Clessidra Mela Pera Rettangolo Triangolo invertito

Come vestire la donna nel Panico da Matrimonio P/E 2017

Giugno 21, 2017

[testimonial author=”Ele”]Ciao Sara, che piacere scriverti ancora! Sarà la decima volta! Mi chiedevo se erano ancora valide le regole per il matrimonio da invitate che ci hai dato qualche tempo fa o se la moda ci dà altre possibilità quest’anno. In sostanza: sono una “donna in crisi da matrimonio” come ci chiami tu (<3) e vorrei dritte per il 2017 o non arrivo sana di mente e settembre!! Un bacione[/testimonial]

(Nelle puntate precedenti: 1 e 2)

Buongiorno e tutte, sono risorta e spero adesso di restare tale per almeno un mese di fila, che qui la situazione è sempre precaria! Tra l’altro quest’anno sono pure io in panico da matrimonio giacché pare si sposino in 80 perché il periodo è quello (estate dei 30 anni ne abbiamo?) e dunque giro alla ricerca di idee come neanche una gazzella del Masaimara una pozza d’acqua durante la stagione della grande secca africana. Si vede che è tornato SuperQuark in TV. Inizialmente avevo optato per una bella tuta con strascico nera vista addosso a Emma Stone sul red carpet di qualche stagione fa e avevo valutato di farla confezionare da una sarta, poi mi sono improvvisamente ricordata che Sono Povera e quindi adesso andrò da Mango come tutti i comuni mortali. E non rompete con la storia che ai matrimoni non si va in nero, ho capito, ma sapete che il nero non è più associato al funerale da quando Coco Chanel lo ha portato di giorno nei lontani anni ’20?!? Meditate, signore.
Giammai mi vedrete in fiori o pesca. Piuttosto vengo in tuta adidas.

Dicevamo che quest’anno anche io sono in crisi da matrimonio, ergo ho vagliato moltissime possibilità e sono più ferrata che mai su cosa la moda ci vuole far indossare e cosa effettivamente possiamo riciclare anche noi donne comune mortali per essere bellissime e chic con poco (perché ricordiamocelo sempre: quello che va di moda costa meno perché lo vende anche lo Zara sotto casa).
E ricordate: i matrimonio, le cresime, le comunioni sono la fiera del Cattivo Gusto. Se non c’è almeno un’invitata con un cappello a forma di fenicottero, quell’invitata siete voi.
Novità di quest’anno: link per l’acquisto, che avendo girato tutti i negozi low cost possibili immaginabili mi ci sono praticamente laureata.

Lungo & stampato: it’s back. L’abito lungo è tornato di moda. So che molte non se n’erano accorte, ma andare in lungo a un matrimonio ultimamente era la tamarrata del secolo, roba da damigelle d’onore americane con le unghie a gel e il sandalo gioiello.  Invece pare che adesso avere un abito lungo etereo da ninfa un po’ anni ’70 sia di gran moda e chi siamo noi per contraddire Olivia Palermo, che ne sfoggia uno blu alla Traviata? Il patto è che sia un abito dall’aspetto leggero e impalpabile e che abbia una stampa (vanno per la maggiore i fiorellini, ma va?); si accorda bene a mio avviso con il sandalo rasoterra più che con il tacco assassino, ma quella sarà una scelta assolutamente vostra.
A chi dona? Bè, tendenzialmente più a rettangolo, triangolo invertito e mela con poco seno, soprattutto nella versione gambe vedo-non vedo. Ni per le clessidre, solo se poco formose e se la vita viene segnata.

 

Tulle: da piccole volevamo tutte essere ballerine (io no, io volevo fare la parrucchiera) e la moda ci accontenta riempiendoci di tulle e di volumi. Sovrapposti a un altro abito, sovrapposti a strati tra loro, abbinati a stampe e pois (come già abbiamo visto qualche post fa), sul jeans, sulla seta, su tutto. Evviva la trasparenza che fa subito donna conturbante ma sofisticata. Il super trend del momento è il tulle ricamato, sia con trame discrete sia con un quantitativo di fiori da far impallidire un orto botanico. A chi dona? Bè dipende dal taglio dell’abito, dunque libertà assoluta! Ovviamente da soli sono difficilmente indomabili, dato che sarete praticamente in mutande; dotatevi quindi di una bella sottoveste tono su tono o color carne se vorrete essere più anni ’90 di Friends e Beverly Hills. Se non avete soldi per un Valentino, ecco idee on a budget. Se avete i soldi per un Valentino invece vi odio come se non ci fosse un domani.

