D/R Rettangolo

Come vestirsi a 60 anni

Luglio 16, 2014

[testimonial author=”Paola”]Cara Sara, complimenti per il tuo blog, sempre interessante! Ho una domanda che forse interesserà a poche lettrici, ma chissà? La mia domanda è: come vestirsi quando si è davvero nonne, intendo oltre i 60 anni? Per me è chiaro che certe tenute o accessori vanno evitati, un po’ tutto sta meglio in tono minore (evitare per esempio le gonne troppo corte, i pantaloni troppo aderenti, certe estrosità troppo “di moda” ecc.). Tuttavia, ci vorrebbe qualche tuo consiglio per non sembrare proprio solo una nonna, o ancora più vecchie di quel che già si è. Nel mio caso, ho la fortuna di essere rimasta più o meno di corporatura uguale (cioè un rettangolo). Spero che la mia domanda non sia troppo generica, se così fosse ti chiedo di scusarmi. Grazie mille, ti auguro buon lavoro!

Paola[/testimonial]

Sì, la domanda è molto generica! Esistono tanti stili, tante cose che si amano, tante cose che si sono amate, tante cose che ci hanno cambiati e che ci hanno reso più sicure di noi. Ma non me la sento di liquidare la questione con un semplice “indossa quello che ami”, né d’altra parte voglio darti dei consigli di outfit specifici, che sarebbero fuori luogo e probabilmente poco azzeccati. Non ti conosco, non ti ho mai vista, ma so che magari tante donne come te s’interrogano su come invecchia il loro guardaroba. E allora ho deciso, dato che già l’anno scorso avevo scritto un post con le mie regole per vestire bene (che trovate qui, se vi fosse sfuggito), di scrivere anche le mie regole – personalissime, opinabilissime – per vestire una donna over 60.

1. Sentirsi giovani, non giovanili. Esiste una differenza fra questi due aggettivi che denota lo sforzo spesso ridicolo di voler stare al passo coi tempi, frugando nell’armadio della figlia o addirittura della nipote. Un pessimo esempio di giovanilismo è Madonna che, non riuscendo a far pace col tempo che passa, non fa altro che portare indietro le lancette dell’orologio ottenendo ottimi risultati solo quando c’è, a prendersi cura del suo look, un ottimo esperto di photoshop con lo strumento “cazzuola”. Essere sessantenni non vuol dire accettare di avere ormai un’età per cui i capelli bianchi e le fantasie fiorate sono il vostro unico refugium peccatorum: si può essere giovani dentro con dignità, grinta, classe. Questo si ottiene quando dietro alla persona che sceglie i propri abiti c’è un cervello intelligente e capace di capire che una bella camicia dal taglio maschile è meglio di una maglia a rete con reggiseno a vista. Ottimi esempi in positivo sono la BELLISSIMA Jane Fonda, Audrey Hepburn, Diane Keaton.

IMG_9429

 

2. Avere coraggio. Per anni ho sentito l’adagio per cui quando si è vecchi non si è più costretti ad avere il “pudore delle convenzioni sociali”. Perchè no? (Chiaramente entro i limiti della legalità…). Dopo tanti anni, avremo ormai capito che la vita è fatta per essere mangiata, non solo assaggiata. Per cui, perchè non osare? Perchè limitarsi ai beigiolini e ai grigiolini, e non sfoggiare un bel girasole come fiore all’occhiello? (Trattasi di metafora recuperata da Oscar Wilde, anche una giacca geranio va benissimo!)

IMG_9456

 

3. Non temere i capelli bianchi (ma neanche quelli colorati). La scelta è vostra, non di chi vi sta attorno. Ricordo come ieri quando l’orgogliosissima matrona Stephanie Forrester si fece tagliare i capelli dall’amica nemica di sempre Sally Spectra. E passammo dal biondo sgualcito anni ’80 al bianco luminoso di una nuova età. L’applauso mi è nato spontaneo. (Ebbene sì, sono una grandissima fan di Beautiful, non ne perdo una puntata da quando avevo 6 anni e pranzavo dalla nonna. Team Hope, ovviamente).

IMG_9431copy

 

4. Collezionare il proprio passato. Una delle mie due bellissime nonne ha gli armadi strapieni di bellissime scarpe, borse, abiti, gioielli e scialli che tiene in perfetto ordine e in perfette condizioni dagli anni ’40 ad oggi. Faceva la sarta da giovane, quindi la sua è deformazione professionale. Spesso mette ancora i capi che usava un tempo e l’effetto vintage è semplicemente stupendo. (E poi sai mai di avere una nipote come me a cui prestare ogni tanto le tue borse, le tue scarpe e i tuoi abiti in seta dal taglio sartoriale?).

IMG_9545

 

5. Non aver paura di essere una Signora. Te lo sei meritato. Hai vissuto a lungo e hai tanto da dire, tanto da cui imparare. Anche se non sei la Contessa Sorbelloni Mazzanti Viendalmare, per me tutte le nonne sono e resteranno per sempre delle grandi Signore.

IMG_9503

E voi? Come affrontate il tempo che passa?

 

[Tutte le immagini sono prese dal sito http://advancedstyle.blogspot.ru/]

You Might Also Like...

