Cambio stile Clessidra Mela Pera Rettangolo Triangolo invertito

Come adottare lo stile… francese (per tutte le forme)

Marzo 4, 2015

[testimonial author=”Jessica”]Ciao!!! Mi chiamo Jessica, ho 23 anni con fisico a clessidra. Ultimamente sto facendo un cambio look, e mi ispira molto lo stile francese. Alcuni capi che tengo nell’armadio ricordano questo stile, ma volevo sapere maggiori informazioni riguardo soprattutto a pantaloni e maglioni ispirati alla moda francese, e che poi stiano bene anche al mio tipo di fisico. Grazie (il tuo blog è fantastico, anche se l’ho scoperto da poco)!!![/testimonial]

Aaah, le parigine! Questi esseri mitici che volteggiano sui loro tacchi, sempre magre come un chiodo e vestite di nulla anche quando la città è sferzata da un vento glaciale che soffia dal Polo Nord. Credevo che donne del genere esistessero solo nello streetstyle e invece quando ero là ho potuto constatare che no, esistono davvero e affrontano l’inverno continentale con tronchetti e giubbini di pelle.  Chissà come fanno. Saranno geneticamente modificate?

Il loro stile, ad ogni modo, ha un fascino indiscutibile: qualsiasi donna vorrebbe apparire sempre così casual e così perfetta, come se si fosse appena alzata dal letto, data giusto un colpo di spazzola e avesse indossato due dita di profumo e una camicia et voilà il miracolo… Come imitarle? Allora, avere un guardaroba perfetto aiuta molto; e con perfetto intendo composto da pochi capi basic adatti alla nostra forma e tutti completamente abbinabili fra loro. Sembra così facile a dirsi ma a farsi è quasi impossibile. Il primo step per crearlo è sapere qual è la nostra forma del corpo e stilare poi una lista di capi base che ci calzano a pennello. Lo stile francese punta proprio su questo: qualità, non quantità. Pochi capi, di buona fattura e perfetti per il nostro fisico. Quanto ai colori, predilige quelli base (bianco, nero, grigio, rosso e beige) e la stampa a righe.

835e11d863921e06fce7bda5eb862bbb

Vediamo ora su quali di questi capi puntare per creare una capsule collection ispirata allo stile francese, forma per forma.

Maglia a righe: la classica mariniére, simbolo assoluto di questo stile. Come stampa, è adatta praticamente a tutti, ma andrebbe sfruttata di più da chi ha la necessità di allargare visivamente la parte alta del corpo, su tutte la pera e la rettangolo. La prima può abbinarla ad una gonna a vita alta svasata, al ginocchio o dal taglio midi, oppure a pantaloni a palazzo scuri (jeans o neri) e tacco; la seconda invece può puntare su skinny o jeggins e ballerine rasoterra (anche questa scarpa francese per eccellenza). Esiste anche la versione abito, della classica maglia a righe, dritta e adattissima a forme come la mela e la triangolo invertito; avendo gambe magre e polpacci slanciati, possono abbinarlo a ballerine nere. Le righe B/N si abbinano benissimo ad accessori rossi, in particolare al baschetto francese.

f41b052c5bd965181e3b93975b16d3b0
67939dd1cbe38a26c8b7950e9b5bc127

42a7fe0d14b8c0c7f069780243328586

 

Camicia o blusa bianca: sartoriale. Non è prettamente francese, ma è onnipresente nel guardaroba di ogni parigina che si rispetti. Può essere scelta maschile e leggermente oversize, abbinata a pantaloni neri dritti stile “acqua in casa” e ballerine: ottimo abbinamento per rettangolo, triangolo invertito e mele. Oppure può essere scelta stretta e sciancrata, da abbinare ad una gonna a ruota e a vita alta, anch’essa nera, anch’essa accompagnata da ballerine o tacchi: ottima idea per clessidre e pere. Come  abbinamenti sono molto belli e classici, ma più adatti a donne di età superiore ai 35 anni; per le più giovani non sono sconsigliati, basta che li utilizzino sdrammatizzandoli con un trucco più appariscente: ottime le labbra rosso fuoco. Le rettangolo o mele magre più ardite possono optare per l’abbinata camicia oversize e pantaloni a palazzo: molto parigina chic ma anche molto poco da principiante…

c42025a2cdc3761314e9cb43ee11944d

722c0f0799ec03c564de36388059976e

87590bf66df0d92541d0f85d546d3cbe

 

