Come abbinare Mela Senza categoria

Collant colorati: come dove quando

Ottobre 24, 2014

[testimonial author=”Emma”]Ciao Sara. Sono una lettrice silenziosa tua e di Anna Venere, amo quello che fate per tutte noi imbranate della moda e credo che grazie al vostro lavoro molte ragazze si sentano più belle e sicure. Io leggendovi ho imparato molte cose e credo che tante ne imparerò sulla mia forma, mela a 8. Prima credevo di essere un sifone senza forma e invece grazie a voi e ai vostri consigli adesso pensa un po’ mi vedo persino bella e vesto femminile! A questo proposito, ho letto più volte sul blog di Anna Venere che le mele devono mettere in mostra le gambe, che sono il punto di forza che abbiamo, anche con collant colorati. In teoria ho capito, in pratico mica tanto: che ne pensi tu dei collant colorati? Io non so proprio mai come abbinarli. Ho solo collant neri e grigi e marroni ma questi ultimi già li uso molto poco. Mi pare che stiano sempre male su qualsiasi outfit. Tu che sei una mela a 8 come me (giusto? Mi sembra di averlo capito dai tuoi post!) come li usi? Ti piacciono? Sono davvero imbranata e vorrei un parere esperto! Un caro saluto[/testimonial]

Sono stata bambina nel periodo più nefasto della moda. Ho fotografie in cui indosso imbarazzanti maglioni decorati da paesaggi innevati e orsi di vellutino, pantacollant con la staffa violetti, tute in acetato color block, prendisole pagliaccetti tuttifrutti (ero l’unica che in estate vestiva SOLO con i pagliaccetti?!) e vestitini della domenica con le spalline imbottite. Avevo solo 8 anni e non potevo certo ribellarmi a una mamma che mi sferruzzava i maglioni e mi cuciva gli abiti seguendo la sobrissima moda anni ’80-’90. Il solo abito che salvo di tutta la collezione elementari-medie è la maglietta nera col faccione di Leonardo di Caprio che non toglievo mai (un pezzo cult dei miei anni ’90 insieme ai tatuaggi temporanei della guerriere Sailor). (Leo, nessuna modella di Victoria’s Secrets ti amerà mai come ti amo io; io non ti lascerei mai, neanche dopo un’ordinanza restrittiva, e mi accontento di averti anche adesso che sembri un boiler.)

447aadfd9174120c5cb8d6db20ee2c65

Vi chiederete, cosa centra Leonardo Di Caprio con i collant colorati? Assolutamente nulla; ma è sempre il momento giusto per ammirare una fotografia di Leo. L’unica cosa che mi consolava in quei tempi bui è che non ero l’unica e non ero neanche la più malvestita della scuola, dato che tutte le nostre mamma erano fermamente dedite alla moda colorfull e persino il più bello della classe (nonchè mio compagno di banco, ma ovviamente non s’è mai andati oltre al “Mi passi il righello?” durante l’ora di matematica; e dire che infuocava le mie fantasie più segrete – tenerci per mano e darci un bacio a stampo -, lui che assomigliava tantissimo a Yuri di “Piccoli problemi di cuore” e alla fine speravo che come lui si sarebbe dichiarato in una notte piena di lucciole!), ecco, anche Simone il-figo-della-quinta-A era vittima di un guardaroba assolutamente improponibile perchè la moda anni ’80-’90 ha di bello che è democratica: stava da cani a tutti.

Il finale che non ho mai avuto

Vi chiederete, cosa centra Yuri di “Piccoli problemi di cuore” con i collant colorati? Assolutamente nulla; ma quando si parte col viale dei ricordi delle elementari non c’è freno che tenga. Ah, i primi amori non si scordano mai.

Comunque, tutto questo per dirvi che non ci vuole una seduta di psicanalisi (anche se forse date le deliranti righe qui sopra lo pensate in massa) per capire come mai sono stata traumatizzata ai colori e mi vesto solo in nero, beige, grigio, bianco e bordò. Per chi è cresciuto negli stessi anni in cui sono cresciuta io, il colore scatena lo stesso effetto che “1973” di James Blunt ripetuta all’infinito scatena nei prigionieri di Guantanamo e l’Inno alla Gioia in Alex DeLarge. Il peggio che possa capitarci è incappare nei collant colorati (vedete che ci sono arrivata), che scatenano il doppio condizionamento colore più collant che pizzicano, antico terrore di tutte le bambine costrette a grattarsi le cosce durante tutto il pranzo della domenica. Io mi chiedo che ci mettevano in quelle calzamaglie. Pulci?

