Come abbinare Senza categoria

Cosa indossare ad un matrimonio invernale

Novembre 25, 2015

Cara Sara,

leggo da tempo con interesse il tuo blog e quello di Anna che mi hanno aiutata a destreggiarmi nel”difficile” e “sporco” mondo della moda.Emoji
A fine mese si terrà il matrimonio della mia migliore amica a Pavia lo festeggerà nel tardo pomeriggio con una cena in un agriturismo, data l’importanza dell’occasione vorrei apparire al meglio semplice ma elegante . Dopo una consulenza con Anna ho scoperto di essere una mela a 8 con molto seno e il punto vita leggermente segnato in alto, per l’occasione avevo pensato di prendere un abito lungo ma nelle vetrine visto l’arrivo della stagione fredda ho visto solo cose tetre(il nero è un classico ma per questa occasione lo vorrei evitare) e con tagli poco adatti alla mia forma(troppo aderenti,orrore per le mie maniglie, o a sacco, orrore per le mie povere curve!) volevo dunque chiederti un consiglio sull’ outfit da usare in questa occasione speciale, spero riesca a rispondermi anche se sicuramente riceverai moltissime mail, ti mando un abbraccio e continua così, il tuo blog è fantastico! Emoji
Emoji
S.

 

Non c’è niente da fare: il matrimonio è sempre l’occasione più difficile e che scatena in noi patemi d’animo che in confronto Jacopo Ortis lèvati! Cosa si innesca nella Donna in Panico da Matrimonio (di cui ho già abbondantemente parlato)? Forse la voglia di essere più bella delle ami-nemiche che al liceo non perdevano occasione di umiliarci e farci sentire goffe, sbattendo loro in faccia la nostra attuale gnoccaggine (abbiamo visto troppi film con Jennifer Aniston)? Forse la ricerca dell’uomo della nostra vita (abbiamo visto decisamente troppi film con Jennifer Aniston)? O forse la rivalsa su un look quasi sempre casual, sportivo, comodo, da ufficio, spazzato via da un abito elegante e femminile per la prima volta dal Pleistocene? Io non lo so cosa mi scatti nella testa, sta di fatto che la possibilità di essere belle ed eccentrica almeno una volta all’anno senza sentirmi in colpa perchè mi guardo allo specchio e sono soddisfatta di quello che vedo, ammetto che c’è! Non che nel resto della mia vita non indossi abiti che amo e che mi donano: ma ai matrimoni e a feste simili posso osare anche quel tocco che, per praticità, non oso mai. Non sembra ma sono una ragazza con i piedi per terra (o su un paio di tacchi, ogni tanto).

