Come abbinare Forme

Elegante in pantaloni

Gennaio 18, 2015

[testimonial author=”Viola”]Ciao Sara! Sono una nuova lettrice ma ho già spazzolato tutti i tuoi articoli! E’ bello trovare finalmente qualcuno che parla di moda come te, con ironia e testa. Mi presento: mi chiamo Viola, ho 39 anni, sono mamma di due bellissime bimbe, di lavoro faccio l’insegnante e sono una rettangolo non spigolosa (o forse una clessidra molto magra perchè mi pare che il punto vita ci sia, anche se poco pronunciato); chiederò presto consiglio ad Anna Venere per capirle meglio. Non so se per mia abitudine o perchè il mio fisico è poco femminile (almeno così mi sembra) le gonne e i vestiti me li vedo proprio male addosso; non mi piacerebbe neanche essere una di quelle donne tutta curve e con abiti stile bon ton, sono anzi soddisfatta del mio fisico e credo che si accordi molto bene con chi sono io (attiva, sportivissima, anche a scuola dato che sono insegnante di educazione fisica indosso sempre abiti poco femminili, nel tempo libero amo passeggiare o uscire a fare lunghe passeggiate in bici con la mia famiglia). Quando esco, uso jeans o pantaloni dritti con camicia e tacco. Mi piace molto come stile e non lo abbandonerei. Allora perchè scriverti? Perchè sono stata invitata a un matrimonio e la sposa, mia cara amica, ha richiesto un abbigliamento elegante sia per donne sia per uomini. Purtroppo credo che non gradirebbe una donna in pantaloni e camicia. Io non so proprio come vestirmi… anche se il matrimonio è a fine giugno, ho già guardato qualche abito con i saldi ma nessuno mi piace. Da una parte vorrei restare me stessa e dall’altra accontentare la sposa… ma proprio non ne vengo a capo! Hai suggerimenti? Devo per forza trovare una gonna che mi stia bene? In caso, che forma consigli? HELP! Ti ringrazio moltissimo se mi risponderai[/testimonial]

Eleganza = abiti e gonne. Chissà quand’è iniziata questa equazione. Forse è talmente radicata in noi ancora dai tempi in cui se non avevi una gonna che pesava quanto un carro di maiali non eri cool e se la tua acconciatura non sfiorava i sessanta centimetri non potevi neanche varcare la porta dei salotti della Parigi-bene. Forse lì la mente femminile ha iniziato a sviluppare il germe dell’eleganza in crinoline e chilometri di seta e tulle; poi la gonna s’è accorciata, ha perso peso e le pietre preziose si sono concentrate in altre parti del corpo, ma quest’idea è rimasta lì, a titillare la Maria Antonietta che c’è in tutte noi e che scalpita quando vediamo un abito meringa urlando “vuoi provarlo! lo sai che vuoi provarlo!”. A me è successo giusti ieri con un tubino nero senza spalline e dal rivestimento in tulle trasparente che arrivava fino alle caviglie. Una roba immonda che ho sentito l’impulso irrefrenabile di indossare, trovandomi a pensare “ma se solo smettessi di essere così votata alla sobrietà, la mia vita non sarebbe migliore?! Non sembrerei una principessa con gli occhi di tutti addosso?!”. Peccato che ogni volta che ho provato a “strafare” osando colori e forme insolite sembravo una matrioska con tante piccole Sara dentro la gonna. Vabè.

Il fatto è che quando devo uscire ed andare a serate un po’ diverse, a matrimoni e battesimi etc, l’impulso di infiocchettarmi prevarica il mio lato Muji perchè – suvvia – chi la guarda una ragazza in total black o total white con accessori contenuti e trucco nude? Il mondo, diciamoci la verità, una così la vede come “quella che non sapeva come vestirsi e truccarsi”, la sobrietà è malvista e le mie fashion blogger preferite sono quelle che il resto delle donne si vestono sempre uguali. “Maccome?! Non lo vedi che ha cambiato decisamente taglio di pantaloni?! Ovvio son sempre neri ma… sì bé la camicia ha il taglio di sempre ma… però… il gioiello… la scarpa è nettamente diversa, non ha la fibiettina microscopica… ma come sarebbe a dire era vestita così anche l’altra settimana?! Ma dove li avete gli occhi!?”. Ecco. Questa sono io in pieno delirio scandinavo.

white-navy-black5-moiminnie

Se pensate che sia solo una donna con una t-shirt nera non parliamo la stessa lingua.

