuale, perché ci colpevolizzano per il nostro fisico, ce ne fanno provare vergogna, ci mercificano e riducono ad oggetto di piacere fisico in un modo che, permettetemi, non credo possa succedere a una rettangolo. O perlomeno non alla rettangolo a cui ho chiesto.
    Comodo invidiarci ora, nell'età adulta, quando si pensa di essere in grado di poter gioire delle proprie curve, ma se noi lo facciamo senza però dimenticarne il lato negativo, e rivendichiamo il diritto di poterlo fare, come me e Takiko, allora ci viene detto che esageriamo.

    E qui faccio una piccola parentesi per far notare a una gentildonna dei commenti precedenti che non mi pare di aver scritto che Maddalena dovrebbe mettersi mini,rossetto&tacco a spron battuto, ma che si sarebbe potuta trovare una via di mezzo. Se dice che prova a metterle, pur non riuscendoci, vorrà ben dire che le piacerebbe metterle no?!? E allora che male c'è a dirle di sceglierle magari non fascianti, o provare a portarle con una scarpa anziché un'altra, ad abbinarle con bluse o maglie in questo o quel modo? O, per tenere l'esempio, vogliamo dire che questa Scarlett sta male? http://cdn.buzznet.com/assets/users16/kkblumush/default/scarlett-johansson-shows-off-her–large-msg-130437770414.jpg (tra l'altro notate il rossetto).

    Tornando al punto, il post alla fin fine ha avuto due inceppi:
    – quello che dice GaiaT qui sopra, relativamente al tono e all'attitudine giudicante invece che positiva e aperta.
    – l'occasione perduta per un bell'intervento. Aldilà del fatto che la concezione di eleganza non è un fondamento scritto, e che per taluni sia questo http://picture-cdn.wheretoget.it/l4quky-l-610×610-dress-scarlett-johansson-red-dress.jpg e per altri questo http://i742.photobucket.com/albums/xx70/mashulenok/miss-vida-in-chanel.jpg , si poteva divagare su come valorizzarsi senza mortificarsi, con suggerimenti attuabili nella vita di ogni giorno (bello l'abito di Scarlett eh, ma quando lo metto? E' pure nero, neanche a un matrimonio ci andrei), spunti su come limitare la propria percepita volgarità senza dover ancora rinunciare a un capo che fa gola, come la minigonna, trovandone modelli e abbinamenti che la rendano meno sensuale. Non sarà una clessidra, ma questo mini-abito portato così vi sembra volgare? http://img.thesun.co.uk/aidemitlum/archive/01419/SNN0709A—5323_1419133a.jpg

    Tra l'altro se Maddalena è 1.69 per 48kg e si definisce clessidra magra (a ragione, direi) dubito le farebbe lo stesso effetto che a una clessidra formosa nel senso di abbondante, quindi non vedo il motivo di fare di tutta l'erba un fascio.

    Quanto al trucco, ho visto su di me (non gnocca come la Scarlett ma con labbra più carnose che normali) che cancellarmi le labbra con un nude ha effetti terribili, che il mlbb funziona di giorno ma di sera che noia, ho provato e sperimentato e posso dire che certi rosa-corallo-rossi, mat o comunque non molto carichi, mi stanno infinitamente meglio di un nude o di gloss trasparente, indipendentemente da quanto ho truccato gli occhi. Se non si capisce il motivo per l'indignazione, ribaltiamo la prospettiva.

    Immaginiamo che una blogger che parla di altro si mettesse a dare consigli a chi le scrive su cosa indossare "perché sa cosa le sta bene e cosa no", basandosi sulle "linee generali risapute".
    Onestamente, e oltre a Sara mi rivolgo anche ad Anna, non vi darebbe fastidio?
    Anna tu che scrivi anche dei libri che ti sei letta, delle ricerche che hai fatto, dei "luoghi comuni da sfatare" non ti sentiresti colpita quasi a livello personale se io pinco-pallina ti riproponessi la vecchia manfrina che per riequilibrare il tuo fisico a pera dovresti metterti maglie larghe nella parte di sopra? Magari delle belle spalline imbottite alla anni '80? Anche se non avessi il tuo blog ma fossi "solo" una pera che ha scoperto su di sé che le cose non stanno così, non ti verrebbe da dire "ehi aspetta un attimo, che stai dicendo?"
    Così si vede, il motivo?

    ps: in un qualche commento di FB Sara hai accennato a me, e ne sono sicura perché l'unico "fregatene" in tutta la pagina l'ho scritto io. Se vai a rileggere noterai che ho scritto "fregatene di loro e pensa a come tu ti senti". Come tu possa averlo interpretato in modo da farti scrivere che non cercavo di capire Maddalena ancora mi sfugge. Ma ormai, oh, pazienza e pace.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 16, 2014 at 7:27 am

      Rispondo cercando di andare con ordine.