Figurarsi cosa accade poi se, oltre a doverci A) vestire da gnocche seguendo la nostra forma e la nostra stagione, B) badare che il colore ci stia bene senza urtare con le decorazioni del ristorante e C) scegliere qualcosa che non costi mezzo rene, la sposa è così sadica da sposarsi in inverno. Zam zam zam. Ed è subito crisi tra le invitate, damigelle in lacrime, donne che si lanciano sulla pira funebre come Didone e amicizie finite. Proprio in inverno deve sposarsi?! Ma che c’è di male nell’inverno? Tendenzialmente, vestirsi in inverno è più difficile, specie se si parla di abiti eleganti: serve qualcosa di bello, ma che sia anche caldo, un tessuto di qualità che non ci faccia diventare pezzi di ghiaccio costa e non sempre è elegante; corollario del tutto: se voglio indossare abiti eleganti, devo sceglierli leggeri. Ed ecco schiere di donne in abiti di raso e seta a dicembre, con la scarpa aperta e la gamba nuda (vuoi mettere i collant sotto l’abitino di seta?!) con un cappottino di bava di fata ma tanto bello che la commessa mi ha praticamente detto che sembro Grace Kelly sputata. Credetemi: ho assistito a queste scene in prima persona. Invitate cianotiche, invitate con la broncopolmonite, invitate che nella foto stanno letteralmente tremando e sorridono al fotografo implorando una tazza di cioccolata calda e vin brulé! La domanda è: il gioco vale la candela? per me no. Non solo perchè io ai miei bronchi ci tengo, ma anche perchè un abito in seta leggero in dicembre è ridicolo tanto quanto gli stivali in estate. Va bene la moda, ma essere fuori luogo è peggio che indossare un gambaletto color carne. Dobbiamo capire che chi ci guarda tendenzialmente sta percependo la temperatura come la percepiamo noi: quindi ci scuserà se indossiamo un bel giaccone caldo e sotto il nostro bell’abito, che sfoggeremo al ristorante! Per cui la regola principe è indossare capispalla sì eleganti, ma anche caldi. Un’ottima idea è il cappotto in filati pregiati, bello e caldissimo, da riutilizzare poi anche nella vita di tutti i giorni; ma anche un bel piumino (avvitato, con l’esterno foderato in tessuto, impreziosito da una cintura particolare, ad A con manica a tre quarti, etc…) non sfigura affatto; per le aspiranti zarine, in ultimo, c’è sempre l’ecopelliccia, che è molto carine in stole magari colorate e possibilmente NON anni ’80 (sì ai tagli dritti e slim, no orso delle caverne che ti abbraccia). Esistono anche maglioni molto belli e che possono essere usati sopra un abito elegante! Certo, evitiamo i maglioni in lana scadentissima con i pallini e la trama grossa: preferiamo filati pregiati e caldi, ma luminosi, e soprattutto dal taglio particolare. Non sono molti, ma si cercati bene possono riservare sorprese; per esempio, un’amica si è sposata in dicembre con un abito bellissimo vintage e un cardigan di cashmere color avorio con perle per bottoni. E’ un’idea inusuale, molto stilosa e sicuramente più calda della stolina d’ordinanza!

034101284104d8c73fe8ebc07ec2ee2a

 

Oltre a coprirci bene, sarà necessario avere il giusto abito, perchè la pelliccia e lo straccetto in seta vanno giusto bene in Sex and the City o in un bordello di lusso inizio anni ’20. Puntiamo su abiti in tessuti caldi, così le calzamaglie non stoneranno affatto, anche se molto calde e coprenti (invece, stonano molto sugli abiti estivi, motivo per cui io non mescolo mai i miei due armadi). Il problema di questi tessuti è che vanno ingentiliti moltissimo perchè tendono ad essere rigidi e poco femminili (la lana, se non è bella lana, se non è pregiata o anche semplicemente se non ha un taglio morbido, rischia di offrirci capi casual e poco adatti ad occasioni formali). Io punterei sul tweed: è caldo, invernale e soprattutto può essere molto elegante! Basta una spilla, un taglio svasato per pere e clessidre o un taglio ad A per le altre forme, accessori “gioiello” ed ecco che il nostro abito acquista una luce e un’eleganza innate. Mi piace molto se colorato, ma se lo preferite grigio/beige/nero mi raccomando osate con qualche gioiello particolare, che già l’inverno è cupo e tedioso, cerchiamo noi di essere luminose e gioiose!

9c90efe9da82535eedb4b086b0c722d4

585fba887ae1f2941e3aa95be89ccd97

5f6412e2e650545e42fea29d8a2fa337

2286e7d1ce68d931e8714def78b456a5

7773939d297a7a30298fed47403e20d8

Classy-Tweed-Fashion-Trends-27

You Might Also Like...

