Clessidra Mela Pera Rettangolo Senza categoria Triangolo invertito

Guida ai saldi P/E 2015

Giugno 30, 2015

[testimonial author=”Federica”]Sara! Ciao! Scusa il disturbo ma volevo ricordarti che fra poco ci sono i saldi e… come faccio io senza la tua guida?! Grazie grazie grazie per tutto il lavoro che fai per noi!!![/testimonial]

Potrei riflettere sullo sviluppare una nuova app-saldi che abbia come unica funzione ricordarmi quando e dove inizieranno grazie ovviamente ad una mail entusiasta delle mie lettrici, molto più attente di me; ormai ogni anno mi accorgo che sta per finire la stagione modaiola (quella sulle riviste da femmine, quella nelle vetrine, quella delle settimane della moda, mica quella indossata!) solo grazie ai vostri bat-segnali. Con grande gioia rispolvero i vari trend di stagione con cui arricchire il vostro guardaroba senza spendere un patrimonio, non si sa mai che magari possa trovare qualcosa anche io – nonostante siano ere geologiche che non torno più dai saldi con borsine ricolme: sto diventando troppo classica o forse addirittura risparmiosa (sebbene riguardo a quest’ultimo punto il mio compagno avrebbe decisamente da ridire). O forse gli abiti che sogno davvero sono così costosi che neanche decurtarli di un buon -70% li rende seriamente abbordabili per le mie misere tasche. Ah, se solo potessi essere una Chiara Ferragni qualsiasi e scartare Elie Saab come gommose Haribo! E invece no, io vado a caccia dei grandi marchi, lascio il cuoricino su un abitino bianco e nero a tunica dalla stampa a pois giganti che indosserei praticamente ogni giorno della mia vita per andare ovunque sentendomi Grace Kelly e poi volto il cartellino e puff costa 500 euri, cinquecento, roba che manco l’abito da sposa. Io sono stata maledetta da qualche compagna dell’asilo a cui ho fatto un qualche torto, perchè io sono certa che la mia naturale predisposizione a innamorarmi delle cose più costose (ovunque io vada: alle bancarelle di un noto festival bergamasco ho additato immediatamente l’unico anello sopra i 100 euro) è frutto dell’esistenza da qualche parte di una mia bambolina voodoo piena di accessori costosi e con un portafogli vuoto. Lo stato di depressione che mi prende in questi casi è tanto da impedirmi ogni altro acquisto.

Ma dopotutto non tutte voi avete la stessa sindrome e i saldi possono rivelarsi fonte di grandi soddisfazioni e non solo di tremende frustrazioni. Ecco, per tutte voi qui di seguito la mia consueta guida, con attenzione alla moda e alle forme, su cosa potreste comprare quest’estate per rimpolpare con un tocco fashion che tanto piacerebbe a Carla Gozzi il vostro armadio (magari vuoto dopo un buon decluttering).

 

Abito folk ad A, che è poi quello scamiciato hippy che fa sempre estate ad ogni latitudine e ad ogni età. Evitando magari di sembrare la mamma di Darla o Phoebe in Friends, scegliamolo con un briciolo di logica, giacchè il buon Valentino ha creato un’intera collezione folk assolutamente desiderabile che ho evitato di provare in negozio per non uscirmene con la depressione di cui sopra. Grazie a lui, però, adesso almeno sappiamo che non occorre per forza avere i fiori fra i capelli per approfittare di questo look molto estivo e leggero, intelligente perchè permette di non morire dal caldo senza scoprirci come adolescenti in calore. Molto belli ovviamente gli abitini in lino frufru bianchi da vacanza in Grecia di cui vi avevo già parlato, ma ce ne sono di tantissimi tipi (e li si trova facilmente sfogliando il catalogo di Mango). Forme sì: rettangolo, mela, mela a 8, triangolo invertito. Forme no: pera, clessidra.

444d0ab839a4aa51f86bda63932fd18c

 

Panta-culottes: lo so, lo so, tutti li odiano. Non so quale sia la ragione per cui io invece no, tanto da confezionarmene un paio grigi per un matrimonio; avete capito bene, per un matrimonio. A riprova del fatto che sono ammattita del tutto e li trovo pure eleganti ma informali, se abbinati a scarpe col tacco (nel mio caso sandali) e maglia stretta (che almeno ricorda al mondo che avete delle forme). Sono belli anche con scarpe piatte ma solo se non sono larghissimi e se avete la caviglia magra, mentre si adattano molto bene alle donne con le forme se sono a vita alta ed ampi. Questi due tipi di culottes creano ovviamente effetti diversi su una forma curvosa e uno non curvosa, ma è questo il bello di adattare gli abiti a noi e non viceversa. Forme sì: mela a 8, mela magra poco seno, rettangolo, clessidra, pera. Forme no: mela, triangolo invertito.