      "Che il corpo di una clessidra sia appariscente è già discutibile, perché grazie al trucco e ai vestiti può cercare di dirigere l'attenzione dove vuole o anche deviarla altrove, ma dire che sia provocante in quanto tale beh, la priva del libero arbitrio, di scegliere se, quando e come "provocare". "
      Guarda ElleB che stiamo dicendo la stessa cosa… se metti nuda una clessidra o nuda una mela la reazione (anche nel cervello di una donna) è molto diversa. Te lo dico da mela. Questa non è una "colpa" della clessidra, se mai a parer mio un pregio. Il seno florido, i fianchi larghi, la vita stretta: sono da millenni nell'ideale maschile di bellezza. Non mi pare di dire un'eresia. Sicchè, questa forma è più portata per natura a essere sia appariscente, sia provocante. C'è chi vive bene questa sua condizione (io sarei una di quelle, mortacci, potessi averli io quei fianchi e quella vita!) e chi invece si sente volgare. Come tu dici, questo può essere accentuato o smorzato grazie al trucco; e anche in questo non c'è nulla di male, siamo liberi di farlo o meno. Io vengo incontro alle esigenze di una ragazza che vuole farlo. Se mi avesse scritto una ragazza col problema opposto (vedi post su come essere sensuali pur essendo rettangolo) le avrei detto di mettere in risalto al scollatura, o scoprire le gambe, o truccarsi molto di più.

      "Peggio ancora, offre spunto e sostegno a chi, magari, allunga le mani perché "eh beh, con quelle curve mi provoca" quando invece magari la donna in questione stava facendosi i beati fatti suoi."
      Ma Maddalena, perdonami, mica si stava facendo i fatti suoi. Mi ha mandato una mail, a cui questa risposta è rivolta. Se fossi andata in giro ad appendere volantini con la madonna sopra e sotto scritto "Gesù ti guarda, copriti svergognata" ok, allora sì, sarei una bacchettona molesta. Ma io non mi rivolgo a tutte le clessidre. Mi rivolgo, e lo dirò per la quindicesima volta, a Maddalena, che mi pone un problema ben preciso.

      "Maddalena scriveva di *non* indossare minigonne e portare rossetti perché si sentiva volgare, e di indossare invece mix di leggins&tuniche. E poi chiedeva suggerimenti "mi dici come posso variare il mio look?" (cit.)"
      No, Maddalena scrive che SE indossa le minigonne si sente volgare, al che le rispondo di non mettere leggins e tuniche ma di concedersi gonne più lunghe; poi scrive che trucca gli occhi ma SE si trucca la bocca risulta volgare, al che rispondo di evitare di truccare la bocca, che gli occhi bastano e avanzano. Davvero non capisco come questo possa risultare offensivo. A me sembra solo logico…

      "anche se qui faccio un po' di confusione perché in alcune risposte Sara scrive di aver risposto a Maddalena, pensando al suo fisico (appariscente ma, diciamo, dalle descrizioni nei canoni comuni di ragazza in forma) e ai suoi lineamenti e labbra marcati (che con l'essere clessidra c'entrano assai poco), in altre dice che il post era appunto generale e si rivolgeva a tutte le clessidre etc. etc. etc."
      L'idea del blog nasce come posta del cuore che risponde a una persona che mi scrive; poi i post sono chiaramente rivolti a chiunque in quella persona e in quella situazione ci si rivede.

      ""allunga la gonna e truccati di meno" continua a sembrarmi fuori luogo, irrispettoso e un ci-ci-nin degradante."
      Pur essendo questa evidentemente una battuta, forse ti è pure poco chiaro il motivo per cui l'ho scritta. Non vorrei fare la pedante, ma ho detto che mi era venuto da risponderle così, EPPURE il problema è più complesso, dunque vi dedico un post. Significa che per quanto a me risulti facile non essere volgare, soprattutto se so -come Maddalena- che certi capi mettono in risalto il mio corpo nel modo sbagliato (e dunque li evito), il problema è più delicato e potrebbe toccare altre persone. Questo il senso della battuta; di battute, nel mio blog come nella vita, ne faccio molte. Se dovessi pensare a tutti quelli che potrebbero inalberarsi (perchè non capiscono il tono?) alle mie battute, bè, scriverei dei comunicati ANSA.

      "è come se nel post successivo alla domanda (riassumo): "Mi piace lo stile smart-casual-chic, come adattarlo a una clessi-pera?" la risposta fosse stata "Per quelle forme non va, fattene una ragione", invece di quella che poi è una replica partecipe e solidale."
      Mi pare di aver risposto anche a Maddalena; forse non ho usato un tono solidale e partecipe perchè mi pare evidente che Maddalena di essere compatita non ne ha bisogno. Faccio outing, ma mi pare proprio che la ragazza si piaccia e anche parecchio. Quindi la tratto come tale, una ragazza che per sua natura si piace. E quindi accetta le "critiche" anche in un modo diverso. Ovvio che se avessi risposto come ho risposto a lei ad una ragazza che mi scriveva sull'orlo del suicidio, bè, avrei avuto poco tatto. Ma la Maddy (ormai me la sento diventata migliore amica!) è una che si piace eccome, e sa di essere una gran gnocca.