24 Comments

  • Reply
    cri
    Novembre 25, 2015 at 6:31 pm

    Se avessi l'occasione, soldi e tempo(anche perchè non penso esista un abito come l'ho in mente io) mi butterei sicuramente su un abito lungo in velluto, sicuramente a maniche lunghe, blu scuro, verde smeraldo, oppure rosso scuro.. Non largo sulla gonna e abbastanza scollato.. Sarebbe carino trovarne uno cosi anche solo da provare per vedere se starei bene davvero o è solo un mio stereotipo di vestito elegante invernale..
    Cri- liz

  • Reply
    chiara EC
    Novembre 25, 2015 at 6:40 pm

    Che ridere! Non ho mai capito la sindrome delle invitate al matrimonio, la sindrome quella vera, pericolosa, per cui donne di ogni età dimenticano senso della misura e buon gusto. Sarà vero che si vuol festeggiare e fare bella figura, ma certe mise gridano vendetta. Fortunatamente ho partecipato solo a tre matrimoni celebrati nel periodo invernale e ogni volta me la sono giocata con abiti o abbinamenti (che poi ho portato) "tirati su" con cinture, spille, bracciali od orecchini particolari. L'ultimo a cui ho partecipato, di mattina, avevo un vestito al ginocchio grigio scuro e liscio, scarpe e busta verde petrolio, orecchini lunghi grigi e verde; da buona clessidra, la vita era segnata da una cintura a fascia di pelle grigia… cappotto lungo grigio di lana liscia, foulard. Dove abito io, invece, i matrimoni non si celebrano da ottobre a maggio…la nevicata notturna può sempre capitare! Un'altra cosa assurda che capita ai matrimoni (e non ho mai capito) è mettere il tacco 12 e poi non saperlo portare…..ma mettere un 5 o 7 fa brutto?

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Novembre 25, 2015 at 7:29 pm

      Io per i matrimoni delle amiche ho escogitato, insieme alle mie compagne di avventura (essendo un gruppo di amiche unito, ci conosciamo dalle superiori e siamo spessissimo insieme a quest eventi di amici comuni!), un metodo infallibile: ballerine nella borsetta per quando si balla!

      • Reply
        Lilit
        Novembre 25, 2015 at 10:14 pm

        ma le borsette da matrimonio sono sempre microscopiche: come si fa?

        • Reply
          Elena
          Novembre 26, 2015 at 11:50 am

          Esistono quelle pieghevoli!! Fai una ricerchina su google, vedrai che le trovi 🙂 (certo, la suola è sottilissima, ma se le si usano solo per far riposare i piedi dentro un ristorante vanno benissimo, per camminare in giro un pò meno)

          • Lilit
            Novembre 26, 2015 at 12:07 pm

            uhm, già le ballerine con la suola pieghevole per me sono un disastro! se poi sono anche con suola così sottile non vanno assolutamente bene, quelle che ho visto in rete poi sembrano quasi delle ciabatte, io le ciabatte non le porto neanche in casa!
            e anche così avrei difficoltà a farle stare in una "borsetta da matrimonio", visto che quando ci infili telefono, portafoglio e chiavi di casa già non ci sta altro… io dovrei metterci anche gli occhiali (da vista, mica quelli da sole), ma mi tocca sempre lasciarli a casa, sperando che non mi tocchi guidare.

            comunque tacchi troppo alti non potrei assolutamente: mi rovinano i piedi. le mie "scarpe da matrimonio" hanno tacco di 7 cm, piuttosto largo, e con un cm di plateau che mi garantisce la sopravvivenza. e se fa tanto freddo non mi vergogno di mettere gli stivali!

          • Kika
            Novembre 26, 2015 at 1:19 pm

            Per me uguale: le ballerine pieghevoli nella borsettina non ci starebbero e in ogni caso non mi "salverebbero" perché non riuscirei a farci la cosa più impegnativa: ballare! (se non ho un po' di tacco non riesco). Tacco medio a cono, comodo e raffinato, e sono a posto per tutta la giornata!
            Altra cosa da evitare sono i tacchi sottili, non solo per la scomodità ma anche perché spesso i matrimoni prevedono fasi all'aperto (almeno nella bella stagione) su praticelli, e non è bello trovarsi affossate nella terra :))
            Però, tornando alle ballerine d'emergenza, se si ha la possibilità di tenerle in macchina e andarle a prendere quando serve il problema spazio è risolto 🙂 E a quel punto possono essere anche di un modello più "consistente" 😉

          • Sara Consigli X Principianti
            Novembre 26, 2015 at 7:28 pm

            Io vado di ballerine pieghevoli (ma le mie borse da matrimonio pur essendo piccole non sono affatto microscopiche) o ballerine tenute in auto; ad una certa ora saluto per 5 minuti e torno rasoterra!