Trench beige: praticamente, il capospalla che sta su tutto. Lo si trova per qualsiasi forma (doppiopetto, monopetto, oversize, avvitati) ed è un acquisto perfetto anche per chi non ama particolarmente questo stile. Insomma, uno dei pochi capi davvero evergreen!

acd0d1b1af74e080540bf3b1d699a86b

45d53b59b201436a5fdd450ef7612153

a0b1f356f0e3a832e4ddecee08ab1bd6

caa26d9a2bf0b96e331164c26671de69

 

Little black dress: tradotto in italiano “tubino” ma che col tubino centra molto poco. Chi l’ha detto che deve per forza essere fatto a tubo? Nessuno, appunto. L’importante è che sia sobrio e privo di escrescenze barocche. Ciascuna trovi per sè l’abitino nero adatto alla propria forma del corpo ed avrà un abito perfetto su cui fare sempre affidamento. Bellissimo con le perle e i tacchi alti, si adatta anche alle ballerine e al mood da giorno, con un bel trench e una clutch da tenere in mano. Easy ma super chic! Adatto ovviamente a tutte, ma proprio tutte.

e354ad3b29caed58a996d2c40629c19c

44d997698d17f3c2c989eddd7caf8d73

5210bdb67b2eadc0995bf52d5ccaee18

a98d20d98ecdde186f722a5587d02f7d

1b3d11d4098c964cd2030428ecae2cbe

 

Capelli sempre un po’ spettinati: ok, questo non è un consiglio modaiolo, ma solo io i capelli delle parigine li vedo sempre privi di una reale messa in piega?! Dà loro un tocco molto casual e ci ricorda che forse dovremmo essere meno ossessionate dalle onde perfette delle modelle californiane… che dite? parruccone sì o parruccone no?

3ffa95671a299921c46c5d79b6f43b56

E se non dovesse bastarvi… ecco qui un altro articolo per lasciarsi ispirare!

Voi che dite? Lo stile vi piace? Lo trovate adatto a voi? Lo adottate? Se sì, come?

 

37 Comments

  • Reply
    Daniela
    Marzo 4, 2015 at 5:11 pm

    "Credevo che donne del genere esistessero solo nello streetstyle e invece quando ero là ho potuto constatare che no, esistono davvero e affrontano l’inverno continentale con tronchetti e giubbini di pelle. Chissà come fanno. Saranno geneticamente modificate?"

    Un piccolo aneddoto personale: qualche tempo fa ho abitato a Parigi per circa 6 mesi. Dopo un inverno gelido, piovoso e praticamente infinito che si è fagocitato buona parte della "primavera" (le virgolette sono d'obbligo), verso fine maggio sono tornata in Italia per un weekend e, complice un timido accenno di bel tempo, ho deciso d'ufficio che per me l'inverno era finito. Basta cappotti, maglioni di lana e scarpe pesanti; benvenuti trench, ballerine e golfini di cotone! La settimana seguente, la temperatura massima registrata a Parigi era di 7°C. Sette. Quindi ecco, mi sento di difendere le povere parigine: non sono eteroterme o geneticamente modificate, sono solo inguaribili ottimiste.