      "in un modo che chi non ci è passato non può capire, perché le allusioni e battute su di noi sono la maggior parte della volta a sfondo sessuale, perché ci colpevolizzano per il nostro fisico, ce ne fanno provare vergogna, ci mercificano e riducono ad oggetto di piacere fisico in un modo che, permettetemi, non credo possa succedere a una rettangolo. O perlomeno non alla rettangolo a cui ho chiesto. Comodo invidiarci ora, nell'età adulta, quando si pensa di essere in grado di poter gioire delle proprie curve, ma se noi lo facciamo senza però dimenticarne il lato negativo, e rivendichiamo il diritto di poterlo fare, come me e Takiko, allora ci viene detto che esageriamo.""
      Se credi, ElleB, che io non ci sia passata, oh, quanto ti sbagli… Non scrivo quasi mai di me in questo blog, perchè odio fare biografismi e mettere quindi a confronto il mio vissuto con quello di chi mi scrive. Ma se ti dico che di battutacce sconce e molto offensive sul mio corpo ne ho sentite e anche a miliardi, bè, non mento. A causa di problemi medici che non starò qui a dirti perchè appunto pietismi anche NO, ero svariati kg in più. Io in quel corpo, che non mi ero scelta e non avevo mai voluto, ho dovuto crescerci e solo quando abbiamo scoperto le ragioni e siamo intervenuti clinicamente (farmaci e mazzi e cazzi vari, che prendo regolarmente e in discreta quantità ogni giorno) ho perso i miei molti chili in eccesso e sono tornata al mio naturale fisico di mela magra e non melone gonfiato. Sentirsi inadeguati in un corpo malato, so cosa significa. E per questo mi permetto di fare qualche battuta a chi, come Maddalena, è bella e lo sa; e che ha un rapporto equilibrato col proprio fisico. Quanto alle rettangolo, mi piacerebbe parlassi con quella mia amica che chiamavano "antisesso / asse da stiro / cicogna"… Mi spiace ma l'oscar del "vivo male il mio corpo" non va a nessuna forma in particolare ed è arrogante anche solo cercare di accaparrarselo dicendo che gli altri non ti possono capire.

      "Quanto al trucco, ho visto su di me (non gnocca come la Scarlett ma con labbra più carnose che normali) che cancellarmi le labbra con un nude ha effetti terribili, che il mlbb funziona di giorno ma di sera che noia, ho provato e sperimentato e posso dire che certi rosa-corallo-rossi, mat o comunque non molto carichi, mi stanno infinitamente meglio di un nude o di gloss trasparente, indipendentemente da quanto ho truccato gli occhi."
      Appunto, ragazze: su di noi. Ho visto le foto di Takiko, non so come sia tu, ma una cosa posso dirvela: ho il quadruplo delle vostre labbra. Ho la bocca molto carnosa (e pur essendo la parte più bella del mio corpo, a detta di moltissimi, se la sottolineo sembro un clown), occhi allungati e piccoli, zigomi molto alti e marcati. Nel viso di Maddalena io rivedo il mio. Non il vostro. E voi starete bene con il rossetto acceso, noi no. Stiamo meglio con gli occhi truccati e le labbra meno in evidenza. Volete farmi una colpa anche di questo?

      "Così si vede, il motivo?"
      Il motivo lo vediamo entrambe, ElleB. E il confronto ci piace. Ho risposto anche ad altre ragazze sul trucco, in tutta tranquillità. Ma il tono cafone, arrogante e stizzito di Takiko ci ha infastidite. A te, che hai mantenuto quasi sempre toni pacati e hai argomentato, io rispondo più che volentieri. A Takiko ho detto che se vuole suggerirmi qualche trucco che potrebbe starmi bene nonostante le proporzioni del mio viso, sarò felicissima di inviarle una foto e fare addirittura da cavia/modella; potrebbe nascerne un bel post costruttivo, invece che un insulto con tanto di rottura di maroni anche alla povera Anna, sulla sua pagina. Non ha risposto. E allora forse mi viene il dubbio che voglia semplicemente accendere la polemica per il gusto di, invece che darmi suggerimenti costruttivi da blogger di make up. Oh, poi magari mi risponderà e ci chiariremo! Mi farebbe felice, e guadagnerei una sezione di trucco.

      "ps: in un qualche commento di FB Sara hai accennato a me, e ne sono sicura perché l'unico "fregatene" in tutta la pagina l'ho scritto io. Se vai a rileggere noterai che ho scritto "fregatene di loro e pensa a come tu ti senti". Come tu possa averlo interpretato in modo da farti scrivere che non cercavo di capire Maddalena ancora mi sfugge. Ma ormai, oh, pazienza e pace."
      Ho solo detto che, a fronte di un problema di Maddalena ("sono volgare") chi le risponderebbe "amati e fregatene, sei bella con tutto, sono gli altri che sbagliano" sembra non mettersi molto nei suoi panni. E no, non mi riferivo a te. Chi ha orecchie per intendere…

  • Reply
    Om63
    Luglio 15, 2014 at 10:28 pm

    Sono una clessidra non più giovanissima, taglia 42, terza coppa d di seno, alta poco più di 1.60 e quindi con curve EVIDENTISSIME. Devo stare attenta a come mi vesto perché appaio subito non dico volgare ma certo non tipo suora. Ho il seno alto e qualsiasi vestito sembra sempre troppo scollato. Benissimo, qual è il problema? È una mia caratteristica, punto e basta. È vero quello che dice Sara, che noi clessidre siamo più a "rischio" da questo punto di vista, ma non credo proprio ci sia nulla da offendersi. Sicuramente fra me e la mia amica L. triangolo invertito magrissimo io sono quella che ci deve fare più attenzione, lei è sempre e comunque sobria e io no. Ma insomma, è come dire che la mia amica R. che è alta 1.75 può permettersi le ballerine e io che non ho precisamente uno stacco di coscia direi proprio no, o che io che ho capelli lisci e folti posso permettermi di non fare nessuna piega ed essere sempre in ordine, mentre se lo fa la mia amica A. sembra uno scopino spelacchiato… Ognuna di noi ha delle caratteristiche, ognuna di noi ha qualcosa a cui deve fare attenzione se

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 16, 2014 at 6:32 am

      Non dirlo a me, che se metto certi vestiti sembro un ragazzino! Purtroppo ogni forma ha i suoi punti di forza (nel mio caso, le gambe magre e slanciate) e i suoi piccoli difetti (no punto vita, tette che si nascondono anche se ci sono), c'è chi vuole correggerli e chi invece se la vive bene così. E tutti e due i gruppi meritano rispetto, a parer mio!