  • Reply
    Lilit
    Novembre 25, 2015 at 6:40 pm

    ma matrimoni a parte vi risulta che gli abiti invernali con le maniche lunghe si trovino ancora? a me pare siano diventati rarissimi.

    • Reply
      chiara EC
      Novembre 25, 2015 at 6:41 pm

      Sono d'accordo! Rarissimi per non dire che io sono anni che non ne trovo…

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Novembre 25, 2015 at 7:27 pm

      Vero! Per questo consiglio di munirsi di capospalla bello pesante e cardigan o maglia calda…!

    • Reply
      Zombee
      Novembre 27, 2015 at 1:21 pm

      Io ne ho cercato uno in lungo e in largo, siccome mi piace indossare abiti ma detesto l'abbinata abito senza maniche + camicia/dolcevita/maglietta a maniche lunghe sotto. Ne ho trovato uno solo, per purissimo fattore C in un colore che mi piace e di un taglio che sebbene non sia il mio preferito non mi penalizza troppo. Non so, evidentemente gli stilisti pensano che le donne, nell'ordine: non soffrano il freddo a mani/piedi/gambe/braccia/collo, non sudino (vogliamo parlare dei capi estivi in puro poliestere o in similpelle, o i famigerati "stivali estivi"?), non abbiano male ai piedi (tacchi a spillo, ballerine e sandali rasoterra senza un minimo di sostegno plantare, ce l'ho con voi), non indossino biancheria intima (sai quei meravigliosi capi tipo gonne, abiti, maglie e maglioni con tagli strategici per cui a me vedrebbero tutti il gancetto del reggiseno o l'inizio dello slip), non abbiano i polpacci (di donne che potessero mettersi gli stivali nuovi senza prima portarli dal calzolaio a farli mettere in forma per allargare il polpaccio ne conosco molto poche) e un paio di altre cose che ora mi sfuggono…

      • Reply
        Sara Consigli X Principianti
        Novembre 27, 2015 at 10:02 pm

        Ahahahaha vero!! Chissà che tipo di donna hanno in mente! Forse… quella che non scende dalla passerella 😉

  • Reply
    Chiara Colombo
    Novembre 25, 2015 at 7:58 pm

    Stavo per scriverti una mail proprio su questo e voilà … ecco un post a pennello!!!
    Mio fratello si sposa tra 15 giorni circa e sono circa due mesi che cerco un abito … da clessidra formosa e primavera chiara ho cercato ovunque un vestito con gonna svasata e di un bel colore chiaro ma vivace … impossibile! Due giorni fa mi sono arresa e ho comprato un vestito di Max&co (si può scrivere?) nero a pois bianchi … manica tre quarti, seno ben contenuto, scollo a v, appena sopra il ginocchio … devo dire che era la prima volta che provavo un vestito così perfetto x le mie forme …. me ne sono innamorata all'istante nonostante il poco colore!!
    Ed ora … panico da accessori e scarpe!! Cosa faccio? Colore? Dove? Come? Aiuto!!!
    Forse è meglio che tenti comunque di scriverti la mail ….
    Intanto grazie x tutto quello che fai e che scrivi!!! Baci.

  • Reply
    Anna
    Novembre 25, 2015 at 8:02 pm

    In realtà la mia esperienza è che spesso nei ristoranti è molto caldo… io in chiesa o comune tengo il cappotto, invece al ristorante di solito mi basta un tailleur

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Novembre 25, 2015 at 9:46 pm

      Certo, è sempre così! Ma il vero freddo si patisce fuori o in chieda, per questo meglio munirsi di capospalla caldo. Poi non so te ma anche nei ristoranti con manica corta e abitino leggero io comunque patisco il freddo!