 

Fuori le spalle: per essere ignari del fatto che quest’anno vanno di prepotenza le spalle scoperte bisogna essersi cavati gli occhi come l’Edipo a Colono. E’ una tendenza che sta bene praticamente a tutte, anche se Anna mi bacchetterebbe sulle dita per aver detto la frase “sta bene a tutte”; però giuro che è così. A chi ha spalle belle ma braccia cicciotte, perché le nasconde; a chi ha spalle esili e minute, perché una bella balza le amplia; a chi ha spalle importanti, perché senza balza le minimizza. Insomma, un trend da scoprire e da provare. Io ne sono ormai dipendente, quindi ciao. Negli abiti da matrimonio possiamo trovare idee per tutti i tipi, sebbene la tendenza più-più sia di dargli un modo provenzale con stampa vichy o righine per un matrimonio estivo, casual, non banale, agreste e giovane. Anche se per la maggiore va l’abito dritto da mela, esistono molte varianti per pera e clessidra come ci mostra la sempre divina e pluriinvidiata Blair.

 

Tutona: che è poi la mia ultima scelta, ma ho cambiato idea cosi tante volte che probabilmente sabato (giorno in cui finalmente acquisterò) uscirò da Zara con un mini dress metallizzato chiedendomi “le piume saranno eccessive?”. Scherzi a parte, tutina primo amore, peccato che io non sia che una proletaria con troppi sogni di gloria e quindi il Lanvin che volevo farmi replicare dalla sarta resterà solo un sogno nel cassetto. Addio, mondo crudele dell’alta moda. Me ne torno da Mango.

 

19 Comments

  • Reply
    laprospettivadime
    Giugno 21, 2017 at 3:05 pm

    Grazie per questo post! ho giusto un matrimonio a Luglio ed anche se ho deciso cosa indossare (ho preso una Tuta della Kocca in un outlet, blu navy, bellissima, amore al primo sguardo!) ma rinfrescarsi le idee sulle ultime tendenze non fa mai male.

    Ti dico però la mia: le stampe a fiori le trovo molto sciatte e a meno che non sei Olivia Palermo come da tua foto il rischio effetto "Grembiule della nonna" secondo il mio modesto parere è dietro l'angolo… idem per il tulle e per le spalle scoperte alcune cose che si vedono in giro e ti spacciano per "elegante" mamma mia.

    Le tute invece forse perché sono di parte le trovo molto eleganti, specie quelle a zampa, mentre quelle strette e con le stampe mi convincono sempre poco per i motivi di cui sopra.

    Adoro il nero come te, ma ai matrimoni lo evito soltanto perché ad ogni matrimonio in cui sono andata le persone che erano vestite di nero sono state letteralmente stroncate dalle critiche delle più vipere e non essendo così sicura di me tanto da fregarmene preferisco evitare ma io lo trovo infinitamente elegante.

    • Reply
      vale_hxc
      Giugno 21, 2017 at 4:07 pm

      Sono daccordo, sono fuori luogo anche i vestiti troppo corti e/o con laccetti "da mare", le spalle scoperte, le stoffe troppo velate, il mostrare troppa pelle…. e mi duole dirlo ma sono OBBLIGATORI i tacchi o le scarpe da cerimonia se non si vuole essere scambiate per delle barbone. è un matrimonio, non un sabato in centro a fare shopping (e te lo dice una che DETESTA i tacchi)

      • Reply
        laprospettivadime
        Giugno 21, 2017 at 4:18 pm

        Guarda, nella vita di tutti i giorni sono molto pratica e casual, ma almeno per le occasioni cerco di dare il meglio, se non siamo eleganti in queste occasioni quando lo saremo? Per me al bando tutti gli abitini "spacciati" da cerimonia tipo HM, Pimkie e similari che vanno benissimo per la vita di tutti i giorni e per andare in ufficio (infatti qui a Milano spopolano) tessuti da mercatino delle pulci e accessori terribili come SHOPPER, e purtroppo appoggio anche io la questione tacco, non li porto praticamente mai, ma in cerimonia soffro in silenzio e via andare…
        Vero che in tempi di ristrettezza economica non ci si può permettere di comprare molto, ma apprezzo di più chi ricicla un vestito per anni in più occasioni ma almeno elegante e di una certa fattura facendo l'investimento, senza comprare 100 vestitini "trash" da 30 Euro che lasciano il tempo che trovano…
        E lo dice una che compresa la tuta per il matrimonio che ho a Luglio ha solo 4 abiti "speciali" con colori base Beige, Cipria, Bianco con stampa e Blu adesso sperando di non cambiare taglia credo che farò girare questi abiti per un bel pò, investimento fatto, i vestiti sono buoni e va bene così!