  • Reply
    Om63
    Luglio 16, 2014 at 8:22 am

    A proposito dell'equazione clessidra=oggetto sessuale, tempo fa una collega, a cui raccontavo di essere stata in passato vittima di percosse da parte di un ex geloso (lo racconto sempre, perché certi fatti non sono solo cronaca su un giornale o in televisione, ma riguardano le persone che ci sono vicine!) mi risponde che me lo ero cercata, perché , testualmente "sono una che gli uomini li manda ai pazzi". L'ho mandata a ca…re, ma la cosa mi ha fatto riflettere. Forse dovrebbe partire da noi donne, il liberarci di certi schemi mentali. Per cui non metto minigonne perché le gambe non sono la parte migliore di me (e ormai anche per sopraggiunti limiti d'età) ma metto i tubini, a lavoro cerco di essere sobria per ragioni di buon gusto, ma sentirmi colpevole per essere finita in ospedale con la milza spappolata e a coprirmi con un saio ANCHE NO!!!!!!!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 16, 2014 at 9:05 am

      Io quella tua collega l'avrei decisamente mandata a cagare. E purtroppo all'imbecillità degli uomini non c'è rimedio, neanche coperta con il saio: se uno è scemo, è scemo. Spero VIVAMENTE che dal mio post non si evinca il contrario! Non credo la colpa sia delle donne che provocano, dato che i casi di cronaca tristemente nota mostrano ragazze anche diverse dalla clessidra, magre, grasse, belle, brutte, bionde, more; non c'è limite alla violenza e non c'è limite alla stupidità. Io stessa ho ricevuto palpate molto poco gradite pur essendo mela e pur essendo vestita per andare all'università. Un abbraccio a te e spero davvero che attorno tu abbia gente che te lo ripeta di continuo, che la colpa non è tua.

      • Reply
        Elleb
        Luglio 16, 2014 at 2:38 pm

        Per il trucco, visto che proprio pur scrivendo nella stessa lingua non ci si capisce, mi limito a ribadire che rossetto colorato e rossetto acceso (guarda caso parlavo di rosa-corallo-rosso matte o comunque non molto carichi) non sono la stessa cosa, e che i primi, intesi come non troppo carichi/accesi, possono donare più di un nude, dipende non solo dal colore ma anche dal finish, dalla saturazione e magari anche dal saperlo applicare, e qui mi fermo perché sicuramente bloggher, mua e ragazze in genere più esperte di me ne parlano molto meglio di me.
        Sfrutterò però la cara Scarlett per un esempio:
        Questo è l'effetto di un rossetto acceso, lucido etc:
        http://cdni.condenast.co.uk/592×888/s_v/sjohansson_GL_6jan08_pa_b_592x888.jpg
        Questo di un rossetto colorato:
        http://media-cache-ak0.pinimg.com/736x/1e/28/d9/1e28d93187fa140b0c4f2e17842aec7c.jpg
        Questo di un nude: http://cdn01.cdn.justjared.com/wp-content/uploads/2007/03/scarlett_johansson_paris_fashion_week/scarlett-johansson-paris-fashion-week-03.jpg

        A *quasi* tutto il resto smetto di replicare, sempre per quanto nelle prime righe di questa riposta.

        Però per l'accusa di essere arrogante e di prendermi il premio di forma più sfigata, forse non si è proprio capito: non ho detto che la clessidra ha paturnie e problemi e la rettangolo (e le altre forme) no. Ho detto che sono diverse, e che per questo chi non le ha vissute può non capire (immaginare sì, ovvio, quindi forse dovrei dire che non le può "condividere").
        Allo stesso modo io posso solo immaginare come si sente l'amica mela a cui chiedono a quanti mesi è, o la pera a cui i vestiti si chiudono sopra ma non sotto, ma non posso "pienamente condividere".
        Io, *io*, non so cosa voglia dire sentirsi dire tavola di legno, ma immagino che pur colpendo l'autostima (e lo fa, perché l'amica che ci ha sofferto ce l'ho anch'io) non abbia quel potere di farti sentire "sporca" che dà il sentirsi dire nel tono più viscido che c'è che si hanno tette fatte per la spagnola. Può implicare che la donna in questione non sia abbastanza femminile, e colpire la sua femminilità in quel modo, ma è un modo *diverso*. Non più o meno grave, ma diverso perché picchia su punti deboli diversi. Che per la clessidra sono quelli di essere "troppo". Su questo, e sul provocante "di per sé" invito a riflettere sul secondo intervento qui sotto di Om63.
        Dire che un corpo è provocante di per sé, dire che "ho ricevuto palpate molto poco gradite *pur essendo* mela e *pur essendo vestita* per andare all'università" (se eri clessidra, se eri vestita per andare discoteca con le amiche, cambiava qualcosa? Erano più giustificate le palpate? Ero io quella che si faceva i fatti suoi ed è stata importunata ma sono una clessidra e avevo un tubino scollato a V, rende meno grave la cosa?) anche se magari non ce ne accorgiamo neanche che lo stiamo dicendo, e anzi mai lo faremmo per scelta, crea nelle ragazze e donne per prime un senso di vergogna, di disparità fra loro stesse che non ci dovrebbe essere, di giustificazione verso atti che mai sono giustificabili e quella critica e colpevolizzazione verso chi non fa altro che vestire il proprio corpo della quale la collega di Om63 è un tristissimo e comunissimo esempio.

