Come abbinare Senza categoria

Spose low-cost: abiti e accessori

Marzo 14, 2017

[testimonial author=”Nadia”]Ciao Sara, sono una fan di vecchia data tua e di Anna Venere (anche se non interagisco molto vi seguo davvero da sempre!). E’ la prima volta che ti scrivo, spero tu possa aiutarmi e non mi dica che sono un caso disperato perché… già lo so! Ti spiego, l’anno prossimo a giugno mi sposo! Purtroppo io e Andrea, il mio ragazzo, non abbiamo moltissimi soldi e vorremmo fare una cerimonia contenuta, elegante e divertente ma appunto spendendo poco e localizzando i soldi solo dove davvero servono. Abbiamo già in mente di fare un po’ di tagli (fotografo, fiori, bomboniere) e tra questi ahimè anche l’abito da sposa e da sposo. Per lui forse non sarà ardua, ma per me sì: non sono una di quelle che vuole l’abito da Cenerentola, anzi, ma il mio timore è che anche l’abito più “sfigato” costi comunque un po’ e non mi soddisfi (non voglio sembrare una suora). Così ho pensato di ammortizzare la spesa comprando qualcosa che magari può poi essere riusato, non da sposa, ma che possa anche fungere da abito da sposa. A questo punto puoi dirmi: ok, sei un caso perso! Ma spero potrai darmi delle belle idee, la speranza è l’ultima a morire no?! Ti rinnovo i miei complimenti per il blog che trovo bellissimo e per il tuo utilissimo lavoro,[/testimonial]

Chi mi segue lo sa: io amo i matrimoni; degli altri, La sola idea di doverne organizzare uno mio mi fa salire l’orticaria. Sarà che vado pazza per le feste ma sono pigra per natura e disorganizzata a livello quasi cronico: persino il mio compleanno lo organizzava la mia adorata compagna di banco, Marta (non scherzo, ai miei 18 anni ha pure prenotato il ristorante altrimenti i miei invitati – di cui lei aveva fatto la lista – avrebbero mangiato in Piazza Duomo una pizzetta presa al “Dolce e Salato”. So cosa state pensando: Marta santa subito. Concordo). E’ una bipolarità che secondo me uno psichiatra valuterebbe volentieri con quesiti tipo: perché al tuo compleanno manco gli inviti mandi e conti quasi sempre sul passaparola, ma per le feste degli altri passi da “oddio devo decidere cosa mettermi 20 mesi prima” a “se è una festa in maschera avrò un livello di accuratezza da cosplayer”?. Sono i misteri della vita.

Diciamo che l’altro grande freno è per me il fattore economico. Come Nadia anche io sinceramente odierei spendere 1000 euro per un abito che indosserò un giorno solo: mica sono Caterina la Grande. Inoltre conoscendomi entrerei in negozio e sceglierei il modello più caro della East Coast come le ragazze di “Say Yes to the Dress“, che poi devono elemosinare per il velo da sposa.
L’idea di prendere un vestito che poi posso riutilizzare però mi ha sempre tentato. In un mercatino vintage ho trovato un abitino da cocktail che era però un abito da sposa inglese degli anni ’60 e l’ho agguantato; se mai dovessi convincermi a sposarmi, posso sempre usarlo per una cena. Per soli 50 euro, poi.
Se anche voi volete avere lo stesso sfacciato vantaggio, cercate nei negozi abiti bianchi (o avorio, cipria, champagne, e tutte le altre infinite sfumature nuziali) e che abbiano preferibilmente dettagli in pizzo (anche il sangallo va benissimo), adatto alla vostra forma del corpo; potrete poi impreziosirlo con “dettagli sposalizi” che poi potrete togliere una volta finito il matrimonio: un velo (anche corto), sandali che Carlà definirebbe gioiello, una spilla d’argento e brillanti, una tiara da Barbie magia delle feste (per le più temerarie). Potete sceglierlo corto, lungo (sarà in futuro un perfetto abito estivo soprattutto se avrà una linea boho chic) oppure osare il pantalone. Ecco una carrellata di abiti che non sono da sposa ma potrebbero tranquillamente diventarlo.