    P.S. Come sempre un post molto azzeccato, bravò Sarà! 😀

    • Reply
      Consigli x principianti
      Marzo 8, 2015 at 8:18 pm

      Ahahahaha bellissimo aneddoto e bellissima considerazione! Anche io, quando ero in Irlanda, ho passato mesi di freddo anche se in realtà ormai era primavera… e quindi via di abitini senza calze per la sera! Poi si entrava nei pub, eh, che sono caldissimi 😀 ragion per cui non sono mai morta assiderata.

  • Reply
    Anna
    Marzo 4, 2015 at 5:17 pm

    Ciao,
    non ho compreso una cosa: dici che "la classica mariniére, simbolo assoluto di questo stile, come stampa, è adatta praticamente a tutti, ma andrebbe sfruttata di più da chi ha la necessità di allargare visivamente la parte alta del corpo". Ma io sono mela curvy con seno, per cui mi sento di doverla evitare pure nella versione abito… o no? Perchè nella mia città, purtroppo, van di moda le righe e gli scolli a barchetta e io rifuggo ambedue. Se dici che sbaglio proverò a vedermi con le righe orizzontali, ma credo di dover continuare ad evitare… no, perchè questo stile lo amo molto, è come piace a me: semplice, femminile… i capelli, poi, sono straordinari!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Marzo 8, 2015 at 8:15 pm

      Meglio che le curvy evitino le righe orizzontali, ovviamente. Poi dipende cosa intendi con curvy: 46 o 52? C'è una bella differenza 🙂 Se poi usi il trucchetto della giacca o cardigan lunga e dritta, nera, come nella fotografia, rifuggi sicuramente dal pericolo di apparire più larga. Ad ogni modo, meglio una tunichetta scura 😉 un little black dress per il giorno e la sera.

      • Reply
        Anna
        Marzo 11, 2015 at 12:07 am

        Eeh… curvy 50!! Grazie, comunque!

  • Reply
    Alex
    Marzo 4, 2015 at 5:25 pm

    Un po' di domande:
    – la maglietta a riga abbinata solo a un sotto con uno dei due colori del sopra? ovvero maglietta beige e nera pantaloni beige o neri.
    – il trench beige è il capospalla ideale. Io ce l'ho e non lo metto quasi mai perché o fa troppo caldo o fa troppo freddo o c'è il sole e con un impermeabile con il solo non mi vedo. Perciò quando si usa?
    – l'abbinamento camicia bianca e pantaloni/gonna neri non fa un po' cameriera?
    e infine una considerazione le parigine sono spettinate perché a Parigi spesso tira vento, ma soprattutto loro sono furbe perché stare ore a pettinarsi se spettinate si è più belle?

    • Reply
      Simona
      Marzo 5, 2015 at 10:52 pm

      Concordo sulla tua considerazione riguardo al trench beige…anche per me è difficile sfruttarlo quanto vorrei!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Marzo 8, 2015 at 8:13 pm

      La maglia a righe la abbini specialmente a: nero, blu, jeans scuro, beige e sabbia, rosso. Con altri colori non sta male, ma esci dallo stile puramente parigino.
      Il trench lo uso spessissimo! Io lo sfrutto sempre nelle mezze stagioni, basta variare cosa metti sotto: maglione per l'autunno, maglia in cotone in primavera.
      Non fa cameriera se giochi bene con gli accessori (bracciali oro, orecchini di perla) e scegli capi dal taglio particolare e mai sciatto.

      Verissimo, il vento parigino è maledettissimo!!!

  • Reply
    Lulli
    Marzo 4, 2015 at 5:31 pm

    Basco, ce l'ho, capello spettinato anche, tutto il resto…manca! Ho capito non sarò mai una parigina chic, pazienza. Soprattutto non lo sarò mai con zero gradi!

  • Reply
    Maria
    Marzo 4, 2015 at 6:16 pm

    Io sono la testimonial del look spettinato, basta un po' di vento/umidità e i miei capelli da belli e spazzolati diventano come quelli della tizia nell'ultima foto! XD
    Adoro le marinerie, un po' meno il nero, ancor meno i trench (sono bellini ma difficilmente portabili nello stile casual tutti i giorni)… Però lo stile parigino mi piace lo stesso, indosso alle altre! 😀

    • Reply
      Consigli x principianti
      Marzo 8, 2015 at 8:10 pm

      Ma il trench è il capo-casual per eccellenza!!!