11 Comments

  • Reply
    Paola R.
    Luglio 16, 2014 at 12:00 pm

    Grazie Sara per il tuo scritto!
    Mi posso ben identificare con la prima foto, o con l'indimenticabile Audrey, sempre così semplice e chic, o anche con la Inès del post precedente.
    Un po' con la multicolorata della seconda foto, ma i gusti son gusti.
    Spezzo decisamente una lancia in favore dei capelli bianchi o sale e pepe. Io li ho tinti per anni (per mia sfortuna ho cominciato prestissimo, a 24 anni, ad avere dei fili bianchi). Ho percorso tutta l'odissea delle colorazioni, fino ad arrivare verso i 55 a schiarirli (il mio colore era castano) per avere un biondo miele che non mi lasciava mai soddisfatta. Finché, a 55 appunto, la decisione di lasciarli bianchi. Qui è cominciato il braccio di ferro col parrucchiere, che combatteva questa mia decisione con la minaccia che avrei dimostrato almeno 10 anni di più… Ho tenuto duro, ho passato il brutto periodo della ricrescita, dove per forza c'è lo stadio in cui si va in giro un po' malmesse, poi finalmente è arrivato il momento di tagliar via tutta la parte colorata. E lì, ecco, mi sono trovata subito benissimo, con un taglio corto un po' sbarazzino, facile da mantenere. I capelli sale e pepe (con molto sale) sono luminosi, si adattano bene al mio viso di sessantenne e, incredibile a dirsi, molti mi chiedono se li tingo. È stata una liberazione dalle tinture, dall'odoraccio di ammoniaca, dall'orribile ricrescita. Insomma, consiglierei a tutte di provare!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 16, 2014 at 2:19 pm

      Ci son donne che con i capelli bianchi sono semplicemente favolose!! Mi ricorda sempre quanto si possa essere fieri e belli! Le signore qui sopra sono tutte, a modo loro, molto molto eleganti; ho scelto diversi stili perchè mi piaceva l'idea che ciascuna mostrasse, ad un'età avanzata, come essere se stessi, senza remore e senza vergogne. Credo che siano un ottimo esempio anche per chi, a 20anni, si vergogna di com'è. Ovvio, non abbiamo ancora tutta l'esperienza e la sicurezza di una signora che ha superato i 60… ma a volersi bene si dovrebbe imparare davvero da giovani!

  • Reply
    Paola R.
    Luglio 16, 2014 at 12:03 pm

    P.S.- Alla quarta riga, un errore di battitura, volevo scrivere: Un po' meno (anzi, per niente!) con la seconda foto.

  • Reply
    Rosy47
    Luglio 16, 2014 at 1:15 pm

    Anch'io sono molto interessata all'articolo delle over 60 anni . Io sono mela, mi piace lo stile classico e sportivo, i vostri consigli sono preziosi. Spero di avere consigli utili per sapere come vestirmi senza voler sembrare una ragazzina.
    Per quanto riguarda i capelli anch'io dopo anni di colorazione dei capelli sto passando il brutto periodo della ricrescita (con parere contrario della mia parrucchiera), li vorrei al naturale , dalla crescita vedo che sono sale e pepe.

    • Reply
      Alex
      Luglio 16, 2014 at 2:42 pm

      Valuta se è il caso di decapparli (praticamente si schiariscono fino a diventare bianchi o biondo molto chiaro), così la ricrescita non si nota.
      Le parrucchiere sono quasi sempre contrarie al sale e pepe, credo per ovvie ragioni, ma tu tieni duro, poi quando vedrai i tuoi capelli al naturale deciderai se ti piaci o meno.

  • Reply
    Rosy47
    Luglio 16, 2014 at 1:20 pm

    Mi sono dimenticata di dire che sono alta solo mt. 1,55 e peso 59 kg.

  • Reply
    Giulia
    Luglio 16, 2014 at 1:30 pm

    Bellissime foto, sara! E ottimi consigli..in particolare quello di avere coraggio e non rassegnarsi a un mondo che ci vuole tutte con la data di scadenza (si è belle e sexy solo fino massimo ai quaranta, dopo o diventi una milf o diventi la nonnina dell'Ace Gentile…)
    Mi permetto di aggiungere alla lista delle magnifiche sessantenni la per me meravigliosa e sexy segolène Royal: ho sempre pensato che hollande sia stato pazzo a piantarla per Valerie trierweiler-rottweiler!!;)

    • Reply
      Consigli x principianti
      Luglio 16, 2014 at 2:14 pm

      Hai perfettamente ragione, anche lei è stupenda! E ha quel piglio francese che… bè, invidiabile! Io da nonna non sarò certo lì con la candeggina in mano, già mi vedo in un futuro fatto di boa di struzzo!!!

    • Reply
      Viola
      Luglio 16, 2014 at 11:24 pm

      Segolène Royal è stupenda: dimostra a malapena 50 anni ed è elegante e femminile, nonostante sia quasi truccata per nulla e con pochi accessori… Ecco come mi piacerebbe essere, vista la mia pigrizia e l'allergia al nichel.. Peccato solo che, in realtà, uno stile così è tutto fuorchè "pigro"

      • Reply
        Giulia
        Luglio 17, 2014 at 12:20 am

        Eh, le francesi in fatto di stile ricercatissimo che però sembra creato con le prime quattro cose che hanno pescato dall'armadio sono davvero imbattibili!!

      • Reply
        Consigli x principianti
        Luglio 17, 2014 at 7:03 am

        Decisamente, uno stile come quello non è pigro affatto, anzi, è frutto di anni e anni di studio intenso di sé e del proprio corpo. Però sono convinta che sia un bello sprone per tutte a definire in ogni caso il nostro stile personale e a sottolineare la nostra unicità come lei sa fare benissimo.

Leave a Reply