Come abbinare Senza categoria

Quali scarpe per la P/E 2016

Aprile 11, 2016

[testimonial author=”Greta”]Ciao Sara! SOno una tua giovane lettrice, giovane in tutti i sensi: ho 19 anni e ti leggo da pochissimo, dato che ho scoperto il tuo blog solo due settimane fa. E ti starai chiedendo: “questa è già qui a mandarmi richieste?!” Sì, per tua sfortuna sì! Ho adorato ogni tuoi singolo post, li ho proprio divorati nei weekend e grazie a loro sto lentamente capendo cosa mi dona e cosa no, per cui adesso che crescerò e andrò all’università mi piacerebbe molto avere un nuovo guardaroba tutto da ricostruire. Ho fatto degli errori in passato, per esempio gli skinny XD che uso anche se sono una pera magra. Però devo dire che con la gonna a ruota hai ragione tu: è un’altra cosa! Vorrei sapere se per caso hai in programma un post come quello che ho visto che hai fatto gli anni passati, cioè su che scarpe comprare per l’estate e per l’inverno. Mi piacerebbe molto leggerlo, così so da dove partire; mi piacerebbe essere un po’ più modaiola ma nel “mare” dei capi e degli abbinamenti non so bene da dove cominciare ad orientarmi. Ti auguro una buona giornata, non so bene come funzioni con le mail ma se ti dovesse servire puoi anche pubblicare la mia sul blog senza problemi! A prestissimo, [/testimonial]

Si aprono i fiori nei giardini, le mosche ronzano e si spiaccicano contro le finestre chiuse, la luce è più tersa e viva, fanno circa 25 gradi quando esco dal lavoro, posso lasciare il cappotto nell’armadio, c’è profumo nell’aria, si possono fare gli aperitivi all’aperto, le foglie sventolano sui rami prima secchi e nudi, girano le rondini tra i tetti, posso mettere i pantaloni culottes senza gelarmi i malleoli. These are a few of my favourite things! Come vi ho detto fino alla nausea: io amo il caldo. Lo adoro. Adoro la bella stagione, mi riempio di gioia appena scatta il 21 di marzo, muoio dentro quando arriva settembre, è ormai chiaro all’alba dei 30 che nella vita precedente ero una addestratrice di delfini a Honolulu che viveva col sole in fronte e i capelli al vento. Punto. Magari potessi tornare a fare quella vita là. E invece il karma mi ha rinchiusa in pianura padana con le nutrie, la nebbia agli irti colli, l’umidità al 105% e lo smog. Dunque immaginerete la mia immensa gioia quando scopro che non ho più bisogno della maglia termica e della sciarpa per uscire di casa (che io c’ho pure contro di me la melodrammaticità per cui al primo accenno d’inverno tiro fuori l’intimo termico della Dechatlon come Walter Bonatti prima del bivacco sulla parete nord dell’Everest): inizio a danzare come una principessa Disney, con tanto di piroette su me stessa.

La prima cosa che sono lieta di riporre nell’armadio è il piumino. La seconda sono le scarpe. Eh sì, perchè le scarpe spesso fanno la felicità: un paio di scarpe nuove ti solleva l’umore, un paio di scarpe comode ti ricordano quanto è bella la vita, i sandali fanno subito vacanza, etc… Io personalmente adoro poter mettere delle sneakers senza abbinarci le calze termiche di cui sopra. Tutto appare subito più leggero. Gli abiti stessi si abbinano con più facilità se non devi sempre scervellarti su come rendere femminile lo stivale moonboot perchè fuori fa -40. (Ok, ve l’ho detto che io ho una visione melodrammatica dell’inverno). Ultimamente le scarpe che fanno la mia felicità sono le sneakers: primo perchè ci sta il mio plantare e quindi posso passeggiare ore; secondo perchè mi danno un’aria casual-chic e rilassata.

Ma ovviamente in primavera non ci sono solo le sneakers in tela! Ecco una rosa di acquisti papabili per la bella stagione 2016, con tante idee per l’abbinamento.