  • Reply
    Viola
    Marzo 4, 2015 at 8:46 pm

    Che bello il vestito della ragazza col NY Times! 🙂

  • Reply
    Giulia
    Marzo 4, 2015 at 9:57 pm

    Sarò pessimista, ma secondo me per portare bene lo stile parigino bisogna nascerci.
    Vestita con marinière pantaloni a sigaretta e ballerine e capelli alla come viene viene io sembrerei una sciattona, e basta.
    Mi accontenterò di continuare a adorare Parigi e ammirare lo stile delle parisiennes senza pretendere di assomigliare a loro, tanto non ci riuscirei mai.
    Baci
    Giulia

    • Reply
      Consigli x principianti
      Marzo 8, 2015 at 8:09 pm

      Ma nooo non essere così negativa 🙂 impariamo dalla loro semplicità, certo non diventeremo tutte Eva Green ma uno stile più sobrio e raffinato lo adotteremo di sicuro.

  • Reply
    Cristina
    Marzo 5, 2015 at 9:19 am

    Che belle le foto! I capi sono più o meno quelli che mi piacerebbe portare, ma alcuni di questi non sono certa che mi donerebbero

    • Reply
      Consigli x principianti
      Marzo 8, 2015 at 8:08 pm

      Ti donano quelli adatti alle clessidre 🙂

  • Reply
    Silvia
    Marzo 5, 2015 at 10:16 am

    Adoro lo stile parigino e adoro le parigine da quando le osservai qualche anno fa in un viaggio a Parigi.

    Credo che essere perfette con niente sia il sogno di ogni donna e loro ci riescono meravigliosamente con i loro capelli sottili spettinati, la loro figura esile, il nero, il trench e gli stivaletti. Quando poi si fanno quegli chignon perfetti dal nulla mentre sono in metro penso catalizzino l'odio universale delle altre donne!

    Per la cronaca d'estate fanno anche meglio; sulla costa azzurra girano con i loro abitini a tunichetta, gli occhiali da sole, il suddetto chignon, sandali bassi in toni naturali e borse perfette, semplici ma ricercate al tempo stesso.
    Sono arrivata a prendere appunti! XD

    • Reply
      Consigli x principianti
      Marzo 8, 2015 at 8:07 pm

      Ah, sì, lo stile provenzale lo adoro! Estive senza essere affatto trash, celo!

  • Reply
    aANNA
    Marzo 5, 2015 at 10:25 am

    Ciao Sara,

    grazie per questo bellissimo post, mi ha rallegrato la giornata!
    Certo che giochi sporco pero', un outfit più bello dell'altro e poi arriviamo al petit robe noir e mi ci metti Nina???? Quella deliziosa creatura suda mood parigino da tutti i pori….mi ci mancava solo una foto della madre!

    Scherzi a parte, voglio spezzare una lancia a favore del trench, non è vero che non si porta mai, ho fatto la pazzia l'anno scorso, l'ho preso, il TRENCH, quello con la T maiuscola, e l'ho portato tantissimo, sta davvero con tutto.

    • Reply
      Francesca
      Marzo 5, 2015 at 11:52 am

      ciao Anna,
      Allora mi puoi fare esempi concreti di quando lo usi? Io lo vorrei comprare ma sono indecisa e poi di che materiale sarebbe meglio prenderlo?
      Grazie!
      🙂

    • Reply
      Consigli x principianti
      Marzo 8, 2015 at 8:06 pm

      Assolutamente, il trench lo si porta davvero con tutto, è il capo base per eccellenza! Come si fa a pensare di non sfruttarlo?!?