d30f7e00a2f68b2a5d4122b7129eca5d

13768360603_6260c917af_h

 

Suade: vorrei capire come mai con 40 gradi all’ombra dovrei indossare abiti pelosini, ma la moda ha ragioni che la ragione non comprende; per questo, consiglio l’acquisto ai saldi di capi in suade pensando a quando li userete davvero, ossia questo autunno. Coloro che hanno un punto vita o vita stretta e fianchi non troppo larghi possono puntare sulla gonna più pinterest del globo, quella ad A con bottoncini davanti; per tutte le altre, ci sono moltissimi capospalla e accessori per un ritorno in grande stile negli anni ’70.

d5a22b30f7554be2b90d2939a74d05f6

 

Lino bianco: o cotone bianco, purchè sia bianco. L’età dell’innocenza domina le collezioni di quest’estate (dio grazie, dopo anni di estati fluo finalmente la sobrietà…) e dato che alla fine l’abitino o la maglia boho bianca ad agosto non passerà mai di moda, tanto vale farne incetta. Sta benissimo con accessori neri per un look più ricercato ed elegante, cuoio per un look più rilassato da giornata fra mercatini locali e paglia per la spiaggia. Forme sì: tutte.

180e5cefce5326c6bf241b3586c8cbef

 

Tracollina mignon: che attraversa il corpo e cade sul fianco opposto. Sono piccoline, dai colori più disparati e dalla comodità indiscussa: almeno ci obbligano a non portarci dietro mezzi averi, dato che la sera oggettivamente l’arricciaspiccia potremmo anche lasciarlo a casa. Sta bene con ogni look, dal più boho al più casual chic. Forse sì: tutte.

f145b8465f577c59dfdd1c9f18740a88

 

Stampa vichy: è la stampa di quest’estate, ma arriva da lontano, dagli splendidi anni ’50; ha vestito le dive più famose, che fossero magrissime o curvy. Rievoca atmosfere passate e romantiche, per questo secondo me si abbina poco a shorts e cosce magrissime e sta molto bene se indossato con gonne a ruota, culottes, vita alta e occhialoni neri. Parere mio, eh. Forme sì: tutte, a seconda dell’abito.

4afce528be55f3698c4dd12cc57f69b8

 

Sandali intrecciati: a cicli alternati ritornano, e quest’anno non fa eccezione. In questa versione, però, i laccetti sono più sottili e meno greco-romani. Io li adoro, ma non posso portarli per via del plantare. Sigh sob. Sono molto carini e si adattano a molti stili, eppure ricordiamoci che è bene avere una caviglia sottile se dobbiamo intrecciarvi qualcosa. Forme sì: tutte, se magre. Forme no: pera molto formosa, clessidra molto formosa.

 

 

0a50f5ea9113c59fbdd4fdc8dd2a6f81

 

E voi, cosa vi prenderete a questi saldi?!

PS, ottima notizia! Per tutte le ragazze sopra la taglia 46-48 che chiedono spesso “dove trovare abiti a prezzi ragionevoli per me”, segnalo che Mango ha lanciato la sua linea plus: Violeta. Si tratta di una linea molto bella, a prezzi ovviamente contenuti, ma che ha una caratteristica fondamentale che me la fa amare particolarmente: non sono scamiciatoni da Moira Orfei con stampe che andavano di moda trent’anni fa, ma abiti freschi e giovanili di taglie semplicemente più grandi. Era così difficile da capire che le ragazze sopra la taglia 48 non sono tutte nonne senza gusto?! Una laurea ad Harvard, proprio…

I saldi potrebbero essere un’ottima occasione per provarla e poi farci sapere che ne pensate!

You Might Also Like...

23 Comments

  • Reply
    Charlotte
    Giugno 30, 2015 at 12:40 pm

    "La moda ha ragioni che la ragione non conosce". Ti adoro <3

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Giugno 30, 2015 at 3:07 pm

      Vi adoro anche io!

  • Reply
    Lulli
    Giugno 30, 2015 at 12:41 pm

    Io non posso tornare dai saldi senza lo scamiciatino boho, il vestitino a quadretti e i pantaculottes… Ma siccome sono picciosa coi materiali, zara e hm non fanno per me e mi ritrovo a spendere un botto… Come te sono attratta invincibilmente, come una falena che punta alla fiamma, dai capi e dagli oggetti più che fuori budget proprio inarrivabili, pensavo fosse l'età… ma tu sei giovane e quindi il mistero permane. Lascio volentieri alle altre la gonna in suade e i sandali alla schiava!

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Giugno 30, 2015 at 3:06 pm

      Allora non sono l'unica con questa sindrome!! I culotte pants li ho visto super belli da Marella… non vi dico neanche il prezzo, già scontato…!!