Essere eleganti senza infiocchettarsi da un lato è più semplice: non rischi di sembrare Moira Orfei quando ti rivedi a mesi di distanza nelle foto del matrimonio dell’amica X. Dall’altro è più difficile: il mondo come detto non ti capisce e forse mai ti capirà (e per quanto mi riguarda già è difficile far capire alla gggente il mio look jeans, maxicoat bianco e sneakers…). Poi tradizionalmente il matrimonio è il buco nero del buon gusto, ma questo è un discorso culturale a parte, ben più difficile da sradicare; se sei vestita sobriamente rischi di essere emarginata come quelle ragazzine che alle medie non portavano le maglie della Onyx. Ma visti i risultati disastrosi di cui sopra, ho deciso che prossimamente me ne fregherò del volere del volgo e indosserò quello che voglio indossare e mi truccherò come mi voglio truccare senza spendere ore sui tutorial di Clio Make Up per capire come si truccano LORO. Donne-matrimonio-Gipsy, non mi avrete più!

Le donne pantalone, che come detto sono antropologicamente diverse dalle donne gonna, incorrono pressapoco nello stesso problema, che si tramuta nel dubbio amletico “adesso penseranno tutti che sono vestita come i restanti 364 giorni annui?”; la risposta a questo dubbio è: non se voi non lascerete che lo pensino. Esistono pantaloni e pantaloni, come gonne e gonne. E chiaramente esistono molti modi per abbinare i pantaloni, che possono essere più o meno sportivi, più o meno eleganti, più o meno femminili; tutto sta nel giusto taglio, nelle giuste scarpe, nel giusto top. E ovviamente nell’essere una vera donna pantaloni. Questi consigli su come indossare pantaloni anche in occasioni da abito e gonna sono rivolti a loro.

Se siete pere o clessidre, dovete necessariamente essere magre e scarsamente formose, perchè il pantalone accentua tutti i “difetti” o le sporgenze dei fianchi rendendovi inevitabilmente meno aggraziate che con una gonna; sceglieteli a vita alta, scuri, abbinati ad un top prezioso o dalla trama vistosa. Questi, con un grosso fiocco dal tessuto a contrasto a creare una specie di strascico, potrebbero essere perfetti per un matrimonio: di grande effetto, eleganti, sobri ma soprattutto dal carattere deciso. Non passerete inosservate, ma nel senso buono del termine. Inoltre, hanno il vantaggio di essere facilmente replicabili attraverso un DIY sartoriale (se non avete un pozzo di petrolio in giardino e non potete dunque permettervi la versione di Lanvin…).

2-Le-Fashion-Blog-5-Best-Golden-Globes-2015-Looks-Style-Emma-Stone-Embellished-Bodice-Lanvin-Jumpsuit vita su marte

 

Se siete alte e spigolose, potete permettervi una jumpsuit monocromatica, con l’accortezza di sceglierla dai pantaloni fluidi e morbidi che nasconderanno le vostre spigolosità, rendendovi più femminili. La parte alta potrà essere scollata (se non avete molto seno tranquille che a nessuno salterà in mente di marchiarvi con la lettera scarlatta), luccicante grazie a una grossa collana, ricamata o impreziosita da perle e altri inserti: andate a vivacizzare però anche quella, solo così potrete rendere il vostro corpo tendenzialmente senza forme un’esplosione di discreta femminilità. Del look di Emma si potrebbe davvero rubare tutto, tranne il colore: la sposa potrebbe rincorrervi con una latta di vernice in mano.

3fad0ceac526991464a40135e399ccb1

 

Se avete spalle larghe e seno, scegliete un pantalone dritto e un top morbido; in questo modo, minimizzerete la scollatura e renderete i vostri fianchi più in armonia con le vostre spalle. I consigli riguardo al tipo di scollo per triangolo invertito e clessidre permangono sempre gli stessi (li trovate sia sul mio blog sia su quello di Anna, per cui do per scontato li conosciate già a memoria). Abbiate l’accortezza di scegliere pantaloni che, pur nella loro sobrietà (hai visto mai una donna con i pantaloni giallo canarino o zebrati ad un matrimonio?!) si facciano notare: potrebbero essere in tessuto lucido e prezioso se non, ma questo vale solo nella loro versione nera, in pailettes. Del look qui sotto si può copiare tutto, tranne il fiocco della blusa se il seno supera la terza misura e il broncio che si addice poco a qualsiasi forma del corpo.