Va da sé che nessun pensiero positivo mi sovviene quando penso ai collant colorati. Nella mia testa il collant è solo nero, mat o velato che sia, mentre il colore è una strana mutazione genetica che guardo con molta paura a sospetto, chiedendomi sempre: ma con che cavolo lo metto? Ho riflettuto e riflettuto in questi anni e sono giunta alla conclusione che usarli si può. E vorrei aiutare tutte le restie come la sottoscritta a ripensarli perchè il colore è nostro amico, dopotutto. Il segreto che ho scoperto nel corso del tempo è che il modo migliore per non sbagliare è abbinare i collant colorati a abiti neutri, e viceversa. E’ l’uovo di Colombo, lo so, ma pare che in giro la gente ancora non se ne sia accorta. Oppure, quello che bisogna sfruttare nella scelta del colore dei collant è il contrasto. Niente tono su tono, per carità, non c’è niente di più brutto di una ragazza vestita di blu coi collant blu o verde con i collant verdi. Brrrr…. Molto meglio puntare su tonalità che si accordino con l’abito, ma a contrasto. Ricordate che il collant è pur sempre un indumento, anche se impalpabile e poco costoso: trattatelo come tale. Mettereste mai un maglione grigio con pantaloni/gonna verde ramarro o senape cacchina di neonato? No, vero? E allora perchè farlo con i collant?

 

a36d389210042bee5f1f5326adec31bf

777e02fc4e85accc6e0bd3c4f39d983e

f0621fb3a715c0af6a3d1905c8463794

5a088a5af626e861134d207f0dc31647

La seconda regola è costruire il proprio look attorno al colore dei collant: la scelta di metterli colorati è una deviazione dalla quotidianità (che li vuole basic), per cui dev’essere sottolineata. Devono essere loro il focus del vostro outfit esattamente come un abito giallo canarino, un cappotto verde smeraldo e una sciarpona gigante tartan. Mescolando troppi capi non base si ottiene raramente un risultato soddisfacente, se si è principianti; lo stesso accade con i collant, che da soli (se ben abbinati) possono cambiare volto allo stesso abito. Vi farò un esempio concreto. Ho un abito grigio dritto che voglio indossare in un’occasione particolare. La scelta per i collant da abbinarvi l’ho ristretta a tre colori: nero velato, ciclamino mat, borgogna mat. Ciascuno dona all’abito un’impronta diversa e non posso pensare di utilizzare lo stesso tipo di accessori per tutti e tre. In questo caso, come in tutti gli altri, le calze influenzano eccome l’intero look. Usarle in questo modo, trattarle come veri e propri capi e non accessori, le rende più interessanti e dimezza le possibilità di sbagliare. Osare collant non base con abito non base sì può, ma attenzione: per rendere il tutto armonico molto meglio aver cura che il collant riprenda uno dei colori presenti all’interno dell’abito in quella esatta sfumatura.

 

58447bac5990ba653dc2cc5001a097ca

e15dff0c3a74670a4c5254ef49b29553

43b588d1cc6af2bdeaa937a2bb667869

Le domande del post di oggi sono quindi due: che ne pensate dei collant colorati? Avevate anche voi la camera infestata dai poster di Leonardo di Caprio?

You Might Also Like...

50 Comments

  • Reply
    lilit
    Ottobre 24, 2014 at 9:24 pm

    i collant colorati mi piacciono, magari non li metterei con le scarpe basse, ma con gli stivali perchè no? visto che d'inverno ho il problema di essere sempre troppo nera anzi mi sembrano proprio una bella idea. ne vorrei un paio bordeaux, visto che ho una sciarpa di quel colore… e poi mi piacciono anche in viola e verde petrolio…. ma non in colori troppo accesi. mi piacciono anche le calze scure coi disegni colorati, tanti anni fa si portavano molto, e mi piacevano come idea, ma a quel tempo non portavo mai le gonne.

    argomento Di Caprio: io non ero tra le sue fans per motivi anagrafici, mi sembrava tanto bimbominkia, e a quel tempo trovavo MOSTRUOSA l'idea di stare con uno che aveva qualche anno meno di me… anche se poi mi sono riceduta e ho sposato un uomo che è addirittura più giovane di lui oltre che di me 🙂

  • Reply
    Nome *
    Ottobre 24, 2014 at 9:30 pm

    ciao bel post…belli soprattutto i ricordi evocatiXD Per un certo periodo anni fa erano tornati di moda i collant colorati…e io lì avevo tutti!!! lì portavo con le gonne nera, marrone o grigia a seconda del colore e cercavo di abbinarci il maglioncinno o il dolcevita tipo..calza ciclamino – gonnellina svasata grigia – maglioncino ciclamino…le avevo verde scuro, verde shrek, ciclamino, marroni e arancione chiaro/mattone..eeee sì ne avevo x ciascun colore da abbinarci! poi mi sono ingrigita …e infine ho smesso di mettere le gonne …x riprendere solo qs anno… per rispondere alla tua seconda domanda..no nn avevo Leo in camera xké piaceva a tutte e io volevo essere controcorrente…xò nn ricordo più chi mi piaceva….>_<