        E non ci si può stupire poi se ragazze come Fra qui sotto si sentono volgari in tutte le situazioni, se quello è il clima che noi per prime, per quanto involontariamente e inconsciamente, aiutiamo a persistere. 😉

        • Reply
          Consigli x principianti
          Luglio 16, 2014 at 7:14 pm

          "Dire che un corpo è provocante di per sé, dire che "ho ricevuto palpate molto poco gradite *pur essendo* mela e *pur essendo vestita* per andare all'università" (se eri clessidra, se eri vestita per andare discoteca con le amiche, cambiava qualcosa? Erano più giustificate le palpate? Ero io quella che si faceva i fatti suoi ed è stata importunata ma sono una clessidra e avevo un tubino scollato a V, rende meno grave la cosa?"
          Comincio a vederci della volontà di fraintendere… ho fatto l'esempio della palpata che mi son beccata in strada da un perfetto sconosciuto pur essendo in tshirt e jeans per evidenziare come ai maiali attizzi QUALSIASI COSA, non per dire che io in quanto mela sono più fine di una clessidra sporca e cattiva. Davvero ElleB. Ci fai o ci sei, a sto giro?

          • Elleb
            Luglio 16, 2014 at 9:55 pm

            No guarda, diciamo la stessa cosa ma con dei distinguo diversi.
            Tu sei stata palpata, io sono stata palpata. Ma in comune a parte mi permetto di immaginare il disagio per l'accaduto, che abbiamo? Erano situazioni diverse, abbiamo fisici diversi…
            In comune abbiamo il fatto che siamo donne, e in quel momento siamo state percepite come un oggetto sessuale da un porco (su questo penso si possa essere d'accordo)
            Nel momento in cui facciamo delle concessioni (*pur essendo* è una forma concessiva che corrisponde a *anche se*) esprimiamo delle perplessità, delle cose che "non spiegano", "non collimano" con l'accaduto.
            Se io avessi scritto "sono stata palpata, *pur essendo* una clessidra e *pur essendo* vestita con un tubino scollato a V per andare a un aperitivo con le amiche" sta sicura che qualche emulo della collega di Om63 l'avrebbe fatto notare eccome, che "eh ma con quel vestito e magari le tette in vista se l'è cercata", così come qualche emulo di un commento là sopra avrebbe desunto dalla mia frase che ero chiaramente compiaciuta del mio corpo, lo esibivo e chissà che altro.
            L'avrebbero fatto sentendosi intitolati a farlo, perché dai, da che mondo è mondo è palese che una coppa D sia più sfacciata di una A (indipendentemente da come è portata), che una a cui piace il suo corpo lo fa notare per avere complimenti etc. etc.
            Invece no, non sarebbero stati intitolato a farlo non solo perché aldilà del fisico – e lo dici anche tu nel post – quello che conta davvero è l'atteggiamento e quello non dipende dalla forma fisica, ma soprattutto perché un certo tipo di critiche e atteggiamenti sono sbagliati a prescindere.
            E, lo ripeto, il fisico in questa c'entra perché noi per prime avalliamo – anche senza volerlo, anche senza alcuna intenzione – questa convinzione che un corpo rispetto ad un altro intitoli a concessioni maggiori.

          • Elleb
            Luglio 18, 2014 at 1:15 pm

            (relativamente all'altra mia risposta, sotto alla quale non posso aggiungere nulla, a questa)

            E, lo ripeto, il fisico *e il trucco* in questo c'entra perché noi per prime avalliamo – anche senza volerlo, anche senza alcuna intenzione – questa convinzione che un corpo *e un rossetto* rispetto ad un altro intitolino a concessioni maggiori.

            Non dimentichiamoci del rossetto, che sono stata palpata *pur essendo* truccata col rossetto rosso matt per resistere ad aperitivo e cena.

            😉

          • Consigli x principianti
            Luglio 18, 2014 at 4:03 pm

            Ho aperto l'articolo dicendo che il 90% della volgarità è dato dall'atteggiamento, mi pare. Non sono il rossetto e la minigonna a rendere volgari, ma come noi ci sentiamo in questi panni; se Maddalena mi dice che in questi panni è volgare, le consiglio di cambiare. Per la tremillesima volta, non sono stata io a dire a Maddalena "sei volgare" nè mai l'ho fatto con nessun'altra clessidra in tutta la mia vita. Però vabè… se questo non è chiaro anche dopo le mie plurime risposte, facciamo che non siamo d'accordo, che tu continuerai a ritenermi una persona che discrimina. Eh, oh. Non so più come difendermi.
            Quanto al "pur essendo", chiaramente intendeva essere una risposta alla collega della ragazza che le aveva detto che provocava perchè dotata di curve da clessidra; con quel "pur essendo" non volevo avallare nessuno stereotipo, SE MAI NEGARLO.

    • Reply
      Anna Venere
      Luglio 22, 2014 at 12:40 pm

      Aggiungo anche tutta la mia solidarietà a Om63, sia per il partner idiota e da galera, sia per la collega che ha i buchi nel cervello, e mi dispiace che una cosa brutta che ti è successa sia stata usata da una collega per replicare un clichè e mostrare come l'italia è arretrata, ma anche per ElleB per fare polemica.

      Forse una parola per OM63 sarebbe stata più consona che spezzettare la frase di Sara allo scopo di fraintenderla?