        • Reply
          vale_hxc
          Giugno 21, 2017 at 4:39 pm

          Anche io nella vita di tutti i giorni sono casual (rasento lo stile barbone/punk per venire a lavoro) ma ai matrimoni si deve essere eleganti, un pò per non sfigurare, un pò per non essere fuori luogo. Per rispettare comunque il mio stile al matrimonio del mio migliore amico ho evitato i grandi marchi low cost ed ho comprato un vestito stile anni 50 di una marca inglese, verde smeraldo lucido velato di pizzo nero, lungo al ginocchio, per 80 euro; poi ho acquistato un paio di zeppe aperte da 45 euro in simil camoscio da Scarpamondo, e ripulito una borsetta in pelle nera col manico a mano che giaceva nelle profondità del mio armadio. Non ho speso un'esagerazione e mi hanno fatto tutti i complimenti! Sicuramente col vestitino low cost in poliestere con microlaccini e corto all'inverosimile avrei sfigurato.

          • May
            Giugno 21, 2017 at 7:51 pm

            Io invece, avendo problemi ai piedi, ormai non mi faccio più problemi a non indossare il tacco 12, anche ai matrimoni! Basta che la scarpa sia raffinata ed elegante, e il look sia curato; ce ne vuole a sembrare una 'barbona' solo perché al posto del sandalo gioiello col tacco 15 hai un sandalo con zeppa stile Chie Mihara, comodo ma carino. Molto meglio essere in grado di stare in piedi e ballare a lungo senza zompettare in giro dal dolore, passando da una sedia a un'altra! E se qualcheduno fa la battutina acida chissene, io me ne torno a casa dopo aver passato una bella giornata senza dovermi avventare sul moment per far passare il malditesta/schiena da cervicale! XD

          • Sara Consigli X Principianti
            Giugno 22, 2017 at 6:08 pm

            Tutti i vostri discorsi, Vale e "La prospettiva", sarebbero anche corretti se aveste aggiunto dei "secondo me" e tolto i "bisogna". Non esistono regole e non esiste affermare che senza i tacchi non si va ai matrimoni: primo perché è una questione di gusto personale e non tutte hanno voglia di soffrire a una festa, secondo perché ci sono donne che i tacchi non possono metterli (come la sottoscritta, per altro). Quindi anche un sandalo salomé può essere adattissimo, possono esserlo le ballerine se una ha gusto e classe.
            Quanto al prezzo dei vestiti, vale la stessa cosa che ho detto riguardo ai tacchi. Magari una persona non muore dalla voglia (o non può permettersi) di spendere mezzo stipendio tra borsa scarpe e abito – e non dimentichiamo addio al nubilato e regalo!!! – per un solo giorno e quindi si "accontenta" del low cost; e poi ci sono quelle che come me trovano anche nel low cost degli abiti carini che sanno far apparire ancora più piacevoli con i giusti abbinamenti.
            Non è mai una questione di portafoglio, ma di buongusto. Chi ce l'ha e conoscere il proprio corpo fa bella figura con una tunichetta di Zara; a chi manca, bè, non la salva neanche un abito da red carpet (e proprio i red carpet ne sono la prova provata).

          • Sara Consigli X Principianti
            Giugno 22, 2017 at 6:15 pm

            Tra l'altro, persino la bellissima Charlotte Casiraghi al matrimonio del fratello con la Borromeo (in uno dei tanti giorni di festeggiamento) indossava un abitino di Zara con zeppa! Ed era comunque la più affascinante e bella di tutte le invitate…!!

          • laprospettivadime
            Giugno 23, 2017 at 9:18 am

            Mi dispiace che tu l'abbia presa così male… ma se rileggi ho detto più e più volte "secondo me" "per me" "a mio modesto parere" prova a rileggermi.

            Citandoti: "Tutti i vostri discorsi, Vale e "La prospettiva", sarebbero anche corretti se aveste aggiunto dei "secondo me" e tolto i "bisogna"."
            Ho riletto tutti i miei interventi e la parola "bisogna" non l'ho utilizzata neanche una volta.

            Io ho solo parlato di eleganza e (purtroppo) di tacchi perché ne ho bisogno per sembrare più slanciata. Fossi alta un metro e 75 una ballerina o un saldalo raso terra mi risparmierebbero tante rogne ma non siamo tutte così fortunate, quindi PER ME si, è obbligatorio.