Ballerine con i lacci. Lo so, sono un evergreen. Mi domando che cosa ci mettessimo durante il giorno quando non andavano più di moda. Alcuni le odiano e le chiamano paperine o pianelle; non sto neanche qui a commentarvi! Semplici, eleganti, adatte a tutti i look, mai sopra le righe e mai banali allo stesso tempo. Certo, i detrattori dicono che non sono sexy (sono i detrattori che ci vorrebbero sempre in tacco 12) o che fanno male ai piedi (io stessa ne devo usare un paio apposta per i plantari, ma quando non avevo problemi ai piedi le usavo ovunque senza dolori; lo so, ero fortunata); per chi però le trovasse belle e anche comode, eccole in una versione tutta nuova, che quest’anno è presente in moltissimi negozi: con il laccio intrecciato sul collo del piede e sulla caviglia. In principio furono le Acquazzurra, che però costano come un pancreas sano. Io le trovo bellissime e molto particolari, perfette per uno stile giovane, fresco e casual chic; ma non sono male anche con un abitino bon ton. Meno adatte invece per le più pratiche/sporty e per le più formali.

17630275816_67a284a1d8_z

385132484f1acdc581113fdb3ba65916

 

7c077b62d5d7f9df0b80fca71fdddde2

03f5f598abac3efe07c2682eba399d19

2ede44195151ad24228d223e88aa4cf9

1aa3856f8d90a406a8d375b33c6625cc

d60b1d5cc9b456702bf51649b08653bc

 

Processed with VSCOcam with 5 preset

8852b2ff8ac1fa0ae449cfa1f67a9b3b

7bd1e82b4f8f09005c7c224fd13631b0

Tacco basso e quadrato. Ricordate che l’anno scorso andava il kitten heel, quella roba vagamente simile a una cicca attaccata sotto la scarpa tanto era minuscola? Ecco, scordatevela. Il chihuahua dei tacchi è sparito ed è tornato il tacco grosso, importante e non particolarmente alto. La moda si è ricordata che i nostri piedi servono per camminare, probabilmente. E quindi ecco che sono tornate di moda le scarpe da professoressa di latino o scarpe da Minnie o scarpe da disadattata sociale, insomma quelle scarpe con tacco piatto e quadrato che sono sempre state comodissime ma non proprio belle da vedere. Invece quest’anno rieccole in versione fashion. Oddio, alcune sono ancora guardabili come i capelli di Medusa, eh, ma alcuni modelli carini ci sono eccome. Evitiamo magari quelle accollatissime e in suade: chi è il genio che mette ancora scarpe in vellutino nel 2016? Una comparsa di “Ritorno al futuro”?
Adatte a un look sicuramente femminile e bon ton, meno adatto al casual e al maschile.
Le più belle sono ovviamente di Valentino (Tango, per chi avesse alcuni reni da sborsare), ma anche i fast fashion come Zara ne hanno sfornate di simili.

dba633d34cfbe7b04b0f6309fd299c26

c91ab6c48a4f19ed3db61a054939ebdb

e07bdf7fbf9ec350814be0236ff2a13e

f67c3ce496a2fa6a0dcb96fe0e8d3d35

6d784fe2fc732dd9690d7b1433113ff4

137de100198621a9426a160ca2dc2c9d

818dcc42c61ab4ac21c34488f2a77cf0

13ea2bfd1eae487a38c169565dc8582a

 

 

Birkenstock. E che è, ancora ci dirai che vanno di moda quelle orrende ciabattone da tedesco in pellegrinaggio?! Ebbene sì, complice la moda normcore (che tradotto in italiano significa “moda del vestiti come ti pare tanto peggio di Veronica Ferraro non puoi fare”), ne ho viste davvero moltissime nelle vetrine, accanto alle sneakers in tela che sono le altre grandi immancabili di ogni stagione. In realtà saranno anche brutte e da tedesco in vacanza, ma a noi plantare-munite questo ritorno non può che far piacere; se non altro perchè si è sdoganata la moda della comodità e della praticità. Alle german-scettine, un invito a provarle: io stessa pensavo che la mia vita fosse finita quando ne ho comprato un paio su richiesta della mia ortopedica (che aveva fulminato i miei sandaletti chic e senza suola). E quando dico “finita” intendo pianto isterico prima, durante e dopo l’acquisto. Adesso sono al secondo paio. Sono comodissime e ora che la moda me le ha pure consacrate nello streetstyle non devo vergognarmi a portarle anche sotto gli abitini bianchi. Con buona pace del mio compagno che, per rendersi più “partecipe” e solidale col mio dolore, ne ha comprato un paio quello stesso giorno (in verità questa è la versione edulcorata, mentre quella vera è che ha fatto come si fa con i cuccioli di cane o con i bimbi refrattri sperando che imparino grazie all’imitazione; per cui il classico “Mmm pappa buona, la mangia anche la mamma!” si è nel mio caso trasformato in “Le vedi le scarpine come sono belle? le metto anche io!”).
Ecco, magari eviterei di indossarle con i pantaloni della tuta, come vedo fare alle dive dello streetstyle: jeans dirtti, una gonna in jeans, shorts, abitini di qualsiasi lunghezza fanno già di più la loro porca figura!