  • Reply
    Giulia
    Ottobre 24, 2014 at 9:39 pm

    Io dirò una bestemmia, ma Leo lo apprezzo molto di più adesso che ai tempi di Titanic: allora mi sembrava un efebico fighetto – tenete conto che il mio ideale maschile ha sempre gravitato attorno al modello Johnny Depp-Argentero-Banderas, non esattamente degli ariani -, adesso che è corpulento e con qualche ruga lo trovo più interessante ed espressivo.
    I collant colorati? Si, mi piacciono, ma non mi sono mai spinta oltre un prevedibile bordeaux o kaki. Il mio sogno sono quelli a righe orizzontali, ma sono troppo vecchia per fare la lolita;))))

  • Reply
    Giulia
    Ottobre 24, 2014 at 9:41 pm

    Ci tengo a precisare: il mio ideale era Banderas PRIMA del mulino bianco e della gallina rosita!!!!!!

  • Reply
    Kika
    Ottobre 24, 2014 at 10:58 pm

    Ahahah, condivido praticamente tutti i tuoi ricordi d'infanzia! Però io li associo più al periodo medie-inizio liceo (e forse è pure peggio:)), ne deduco che ho una manciatina di anni più di te 🙂
    Fatto sta che io dopo una fase di rigetto minimalista ho ritrovato in pieno la passione per il colore, collant compresi. Li ho di tutti i colori dell'arcobaleno e dato che sono anch'io una mela a 8 penso di poter essere un buon esempio per Emma. Ma non avrei niente da aggiungere ai consigli che hai dato tu: io li indosso esattamente così. In più ne ho alcuni multicolori (qui andiamo sul difficile 😉 e questi li abbino esclusivamente ad abiti tinta unita e sobri, e solo nel tempo libero. Un altro consiglio che posso dare è di riprendere il colore del collant con un accessorio (borsa, collana, sciarpa, cappello…).

    Ps: io ricordo che mi pizzicavano non i collant ma le calzemaglie di lana, anzi tutte le cose di lana che mia mamma mi metteva: che odio!! Secondo me allora la lana era trattata diversamente (o meno trattata – o riempita di pulci;), boh, adesso non mi pare che sia un problema così frequente!

    Pps: Leonardo Di Caprio come uomo non mi è mai piaciuto, sorry 😛 I miei poster erano di Raoul Bova e David Duchovny (il Mulder di x-Files) quindi tutt'altro genere, il mondo è bello perché è vario e tanto meglio in questo campo, così c'è posto per tutti e tutte 😉

    • Reply
      lilit
      Ottobre 25, 2014 at 9:11 am

      la lana di oggi non è tanto che è diversa da quella di una volta… semplicemente non c'è più! sembra lana, poi in realtà sono tutte fibre sintetiche… sono meno irritanti ma sanno sudare senza tenere caldo. certo la vecchia lana pizzicava e non era l'ideale per indumenti da portare a pelle (mai indossato calzamaglie! e i maglioni solo con una maglia di cotone sotto)… ma io li rimpiango i vecchi maglioncini un po' ruvidi, che si riempivano pure di pallini, ma tenevano tanto caldo, ora trovarli è diventata un'impresa… e quelli vecchi e sgualciti mi guardo bene dal buttarli via!

      per le calze comunque ora si usa la microfibra, che è morbida e isolante, e tiene pure più caldo della finta lana.

      ah, dimenticavo: io da ragazzina in camera non avevo nessun poster (non c'era spazio per attaccarlo), in compenso appiccicavo dietro la porta foto, cartoline e disegni fatti da me… i miei idoli però erano i cantanti metal, di cui le foto non si trovavano mai… poco male perchè ero innamorata delle loro voci e non sapevo bene che aspetto avessero.