      • Reply
        Francesca
        Giugno 30, 2015 at 10:38 pm

        Macchè l'unica con questa sindrome! Io ero cosi' perfino da bambina!!! A 7 anni se entravo in un negozio per comprare un nuovo paio di scarpe, invariabilmente le uniche che mi piacevano erano quelle piu' costose… per la disperazione di mia madre… 😉
        secondo me c'è un gene specifico per questa sindrome 🙂
        io ho cominciato ad occuparmi davvero di moda a 40 anni o giu' di li', dunque nè l'età, nè la predisposizione modaiola contano davvero, secondo me.
        Per me è il desiderio di cose BELLE, qualunque cosa significhi per ciascuna di noi.
        E che guarda caso siano pure costose è cio' che accomuna noi portatrici sane di questa anomalia genetica
        :)))

        • Reply
          Sere
          Luglio 1, 2015 at 12:54 pm

          Sì esatto, siamo tutte in buona compagnia! Io adoro il low cost(poco altro posso permettermi) ma comunque anche da zara o h e m o mercatini o dai cinesi io becco la cosa più costosa che c'é. Vetrine..neanche a citarle. Sara..Festa dello spirito del pianeta per caso? 🙂 io un giorno o l'altro ti incontrerò..!
          Ps. Io il vestitino folk a A lo amo, e pazienza se sono una clessidra.. Viva gli strappi alle regole!

          • Sara Consigli X Principianti
            Luglio 1, 2015 at 5:46 pm

            Sì, proprio quella!! Ho trovato una signora che fa gioielli molto molto belli con i vetri levigati; e io mi ero innamorata dell'unico anello con pietra dura 🙁 Alla fine però quello con vetro levigato l'ho preso comunque perchè era spettacolare e meno costoso…!!!

          • Sere
            Luglio 2, 2015 at 12:55 am

            Wow! Ti ha lasciato un biglietto da visita?

          • Sara Consigli X Principianti
            Luglio 2, 2015 at 12:05 pm

            Certo! Cerca Manea Design su internet, ci sono foto delle sue creazioni!

  • Reply
    Makee
    Giugno 30, 2015 at 1:36 pm

    L'abito folk l'ho sempre un po' snobbato, ma quello della foto è bellissimo.
    I panta-culottes non mi dispiacciono, ma non vorrei relegarli nell'armadio il prossimo anno quando sembrerò una marziana a metterli perchè non più di moda (anche se alla fine metto quello che mi sta bene senza seguire "la moda del momento")

    Quella gonna in Suade mi ricorda una foto che hai postato qualche giorno fa su facebook 🙂

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Giugno 30, 2015 at 3:06 pm

      Sì, la gonna ad A in suade è ormai popolarissima su instagram e pinterest, un vero capo must; non mi fa impazzire per l'estate, ma per l'autunno perchè no?!

  • Reply
    Lilit
    Giugno 30, 2015 at 3:44 pm

    Ahi ahi ahi, che argomento doloroso i saldi, quando si è squattrinate 🙁
    per questa stagione con tutta probabilità mi limiterò a guardare e non toccare, e forse solo negli ultimi giorni vedrò cosa mi ha riservato il destino… mi piacerebbe un abito lungo e/o una gonna lunga… che d'estate in tante corcostanze sostituisce i jeans come capo "tuttofare".

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Luglio 1, 2015 at 5:41 pm

      Io ho ridotto molto i soldi destinati al vestiario iniziando a cucire da sola quello che mi serve e lo "sfizio" per una cerimonia; in questi giorni sto facendo proprio un abito lungo che prevedo di sfruttare un sacco!

      • Reply
        Lilit
        Luglio 1, 2015 at 9:31 pm

        eh, sapessi quanto mi piacerebbe saper cucire e farmi da sola delle repliche dei vestiti che vedo in giro e che mi piacciono… ma sono piuttosto negata, al massimo riesco a fare piccoli ritocchi ma niente di più.

        • Reply
          Sara Consigli X Principianti
          Luglio 2, 2015 at 12:04 pm

          Io ho la fortuna di avere una mamma che mi ha dato l'infarinatura generale e una nonna ex sarta che però adesso è avanti con gli anni e non riesce a mostrarmi tutti i suoi trucchi per via del tremito delle mani. Però ho fatto un buon 90% da autodidatta. Prendo i video delle lezioni su youtube, studio le lezioni spiegate su Burda, etc… Ci ho messo un pochino, ma adesso posso fare abiti da facili a medi. Ovvio, le cose più elaborate richiederebbero una conoscenza più professionale che ovviamente non ho!