90s-look-birkenstocks

birkenstocks-skirt-look

c4d8e01bb7b4de0c135e967dd56f5cd4

ca9dccb45680067e3e433e9279a7f313

white-birkenstocks

birkenstock-sandals

59e00f4400e36becf32c66bece499695

 

 

Processed with VSCOcam with a6 preset

e9aa0b284487d642d6ee5d2dac8ea7a2

6123477e85a951ec0152c3a52cd8f674

18af0f86160b600ef5f375bf5122e79c

 

36 Comments

  • Reply
    Lilit
    Aprile 11, 2016 at 6:50 pm

    ahimè, quest'estate per via delle scarpe sarà assai triste, perchè non potrò mettermi quelle che voglio ma quelle che non mi fanno male… che ultimamente sono sempre meno… confido molto nei primi caldi per poter mettere i sandali.

  • Reply
    Lulli
    Aprile 11, 2016 at 9:02 pm

    Per me il tacco quadrato non è solo comodo..Io lo trovo proprio bello da vedere!

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Aprile 11, 2016 at 10:25 pm

      A me piace molto la Tango di Valentino e credo ne cercherò un paio simili a meno perchè sono un tipo di tacco elegante e per nulla volgare, sobrio e da ragazza per bene!

  • Reply
    Anna
    Aprile 11, 2016 at 9:10 pm

    So di avere seri problemi, ma io trovo molto più carini i "ciabattoni tedeschi" delle ballerine!

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Aprile 11, 2016 at 10:23 pm

      Eh bè, questione di gusti!! Che bello sapere che esiste qualcuno come te, così noi "costrette al ciabattone" non vi sembriamo così malvestite e sgraziate 😀 😀

      • Reply
        Anna
        Aprile 13, 2016 at 12:42 am

        Ah, ah, ah! Le porto pure io, persino i sabot e i miei nipotini le chiamano o ciabatte o scarpe di plastica o "le scarpe di Minnie"!

    • Reply
      Lilit
      Aprile 12, 2016 at 11:43 am

      dipende da quali Birkenstock: quelle classiche coi cinghioni grossi effettivamente sono raccapriccianti (specie se indossate "alla tedesca" coi calzettoni pesanti).
      ci sono altri modelli che invece sono piuttosto carini, coi listini un po' più sottili, e che non dispiacciono neanche a me. non dico di metterle col tailleur gessato, ma con gli shorts o coi vestitini leggeri fanno la loro porca figura.

      • Reply
        Anna
        Aprile 13, 2016 at 12:40 am

        è che a me quelle ballerine proprio non piacciono, invece alcuni modelli Birckenstock, come dici tu, oltre che comodi sono graziosi

  • Reply
    Maria
    Aprile 11, 2016 at 11:40 pm

    Ammetto che a me le ballerine coi lacci non piacciono per niente… Sarà che con i miei caviglioni non me le posso permettere, ma proprio non mi ispirano!
    Le Birkenstock le odio con tutta l'anima, il podologo ancora prova a propormele alle visite di controllo plantari, ma io noonee, faccio orecchio da mercante. Grazie al cielo i miei problemi ai piedi sono migliorati, e d'estate posso permettermi di usare sandali comodi senza doverci per forza infilare il plantare!

    p.s. A "guardabili come i capelli di Medusa" sono morta, è una similitudine molto azzeccata tra l'altro! XD

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Aprile 13, 2016 at 1:06 pm

      Io avevo dei sandaletti artigianali adorabili, in cuoio chiaro… Ma la suola era inesistente, avevo dei bruciori atroci alla pianta del piede ogni volta che camminavo, bruciori che sono spariti infilando le Birkenstock e camminandoci anche tutto il giorno! Insomma… era destino che me ne innamorassi, anche perchè d'estate voglio sì essere bella ma camminare e sentire continue scosse a caviglie e pianta è un calvario per chi come me preferisce girare per città d'arte che la movida dei locali notturni 😉

      • Reply
        Lilit
        Aprile 14, 2016 at 11:40 am

        ma delle Grunland (le simil-Birkenstock nostrane) che ne pensi? i modelli sono simili ma costano molto meno. sono comunque fatte in Italia, e tanto malvage non dovrebbero essere.