  • Reply
    Fra
    Luglio 16, 2014 at 1:49 pm

    Io sono una clessidra moolto formosa…e purtroppo mi sento volgare in tutte le situazioni..anche con un paio di scarpe da ginnastica e i jeans…infatti porto le magliette sempre accollate..niente pantaloni super stretti…anche perche' la prima cosa che si nota e' il mio seno..
    Da piccola sono sempre stata presa in giro perche' non ero magra e perche' sono bruttarella…un po mi nascondo per evitare di essere volgare e un po perche' mi vergono del mio corpo…non indosso neanche biancheria intima vezzosa perche' mi sento volgare…quindi via di mutandoni e reggiseni stile nonna.. 🙁

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 16, 2014 at 2:10 pm

      Mmm… se vesti troppo accollata rischi di evidenziare il seno e farlo apparire ancora più grosso di quanto non sia. Ho scritto un post sull'argomento in risposta a una ragazza che aveva il tuo stesso "problema"! Le consigliavo una serie di accorgimenti per mostrare il seno senza strafare e senza vergognarsene. Magari può esserti utile. Quanto alla biancheria intima: chi te la vede è il/la tuo/tua partner, io andrei fiera del mio corpo sexy in determinate situazioni 😉

      • Reply
        Fra
        Luglio 16, 2014 at 2:48 pm

        Si in teoria la biancheria intima non la vede nessuno a parte io…ma sono io che non mi sento a mio agio con un certo tipo di biancheria..ho un bruttissimo rapporto con me stessa e con l'essere femmina… 🙁

  • Reply
    Elleb
    Luglio 16, 2014 at 2:45 pm

    Fra probabilmente lo sai già ma esistono linee di reggiseni per le coppe abbondanti che fanno quasi i miracoli pur non essendo da nonna, recentemente ne ho visti di carini perfino da Lovable, mentre fino a poco tempo fa la risorsa principale era l'online. Un reggiseno giusto di torace e coppa, che sostiene, ferma e magari minimizza un poco, può fare veramente tanto per sentirsi più ad agio con se stesse. 🙂

  • Reply
    ariel
    Luglio 17, 2014 at 1:51 pm

    Ho letto tutti i commenti solo oggi e, aldilà di quello che pensano le diverse commentatrici, mi sarebbe piaciuto sapere cosa ne pensa la diretta interessata, Maddalena. Si è sentita offesa/attaccata/giudicata in qualche modo, oppure i consigli le sono sembrati assolutamente ragionevoli e dati in buona fede? Li ha trovati utili? Ci aveva già pensato? Pensa di seguirli o no? Qual è il suo punto di vista? IMHO, forse prima di prendersela sul personale, bisognerebbe sapere come l'ha presa chi aveva chiesto davvero un consiglio personale….

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 17, 2014 at 2:58 pm

      Sono molto curiosa anche io! Maddalena, se ci sei batti un colpo!!!

  • Reply
    Lilit
    Luglio 18, 2014 at 1:36 pm

    A proposito della questione se siano più a rischio volgarità le clessidre piuttosto che le mele… io avevo tra le mie colleghe due sorelle, una mela e l'altra clessidra, entrambe dotate di seno che definire abbondante non rende abbastanza l'idea, entrambe amanti di abiti molto scollati e tacchi alti (ma non delle minigonne). ebbene tra le due la mela aveva sempre un'aria un po' volgare, mentre la clessidra no, e sembrava molto più fine della sorella, forse perchè era più graziosa di viso, o semplicemente per un fatto caratteriale (la mela era un po' prepotente e saccentina).

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 18, 2014 at 4:06 pm

      Infatti non c'entra, a parer mio, la forma che uno ha, ma come uno si immagina; se questa mail me l'avesse mandata una rettangolo, avrei dato anche a lei gli stessi consigli. Privatamente (mannaggia a me per non averla pubblicata, quella risposta) ho ricevuto una mail da una clessidra che invece avrebbe voluto essere più sensuale e anche a lei ho risposto; non le ho detto "no assolutamente, copriti che sei troppo osé", ho risposto alle sue esigenze. Come ho fatto qui: ho risposto alle esigenze di una ragazza. Era clessidra. Evabè, la prossima che si sentirà volgare sarà pera? Sarà mela? Sarà banana? Risponderà anche a loro.

      • Reply
        Stefania
        Settembre 16, 2014 at 3:05 pm

        mi piacerebbe leggere la risposta a quella mail! sono una clessidra, sto incominciando ad amare il mio corpo e le mie curve e mi piacerebbe essere più sensuale in alcune occasioni!

        • Reply
          Consigli x principianti
          Settembre 16, 2014 at 8:25 pm

          Scrivimi una mail, se vorrai posso scriverci un post! La ragazza aveva chiesto di ricevere la risposta solo privatamente, cosa che succede spesso, e rispetto sempre le volontà di chi mi scrive 🙂 Nel frattempo ti invito a guardare il mio articolo sullo scollo perfetto per il seno prosperoso, non è proprio in tema ma c'erano consigli su come mostrare il decolleté senza risultare volgare. Attendo la tua richiesta, ad ogni modo.