            Per il discorso portafogli lascio perdere: ho scritto tutto sopra e non mi va di ripetermi, ma forse, mi ripeto, non hai letto nulla di ciò che ho scritto.

            Saluti!

          • Sara Consigli X Principianti
            Giugno 23, 2017 at 5:56 pm

            Evidentemente quando parlavo dei "bisogna" citavo un'altra frase (non tua, ed è quella che più mi ha infastidita, ma appunto tu non c'entri): "mi duole dirlo ma sono OBBLIGATORI i tacchi o le scarpe da cerimonia se non si vuole essere scambiate per delle barbone". Una frase fuori luogo con il concetto stesso del mio blog. E grazie per il"barbone" detto a tutte le ragazze che non indossano (per varie ragioni) i tacchi ai matrimoni!!!

            Ho risposto a tutte e due e la parte che riguardava te era la seconda (hai ragione, non ho chiarito nel mio commento e sembrava che quanto dicevo sui tacchi fosse esteso anche a te, che invece che hai scritto un commento garbato e rispettoso e sensato: perdonami). Mi spiace che tu abbia frainteso il mio tono, e dalla tua risposta noto tanto astio ingiustificato e me ne rammarico. Come mai? Anche io non sono alta un metro a 75, eppure uso comunque scarpe basse; credo che sia obbligatorio solo quello che noi rendiamo obbligatorio autocensurandoci… Forse da qui la frustrazione che hai mostrato? Mi dispiace sinceramente.
            Hai frainteso il mio tono (non ho preso male nulla), ma il concetto resta: tu hai 4-5 abiti belli perché pagati più di un abito di Zara, mentre altre ragazze hanno ancora meno disponibilità economica o sono più propense a cambiare abito a ogni matrimonio; oppure non danno la stessa importanza ai matrimoni, oppure sono bellissime con la tunichetta di Zara. Io sono tra quelle che, se non vestisse low-cost ai 3 matrimoni l'anno a cui ultimamente si partecipa (perché a una certa si sposano tutte assieme) sarei in bancarotta; e non mi metto lo stesso abito, è una cosa che non riesco a fare (soprattutto se le amiche che si sposano fanno parte dello stesso gruppo). Insomma: il mondo è bello perchè è vario! Bravissima che hai quegli abiti da cerimonia e rifai ruotare, non tutte hanno lo stesso modo di vivere i matrimoni. Spero di aver chiarito 🙂

          • vale_hxc
            Giugno 29, 2017 at 10:08 am

            A parte che il mio tono era ironico (in effetti rileggendo si evinceva poco) ma ho espresso una mia mera opinione, mi dispiace Sara che tu ti sia offesa dato che ti seguo sempre volentieri, non era nelle mie intenzioni.
            Purtroppo il matrimonio manda tutti nel panico proprio perchè RICHIEDE un dresscode abbastanza rigoroso, soprattutto i matrimoni in chiesa (ma mi pare che tutti si siano scordati che in chiesa non ci si va nè scollate nè con le minigonne inguinali), è innegabile che il 99% delle volte un outfit risulta elegante ed adeguato proprio perchè viene abbinato ad una scarpa col tacco. Basta indossare un tubino nero con le sneakers e con una decolletè per vedere la differenza abissale. Io stessa ho cercato per negozi sandali bassi o ballerine per evitare i tacchi dato che non li porto mai, ma alla fine ho ripiegato su una zeppa comoda e non troppo alta perchè il vestito si "insciattiva" istantaneamente con le scarpe basse (scarpe basse che mi sono messa a metà del pranzo perchè non ne potevo più, ma almeno alla cerimonia in chiesa e nelle foto di gruppo ho portato le scarpe eleganti). Poi ognuno è giusto che faccia ciò che vuole e soprattutto che rientri nelle sue disponibilità economiche, lungi da me giudicare chi va ai matrimoni con vestiti low cost, ho solo detto che i vestiti sopra al ginocchio e con laccini fini non sono adeguati, sempre secondo la mia mera opinione ed il mio gusto.
            Del resto c'è chi va in ufficio d'estate con shorts girochiappa e canottiere scollate sulla schiena, quindi ognuno è libero di fare ciò che vuole (oltretutto io di solito vado in giro con maglietta di band rock, jeans e converse all star, quindi chi sono io per giudicare gli altri?)

