Senza categoria

Ufficio, comodità ed eleganza: clessidra

Dicembre 20, 2016

Clessidre e pere sono quelle che più difficilmente si sentiranno bene nei panni della donna d’ufficio. Per questo le ho tenute per ultime, così potevo rimuginarci su ancora un po’! Come mai ufficio e curve non si conciliano? Per prima cosa, la donna con le curve non sta bene con i classiconi da lavoro (ovvero capi maschili prestati al guardaroba femminile: camicia dritta, giacca, pantaloni, etc…); secondariamente, per slanciare i suoi polpacci la pera punta sempre sul tacco, che non è proprio l’immagine della comodità. In realtà, esiste tacco e tacco e poi non piange nessuno se la gonna a ruota la indossate con uno stivaletto con massimo 2 cm di dislivello. Ovvio che non sarete stilose come Blair Bee Eadie, ma facciamocene una ragione tutte insieme perché prima o poi si slogherà una caviglia nei sampietrini o si incastrerà in un tombino come tutte noi comune mortali.

Un esempio di guardaroba d’ufficio per la clessidra però lo si trova scavando nell’amarcord anni ’40-’50, quando le donne delle commedie americane facevano le centraliniste o le commesse super chic; not a big time per il femminismo, ma questo lo abbiamo sempre saputo. Possiamo però prendere spunto dallo stile, senza che le questioni ideologiche ci frenino eccessivamente. Un capo immancabile nel guardaroba da lavoro di una clessidra è la gonna a tulipano o a tubino, da alternarsi a quella morbida svasata (niente tessuti rigidi in questo caso, perché sembrerete più pronte per un party pin-up che per l’ufficio); esse si abbinano molto bene a bluse morbide o a un capo vintage ma per me sempre molto carino: una maglia ai ferri in cotone a maniche corte o lana calda, che tanto andavano a metà del secolo scorso. Non escludiamo a priori i pantaloni, che se scelti a palazzo e con un piccolo tacco (3-4 cm, la moda che ci salva in queste nuove stagioni) possono davvero risultare alternative casual chic ad un guardaroba da ufficio romantico.
La giacca andrà scelta con cura: svasata, non doppio petto, con la vita segnata. Trovarla non sarà facile, dato che oggi si vendono quasi esclusivamente giacche dritte, morbide e maschili, ma se in un futuro il destino tornerà a girare per voi, approfittatene e fatene scorta! Si abbinano bene ai pantaloni a palazzo ma anche a una gonna dritta, in questo caso per un aspetto più serio e rigoroso.

schermata-2016-12-20-alle-14-39-30

schermata-2016-12-20-alle-15-02-19

 

 

You Might Also Like...

4 Comments

  • Reply
    Roberta Puxeddu
    Dicembre 20, 2016 at 3:59 pm

    Premesso che non so se io sia mela ad 8 o clessidra, amo questo stile e lo uso da sempre aggiungendo jeans morbidi 7/8 e -di recente (dato che sono dimagrita fino ad entrare in una 42)- anche skinny. È da qualche mese che cerco di acquistare un twin-set ma è possibile che nessuna marca di prezzo medio li abbia rilanciati?

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Dicembre 21, 2016 at 5:22 pm

      Non sono di moda da molto tempo, quindi i fast fashion non hanno interesse commerciale a riproporli 😉

      • Reply
        Alessandra Segato
        Febbraio 23, 2017 at 7:20 pm

        Ciao Sara, bella la foto della gonna di Jeans che hai inserito nel post, pensa che quella gonna io me la sono fatta e la uso sempre con molto piacere, una gonna in jeans un pò diversa dalle solite.

  • Reply
    Lilit
    Dicembre 20, 2016 at 8:30 pm

    io ho sempre avuto una certa intolleranza all'abbigliamento "da ufficio" troppo formale, quelli che chiamo "i vestiti da pinguino". taileur, pantaloni palazzo, giacche troppo rigide mi mettono estremamente a disagio. ma mi avevano insegnato il trucco di indossare una giacca tipo blazer che rende adeguatp qualsiasi outfit, compresi jeans e t-shirt, e per anni ho fatto così ogni volta che le circostanze lo richiedevano.
    l'ufficio dove lavoro adesso per fortuna non richiede alcun dress code, e senza particolare impegno mi trovo talvolta nell'insolita condizione di essere la più "elegante" delle presenti.

Leave a Reply