  • Reply
    Sarah
    Luglio 18, 2014 at 4:36 pm

    Ciao, è la prima volta che commento, nonostante segua questo e il blog di Anna già da un pò.
    Sono una clessidra decisamente formosa, credetemi che su neanche 1,60 di altezza una 5a di seno è la prima cosa che si nota. Al di là delle esperienze brutte durante gli anni delicati dell'adolescenza, che immagino accomunino non solo le clessidre ma qualunque 14enne che si ritrova una 3a abbondante in prima media, vorrei spezzare una lancia in favore di Sara e far notare a chi ( clessidra) si è sentita offesa che io ( clessidra ) non mi sono affatto sentita nè attaccata o discriminata dal post, quindi non facciamo di tutta l'erba un fascio.
    Mi pare evidente che una minigonna in quanto capo succinto non è il capo più adatto a contenere le forme di una clessidra, tutto qui, così come i leggins non sono amici delle pere, ecc…

  • Reply
    Anna Venere
    Luglio 22, 2014 at 12:31 pm

    Vorrei rispondere a ElleB che ha citato le mie parole: ho appunto detto che volgare viene consfuso SIA con appariscente CHE con provocante. Ho altresì specificato che "Che lei provoca l'uomo che la guarda? No, non si intende niente del genere, ma solo che ha le curve e tali curve si notano" Quindi sto dicendo esattamente ciò che dici tu. Perché che motivo hai per fare polemica?

    PS: sai quanti blog ci sono che dicono "hei pera mettiti la roba lunga per coprire quei fianchi"? perchè dovrei scaldarmi? Se mai mi scaldo quando copiano la mia roba. Oltre a farti notare che io quello che scrivo lo scrivo perchè ci credo, ed è quello che penso io, 4 anni fa non ero nessuno, eppure ho iniziato a scriverlo, se la gente è d'accordo con quello che scrivo vuol dire che funziona. Se Sara con il suo gusto personale da consigli e funzionano allora che valore ha la sua opinione rispetto alla mia, o a quella di una beauty blogger? Secondo me ha lo stesso valore.

  • Reply
    Elleb
    Ottobre 4, 2014 at 10:23 pm

    Passo su segnalazione e mi limito a due note.

    AnnaVenere: hai scritto "se la gente è d'accordo con quello che scrivo vuol dire che funziona". Ti invito a rileggere. La trovo una frase e una convinzione così agghiacciante (e arrogante, dai, vabbeh che sono spariti un centinaio di commenti dalla tua pagina FB quando non tutti ti davano sostegno nel tuo sentirti copiata da una certa marca ma insomma è un po' sparata…) che non so come si possa dire. L'avere l'appoggio della massa non equivale ad aver ragione, e non scomodo ingombranti e pesanti paragoni storici solo perché non ne vale la pena, ma *forse* potresti anche prenderti un pochino meno sul serio.

    @Sara: bella l'idea della PS, anche se continuo a pensare che persone con serie basi in termini di abbigliamento – storia, studio del corpo umano, merceologia dei tessuti etc. – sia magari più preparato, ma magari ti formi per conto tuo, chi lo sa. Però intanto chiarire almeno che lavori nella legalità – fatturi, in breve – sarebbe quantomeno indicato, e lo dico da libera professionista.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 5, 2014 at 7:08 pm

      Rispondo per conto mio, poi Anna ti risponderà per quanto riguarda la sua parte: sì, io di corsi non ne ho fatti dato che il mio percorso di studio è tutt'altro, ma conto di farne se la cosa dovesse ingranare; mi baso sul mio personale gusto e sull'ascolto della persona che ho davanti, se qualcuno vuole gente che conosca cosa sia la merceologia dei materiali va da un'altra personal shopper. Per quanto riguarda la legalità, ovviamente ho chiesto ad un commercialista informazioni per aprire la partita iva con le varie agevolazioni del caso (i cosiddetti minimi) e ovviamente mi ha riso in faccia: prendo su per giù in media 150 euro al mese, quando lavoro tanto. Persino per il nostro fisco sono intassabile.

  • Reply
    Anna Venere
    Ottobre 7, 2014 at 10:45 am

    Ciao Elleb,
    ti rispondo nonostante l'accusa di "non hai nessuna formazione" me la facciano solo le persone che hanno voglia di attaccarmi su qualcosa e non sanno più su cosa. Trinny and Susannah, le più autorevoli e famose consulenti d'immagine inglesi non hanno alcuna formazione. Ritieni anche loro arroganti? Se quallo che scrivo funziona a me non serve nessun'altra approvazione di chi si è trovata bene con i miei consigli, tu ti sei trovata male? Spiegami come e perché e vediamo come adattarli a te, così come ho fatto a chi con me è stata gentile. Se non ti piace quello che io e Sara scriviamo non leggerlo, non credo che sia dannoso. Sai la moda non è la matematica, dove il seno di pigreco mezzi è uguale sempre a 1, ci sono diverse opinioni, se la mia opinione sta aiutando molte donne bene. A me non serve altro. A te cosa serve per mettere di attaccare il prossimo gratuitamente?

    PS: l'immagine di cui parli l'ho tolta perchè la ditta mi ha contattata telefonicamente, chiarendo la posizione e stiamo pensando a una collaborazione.

    PPS: io e Sara dichiariamo quello che guadagniamo, tutti i miei corsi sono pagati in anticipo su paypal, e quindi tutto passaggio di soldi in chiaro e riportato al commercialista. Tu invece?