      Per le foto: la semplicità della perfezione e la perfezione della semplicità 😉

      • Reply
        Simona
        Marzo 9, 2015 at 1:14 pm

        Personalmente il trench lo adoro,ne ho due uno nero e uno beige chiaro. La mia difficoltà sta nel fatto che qui nella mia zona o fa troppo freddo o troppo caldo e poi c'è spesso molta umidità…della serie che al mattino e alla sera fa troppo freddo e a metà giornata e' troppo caldo. Quindi riesco a usarlo giusto un mesetto ad aprile/maggio e uno a settembre/ottobre…X il resto lo metto con tutto,sopra i jeans,le gonne a matita o a ruota…

        • Reply
          Consigli x principianti
          Marzo 9, 2015 at 2:37 pm

          Sì è un classico capo da mezza stagione 🙂

  • Reply
    Anna
    Marzo 5, 2015 at 12:18 pm

    Francesca, io lo uso tutti i giorni, parto al mattino e rientro a casa la sera, lo metto con i jeans e pure con le gonne, con i vestitini, sta bene davvero con tutto.
    L'unica cosa, l'ho preso chiaro e deve andare spesso in pulitura, purtroppo i treni dei pendolari non sono il massimo della pulizia.
    Quello che ho io è foderato quindi con qualcosa sotto di più pesante lo puoi mettere già a metà – fine marzo e poi fino a metà-fine ottobre. Pensa che ad agosto ero a Vienna e faceva freddo e l'ho usato.

    • Reply
      francesca
      Marzo 5, 2015 at 4:48 pm

      Grazie Anna! 🙂 Lo prendero' anch'io chiaro (il nero mi sta da cani e il grigio non mi piace) e terro' sicuramente conto delle tue indicazioni pratiche!
      🙂

  • Reply
    Gatto
    Marzo 8, 2015 at 9:37 am

    Aaaaaaaaaargh!!!!
    Cerco QUELLA gonna, di quella forma e di quella lunghezza da AAAAAANNI – foto della ragazza con la marinière sopra è la gonna lunga con le penches sotto: aiutatemiiiiiiiiiiii pleaseeeeee!!!!!!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Marzo 8, 2015 at 8:04 pm

      E' bellissima! Non so se nei negozi le midi si trovino ahimè..

  • Reply
    Claudia
    Marzo 8, 2015 at 10:04 am

    Ciao Sara, i tuoi articoli sullo stile francese hanno risvegliato la clessidra che è in me,
    ho trascorso l'inverno indossando un look anonimo ma ora mi sono risvegliata dal torpore invernale!
    Ho un dubbio, il trench l'adoro ma non riesco a capire se è adatto solo per il giorno o se in colori scuri
    può essere indossato anche nelle sere primaverile sopra un abito elegante, tu che dici?
    Ciao!

    • Reply
      Consigli x principianti
      Marzo 8, 2015 at 7:39 pm

      Dico che è indicatissimo anche per la sera e anche color sabbia! 😀 E' bello sempre e adatto a un sacco di occasioni!

      • Reply
        Alex
        Marzo 8, 2015 at 7:51 pm

        Tipo quali? e con cosa?
        Io ne ho uno più pesante nero che indosso spesso e uno beige primaverile che non riesco proprio ad abbinare o meglio non riesco a trovare la giornata adatta per indossarlo: o fa troppo caldo o fa troppo freddo e soprattutto indossare impermeabile con il sole è ridicolo?