SPARK 4

 

Se avete un punto vita, seppur piccolo, alto e poco segnato, tiratelo fuori e mettetelo in evidenza con una cintura a contrasto. Potrà essere questo il vostro gioiello, la parte dorata o argentata che disegnerà la vostra forma sinuosa. Come fa Jennifer qui sotto, lasciate tutto libero da addobbi vari e fate in modo che lo sguardo di chi v’incontra cada proprio lì.

8919a67c38443118fad3fa869755b20b

 

Se siete mele e siete rotondette, scegliete una blusa morbida e dritta da abbinare sopra a pantaloni non larghi che mettano il risalto le vostre gambe magre e nascondano l’assenza di punto vita. Se volete indossare gioielli, optate per anelli e bracciali.

6098f49a96289517332baeabff79685d

 

 

E voi, donne pantaloni là fuori? Come risolvete le vostre occasioni speciali?

You Might Also Like...

46 Comments

  • Reply
    Lulli
    Gennaio 18, 2015 at 5:20 pm

    Non sono una donna-pantaloni, mi trovo più a mio agio con le gonne, ma adoro letteralmente i pantaloni col fioccone e quelli con le paillettes…dove si possono trovare capi così originali? Io amo molto "infiocchettarmi" ,non sempre, ma quando sono dell'umore giusto.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 19, 2015 at 12:16 pm

      Questi sono capi di alta moda, ma facilmente riproducibili in occasione di un matrimonio; se siete brave con la macchina da cucire, basta trovare il pattern (quelli neri col fiocco sono semplicemente pantaloni neri con un grosso fiocco!) altrimenti potete andare dalla sarta e dire "ecco, voglio una cosa così!". Si spende un po' di più che trovarli in negozio, ma per un'occasione speciale è bello anche avere un capo unico e che ci piace davvero.

      • Reply
        Lulli
        Gennaio 20, 2015 at 3:49 pm

        Ah l'alta moda… che sogno! Non sono per niente brava a cucire, a malapena attacco un bottone… Quelli col fioccone mi sembrano più fattibili, se trovassi un paio di pantaloni adatti lo chiederei alla mia sarta di fiducia, la mamma!

  • Reply
    Maria
    Gennaio 18, 2015 at 5:29 pm

    Oramai ho capito di essere una donna pantalone/jeans, nonostante la mia 'peraggine'; ma non avendo fianchi troppo evidenti me la cavo con i modelli straight, e anche quelli boot-cut mi stanno bene…
    Certo, non disdegno gonne e vestiti, e alla prima occasione ci salto dentro come una foca esaltata, ma per la vita di tutti i giorni (uni, spesa, posta, mezzi pubblici, etc.) preferisco i miei fidati jeans, e quando capita il miracolo anche un paio di pantaloni che mi stia bene! Che poi parliamone, ma quant'è difficile per una pera, anche magra come me, trovare pantaloni che non facciano grinze da tutte le parti e non siano dei blob informi o delle 'braghe di forza' strizzanti ovunque ma larghissime in vita? I modelli boot-cut sono rari e costosi, gli skinny vanno bene giusto dentro gli stivali (dipende dai gusti), e gli straight, questi sconosciuti?
    Alla fine una si abitua a cercare e provare pantaloni ovunque vada, e garantisco che nonostante sia noioso come il bingo delle 3 di domenica pomeriggio, i modelli per le pere esistono e sono là fuori, sono solo nascosti da tonnellate e tonnellate di skinny, jeggins e tagli boyfriend!

    • Reply
      Lilit
      Gennaio 18, 2015 at 8:04 pm

      ci sono buone notizie per chi è "nemica" degli orribili strizzacaviglie: oggi nel mio giro di saldi all'outlet village ho visto diversi modelli di jeans bootcut e perfino straight (che sono quelli che preferisco, e che infatti ho preso). e sui cataloghi delle case di abbigliamento cominciano a farsi strada dopo tanti anni di esilio.