  • Reply
    Elleb
    Ottobre 20, 2014 at 10:48 am

    @Sara: non è del tutto così, per lo Stato tutte le forme di reddito sono tassabili (figuriamoci!). Quando non arrivavo al minimo per aprire la P.IVA ho lavorato coperta dalla ritenuta d'acconto o dalla prestazione di lavoro occasionale, che è importante oltre che per essere in regola anche come "immagine" che si dà di sé. Vedi qui: http://www.mammafelice.it/2010/02/11/lavorare-da-casa-si-puo/ alla voce "Lavorare nella legalità".
    Sinceramente? Sì, io qualcuno che conosce merceologia e sa la differenza fra come veste un jersey e un gabardine, e magari anche fra i tessuti "da giorno" e "da sera", lo preferirei se investissi soldi per rifarmi il guardaroba, anche solo per evitare di comprare un modello che mi sta benissimo in tessuto rigido con il personal shopper e comprarne uno identico di jersey (che nelle gonne) da sola e poi scoprire che non mi sta allo stesso modo, quindi se per caso lo imparassi in qualche corso sarebbe tutto di guadagnato, imho.

    @Anna: no ma sul serio? Se attaccare me (dichiaro ogni singolo cent., fatturato secondo rigide tabelle professionali, nulla di esaltante per te purtroppo) è la tua risposta che vuol dire, che io ho parato male o che tu non sai come rispondere? Ma lol.
    Per mettere i punti sulle i, comunque, Trinny ha lavorato con e per Harrods e Susannah come commessa per Armani prima e con altri tra cui John Galliano poi, non mi pare proprio la stessa cosa di "nessuna formazione".
    E continuo a pensare che avere l'appoggio della massa *per me* non equivale né ad avere ragione, né ad avere le competenze. Ti pongo un esempio, a te che se non ricordo male sei ingegnere o in una professione afferente. Il tuo modo di porti sembra quello di chi, avendo passato molte domeniche in un bricocenter e avendo costruito un bellissimo capanno degli attrezzi, va a dire agli altri di saper costruire e progettare edifici e che "la formazione" di chi ha fatto anni e anni di studi, in fin dei conti, non è mica necessaria, basta un po' di istinto e buon senso, e che trova sta sicura parecchio seguito fra tutti quelli convinti che l'ingegnere o il geometra chiedano troppo per "fare due disegni in croce".
    (Smettere di leggere? E perché mai? Dagli errori di altri si imparano grandi cose, che questi li ammettano o pure no. Tu hai tantissimo occhio per le forme, e la tua schematizzatione delle forme del corpo penso di averla linkata e consigliata a chiunque. Se a questo occhio, a parer mio, non corrisponde pienamente una qualità nei consigli è la mia opinione, che vale tanto quanto la tua, punto).

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 20, 2014 at 5:54 pm

      Io faccio fattura occasionale a privati, che richiede come unica "tassazione" il bollo da due euro e qualcosa dopo i 77 euro euro e qualcosa (ex 150.000 lire) (perdonate il "e qualcosa", ma io e i numeri non andiamo d'accordo!); avrei la ritenuta solo se lavorassi per imprese, cosa che non faccio. Così mi ha detto il commercialista e così sto facendo. Alla fine dell'anno porto le ricevute al CAF che si assicura che io non superi i 5000 euro annua, cosa che non accade manco col binocolo. Non definirei quei due euro "tassa", anche se lo è. Per questo mi definisco intassabile. Grazie però dell'interessamento; ora tutti sanno che non sto truffando lo Stato 🙂 Soddisfatta?
      Per quanto riguarda altre competenze che devo avere, ricordo che se le avessi NON farei i prezzi che faccio (ben al di sotto di quanto chiede una personal shopper che ha fatto corsi). Ovviamente quando potrò permettermi di prendere un attestato lo farò, ma ora come ora i soldi per farlo non li ho. Mi affido al buon gusto, che credo di avere, e all'osservazione della persona che ho davanti. Fino ad oggi, NESSUNO si è lamentato per i miei consigli, né privati né via blog. Sono assolutamente trasparente sul mio "operato", metto sul blog le mie consulenze e come lavoro: chi se la sente di chiamarmi perchè mi ritiene adeguata alle sue esigenze lo fa. Non "vendo" fumo né mi fingo qualcosa che non sono. Tutto quello che faccio e che so, lo trovi qui. Mi ritieni inadeguata? Tranquilla; molte donne invece la pensano diversamente. Paese libero 😀
      PS. anche senza conoscere la merciologia dei materiali, alle persone cui faccio consulenza faccio sempre notare come cade un abito e perchè cade così. Lo faccio anche sul blog, fra l'altro, parlando di "abiti scivolati", "tessuto rigidi", etc.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 20, 2014 at 6:02 pm

      La parte che riguarda Anna la lascio a lei. Mi sconvolge un po' leggere il pensiero per cui "se non avete formazione di moda non potete dare consigli"; ci sono moltissime personal shopper e moltissime consulenti che moda l'hanno studiata eccome: e non sanno dare consigli alle donne normali, a cui noi ci rivolgiamo. Altrimenti, perchè sarebbero così amati i nostri blog? Sono tutte ragazze sceme che di moda non sanno nulla e seguono come pecore una ragazza che dà consigli sbagliati? Sbagliati in cosa, per altro? Mi piacerebbe tanto sentire un esempio di consiglio sbagliato che dà Anna.
      Personalmente credo che la moda magari s'imparerà anche in grandi scuole blasonate o avendo genitori ricchi che fin da piccola ti insegnano a stare dritta col la schiena e bere il té col mignolo all'insù (cito una nota scena di Titanic), ma il buon gusto e la finezza sono cose che si hanno oppure no. La cafonaggine anche.

Leave a Reply