 

Oppure potete trovare abiti da sposa davvero a un prezzo invidiabile; ormai molti brand low-cost hanno una linea sposa, ne trovate un esempio qui. Hanno un vantaggio, oltre al prezzo: possono essere sdrammatizzati e usati anche fuori dalla chiesa o dal municipio! Esistono in corto e in lungo e spesso abbinano agli abiti accessori, gioielli e scarpe nuziali.

 

Qualcuna di voi è stata una sposa low cost? Che abito avete scelto?

You Might Also Like...

19 Comments

  • Reply
    oldcuriosity
    Marzo 15, 2017 at 6:57 am

    Io consiglio di dare un'occhiata anche su Asos…hanno una sezione bridal e se si ha paura a comprare online, si tenga conto che c'è il reso gratuito

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Marzo 15, 2017 at 3:40 pm

      Ottima dritta!

    • Reply
      Charlotte
      Marzo 15, 2017 at 4:52 pm

      Ecco, hai detto in due righe il concetto fondamentale per cui io ho scritto un commento lungo come Guerra e pace 😀 Chiedo perdono, non avevo ancora letto!

    • Reply
      Elena
      Marzo 16, 2017 at 10:21 am

      E anche su Zalando ci sono alcuni abiti "da sera" bianchi (e di colori tenui) che potrebbero tranquillamente essere usati per un matrimonio 🙂

      • Reply
        Sara Consigli X Principianti
        Marzo 16, 2017 at 9:32 pm

        Quando parlo di brand low-cost intendo ovviamente anche Asos e Zalando, così come molti altri!

  • Reply
    cri
    Marzo 15, 2017 at 12:16 pm

    Io ti consiglierei anche di guardare abiti lunghi anche di colori un po diversi, tipo lavanda, azzurri, che possono comunque rendere bene, di girare molto nei negozi eventualmente dpacciandoti per invitata/damigella, in alcuni negozi anche gli abiti pensati per invitate sono piuttosto cari ma non arrivano certo ai prezzi di quelli da sposa; inoltre se ti piace lo stile ti consiglierei di chiedere quelli un po all'antica greca, che spesso di trovano, anche coloratini, e secondo me sono di classe e possono andare benissimo anche per una sposa. Ti consiglierei di guardare da nadine, lo scorso anno mi era capitato, appunto come invitata, di provarne uno di questo tipo, magari hanno qualcosa anche quest'anno. Ti consiglio inoltre di effettuare la ricerca questa primavera/estate perché penso che in inverno sia molto piú difficile. In bacca al lupo e congratulazioni
    Cri-liz

