Pera Personal shopper

Rehab dell’armadio: retrò moderno

Gennaio 15, 2015

Qualche settimana fa ho conosciuto Giuliana, una donna con dell’ottimo gusto per gli abiti ma che aveva bisogno di meglio organizzare il proprio guardaroba e renderlo compatibile con lo stile che più ama: ladylike e retrò. Gli anni ’50 sono il suo mondo, le dive d’altri tempi la sua ispirazione; eppure, da brava donna pratica e con i piedi per terra, non volendo sembrare eccessivamente leziosa non voleva un total look vintage. La soluzione migliore è mixare dunque capi contemporanei dando loro un sapore retrò e scegliere come musa una donna forte e dall’aria scanzonata; una donna come Katerine Hepburn, ad esempio, che con il suo look riesce a mescolare con naturalezza maschile e femminile.

La forma del corpo di Giuliana è moooolto particolare; vista in mutande e reggiseno, metro alla mano, è una pera, ma talmente magra da avere tutte le caratteristiche della rettangolo: le sue curve sono appena accennate, il punto vita è invece ben visibile, i fianchi più larghi (per quanto magri) ma il sedere non sporgente. Insomma, una pera magrissima, senza un filo di grasso. Eppure, con gli abiti dritti e informi il suo corpo appare informe; per cui, anche se siete magre e il vostro punto vita è poco accennato è sempre meglio mostrarlo che nasconderlo. Insomma, se c’è non nascondiamolo! Ovviamente, questa particolare forma di pera magrissima non si accorda pienamente allo stile anni ’50 tutto curve; ma con qualche accorgimento è possibile accentuare il punto vita e rendere la linea dei fianchi più sinuosa. Vediamo come!

Primo passo: scovare begli abitini e sdrammatizzarli, di modo che si possano utilizzare ogni giorno…

20141222_120754

 

 

 

20141222_120909

Step due: mostrami i capi che non usi mai ma che ti piacerebbe utilizzare di più! Giuliana ha tirato fuori dall’armadio un capo decisamente particolare, regalo di una parente: un cappotto con interno in pelliccia e decisamente oversize… poichè l’oversize va indossato in modo “umano” con gli accorgimenti che ho indicato qualche post fa, eccoci ad applicare quanto detto: vita stretta da una cinturona, maniche risvoltate che lasciano liberi i polsi, effetto doppiopetto. Et voilà il prima e il dopo!

20141222_124753
20141222_124901

Ed ecco una serie di look anni ’50 con i pantaloni larghi, a vota alta e segnati da una cinturina; per il giorno e, volendo, per la sera:

20141222_130352 20141222_130402
20141222_130552 20141222_131720#1 20141222_131737
20141222_132234
20141222_133932

Ed una serie di look con la gonna: rigorosamente a vita alta e in tessuto sostenuto. Abbinate ovviamente a una parte alta monocromatica, per esaltare al massimo la fantasie delle gonne. E’ importante, perchè questa vivacizza la parte basse allargandola: solitamente la pera non ne ha bisogno, ma la pera magrissima sì, per rendersi molto più femminile di quanto non sia ed esaltare al massimo il punto vita.

20141222_135713

20141222_135721 20141222_140309 20141222_140318 20141222_14101520141222_141501 20141222_141510 20141222_141847 20141222_141857 20141222_141905

Da questi look possono prendere spunto anche le rettangolo che vogliono vestire retrò o dare un tocco femminile al proprio armadio! Che ne dite? Il tocco retrò si mescola con abiti contemporanei: vi piace questo tipo di look?!

14 Comments

  • Reply
    Deborah
    Gennaio 15, 2015 at 7:04 pm

    Che bello rivederti!!:)))
    Oh di, ho apprezzato molto questo post; gli anni 50 devono essere per forza mixati e limati dagli abiti contemporanei!
    Peccato che per me questo post non risolva i miei problemi…a causa della forma e dell'età!
    Prima o poi mi deciderò a inviarti un e-mail dettagliata…il problema forse però é semplicemente l'occasione e il soldino che manca per completare il mio armadio in stile anni 50 (almeno per quel che riguarda la forma degli abiti)
    E da questo post ho capito che non ho proprio occhio per le forme. Gesù, avrei detto che Giuliana fosse o una clessidra magra o una rettangolo molto poco spigolosa.
    É proprio vero che sono una talpa o.o

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 16, 2015 at 3:08 pm

      No, Giuliana ha una forma difficile da capire. Io prima di vederla in intimo avrei detto che sicuramente è una rettangolo; in realtà sia il mio parere vedendola in mutande, sia le problematiche che lei percepisce con gli abiti che indossa sia il parere di Anna è: pera magrissima. Ovviamente i "fianchi più larghi" non sono per forza fianchi larghi; questo dovremmo imparare dal concetto di forma del corpo: va al di là delle taglie.