          • vale_hxc
            Giugno 29, 2017 at 10:09 am

            Se leggi un altro mio commento do anche a me stessa delle barbona…. Non volevo offendere nessuno ecco

          • kìa
            Luglio 14, 2017 at 11:51 am

            Giusto essere eleganti e benvestite ai matrimoni, ovviamente.
            Ma sulla questione tacchi io, quando mi confronto con le amiche, risulto essere quella in controtendenza! Mi spiego: ogni giorno al lavoro uso i tacchi per le solite ragioni (mi slanciano, i vestiti stanno meglio, mi allunga la gamba, eccetera), ma quando vado ai matrimoni non li metto mai. Questo perché un conto è fare brevi tratti di strada, un conto è tenerli addosso tutto il giorno correndo dietro ai bambini ;-D

          • laprospettivadime
            Giugno 23, 2017 at 9:20 am

            L'importante è essere "puliti" ed eleganti, resto poco importa. Il tacco serve solo a dar sicurezza a chi lo indossa, io con la scarpa bassa mi sentirei un barilotto, ma è una mia fissazione, team scarpe basse tutta la vita! Vuoi mettere la comodità? 🙂

          • vale_hxc
            Giugno 29, 2017 at 10:11 am

            ma guarda i sandali gioiello proprio non mi piacciono…. vincono di gran lunga le zeppe che hai detto tu 🙂

  • Reply
    Zombee
    Giugno 24, 2017 at 12:01 pm

    Questo post me lo salvo per maggio dell'anno prossimo, si sposa mia sorella in abito decisamente non convenzionale, niente chiesa e ricevimento a pranzo. Che ne pensi di un abbinamento su questo genere per una clessidra giovane, bassina, taglia 46-48?

    https://uploads.disquscdn.com/images/cbd37e828a247e5f1f4d785019fe6eab4fd66589d468e233522e6206517a9d30.jpg

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Giugno 24, 2017 at 2:25 pm

      Decisamente 😉

  • Reply
    Irene
    Giugno 29, 2017 at 3:51 pm

    Sara probabilmente l'hai già vista e ok non è come la tuta di Emma Stone, ma forse ti può piacere! 🙂 https://it.diffusionetessile.com/p-8241076106006-zina-nero

    ps: commento raramente ma ti leggo sempre e sei proprio brava!

  • Reply
    sabrina
    Luglio 17, 2017 at 1:17 pm

    Ciao
    Sono in pieno panico da matrimonio perché ho saputo solo prima di andare in vacanza che devo andare ad un matrimonio sabato.
    Quindi fine luglio, in pianura padana, all'aperto di sera e dopo un viaggio di tre ore in macchina in 5 compreso un bambino di 5 anni con il seggiolino che non rende i sedili più comodi.
    Il matrimonio è civile con cerimonia al ristorante e cena la sposa è sui 50 e non ha fatto né partecipazioni né altro quindi riterrei che sia un ricevimento abbastanza informale.
    Ho quarantasette anni e sono una pera piuttosto rotonda con anche un po' di pancia e le maniglie dell'amore e quel giorno sarò in piena sindrome premestruale (quindi ancora più gonfia del solito)
    Sono indecisa tra un tailleur pantalone blu scuro con sotto una camicia di seta a maniche 3/4 nei toni del verde, grigio, azzurro una stampa con fiori molto delicati. I pantaloni sono a vita alta e abbastanza ampi (o almeno lo erano) borsa blu e scarpe che devo compare perchè quelle che ho hanno 8 cm di tacco e in un prato e per correre dietro a mio figlio non le trovo adatte pensavo a una ballerina blu o una Chanel kitten (quelle con il tacco basso e sottile) o invece basso e largo tipo anni 60.
    Altra opzione pantaloni neri ampi di tessuto lucido a vita molto alta con camicia bianca o bianca e nera di seta. scarpe nere (anche da acquistare oppure vanno bene scamosciate anche in luglio?) e borsa vintage all'uncinetto o nera di tessuto.
    In ogni caso dovrei portare poi un maglione di lana o una mantella.
    Non ho né tempo né voglia di andarmi a comprare un vestito nuovo (poi lo farò magari ma non voglio avere l'obbligo del devo trovarlo) e sono sgomenta all'idea del viaggio e del matrimonio
    Non sono nelle migliori condizioni per scegliere un vestito e quindi vorrei arrangiarmi senza comprare qualcosa che poi non metto.
    sembra un'invocazione di aiuto ma…lo è

  • Reply
    Angela
    Luglio 18, 2017 at 8:29 am

    io avevo questa tuta https://stileo.it/donna/abbigliamento-donna/tute-jumpsuit-donna/tfnc-tuta-lunga-decorata-con-cut-out-sullo-scollo-e-sul-retro-blu-navy_9578474 è stata la prima volta che sono andata al matrimonio in questo outfit ma l'idea mi piaceva molto.

Leave a Reply