      • Reply
        Eleonora
        Gennaio 20, 2015 at 8:51 pm

        Perchè li chiami orribili??? Che ti hanno fatto??? Magari non ti stanno bene ma sono la salvezza di molte ragazze…

        • Reply
          Lilit
          Gennaio 21, 2015 at 2:03 pm

          "orribili" per una questione di gusto personale, ma soprattutto perchè da una decina d'anni a questa parte questo modello ha monopolizzato letteralmente il mercato (io la chiamo la "crudele dittatura degli skinny). chi cercava un jeans un po' diverso doveva fare letteralmente i salti mortali… in molti negozi quando avevano un bootcut o uno straight addirittura lo mettevano negli scaffali altissimi o un po' nascosto, e se per caso chiedevi se ce l'avevano ti guardavano malissimo e ti dicevano: ma no, non su usano da anni! sarà perchè li tenete nascosti forse che non si usano! e se io volessi usarli lo stesso?
          mi ricordo una volta che cercavo disperatamente di spiegare alla commessa: no, perchè io ho il culo un po' grosso e quindi gli skinny mi stanno da cani, e la poverina mi guardava perplessa, perchè lei ce li aveva addosso e aveva un culo che era tre volte il mio!
          insomma in questi anni di buio chi non aveva gambe snelle e sedere piatto aveva le seguenti alternative:
          impegnarsi in lunghi pellegrinaggi pieni di delusioni e umiliazioni alla ricerca dell'Ultimo Paio di jeans adatti alle proprie gambe;
          rassegnarsi a indossare un capo che le stava malissimo;
          portare gli skinny solo d'inverno infilati negli stivali;
          rinunciare del tutto a indossare i jeans;
          imparare a cucire, acquistare una tela denim e farseli da sè.

          insomma, la mia avversione per gli skinny non è tanto per quel modello in sè, ma per il fatto di aver creato un trend a senso unico che è stato a lungo molto penalizzante per chi non poteva o non voleva adeguarvisi.

          • Consigli x principianti
            Gennaio 21, 2015 at 4:23 pm

            Quello che (credo) la ragazza qui sopra volesse dire è che per molte ragazze (come le mele e le rettangolo e le triangolo invertito) questo tipo di pantalone è una manna e sentirlo sminuire e "trattar male" può sembrare fastidioso alla lunga.
            In effetti, la sua "dittatura" è stata come quella di molti altri capi salvo che questa volta va a discapito delle ragazze con più curve; quindi forse viene percepita come un capo "discriminante". Eppure, quando negli anni '50 ad essere imperante era un tipo di abito adatto alla pera e alla clessidra, nessuna gridava alla "discriminazione"… così anche con i jeans a zampa che andavano quando ero ragazzina: erano ovunque, si trovavano solo quelli e non c'era verso di infilarsi dei pantaloni stretti che mi avrebbero donato di più. Insomma, sembravo un elefante con i pantaloni a zampa, il triplo più grassa del mio fisico reale! Eppure nessuna mela ricorda quei jeans come "discriminanti". Forse ci sentiamo discriminate quando la questione è di curva e di taglie? Non saprei, a me pare così, ma rivolgo la domanda a voi, vorrei proprio capire se sono l'unica mela a non sentirsi affatto discriminata dai capi!

          • Lilit
            Gennaio 21, 2015 at 5:02 pm

            bè, in verità prima della "dittatura skinny" c'era stata già quella dei bootcut, e io avevo sofferto un po' anche quella, sebbene in modo meno traumatico. se adesso come pare probabile) inizierà un nuovo trend e gli skinny saranno nuovamente messi al bando (cosa che non mi auguro, ma conoscendo i corsi e ricorsi della moda potrebbe benissimo avvenire) ci saranno probabilmente parecchie ragazze gambesecche che proveranno gli stessi sentimenti che io e le mie colleghe culone abbiamo provato nell'ultimo decennio, e malediranno i bootcut, e altrettante che dopo un rpimo momenti di schock dimenticheranno di odiarli e se li metteranno anche se non gli donano perchè: quegli altri non si usano più. un consiglio quindi da chi c'è passato: se pensate che gli skinny vi stiano bene arraffatene adesso il più possibile, perchè potreste non rivederli per un bel pezzo.

        • Reply
          Alex
          Gennaio 22, 2015 at 3:18 pm

          Spezzo una lancia a favore di Lilit anche io non sopporto gli skinny.
          Sono una clessidra/pera magra e spesso non riesco proprio ad infilarli, le volte che riesco a trovarne un paio che contenga il mio polpaccio mi stanno da cane e risultano scomodi perché stringono mi bloccano la circolazione delle gambe. Il fatto che sembri essere l'unico modello disponibile rende la mia ricerca di pantaloni molto lunga e difficoltosa, con commesse che cercano di convincermi ad acquistare pantaloni 44 per poi farli stringere in vita dalla sarta fino ridurli alla mia 38/40. Purtroppo con alcune altre ci riescono e i risultati li vedere in giro. Anche io ne ho almeno un paio nell'armadio perché delle volte ho la necessità di andare in giro senza tacchi, cosa con i bootcut è difficile da fare, ma lo faccio quanto sono costretta proprio perché non mi stanno bene e se una cosa non ti sta bene è difficile amarla. Detto questo, è vero, alla mele, rettangolo e triangolo invertito spesso stanno bene. Sarebbe bello che la moda non fosse a senso unico e cercasse di valorizzare tutte le forme.