  • Reply
    sara
    Ottobre 24, 2014 at 11:14 pm

    a me i collant più che colorati piacciono a fantasia: adoro i trafori, i pois addirittura quelli effetto tatuaggio, color carne con un disegno sopra, che credo per certo te etichetterai come terribili 🙂 ne ho avuto un paio rosso fuoco, solo che li ho tagliati e trasformati in parigine per un cosplay, dopodichè sono rimasta traumatizzata da una ragazza in università che ne ha un paio color gambe di paperino, e il mette le ballerine, ti lascio immaginare l'effetto…
    quindi ti faccio una domanda: per quelli a fantasia valgono le stesse regole? e se le fantasie sono di colori neutri come si fa?

    p.s. la mia generazione ha adorato johnny deep, io invece all'epoca odiavo i maschi

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 27, 2014 at 7:14 pm

      Wow sei davvero molto coraggiosa!!!! Io credo proprio di avere un limite con le calze colorate, figurati con quelle fantasia 😀

  • Reply
    fabiana
    Ottobre 25, 2014 at 11:33 am

    ciao sara, a me piacciono molto i collant colorati anche se avendo delle belle cosciotte tornite li oso solo in colori scuri. volevo farti una domanda: ho un vestitino blu notte con lo scollo decorato da piccole perline argentate che mi salva la vita nelle occasioni semieleganti invernali uso nelle occasioni semi eleganti invernali (compleanni, battesimi, feste di natale varie)sono aempre partita dall'assioma assoluto che blunotte e nero nn sono proprio il top inoltre ho paura che qualsiasi colore a contrasto renderà il tutto meno elegante mi resta solo metterci un collant blu. è davvero così brutto? fabiana

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 27, 2014 at 7:11 pm

      Sì, blu su blu è proprio brutto. O cerchi delle calze cipria effetto nudo oppure ti butti sul nero velato. Se vuoi andare sul contrasto completo, con il blu sta molto bene il bordò.

    • Reply
      Paola
      Ottobre 28, 2014 at 6:27 pm

      De gustibus. Secondo me invece blu su blu vince assolutamente. Al nero + blu scuro son contraria e col bordeax perderebbe in eleganza…

  • Reply
    fabiana
    Ottobre 25, 2014 at 11:41 am

    ah dimenticavo, per quanto riguarda leonardo di caprio anche io lo preferisco ora, più uomo. alle medie amavo alla follia ramazzotti, ero convinta che un giorno ci saremmo sposati. poi alle superiori l'ho tradito con robbie williams dei take that…

  • Reply
    giuli
    Ottobre 25, 2014 at 12:22 pm

    Ciao Sara! io le calze le uso principalmente scure: grigi, nere, beige…anche perchè i miei vestiti sono colorati e non oso avventurarmi nella scelta vestito colorato e calze colorate… 🙂 ma un giorno lo farò!!!

    a proposito di calze però…velate o coprenti? cioè d'inverno per me coprenti senza ombra di dubbio! sono troppo freddolosa per anche solo pensare di mettere quelle leggere, soprattutto quando ho i pinguini che mi aspettano fuori dalla porta e tira un vento che mi gela nella ossa…brrr
    Ma adesso? non mi sento ancora mentalmente in inverno, anche se la mattina fa freddo, e le calze coprenti 100% mi danno un'idea sbagliata…soprattutto se esco di casa alle 7 di mattina….
    c'è poi chi mi dice che velate sono solo da nonne… Voi che ne pensate? Da che parte vi schierate?

    Ah, io non sopporto titanic, ma mi sa che sono l'unica al mondo…però Leo non mi dispiaceva

    • Reply
      lilit
      Ottobre 27, 2014 at 10:29 am

      le calze velate non fanno impazzire neanche me, specie quelle color carne. oltretutto si rompono con niente, sono da considerare praticamente monouso. le prefeirsco decisamente piuttosto coprenti (così hanno anche effetto un po' contenitivo sulle cosciotte haha)… che però vanno bene solo quando fa freddo.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 27, 2014 at 7:09 pm

      Io sono per le calze velate nere tutta la vita. Sono molto eleganti e puoi usarle anche con un total black senza rischiare di affossare e incupire troppo il tutto. Certo tengon freddo, per questo durante il giorno in inverno le evito, ma le uso per la sera o per le occasioni speciali, dove so esserci una temperatura umana (ristoranti, bar, casa di amici); nel tragitto ovviamente piumino o montone lungo a coprirmi le gambe.

      • Reply
        Kika
        Ottobre 27, 2014 at 8:00 pm

        Per il problema freddo con calze nere velate: che ne pensi del metterci sotto dei collant color carne? Ci ho pensato più volte, ma non vorrei che l'attrito tra le due calze peggiorasse il rischio di romperle…

        • Reply
          Consigli x principianti
          Ottobre 28, 2014 at 11:12 am

          Non credo ci sia rischio alto di rottura: io ho fatto più volte strato in microfibra e strato misto cachmere per avere caldo! Si potrebbe provare!