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Marzo 15, 2017 at 3:40 pm

      Certo, se poi piace il colorato la cosa diventa più semplice! 😀

  • Reply
    Charlotte
    Marzo 15, 2017 at 4:51 pm

    Premesso che io mi sono sposata con un abito che costava una follia, pur essendo piuttosto semplice, ampio e da principessina ma molto contemporaneo, e lo rifarei mille volte perché lo adoravo;
    premesso anzi che in generale io e mio marito abbiamo speso una follia per il matrimonio, e che non tollero molto che le persone mi giudichino per questo perché nessuno conosce le ragioni degli altri e i sentimenti che li hanno portati a desiderare determinate cose per quel giorno;
    premesso anche che ho intimi amici che hanno fatto scelte completamente opposte e hanno fatto benissimo, perché quello era il loro mood, il loro desiderio, di sposarsi semplicemente e poi festeggiare con birra e arrosticini oppure presentandosi in comune solo con i testimoni e i genitori, e non tollero neppure chi giudica loro senza sapere nulla di loro;
    premesso quindi che per me il matrimonio è qualcosa di talmente personale nelle manifestazioni esteriori (pur avendo nella sostanza, si spera, una rilevanza universale) che una sposa può essere sposa in jeans, con lo strascico, vestita da bomboniera, di pizzo, di tulle, di seta, di cotone, monacale, semplice, eccentrica, in bianco, in giallo, in blu o come le pare, purchè sia disgustosamente felice come ogni sposa merita di essere,
    PREMESSO TUTTO QUESTO
    ecco, devo dire che stavolta non sono d'accordo con il post, o meglio, sono d'accordo ma non mi sembra completo.
    Nel senso che nessuno o quasi dei modelli proposti è idealisticamente un abito da sposa, anzi non sono neppure da sera o da occasione, alcuni li trovo proprio "everyday"… e questo va benissimo per le ragazze che non vogliono un abito che sia inequivocabilmente da sposa, ma non va benissimo per tutte.
    A volte anche le spose on a budget desiderano i classici abiti da atelier e questa scelta nel post mi sembra che manchi.
    Se piace una sfumatura colorata si possono cercare abiti da sera lilla, rosini, azzurro polvere, ovviamente anche bianchi ma nelle collezioni regolari è più difficile trovarli.
    Asos fa una collezione sposa con alcune proposte a mio avviso molto belle, a prezzi decisamente contenuti.
    Se il senso della richiesta è poter indossare l'abito in altre occasioni poi possono essere tagliati o tinti (anche se personalmente non riesco a riutilizzare neppure le scarpe e l'intimo, tanto sono legati a quel momento irripetibile, ma appunto siamo tutte diverse!).
    Mi sarebbe piaciuta vedere una selezione e qualche consiglio su questo genere.
    In alternativa credo che si possa comprare la stoffa e farsi confezionare l'abito da una sarta, con una spesa un po' più alta, ma sicuramente ancora contenuta.
    Scusate il pippone 🙂

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Marzo 16, 2017 at 9:32 pm

      Per quanto riguarda il tuo primo dubbio, io ho semplicemente risposto al quesito della ragazza, che dice "ho pensato di ammortizzare la spesa comprando qualcosa che magari può poi essere riusato, non da sposa, ma che possa anche fungere da abito da sposa.". Ho quindi mostrato abiti non da sposa e che possono essere riusati quotidianamente.

      Tingere l'abito da sposa non è mai un'idea così semplice da attuare sia per il tessuto usato (o meglio l'insieme di tessuti usati) sia per il fatto che finiresti per avere nell'armadio un abito da sera (e non so quante di noi usino quotidianamente abiti da sera!).

      Seconda questione. Per tutte le spose low-cost che non vogliono un abito da tutti i giorni ho invece suggerito: "potete trovare abiti da sposa davvero a un prezzo invidiabile; ormai molti brand low-cost hanno una linea sposa"; questi brand low-cost comprendono anche Zalando e Asos, così come Esprit, così come Diffusione Tessile, eccetera.

      Quindi mi sembra di aver dato tutte le opzioni, impresa quella che secondo te manca 😉

      • Reply
        Charlotte
        Marzo 16, 2017 at 9:58 pm

        Benissimo, allora mettiamola così… manca la parte "che possa fungere anche da abito da sposa".
        Le proposte fatte sono di abiti da giorno, alcuni anche molto quotidiani.
        Che va benissimo, ripeto che per me ci si può sposare pure in jeans, ma è una cosa diversa.
        Mi sembrava di aver formulato un commento rispettoso e argomentato, mentre mi sembra che la tua risposta sia molto del tipo "mi difendo a spada tratta da un'accusa fatta da una pazza senza manco considerare le sue ragioni".
        Mi dispiace perché ti seguo sempre.
        E con questo peace e alla prossima! 🙂

        • Reply
          Sara Consigli X Principianti
          Marzo 17, 2017 at 6:18 pm

          La mia intenzione non era quella da te descritta, credo tu abbia frainteso il mio tono e la mia spiegazione (che ho voluto fare dettagliata non per difendermi a spada tratta – da cosa, poi? – ma per essere il più chiara possibile).
          Cerco sempre di essere il più possibile attinente alla richiesta che mi viene fatta, quindi ho dato le proposte in base allo stile di vita e al profilo della ragazza che mi ha scritto.Tutto qui. Se avessi voluto fare un post su tutte le spose, avrei probabilmente dovuto scrivere un'enciclopedia 🙂