          • Consigli x principianti
            Gennaio 22, 2015 at 8:40 pm

            Non bisogna "non sopportare" un capo perchè non ci sta bene, semplicemente evitiamo di indossarlo! Penso a cosa sarebbe il mio armadio senza gli skinny e i pantaloni dritti… praticamente, non avrei pantaloni. La moda impone solo se noi la lasciamo imporre, cerchiamo di vivercela meglio 😀

          • Consigli x principianti
            Gennaio 22, 2015 at 8:43 pm

            PS. purtroppo essere "democratico" è impossibile, quando si hanno corpi così diversi fra loro. Ciclicamente qualche forma verrà penalizzata o esaltata dai trend, è la ruota che gira e che non potrebbe proprio accontentare tutte. Ora, fortunatamente, dato che i trend cambiano spesso, capita di trovare capi molto vari nei negozi: bisogna solo cercare, trovare, provare e non lasciarsi distrarre da ciò che indossano i manichini.

          • Maria
            Gennaio 24, 2015 at 5:06 pm

            Boh, per me è abbastanza normale 'odiare' un certo tipo di indumento se non ci sta bene, specie se è imperante e rende difficile la ricerca di modelli più donanti.
            Ovvio, è inutile rimuginarci troppo, uno alla fine capisce che uno skinny non fa per te e passa oltre in cerca di modelli migliori!
            Concordo con chi dice di fare scorta, quando trovo qualcosa che mi piace e mi risolve problemi logistici e di abbinamento tendo a prenderne più di uno!

          • Consigli x principianti
            Gennaio 25, 2015 at 6:01 pm

            Mmm odiare non ha proprio senso; è come se io odiassi le gonne a ruota… non le metto perchè non mi stanno bene ma non mi sogno di accanirmi contro chi, pur non avendo il fisico per indossarle, le porta. Cosa che invece accade sempre con gli skinny.
            Forse per questo le ragazze che li portano poi si sentono così.

          • Maria
            Gennaio 26, 2015 at 5:36 pm

            Non intendevo dire che è giusto accanirsi contro gli skinny o chi li porta, anzi, sono contenta che ci siano persone che ne beneficiano, altrimenti sarebbe un trend sprecato!
            Dicevo solo che è comprensibile che una si senta un poco stizzita se le ci vogliono 10 negozi per trovare ciò che le serve, d'altronde la moda è fatta così, se le rettangolo/mele trovano tanti skinny, le pere/clessidre magari troveranno altre cose idonee a loro in abbondanza, non è mica una guerra a chi sta meglio/peggio, è solo il fashion system.

          • Lilit
            Gennaio 26, 2015 at 6:31 pm

            eh Sara, se un giorno si trovassero in giro solo ed esclusivamente gonne a ruota e vestiti anni 50 e di nessun altro tipo e ogni volta che stufa di indossare sempre pantaloni entrassi in un negozio la commessa ti dicesse: ma le gonne adesso le fanno tutte così, e se questa cosa durasse un decennio intero ti assicuro che un po' di malanimo verso questi capo verrebbe anche a te 😉
            e tu comunque un po' sai cucire, e poi hai la nonnina magica che può sempre rimediare… ma non tutte hanno questa fortuna.

    • Reply
      Simona
      Gennaio 18, 2015 at 11:17 pm

      Meno male Lilit…vallo a spiegare alla commessa fighetta del negozio multinarca(tipo liu-jo..marella…cavalli…) che alla mia domanda se avevano jeans svasato o bootcut mi ha risposto che no loro nn avevano quelle linee li..al massimo qualcosa nelle linee da signora…eppure li avevo visti in diverse riviste di moda. Ma quando m'ha detto cosi mi sono pure sentita mortificata(per nn parlare del commento di mio marito"solo tu cerchi le cose da vecchia")…vita dura x noi clessidre