  • Reply
    Sere
    Ottobre 25, 2014 at 12:26 pm

    Oh, Leo dolce Leo! Alle elementari compravo ogni settimana in cartoleria una bustina con dentro foto di Leo, tatuaggi di Leo e ancora qualcosa che non ricordo! Le conservo ancora quelle foto!!! Andavamo a casa della mia migliore amica e riguardavamo i pezzi romantici di Titanic… 'Dove la porto signorina??' Quello era amore vero! Ovviamente mi sentivo anche io sailor moon, avevo lo zaino di sailor e pure la barbie..e mi sentivo fighissima!alla faccia delle improbabili 'vestine' che mi metteva mia mamma!

    Per quanto riguarda le calze colorate.. Bellissime..ma accidenti per una clessidra non è così semplice. Coi molti vestiti neri marroni o blu trovo diano troppo risalto alle gambotte..

  • Reply
    Francesca
    Ottobre 25, 2014 at 12:32 pm

    Io invece faccio parte di quelle che i collant colorati "no, mai! Già faccio fatica ad abbinare i colori ci manca solo che debba abbinare i collant con la borsa e il vestito".
    Grazie a te e ad Anna adesso me la cavo meglio con gli abbinamenti, ma i collant colorati continuano a far parte dei miei incubi modaioli…

  • Reply
    Francesca
    Ottobre 25, 2014 at 12:35 pm

    Io invece faccio parte di quelle che i collant colorati "no, mai! Già faccio fatica ad abbinare i colori ci manca solo che debba abbinare i collant con la borsa e il vestito".
    Grazie a te e ad Anna adesso me la cavo meglio con gli abbinamenti, ma i collant colorati continuano a far parte dei miei incubi modaioli…

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 27, 2014 at 7:05 pm

      Siamo in due 😀 Io mi metto di impegno per rispondere alle vostre domande in merito ma nella mia testa i collant sono solo neri o color carne velati opachi praticamente trasparenti per la mezza stagione. Non me li vedo addosso, se non in pochissime occasioni con outfit studiatissimi. Tipo che perdo intere giornate a cercare la sfumatura di collant giusto.

      • Reply
        Francesca
        Ottobre 27, 2014 at 10:23 pm

        Ecco, appunto: le sfumature di colore! Incubo!!! 🙂 poi non so se arrivi al mio livello, nel senso che quando guardo le foto di queste ragazze mi vengono sempre in mente delle strane malattie della pelle (o giù di lì). Le uniche foto che mi piacciono sono quella della ragazza con i collant fucsia e l'ultima, anche se trovo quest'ultima di "forte impatto". Che dici, sono esagerata? 🙂

        • Reply
          Consigli x principianti
          Ottobre 28, 2014 at 11:13 am

          No tranquilla: io le guardo e penso "perchè non si sono messe dei collant neri?!". ma sono proprio limitata!!

  • Reply
    Ari
    Ottobre 25, 2014 at 2:13 pm

    Io li usavo tanto tempo fa, anche quelli a fantastia 😀 Meno male perlomeno li usavo con cose neutre!
    Ora guardo con desiderio soprattutto un paio di collant rosso scuro che mi hanno regalato ma che non saprei proprio con cosa mettere! Col nero mi sembrerebbe troppo aggressivo, ma non saprei che altri colori abbinarci.
    E piango anche la morte dei miei collant marroni, presi l'anno scorso e con cui ora non so proprio cosa farci per lo stesso motivo! Se non trovo qualcosa con cui stiano bene mi sa che li seziono e trasformo in elastici per capelli!

    • Reply
      Ari
      Ottobre 25, 2014 at 2:18 pm

      Ah, dimenticavo: io alle elementari "amavo" (perché da piccoli si dice sempre così!) Leo, solo che lo "fondevo" col cantante dei Backstreet Boys X'D Anche da piccola non avevo una gran memoria!
      Poi dalle medie invece ho cambiato tipo e mi sono invaghita perdutamente di Johnny Depp e…Billie Joe dei Green Day 😀

  • Reply
    Maria
    Ottobre 25, 2014 at 9:59 pm

    Il povero Leo non mi piaceva allora (di titanic ricordo solo lo shock dei cadaveri surgelati, avevo tipo 7 anni…) e non mi piace neanche adesso, non so perché, non mi ha mai ispirata!
    I colori da piccola li adoravo, e anche ora metterei solo quelli, ma cerco comunque di limitare l'effetto arlecchino indossando un solo elemento colorato per volta… In inverno è un pianto trovare cose colorate ma della giusta pesantezza, trovo tutto scuro e deprimente! Ogni volta che trovo un bel maglione colorato è una festa! Per questo i collant colorati mi aiuterebbero a dare un po' di colore agli outfit più noiosi e grigi… Solo che non ne ho neanche uno, stranamente: quest'anno rimedierò sicuramente!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 27, 2014 at 7:02 pm

      Ahi, quest'anno trovare dei collant colorati sarà dura. Il mio spacciatore di fiducia (Calzedonia) mi ha detto che ne è sprovvisto perché "non vanno di moda" e aveva una serie infinita di colorini smorti e cupi.