          • Charlotte
            Marzo 22, 2017 at 4:53 pm

            Meglio così! :*

  • Reply
    Annarosa Girardini
    Marzo 17, 2017 at 12:20 pm

    I suggerimenti per abiti low cost che dai sono ottimi, ma quello di abito da sposa/sposo non è un lavoro da abito ma da simbolo, secondo me, e la questione simbolica va almeno presa in considerazione. Mi spiego.
    Quando mi sono sposata mi sono fatta fare un abito in seta senza troppi fronzoli, ma con la linea che proprio volevo per 1400 euro, scarpe comprese. Con mio marito (stessa cifra per il suo abito) avevamo fissato un budget di 10.000 euro per tutto e, scegliendo con accuratezza location e momento dell'anno, non lo abbiamo sforato. Perché spendere tanto per l'abito quando lo si vuole comunque semplice e si ha un budget limitato? Perché pur trovando carini molti abiti in siti e negozi, non accettavo l'idea di sposarmi avvolta nel poliestere. Volevo essere certa del materiale e che l'abito cadesse perfetto.
    Ora, come molti abiti da sposa "veri", riposa nell'armadio, mentre le mie misure e proporzioni sono cambiate. Non so se vivrà una seconda vita con delle modifiche, ma penso che abbia svolto bene il proprio dovere e che agli occhi romantici di mio marito lo svolga ancora, ogni volta che lo scorge appeso accanto al suo.

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Marzo 17, 2017 at 6:17 pm

      Certo, poi ciascuno vive quel giorno come sente 🙂 Credo che ci debba essere massima libertà, in un momento così personale

  • Reply
    Elisa
    Marzo 18, 2017 at 3:15 pm

    e dalla sarta no? Io mi sono fatta fare un completo camicia e pantalone in seta spesa totale 300 €.
    Altra idea vista: lo spezzato. Abito senza maniche (in quel caso tayer perchè stava bene) coprispalla tutto bianco, tutto molto elegante. Finita la festa il coprispalla indossato con maglietta e jeans e il tayer sdrammatizzato con giacca spotiva.
    Altra ipotesi: prendere qualcosa che si può colorare…
    Comunque noi abbiamo speso 3500€, 80 persone bomboniere e pranzo commercio equo.

  • Reply
    Mamma J
    Marzo 19, 2017 at 8:00 pm

    Sposa low cost a rapporto! Mi sono sposata in comune..quindi più facile mettere un abito meno importante…abito corto in pizzo color champagne di motivi con giacca in pelle abbinata..100€ in saldo! Ora li utilizzo separatamente..alla fine ha speso di più mio marito per il suo completo!!

  • Reply
    vale_hxc
    Aprile 16, 2017 at 11:30 am

    Sposa low cost a rapporto! Ho comprato un abito avorio e rosa antico in stile gotico (corsetto e gonna a balze di pizzo, corta davanti e lunga dietro) pagato 135 euro, coprispalle uguale a 52 euro e scarpe a 120, il tutto alla fiera lucca comics and games 🙂 riconosco che deve piacere lo stile, ma non aveva nulla da invidiare ad abiti da 2mila e passa euro.
    Altre opzioni che ho vagliato oltre ai già citati asos e zalando, modcloth (ma spedisce dall'America, quindi si pagano le tasse doganali) o sarta, una mia collega per l'abito su misura ha speso 300 euro!
    Secondo me meno é poco realistico, forse adatto a matrimoni informali o sulla spiaggia, sennò si rischia di essere vestite peggio delle invitate 🙁

  • Reply
    vale_hxc
    Aprile 16, 2017 at 11:32 am

    Aggiungo anche di comprare gli abiti durante i saldi e di sposarsi fuori stagione, si risparmia un po sulla location e si può investire negli abiti 😉

  • Reply
    Angela
    Maggio 5, 2017 at 2:37 pm

    che belle proposte!adesso ho voglia di sposarmi 🙂 🙂 🙂 per quanto riguarda gli abiti low cost, si puo' dare un'occhiata su https://stileo.it/donna/abbigliamento-donna/vestiti/vestiti-da-cerimonia_opzioni_colore,bianco ma penso che quasi tutti i vestiti estivi sarebbero perfetti basta che siano bianchi.

Leave a Reply