        • Reply
          Briseide
          Aprile 15, 2016 at 2:55 pm

          Io ho provato un paio di grunland identiche al mio modello di birkenstock: a parte che nei dettaglia erano molto meno carine (fibbie evidenti, per esempio), le ho trovate così scomode che non riesco nemmeno a portarle in casa. Insomma, per la mia esperienza saranno pure più economiche, ma sono soldi buttati (idem per mia madre a cui ho provato ad affibbiarle).

          • Lilit
            Aprile 17, 2016 at 11:59 am

            ma per il problema delle dita che toccano il bordo invece che mi dite? immagino che a voi birk-dipendenti non succeda… forse devo rassagnarmi al fatto che ho un piede "sbagliato" 🙁

  • Reply
    Sandra
    Aprile 12, 2016 at 8:16 am

    Ciao!
    A me le "ciabattone" piacciono, in particolare il modello della penultima foto!
    Accolgo il tacco quadrato con gioia, per me ha il suo fascino…non so se ricordi la mia scarpiera 😉
    Le ballerine con i laccetti sono molto graziose ma,come tutte le ballerine non solo mi fanno male ai piedi ma proprio mi si irrigidisce tutta la schiena fino alla cervicale…probabilmente indossandole camminerei tutt'altro che aggraziata…
    Bello questo genere di post, molto utile!

    P.S. Anch'io ai capelli di medusa mi stavo rotolando dal ridere!!!

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Aprile 13, 2016 at 1:07 pm

      Ma certo che ricordo la tua scarpiera!! Un po' "sui generis" ma dopotutto personale, come i collant multicolore 😀

  • Reply
    Giulia PG
    Aprile 12, 2016 at 8:44 am

    Io le Birkenstock le uso in situazioni molto specifiche, cioè quando è estate, sono al mare, ma devo camminare per la città durante la giornata. E le adoro! Certo, non le metto spesso perché in situazioni diverse mi sentirei sciatta, ma anche io le preferisco alle ballerine coi lacci XD
    Invece stavo pensando di convertirmi ai mocassini, almeno per avere un'alternativa alle sneakers. A questo proposito, i mocassini che vendono ora, con un po' di tacco (3 cm, non di più), secondo te sono comodi quanto quelli classici?

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Aprile 13, 2016 at 1:03 pm

      Secondo me sì, perchè il tacco è largo e molto basso 🙂

  • Reply
    vale_hxc
    Aprile 12, 2016 at 9:47 am

    Sarà che abito in una città di mare, ma le birkenstock vengono avvistate all'inizio di maggio e se tornano negli armadi ad ottobre inoltrato senza distinzioni di sesso, età e moda 🙂
    A me piacciono, ho 2 paia del modello "Madrid" (ovvero la ciabatta tedesca con una fascia sola anzichè 2) e non riesco ad abbandonarle! Mi sa che quest'anno mi prendo il terzo paio eheheheh
    Le ballerine invece proprio non le reggo, un pò per la forma che danno al piede, un pò perchè ho i caviglioni da calciatore e non mi donano affatto.
    Il tacco quadrato invece….Orrrrrrrore!

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Aprile 13, 2016 at 1:03 pm

      La ballerina in effetti sta bene a chi ha la caviglia magra!

  • Reply
    Anna
    Aprile 12, 2016 at 10:41 am

    Vedo quelle meravigliose Tango di Valentino e piango….anche avendo i soldi per comperarle, cosa che non ho, non le potrei più mettere.
    Arriva la primavera e per me inizia l'incubo delle scarpe…..porto i plantari, quindi il 99% delle scarpe estive è off limits per me.
    Comunque quelle scarpe con il tacco largo sono troppo belle!

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Aprile 13, 2016 at 1:01 pm

      A chi lo dici… io in verità ho solo il problema economico: porto il plantare ma ogni tanto il tacco lo reggo e lo uso per il lavoro (non più di 1 giorno a settimana, dando modo al piede nelle altre ore del giorno di riposare nel plantare).