      • Reply
        Irene
        Ottobre 28, 2014 at 3:31 pm

        Ma è strano… perchè per esempio, a Calzedonia qua a Firenze, pure quest'anno ci sono parecchi colori in varie sfumature!

        • Reply
          sara
          Ottobre 28, 2014 at 10:04 pm

          dalle mie parti ci sono due outlet calzedonia.. lì le calze colorate si trovano di sicuro, solo che bisogna avere la botta di fortuna di trovare proprio il colore giusto.. ricordo un anno che le avevano verdi.. sia fluo che verde acido!

          • Consigli x principianti
            Ottobre 29, 2014 at 9:07 pm

            Io cercavo un umilissimo rosa ciclamino per ravvivare il mio abito grigio monacale. Niente, avevano solo il rosa cipria. Che io dico, ma chi diavolo usa il rosa cipriaaaaaaaa!!!

  • Reply
    Irene
    Ottobre 26, 2014 at 11:55 am

    Io alle elementari non ho avuto particolari "infatuazioni", tranne per l'ombroso Erik di Rossana… E al massimo sognavo di essere Sailor Moon cercando di vestirmi come lei! Anche se poi realizzai che ero molto piú affine a Sailor Mercury, in quanto aveva i capelli a caschetto come me, era tutta blu (colore che adoravo), e Mercurio è pure il mio pianeta XD
    Alle medie, invece, partii in quarta prendendomi una cotta per Donny Darko…
    Per quanto riguarda le calze, io le adoro colorate, e cerco anche di non abbinarci per forza abiti neri, ma di altro colore piú vivace che possa stare bene senza rischiare di diventare Arlecchino. Le ho bordeaux, prugna, verde bosco, e un paio scure con arabeschi di color marrone-bordeaux-verde petrolio *.*

    (scusate il papiro, ma mi succede sempre, quando ci sono in ballo i bei ricordi infantili…! 😀 )

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 27, 2014 at 7:00 pm

      Erik di Rossana, ecco l'altro mio grande amore delle medie!!!! Come ho potuto dimenticarlo?! La mia guerriera Sailor del cuore era Marta alias Sailor Venus. Tanti cuori per lei. Era pure fidanzata al Milord biondo (qualcuno ricorda il nome?)…

  • Reply
    Deborah
    Ottobre 26, 2014 at 1:33 pm

    Collant colorati sí…a patto che siano molto scuri! Mi piacciono quelli con le trame impalpabili..anche con i pois e con la riga dietro! Sempre scuri però ..essendo una clessidra, anche se non formosissima, trovo che il colore vivace effetto neon attiri troppo l'attenzione sulla coscia.
    Ma io adoro i collant! Quelli di 50den e anche più…aaahhh peccato che quelli buoni costino…

    Per quanto riguarda Leonardo di Caprio…noh, non é il mio genere!

  • Reply
    Eli
    Ottobre 26, 2014 at 6:07 pm

    Non uso collant colorati o color carne, rigorosamente neri e in microfibra.
    Sono una clessidra formosa e metterei qualsiasi cosa pur di snellire le cosce!!!

    Anch'io odiavo le calzamaglie che prudevano all'inverosimile e i maglioni, che tutt'oggi mi rendono la pelle rossa se non li uso con maglie a maniche lunghe di cotone.
    L'ultima volta che mi feci vestire da mia madre ero in 4 elementare e indossavo una gonna a ruota color pesca.
    Non la misi mai più!!!
    Amavo Leonardo Di Caprio, avevo la porta e i muri tappezzati dai suoi poster e da quelli di Chad Michael Murray.

  • Reply
    Daniela
    Ottobre 27, 2014 at 11:14 am

    Io non solo collezionavo le figurine di Leo, ma scrivevo anche improbabili lettere d'amore in inglese (!) a lui, a Nick Carter dei BSB e praticamente a chiunque avesse gli occhi chiari e i capelli biondi tagliati a scodella (e, di conseguenza, sì, avevo anche una cotta per Yuri). Ah, beata gioventù!