      • Reply
        Lilit
        Gennaio 19, 2015 at 11:07 am

        bootcut sono stati avvistati da Sisley, da Promod, da Esprit, da Stradivarius, e qualcosa perfino da HM. e all'outlet di LiuJo (io e LiuJo possiamo frequentarci solo all'outlet) c'erano degli staight.
        pensa che 10/15 anni fa andavano i bootcut ed erano gli strizzacaviglie (che avevano dominato gli anni 80) i "jeans da vecchia"!
        ricordo che quando cominciammo a rivederli addosso alle ragazzette una mia collega commentò: ma sono orribili, ma sono fuori moda, ma com si fa ad andare in giro così? e dopo poco tutte quante con gli strizzacaviglie!
        io avevo sofferto un po' anche la dittatura dei bootcut (che durò dagli anni 90 ai primi anni 2000), perchè non portando i tacchi rovinavo tutti gli orli pestandoli… i miei preferiti sono sempre quelli a gamba dritta, quando li vedo a un prezzo umano li prendo sempre.
        ieri c'eravamo io e un'altra ragazza nello stesso negozio che chiedevamo contemporaneamente gli stessi modelli straight da provare, tra lo stupore delle commesse.

        • Reply
          Consigli x principianti
          Gennaio 19, 2015 at 12:06 pm

          Io uso i bootcut quando ho i tacchi e voglio uno stile più rilassato e come molte di voi vissute negli anni '90 li ho ancora da quell'età, salvati dalla nonna che voleva sempre fargli l'orlo e dalla mamma che diceva "ma ti pare il colore di jeans da usare?! Sembrano stinti!!"… si chiama "lavaggio nel té" e costa tantisssssimo, cara genitrice! Per chi non abbia conservato i capi fuori moda (io lo faccio sempre, soprattutto quando mi piacciono ancora e sono in ottimo stato: prima o poi saprò riutilizzarli), ora nei negozi iniziano a vedersi ancora.

          • Lulli
            Gennaio 20, 2015 at 3:51 pm

            Sì li ho conservati anch'io ma non mi stanno più…

        • Reply
          Simona
          Gennaio 19, 2015 at 1:00 pm

          Pensa che ero entrata li SOLO perché più di 10 anni fa ci avevo comprato un paio de Lee taglia 45 che sono sopravvissuti a tutte le mie variazioni di peso e forma(si perché dopo due gravidanze pur restando una clessidra la ciccia si distribuisce in maniera diversa) e che mi fanno sentire sempre a posto …perfetti! Ma 10 anni son cmq tanti e la sdrucitura all'interno coscia comincia a vedersi..:-(

      • Reply
        Consigli x principianti
        Gennaio 19, 2015 at 12:09 pm

        Pffff, commesse della domenica! Una commessa vera dovrebbe sapere che saranno i jeans e il taglio di pantaloni della prossima estate!!!! 😀

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 19, 2015 at 12:14 pm

      Assolutamente hai ragione! I modelli per voi ci sono, per l'estate ad esempio siete le uniche a poter mettere quegli splendidi pantaloni larghi in lino o seta fluttuante… non sai quanta invidia…!

  • Reply
    Fra
    Gennaio 18, 2015 at 6:33 pm

    E se invece siamo clessidre molto formose? .. 🙂

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 19, 2015 at 12:11 pm

      Come scritto sopra, meglio optare per un abito avvitato. Seete donne-gonne, e non donne-pantaloni!

  • Reply
    Lilit
    Gennaio 18, 2015 at 7:25 pm

    più che donna-pantalone io sono proprio una donna-jeans, perchè il pantalone classico/elegante lo digerisco poco, non mi ci vedo proprio. io il pantalone lo associo a tenute rilassate/sportive, sarà anche la mia natura di clessidra pereggiante un po' culosa, coi pantaloni mi vedo sempre un po' sciatta e tutt'altro che chic. allora se l'occasione richiede eleganza e devo andare contro la mia natura (che è essenzialmente anti/elegante e pigra) meglio fare le cose per bene e mettere una gonna o un abito.

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 19, 2015 at 12:12 pm

      Decisamente meglio per voi pere formose: quello che io non posso indossare per voi è manna dal cielo!