  • Reply
    Maria
    Novembre 26, 2015 at 12:42 pm

    La frenesia da matrimonio non l'ho mai capita: onestamente l'idea di potermi acchittare un po' di più del solito mi piace, perché raramente mi capitano occasioni per mettermi in super-ghingheri, ormai la tendenza a vestirsi casual sta prendendo piede ovunque! Però tutti quei drammi tipo "Devo essere stra-gnokka perché così farò schiattare di invidia tutte/farò voltare tutti gli uomini della festa/sarò suxspecialixima!!1!" li trovo un po' superati dopo i 18 anni, ok volersi tirare a lucido e vedersi carine una volta ogni tanto, ma trasformarla nella sagra del Pavone di Larderello di Sotto no, dai! 😀
    Personalmente ormai ho due-tre vestiti fidati che uso per ogni occasione elegante, matrimoni inclusi, delle scarpe che pur non essendo elegantissime almeno non mi ammazzano i piedi, e i linea di massima sto apposto! Ammetto che però per un matrimonio invernale potrei avere qualche problema, se mai capitasse dovrei munirmi di maglioncino grazioso et caloroso!

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Novembre 26, 2015 at 7:26 pm

      Brava, così si fa! Io ad ogni matrimonio/occasione indosso abiti che mi confeziono ormai da sola da qualche annetto: minima spesa (il tessuto, anche bello, costa moooolto meno di un abito con quello stesso tessuto: blusa 100% seta per 30 euro!) e abiti sempre che riscontrano il mio gusto, oltre che essermi praticamente cuciti addosso!

  • Reply
    Giulia
    Novembre 26, 2015 at 7:20 pm

    L'anno scorso ho partecipato a un matrimonio ad ottobre inoltrato sempre dalle parti di Pavia.
    Per l'occasione ho indossato un abito prestatomi da mia sorella: di tessuto pesante, bellissimo ma…senza maniche!! Tra un po' di ineleganza e il freddo (anche perché il buffet era all'aperto) ho preferito la prima e ci ho schiaffato sopra un cardigan corto.
    Ai piedi, ballerine: ho deciso già da un pezzo che ai matrimoni soffrire per il mal di piedi pur di indossare dei tacchi fantafigherrimi non fa per me.
    Giulia

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Novembre 26, 2015 at 7:24 pm

      Io indosso tacchi ma… ballerine tattiche in borsa 😉

  • Reply
    Cinzia
    Novembre 28, 2015 at 10:26 pm

    Eccolo

    • Reply
      Lilit
      Novembre 29, 2015 at 1:20 pm

      la parte superiore è troppo "bianca" perchè sia adatto a un matrimonio, e di solito è una cosa da evitare.

  • Reply
    Finnicella
    Novembre 29, 2015 at 2:32 pm

    Sto sbavando per il completo grigio della prima foto… Probabilmente io sembrerei una portaerei con seno e fianchi importanti.. Però la gonna è così bella, per non parlare del cardigan… hai una vaga idea della marca?? Mi piacciono proprio tanto!
    Comunque adoro tutto il post, penso possa essere utile anche per capodanno… Il mio si svolge da anni in un bellissimo casolare di campagna, riscaldato solo dal caminetto… Bellissimo il posto è l'atmosfera, ma bisogna coprirsi!!!
    Complimenti e grazie per il lavoro che fai!

  • Reply
    Kika
    Dicembre 2, 2015 at 10:45 am

    Quando ho visto il blog sostituito da un altro mi è preso un colpo, mi sono sentita male per te, per fortuna tutto è tornato a posto! ':D
    Come sai ormai grazie a voi sono intrippata con l'armocromia e oggi ho pubblicato un altro post più o meno in tema: il grigio in chiave boho 🙂 So che non è il tuo stile preferito, ma se vuoi dare un'occhiata mi farebbe piacere (magari ti convinco a stravolgere il tuo look eh eh! 😉
    Scherzi a parte, sto già meditando un prossimo post sul grigio come base tartan e questo penso incontrerà meglio i tuoi gusti 😉

Rispondi a Sara Consigli X Principianti Cancel Reply