    Per quanto riguarda i collant, ricordo che li portavo blu marine, rossi, bianchi (arrrgh) e addiritura neri a rete piccola, dando prova di un'audacia che purtroppo (o per fortuna) dopo la terza elementare mi ha abbandonata.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 27, 2014 at 6:56 pm

      Io anche se nutrivo un amore incondizionato per il taglio biondo a scodella non ho mai amato Nick Carter… è uno dei grandi misteri della mia giovinezza!!!

  • Reply
    Raffaella
    Ottobre 28, 2014 at 3:37 pm

    Io negli anni 80 mi vestivo già da sola. E posso considerarmi quindi l'unica responsabile del mio look total-color fluo.
    Di collant colorati ne ho uno scatolone (i miei zii erano rappresentanti di commercio e tre volte l'anno elargivano l'intero campionario all'unica nipote taglia 42-II) colorate e decorate, ricamente, velate e coprenti. Cose dell'altro mondo. 80 su 100 immettibili ma quel 20… favoloso! Non vedo l'ora di perdere i 10.12 chili accumulati con le gravidanza per riusare quelle color petrolio con vestiti di maglia neri e collana in tinta, quelle giallo Paperino col cappotto di panno Casentino o quelli verdebottiglia con pantaloncini corti di panno grigio.
    Di Caprio è troppo giovane ma Francesco Nuti mi faceva impazzire…

  • Reply
    ada
    Ottobre 28, 2014 at 3:49 pm

    belle le foto che hai messo, alcuni look sono davvero sfiziosi… ma in effetti è da notare che sono tutte ragazze magre.

    Il collant colorato va bene, ma solo su gambe magre. L'effetto cosciotto di maiale è dietro l'angolo ….

    per i "cosciotti" meglio un classico, banale, noioso, ma confortante collant nero…

    • Reply
      lilit
      Ottobre 28, 2014 at 5:00 pm

      bè, se si tratta di colori vivaci e accesi è senz'altro vero, ma calze di colori tutto sommato sobri come il verde scuro o il bordeaux non credo siano così pericolosi, specialmente se portate con gli stivali.

  • Reply
    Anna
    Ottobre 28, 2014 at 5:17 pm

    Credo che sia uno stile allegro e divertente per chi se la sente ma non porto collant (traumatizzata anche io da bambina!) e sono fuori età per tutto questo colore… (38 e 1/2).
    In ogni caso le foto, come foto di moda, sono bellissime!
    Volevo chiederti: come si chiamano le scarpe della ragazza seduta con la gonna verde? (quella che beve). Francesine?
    Grazie.
    P.S: troppo grande per Di Caprio, ha 2 anni più di me ma, quando divenne famoso, sembrava un ragazzino… io, studentessa universitaria, lo vivevo come un fratellino minore.

  • Reply
    Marina
    Ottobre 28, 2014 at 11:13 pm

    Io amo le calze colorate da quando ho cominciato a mettere la gonna nella vita quotidiana, ovvero da quando sono tornati di moda gli stivali (sì ragazze, perché tendiamo a dimenticarcelo, ma c'è stata un'epoca infelice in cui gli stivali erano una rarità, quindi gonna significava ballerine e declinazioni del caso o decolletés e declinazioni del caso, anche d'inverno…). In realtà adesso mi piacciono tanto anche con le francesine, trovo che le sdrammatizzino un po'!
    Mi piacciono le calze colorate principalmente perché avendo pochi vestiti e gonne (per davvero), li ho tutti in colori super basic (nero, grigio, marrone, con un'incursione nel blu e una nel verde scuro), e le calze colorate con poca spesa permettono delle varianti sul tema e un minimo di vivacità. Essendo una mela a 8 le mie gambe, anche se belle, non sono proprio snellissime, quindi non oso i colori molto chiari come giallo, bianco, grigino, azzurrino e le fantasie… Ma mi sono appena innamorata di quelle verde acido in una delle foto, quindi mai dire mai!
    Per quanto riguarda i ricordi di gioventù, io da piccola ricordo gran collant bianchi (il massimo del raccapriccio era l'abbinata collant bianco, magari un po'mollo e con le pieghe sulla caviglia, e ballerina di vernice nera), oppure calzamaglie di lana blu scuro o bordeaux che mi facevano impazzire di prurito e facevano sudare il sedere, a dirla tutta. Alle medie invece sempre in tema di calze ricordo la moda delle parigine di lana scura sopra i collant color carne, moda che mia madre non mi ha mai permesso di adottare perché volgare (grazie mamma) e, per un periodo, dei collant orribili grigio melange (effetto felpa). invece alle superiori ero punk percui ero un'appassionata di collant a righe orizzontali con gli anfibi… E devo dire che ripenso a quel look con un certo affetto, anche se non mi sognerei mai di vestirmi così, ora.