  • Reply
    Lisa
    Gennaio 19, 2015 at 10:44 am

    Complimenti per il post e per la scelta delle foto! Mi è piaciuto molto! Personalmente non ho la fisicità adatta ai pantaloni, mi piace portarli se di tessuto e con un taglio un po' maschile! (gli skinny sono aboliti, mi stanno davvero male e di conseguenza non mi viene nemmeno spontaneo cercarli)
    Forse proprio perché i pantaloni non sono la mia "cup of tea", mi cade sempre la goccia quando vedo indossare la tuta, a me starebbe malissimo, ma sulla forma giusta secondo me sta divinamente!!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 19, 2015 at 12:08 pm

      Il tutone (o jumpsuit) sta davvero divinamente se usato su fisici magri e slanciati, mentre sta davvero da cani al resto della popolazione. E' un capo molto particolare e come tale dev'essere trattato; se si vuole ottenere leffetto tutona senza usare la tutona si possono cercare pantaloni morbidi e top della stessa foggia, uniti da una bella cintura.

      • Reply
        Lilit
        Gennaio 19, 2015 at 1:09 pm

        per la tutona intera (che mi piaceva tanto da bambina perchè la mia Barbie ne aveva una in lamè tutta dorato) ho dei dubbi a livello di praticità: ma se una deva andare in bagno che fa, si deve spogliare nuda? io neanche la tuta in pelle da moto l'ho voluta intera per questo motivo!

        • Reply
          Consigli x principianti
          Gennaio 19, 2015 at 6:54 pm

          Eh non sono in effetti il capo più pratico del mondo, ma bisogna ammettere che tutte le cose belline sono pratiche! Penso alle gonne a vita alta: dopo una mangiata ti costringono lo stomaco come neanche una tortura medievale… Eppure le usiamo!

        • Reply
          Sere
          Gennaio 19, 2015 at 10:46 pm

          Ma veramente..!!io anche se clessidra e 1,60 un paio le ho..(in camerino ti fai prendere dall'entusiasmo e poi a casa sei una cosa informe..capita! Le metto solo con le zeppe o tacchi almeno 12!) la prima è a fascia quindi..tiri giù tutto! Ma quando mi sono resa conto che la seconda aveva le spalline è stato drammatico! Se ci metti sopra qualcosa perchè fa fresco..quando vai al bagno che fai??ti maledici!

        • Reply
          Monica
          Gennaio 20, 2015 at 8:55 pm

          Bè, saranno pratici i tacchi, le borsette piccole, i cappottoni, etc. Che senso ha chiedersi se un capo è pratica per fare pipì? Accade anche con molti abiti lunghi, quando ti siedi sul water a un matrimonio hai in mano chilometri di gonna eppure nessuna si lamenta!

          • Lilit
            Gennaio 21, 2015 at 2:15 pm

            eh, pensa che io sono allergica a tutto ciò che non è pratico: tacchi alti (ho seri problemi ai piedi fin dall'adolescenza che hanno condizionato da sempre il mio look), micro-borsette, giubbo-cappotti lunghi fino ai piedi… no, decisamente non ce la posso fare a farcela.
            per le gonne lunghe e la "sosta tecnica" la cosa è meno drammatica di quanto sembra, e almeno non ti devi spogliare nuda col pezzo sopra che penzola.

          • Consigli x principianti
            Gennaio 21, 2015 at 4:37 pm

            Io ce l'ho la tutona e neanche fare la pipì con quella è difficile 😉 è esattamente come togliere un paio di pantaloni!

          • Lilit
            Gennaio 21, 2015 at 6:25 pm

            forse basta un po' di allenamento… anche le mie amiche motocicliste che hanno la tuta in pelle intera mi intera dicono la stessa cosa. io comunque non avrò modo di scoprirlo mai.

  • Reply
    Francesca
    Gennaio 19, 2015 at 3:33 pm

    Ma questo è il paradiso della donna-pantalone! Non avevo idea che esistessero abiti-pantalone da red carpet come quelli che hai messo in foto… Meravigliosi! Con quello bianco di Emma Watson ci si potrebbe pure andare al proprio, di matrimonio! Io sono prossima alla laurea magistrale. Alla triennale ho messo un vestito, ma riguardando le foto mi sono resa conto che non era cosa mia, quindi stavolta via di pantaloni! Sono pure una mela, quindi donna-pantaloni dentro e fuori 🙂

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 19, 2015 at 6:54 pm

      Entra nel club-pantalone!! 😀 😀 😀

  • Reply
    Sarah
    Gennaio 20, 2015 at 10:23 pm

    Io che amo sono una clessidra (minuta ma formosa) invidio così tanto il fisico magro e senza curve di Emma, nella foto con la tuta rappresenta proprio lo stile che mi piace ma purtroppo io con quella scollatura….proprio non è il caso! Tuttavia rivendico il mio diritto ad essere una donna – pantalone, nonostante la mia forma, anche perchè con gli abiti bon ton sembro proprio una "bomboniera" come si suol dire…….non che disdegni del tutto la gonna….mi piacciono gli abiti, soprattutto in primavera/estate….quello che volevo dire è che con un pò di impegno e tante prove, anche una minuta clessidra può essere davvero figa in pantaloni 😉

    • Reply
      Consigli x principianti
      Gennaio 21, 2015 at 1:09 pm

      Sicuramente, se trova i pantaloni giusti che le rendano giustizia come la gonna… certo non è facile, ma non impossibile.