  • Reply
    Deborah
    Marzo 8, 2015 at 9:02 pm

    Aaahhh che belli tutti questi post sulle clessidre! Lo stile francese! Ahhh delizia…ma no, sinceramente a me hanno deliziato i francesi, ai vestiti con ci ho fatto proprio caso ahahah
    Adorabili però questi pezzi…la maglietta a righe poi é un classico intramontabile!
    Spero proprio che le clessidre continuino a riempire la pagina iniziale! Mi serviteee ahahha

  • Reply
    Frida
    Marzo 10, 2015 at 1:22 pm

    Mi piace tanto questo stile e l'ho adottato ormai da tanti anni, anche un po' inconsapevolmente a partire dagli anni universitari, quando copiavo i look delle attrici dei film francesi più amati 🙂
    Però concordo con chi dice che o si è portate, o diventa uno stile "difficile" da seguire – per quanto sia semplice e classico, proprio perché molte donne non sono abituate a vedersi con indosso capi classici come il trench – che è un capo ultra versatile in tutte le sue sfumature! Si butta addosso con nonchalance e via… Ma capisco che per molte non lo è quando ci vado in giro e vedo solo giubbottini e piumini (anche a primavera!). Per mè è il capo irrinunciabile nella mezza stagione. Perciò a chi non ci si vede o non ha idea di come indossarlo consiglierei di partire da colori più scuri (kaki, marrone, nero, grigio), più facili da portare del classicissimo beige. Io invece al momento ne vorrei anche uno blu e uno rosso! :)))

  • Reply
    colibrì
    Settembre 3, 2015 at 1:47 pm

    Ciao Sara ti faccio i complimenti per il blog molto curato e anche molto divertente. Volevo chiederti una cosa, siccome ho il tipico naso alla francese (piccolo e all'insù) e devo dire che ne vado orgogliosa, perché mi piace molto nonostante ora sembra essere passato un po' di moda, mi chiedevo quindi se questo stile parigino riesce a valorizzarlo al meglio? Visto che mi piacerebbe comunque sfruttarlo, però a differenza della bocca e degli occhi non posso truccarlo. Tu che ne dici?

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Settembre 3, 2015 at 6:01 pm

      Abbinare l'outfit al naso, è la prima volta che lo sento 😀 Non credo ci sia uno stile che valorizzi il naso, piuttosto un certo tipo di taglio e di trucco…

      • Reply
        colibrì
        Settembre 3, 2015 at 8:34 pm

        Sì in effetti è una idea che mi è venuta un attimo in mente e mi chiedevo se fosse possibile, grazie comunque

  • Reply
    Valerye Searose
    Novembre 25, 2015 at 11:28 am

    adoro questo stile!!

    http://notfashionable.valeryesearose.com/

  • Reply
    Claudia
    Marzo 3, 2016 at 1:10 am

    Sara, che bello il tuo blog! Non lo conoscevo, sono arrivata qui ieri cercando informazioni sull'armocromia 🙂 Io amo lo stile francese, così pulito e semplice, eppure così raffinato. E i capelli! Certe volte cerco di pettinarmeli il meno possibile per ottenere quell'effetto disordinato tremendamente chic, ma su di me non rende come su Clémence Poésy, chissà perché 😀 Ed è vero che a Parigi sono tutte così, possiedono proprio un'eleganza naturale e innata!
    Ho letto il tuo ultimo post riguardo alle clessidre poco formose e mi ci sono rivista abbastanza.
    Al di là della forma, io ho sempre problemi a trovare capi che mi vestano davvero bene: sono abbastanza minuta, magra, ma non direi eccessivamente (neanche troppo petite, sono 1.60cm circa per 48kg, più o meno), eppure soprattutto per quanto riguarda magliette/maglie/capispalla tutto pare infagottarmi eccessivamente. Le gonne anche, solitamente son troppo lunghe (le midi diventano lunghissime, le minigonne quasi al ginocchio), le gonne a ruota o anche a campana troppo "ampie" per la mia persona. Probabilmente anche questo non depone a favore dei miei numerosi e fallimentari tentativi di look alla francese 😀 ora andrò a ritroso e leggerò tutti i tuoi post, magari ne hai già parlato! E cercherò di capire qualcosa di più sulle forme del corpo per stabilire meglio a quale categoria appartengo.
    Complimenti ancora, un sorriso grande 🙂

Leave a Reply