  • Reply
    Dalila
    Ottobre 29, 2014 at 12:49 pm

    ahahah mi hai fatto morire dal ridere XD Io quando andava in onda Piccoli problemi di cuore ero già grande e non era il mio tipo, ma piaceva un sacco a mia sorella 😀
    Nonostante io pure abbia portato pantacollant e roba iper colorata, il colore l'ho sempre amato e lo amo tutt'ora, non sono rimasta affatto scioccata XD anzi, le calze colorate, i pantacollant colorati, i capi colorati, sono la mia mania e scoprire che in quanto mela (grazie ad Anna per questo!) le calze colorate sono un mio punto di forza, ho incrementato gli acquisti 😀

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 29, 2014 at 8:50 pm

      Vedi?! Si può uscire vivi dagli anni '90! E brava Dalila, sicuramente la tua forma viene super esaltata in questo modo!

  • Reply
    Noemi
    Ottobre 29, 2014 at 5:40 pm

    Leo Leo Leo… Mi garbava sì! E mi scocciava che piacesse così tanto…così mi sono fatta passare la cotta. Le sailor sempre amate! Yuri ed Erik miti intramontabili…a me piaceva anche Dai Dai! Poi al liceo è arrivato Spike …e Inuyasha… Dovremmo essere molto vicine d'età perché io ODIO il pagliaccetto ancora oggi (che mi madre trovava così carino), le spalle imbotite e le odiose calze bianche con pizzo o meno…proprio a causa di ciò, quando ho iniziato a rimettere vestiti e gonne ho sempre messo calze scure( con blu metto il grigio!) al massimo marroni. Mi piacerebbe osare con un Borgogna o anche un bel viola o verde…indagherò dal mio spacciatore (tezenis). Baci e grazie di avermi fatto tornare con la memoria a quei terribili anni , in senso buono 😀

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 29, 2014 at 8:46 pm

      Daichi, Dai Dai per gli amici!!! Aiuto, non hai la più pallida idea di quello che hai scoperchiato: io e la mia migliore amica IMPAZZIVAMO per "Un fiocco per sognare, un fiocco per cambiare", dire che ne eravamo drogate è dir poco!! Io giuro che se dovessero rifarlo me lo guarderei ogni pomeriggio, altro che Breaking Bad! Dopotutto, non mi perdo mai una replica di Lady Oscar e Heidi… se dovessero rifare "Un fiocco" ciao proprio. Smetto di esistere, in quella mezz'ora!
      La bruttezza dei pagliaccetti (AKA Jumpsuit AKA tutone AKA prendisole AKA salopette) è inversamente proporzionale alla loro bellezza negli occhi delle madri anni '80-'90: chissà poi perchè…!

  • Reply
    lilit
    Ottobre 29, 2014 at 6:32 pm

    missione compiuta: acquistati collant bordeaux 50 den all'Upim a 4 euro! conto di collaudarli il più presto possibile 😉

    • Reply
      Consigli x principianti
      Ottobre 29, 2014 at 8:36 pm

      Poi ci dici il risultato del collaudo, eh!

      • Reply
        lilit
        Novembre 2, 2014 at 9:17 am

        me li sono messi ieri sera, ma non quelli bordeaux, ma un altro paio che nel frattempo avevo preso, viola, colore che amo… e infatti avevo appunto una sciarpa dello stesso colore. che dire, di sicuro non adatti a chi vuole passare inosservata, ma non è vero che fanno le gambe grosse, specie se messi con una gonna svasata e stivali. a me piacciono, credo che proverò anche qualche altro colore, sempre tra quelli moderatamente scuri. però ieri sera c'era anche una ragazza con le calze nere a pallini, e accidenti, adesso m'è venuta voglia un po' anche a me di pallini!

  • Reply
    Kika
    Novembre 19, 2014 at 2:11 pm

    Mi sono permessa di inserire un link a questo post nell'ultimo mio post che parla di collant colorati (arancioni per la precisione 🙂 spero ti faccia piacere:
    http://lemusedikika.blogspot.it/2014/11/collant-arancioni-12-idee-per-abbinarli.html

    Ciao Sara, aspetto con impazienza il tuo prossimo post, sono sempre interessanti e simpatici (e quest'ultimo aspetto non è da poco). A presto!

  • Reply
    Lilit
    Dicembre 21, 2014 at 6:47 pm

    ah, un avvertimento, ragazze, calze colorate sì, ma mai di colore giallo! nella Venezia dei dogi le calze gialle erano il segno distintivo delle donne di malaffare (ricordate 'e donne de san Vidae va via coe calse zae?)

Leave a Reply