  • Reply
    Deborah
    Gennaio 21, 2015 at 9:47 pm

    Mi hai fatto venir voglia di andare ad un matrimonio, solo per mettere un bel vestitino!
    Nei giorni normali, io sono semplicemente una ragazza sciatta. Bhe, sarà che , per prendere il bus e andare al liceo, certo un vestito non é la cosa più adatta…..non linciarmi…vado di leggings e tute. Mi pento e mi dolgo. Assolvimi! Ahahah 🙁

  • Reply
    Simona
    Gennaio 25, 2015 at 10:49 pm

    Comunque devo dire che a me,pur essendo un clessidra con pancia,i pantaloni piacciono molto e trovo che mi stiano anche bene,magari nn gli skinny che segnano troppo,ma quei modelli a sigaretta si,sia di jeans che di tessuto…certo trovarne che nn mi stringano sulla pancia e' una guerra ma qnd li trovo nn me li toglierei mai! Che poi gli skinny e "sigaretta" sono la stessa cosa? Una commessa me l'ha venduta così sta cosa ma mi pare che nn sia proprio così…Sara illuminami!

    • Reply
      Lilit
      Gennaio 26, 2015 at 11:26 am

      secondo me pantaloni skinny e a sigaretta non sono per nulla la stessa cosa. gli skinny sono quelli aderentissimi che fasciano proprio la gamba,tipo seconda pelle, e di solito sono anche molto elasticizzati. i pantaloni a sigaretta hanno un taglio aderente che si restringe verso il basso, ma non aderentissimo, lascia qualche cm tra la stoffa e la caviglia e di solito ha un'aria un po' più elegante.
      questo è uno skinny: http://media-cache-ec0.pinimg.com/736x/a8/59/20/a859204936c48e339d2c52210e0c9d52.jpg
      mentre questo è un modello a sigaretta: http://media-cache-ec0.pinimg.com/736x/e8/8a/83/e88a839c72dae0c6a5fcb2c41c9b1adc.jpg

      a chi (di solito pere o clessidre) ha le gambe un po' cicce tipo me (che pure tanto grassa non sono) accade solitamente che il modello a sigaretta indossato sembra uno skinny, mentre lo skinny non si riesce quasi a metterlo perchè strizza la gamba come un salame e blocca quasi la circolazione. per questo le ragazze un po' in carne finiscono per preferire (tragicamente) i leggins, che sono molto peggio a vedersi ma almeno sono più comodi.

      • Reply
        Consigli x principianti
        Gennaio 26, 2015 at 2:02 pm

        No, non sono la stessa cosa! Gli skinny scendono seguendo la gamba co e una seconda pelle, quelli a sigaretta sono invece dritti. Come dice Lilit giustamente, a pere e clessidre possono sembrare mooooolto simili, se non uguali.

      • Reply
        Simona
        Gennaio 26, 2015 at 2:13 pm

        Si quelli a cui mi riferisco nn sono attillati ma seguono comunque la linea della gamba senza stringere…ma perché le commesse devono raccontarti la storia dell'orso,stravolgere le nozioni base della moda,farti sentire un'impedita x convincerti che nn esiste altro se nn quello che vendono loro..

        • Reply
          Lilit
          Gennaio 26, 2015 at 2:47 pm

          le commesse probabilmente sono istruite così, gli si dice: sei brava se riesci a vendere il più possibile, e per adeguarsi spesso (di solito in buona fede) tendono a convincerti che se tu stai cercando una cosa e loro in negozio ne hanno un'altra va bene lo stesso perchè tanto "è la stessa cosa".
          quando vedo che mi mettono alle strette in questo modo a me non piace per nulla, e mi svincolo dicendo cose tipo: ma il colore non mi piace, oppure: a casa ne ho uno che è quasi uguale.

Leave a Reply