  • Reply
    Ari
    Aprile 12, 2016 at 12:02 pm

    Cosa ne dici delle ballerine col cinturino? Secondo te sono adatte anche alle gonne (su corpo peroso e formoso)?

    Queste, ad esempio: http://www.benvado.com/it/autunno-inverno-2015.php?product=320028299

  • Reply
    Jelly-fish
    Aprile 12, 2016 at 6:20 pm

    ok no per me le birkenstock sono bocciate su mille fronti, sembrano ciabatte da casa, l'effetto con un vestitino è "mi sono messa in tiro e mi sono dimenticata di togliere le ciabatte per uscire", penso che al loro livello di bruttezza ci siano solo i sandali da uomo sportivi, tra l'altro sono pesantissime, non capisco come possano risultare comode.. le ballerine con i lacci invece sono le uniche ballerine che indosserei volentieri, se non fosse che non ho soldi le prenderei volentieri

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Aprile 13, 2016 at 1:02 pm

      Concordo, sono stupende. Per le Birkenstock, purtroppo sono bruttine ma dovendole portare ci si abitua 😀

  • Reply
    Zombee
    Aprile 13, 2016 at 4:56 pm

    Quest'anno sono perfettamente alla moda allora, a parte le ballerine che non porto sia perché non mi piace la forma che danno al piede, sia perché ci cammino malissimo. In compenso, dopo una vita a imprecare ogni estate perché coi sandali sono sfortunata e li trovo sempre o bellissimi e piattissimi (e ci cammino male male male) o pratici, comodi e da ottuagenaria (che a vent'anni non è proprio il mio look d'elezione). Allora quest'anno ho approfittato degli ultimi saldi sulle scarpe della stagione precedente e mi sono prefissa di comprare due sole paia di scarpe estive carine, con un bel tacco comodo, di qualità perché mi durino un po' di anni e di un colore che stesse bene con tutto il mio armadio. Tadaaan:

  • Reply
    Finnicella
    Aprile 15, 2016 at 9:32 pm

    L'estate scorsa sono andata in vacanza a San Pietroburgo… Il mio compagno è uno stacanovista del museo, il contapassi segnava una media di 18-20 km al giorno, e mi sono venuto le vesciche ai piedi malgrado le sneakers! Per fortuna avevo loro… Lì mitiche birk! Le ho distrutte, ma mi hanno salvato piedi e vacanza, con buona pace delle valchirie locali che sfoggiavano un tacco 10 correndo, leggere come gazzelle, da una stazione all'altra della metro… Quella in foto sono io, con le birkenstok rosa in bella vista… Di necessità virtù!

  • Reply
    Finnicella
    Aprile 15, 2016 at 9:36 pm

    Ragazze un consiglio al volo: cosa mettete con le ballerine? Salva piede di Calzedonia?? Calzino di nylon?? A me sembrano brutti entrambi ma senza calzini mi fanno male…

    • Reply
      Lilit
      Aprile 17, 2016 at 11:02 am

      collant o gambaletti color carne, molto leggeri, se li scegli della tonalità giusta la gamba sembra nuda. se hai i pantaloni puoi mettere quelli che arrivano appena sopra la caviglia.
      oppure fantasmino, che però non deve vedersi (a costo di ritagliarlo sui bordi).
      anche io infatti non amo indossare scarpe chiuse senza calze.

  • Reply
    Simo
    Aprile 16, 2016 at 5:07 am

    Io avevo acquistato un modello simile alle birkenstock ( quelle col fiore per intenderci)… sono abbastanza comode ma all'inizio di stagione è la festa del callo! È colpa del mio piede o della marca?
    Inoltre io compro solo scarpe chiuse dietro perché se no tutte le volte che prendo l'auto non le potrei mettere ( odio dovermi ricordare se metterle o non metterle a seconda dei progetti di giornata) quindi sulla scelta estetica sono un po' limitata…

  • Reply
    Angela
    Agosto 4, 2018 at 11:56 am

    queste basse sono proprio fatte per me,mi piacciono <a href="https://stileo.it/donna/scarpe-donna/scarpe-basse-donna">le scarpe viste su stileo.it/donna/scarpe-donna/scarpe-basse-donna</a> mi piacciono specialmente i modello che stanno nelle prime foto-bellissime.

Rispondi a Finnicella Cancel Reply