  • Reply
    Maria
    Gennaio 15, 2015 at 7:05 pm

    Bellissima questa rehab! Quando ho visto il cappottone di pelle oversize ho pensato "Eh ci vorrebbe un miracolo per renderlo punto-vita friendly", e poi ho visto il risultato finale e ho detto "Ah però!", l'idea della cintura e del doppio petto è davvero vincente!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 16, 2015 at 3:04 pm

      Grazie mille! Quando parlo di rehab, a tutte le ragazze che vedo chiedo per prima cosa "fammi vedere quegli abiti che ti piacciono ma non riesci ad indossare". Mi ci metto d'ingegno e poi spero che il risultato sia quello desiderato! Se avete a casa un cappottone e avete questo tipo di problema, provate a fargli una rehab in questo modo!

  • Reply
    sara
    Gennaio 15, 2015 at 7:58 pm

    mi piace un sacco questo stile, brava!! anche se non fa per me perchè lo vedo molto adulto, per ora finchè riesco cerco di fruttare gli stili da teenager 😀

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 16, 2015 at 3:03 pm

      E' uno stile più adatto a donne più mature, che lo portano con una grazie e un'eleganza rare in ragazze più giovani 🙂 A ogni età il proprio stile

  • Reply
    Paola R.
    Gennaio 16, 2015 at 9:06 am

    Mi è venuto un dubbio: a me Giuliana sembra una rettangolo, nelle foto di fronte non vedo un allargamento in zona fianchi, anzi le spalle mi sembrano abbastanza importanti, un pochino più larghe dei fianchi. Chiaramente, non sono un'esperta (anzi!) ma vorrei capire dove sbaglio.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 16, 2015 at 3:01 pm

      In effetti, come ho scritto, è talmente magra da avere le fattezze della rettangolo (sedere più piatto, pancia inesistente, spalle strette); eppure, vista in mutande e reggiseno il punto vita è segnato eccome e i fianchi ci sono, più larghi della parte superiore. Con gli abiti giusti, non si nota neanche. Ma con pantaloni dritti e non a palazzo, abiti per mele o rettangolo, giacche on avvitate, si nota eccome che il suo corpo ne risente moltissimo e l'ha notato lei stessa!

  • Reply
    LaFra
    Gennaio 16, 2015 at 2:26 pm

    Bravissima! Soprattutto con il cappotto hai fatto un mezzo miracolo! Spero però che ti capiti presto il rehab dell'armadio di una donna un pò più in carne, ad esempio una clessidra formosa come me, mi piacerebbe davvero vedere come te la cavi ed avere qualche spunto …;)

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 16, 2015 at 2:59 pm

      Vero! non mi ha ancora contattata nessuna donna o ragazza più in carne!Forse perchè tutte quelle che si definiscono tali, non lo sono affatto? Potrebbe anche essere così…

  • Reply
    Alex
    Gennaio 16, 2015 at 3:36 pm

    Ho un paio di pantaloni quasi uguali a quelli a quadretti bianchi e neri di Giuliana e anche io sono una pera (secondo me)/clessidra (secondo Anna) magra. Di solito di indosso con un maglione non lungo, ma che non metto dentro i pantaloni. Vedendo l'effetto su Giuliana credo proprio di sbagliare. Invece ho provato a chiudere con la cintura un cardigan lungo e mi sta davvero male.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 16, 2015 at 4:13 pm

      Il cardigan lungo è una cosa diversa rispetto al maglione lungo; la cinta serve per segnare il tuo punto vita, mentre nel caso del cardigan serve a crearlo. Meglio, per le pere, evitarlo proprio il cardigan lungo e optare per un cardigan corto.

  • Reply
    Ari
    Gennaio 19, 2015 at 11:23 am

    Brava tu e meravigliosa questa donna!
    I miei look preferiti sono quelli con i pantaloni marroni e quelli grigi (i pantaloni un po' maschili sono uno dei miei sogni proibiti) e gli ultimi due, molto di classe.
    Anch'io ho salvato un cappotto discutibile con lo stesso metodo, è stata una soddisfazione 😀

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 19, 2015 at 12:03 pm

      E' proprio una soddisfazione quando salviamo capi con le nostre manine! Ci sentiamo creative e potenti e soprattutto geniali 😀

Leave a Reply