  • Reply
    Maria
    Luglio 1, 2015 at 4:16 pm

    Devo dire che anche io quest'anno, anche a causa di esami tardivi, i saldi me li sono quasi 'persi', giusto la settimana scorsa ero tutta un "Cheee, i saldi cominciano tra 1 settimana?!?'…
    Ammetto che tra le poche finanze e questo caldo, la voglia di buttarmi nella massa di shoppingare folli a lottare per due mutande e un reggiseno spaiato da Tezenis mi attira ancor meno delle scorse volte…
    Considerato che le uniche cose di cui avrei veramente bisogno sono un paio di sandali bassi (il mio decluttering mi ha lasciata con sole 3 zeppe, splendide e comode ma non vanno per le scarpinate in campagna/città d'arte), e un top elegante per la sera (puntato da Stradivarius, ma 17 euri per un po' di pizzo e stoffa anche no)… A questo giro di saldi penso che mi preoccuperò di procurarmi solo queste cose, sperando in un risparmio notevole! 😀

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Luglio 1, 2015 at 5:37 pm

      Eh sì, che il risparmio di questi tempi è decisamente necessario…!!!

  • Reply
    Jelly-fish
    Luglio 1, 2015 at 5:02 pm

    ma tipo è normale che nei negozi della mia città quando arrivano i saldi le cose un pò belline che avevi puntato spariscono per lasciar posto ai fondi di magazzino fluo di cinque anni fa? e non negozi qualsiasi ma catene low cost come zara, bershka e stradivarius.. questa cosa mi fa innervosire ancor prima di arrivare al camerino.

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Luglio 1, 2015 at 5:36 pm

      Questo è un problema gigantesco. Io una volta ho sperato per mesi che la borsa di Zara in pelle che adoravo ma costava un rene… mai finita ai saldi, ricompariva dopo 🙁 Che tristezza e che ingiustizia…

      • Reply
        Jelly-fish
        Luglio 2, 2015 at 7:33 pm

        si guarda, ci lucrano perchè alla fine la gente nella follia "eh ma costa poco" si porta a casa le cose più improbabili.. pure io qualche anno fa ero così.

        • Reply
          Princifessa
          Luglio 9, 2015 at 8:36 pm

          Io ho fatto la posta ad un paio di sandali, questa stagione, puntualmente spariti.

          Se li tengano, ho pensato. Ogni stagione stessa storia, da Zara tirano fuori il vecchiume più impensabile, sporco, bucato.

          Mi sono presa un paio di pantaloni neri vorrei-ma-non-posso-pelle e arrivata alla cassa… ho fatto scoppiare il panico ad ondate: avevano sbagliato a marchiarli con il saldo sopra, new collection, baby.

          Ma a me l'hanno dovuti vendere a prezzo scontato (anche se hanno provato ad insinuare che avevo scazzato la taglia nella speranza che li mollassi: manco se provi a lapidarmi con gli anti taccheggio).

  • Reply
    Sara Consigli X Principianti
    Luglio 2, 2015 at 12:01 pm

    Dipende. Io avevo bisogno di una maglia nera e avevo trovato un pattern molto bello e gratuito su Burda; poichè però mettendoci un pochino a cucirla non volevo fosse una ciofeca ho deciso di farla in seta nera leggerissima, perfetta per il giorno ma anche per la sera, insomma un capo da usare molto più spesso di una cosetta in acrilico. Lo scampolo di seta 100% nera mi è costato 35 euro. Tantino, ma riflettici: quanto te la fanno pagare in negozio una blusa in seta pura?! Per altro fatta su misura e con un taglio molto originale?

  • Reply
    Kika
    Luglio 5, 2015 at 2:48 pm

    Io mi mangio le mani per aver dato via, un paio di anni fa, una gonnina in suède blu proprio uguale a quella che dici tu, originale anni '70! 🙁
    Per il resto mi attirano molto le tuniche folk ma non ne vedo tante in giro – veo è che da me mancano le grandi catene lowcost dove si trova tutto ciò che è trendy al momento. C'è solo Terranova ma la qualità non mi convince… e poi OVS, di cui faccio incetta di capi stra-scontati tutto l'anno all'outlet aziendale. Tra quello e i mercatini vintage, ormai me la cavo più che bene senza dover aspettare i saldi (e annesse delusioni).
    Poi se capita il giro con le amiche ben venga, ci si diverte insieme e magari ci scappa l'affare, ma preferisco che capiti come piacevole sorpresa. Ad esempio l'altro giorno da Benetton c'erano un sacco di pantaloni dell'estate scorsa a 5 euro (!!), tutti in lino o cotone e portabilissimi anche quest'anno (e per tutti gli anni a venire 🙂 Non so se fosse un'iniziativa di quel negozio o nazionale, comunque ho visto anche altre cose carine scontate del 50% (es: magliette in cotone con stampe bellissime, 19 euro) per cui un giro lo consiglio a tutte, se piace.

Leave a Reply