Come abbinare

Quali scarpe con le gonne in inverno

Settembre 20, 2017

[testimonial author=”Chiara”]Ciao Sara! Ti seguo da sempre, ma è la prima volta che ti scrivo. Guardando già avanti vorrei chiederti un consiglio sulle scarpe basse da abbinare a gonne e vestiti nella stagione a/i. Sono una pera alta e dal polpaccio e caviglia abbastanza esili e a portare sempre gli stivali ( sia alti che bassi) mi annoio! So che hai già risposto a domande simili, ma ti chiedo un consiglio specifico proprio per chi, almeno di giorno, non vuole portare i tacchi! Grazie in anticipo e buone ferie![/testimonial]

Il tempo è bipolare, almeno qui, quindi oggi – mentre giravo per negozi alla ricerca di un abito di scorta nel caso al matrimonio di ottobre faccia un freddo polare – già mi guardavo attorno per trovare un paio di stivali da usare con abitini e gonne questo inverno. Vi dico che è più facile trovare la quadratura del cerchio, cosa che so essere difficile per procura dato che io matematica e geometria non le ho mai davvero comprese appieno. Li voglio con un tacco di 2 cm massimo, la punta tonda, sopra o al ginocchio (non sotto), neri, in pelle, lisci, no borchie, no cerniere, no niente. E nulla, non esistono. O meglio. Esistono su pinterest.
Io inizio a odiare Pinterest. Mi scatena troppi desideri che nella Vita Vera sono irrealizzabili.

Ad ogni modo, oggi guardavo le scarpe nelle vetrine e quindi posso rispondere nel migliore dei modi a questa domanda giunta ormai un mese fa. Con la gonna d’inverno è necessario a mio avviso che la gamba sia bella slanciata e senza molti fronzoli (ragion per cui odio molto gli stivali super vistosi e super pieni di cose inutili: pelliccia in primis). Questo perché già siamo infagottate noi, se poi infagottiamo pure la gamba sembriamo delle palle complete di salsicce, il che non è particolarmente femminile o elegante. Ovvio che non siamo tutte parigine chic eteroterme quindi il freddo lo affrontiamo preparate. Però uno stivale con l’interno foderato può avere anche un esterno liscio e sobrio, eh. Io ho visto stivali che Jersey Shore levati proprio e mi chiedevo fortemente cosa spingesse le proprietarie a cotanto sfoggio di morigeratezza. Vabè. Ma vediamo le scarpe per un inverno in gonna e senza pensieri.

Stivali: sic. A me piacciono molto ma devono essere lisci o inizio a impazzire. Niente di floscio, niente di luccicante. Tacco sì ma solo se siete capaci di starci tutto il giorno (io non ne sono in grado, ad esempio). Bene lo scamosciato, che è il grande protagonista di questo inverno. Però attente che se piove si macchia. Io ne ho due paia, entrambi neri: uno da pioggia preso nella sezione cavallerizza da Decathlon l’altro in pelle nera over the knee che però MALEDIZIONE quando cammino si affloscia sulla caviglia e mi sento uno dei sette nani. Maledizione. L’ho scoperto ovviamente quando già lo avevo comprato. Maledizione.
Ricordate che se è dello stesso colore della calza slancia anche le gambe più tornite.

 

Tronchetti: ne ho visti di discretamente orripilanti ai piedi di molte ragazzine, robe gigantesche che non vedevo dai tempi in cui andavano di moda gli zatteroni della Onyx. Però ce ne sono anche di molto carini, con un tacchetto discreto. Sceglieteli stretti, che non vi ballino sulla caviglia a meno che non siate alte come un giocatore dell’NBA e abbiate lo stacco di coscia di una gazzella. Ovvio, ricordate che se vi tranciano proprio il malleolo, oltre che essere estremamente anni ’80 come neanche cantare Footloose al karaoke, tenderanno a intozzirvi la gamba. Meglio scegliere un’altezza sotto il polpaccio, magari con un paio di centimetri di tacco (il rasoterra solo se avete le gambe già di loro slanciate) e vi prego senza frange strane.

 

Oxford: sono molto usate nonostante nei negozi magari si vedano oggi meno; due anni fa sembrava che non si indossasse altro. E’ molto carina soprattutto con gonne che ricordano lo stile collegiale e Very British, ma mi piacciono molto anche con vestitini e gonne leggere e romantiche. Anche in questo caso non slanciano moltissimo, anzi i piedi tendono ad apparire minuscoli per un effetto ottico malefico, quindi se la gamba è già importante meglio di no.

 

 

Il tacchetto: che io chiamo “tango” in onore di Valentino (se all’ascolto c’è qualche buon samaritano ricco, compio gli anni in aprile) che le ha fatte bellissime e desiderabilissime. Hanno un tacco talmente trascurabile che neanche lo annovero tra quelli che danno fastidio e so sapremmo tutte restarci per una giornata intera senza tirare giù qualche santo.

6abce8495020171fc5a3b26f77e710c1

0084f80831ea7964807d74f953257282

 

 

Ci sono poi le sempiterne ballerine che lo so non vi piacciono ma io in pratica ci vivo, finché almeno non devo cambiarle per gli Ugg e a quel punto inizia un altro periodo della mia vita fatto di jeans e maglioni dritti. La monotonia del vestire mi accompagna da sempre.

E voi, che scarpe usate in inverno con la gonna?

You Might Also Like...

12 Comments

  • Reply
    Lilit
    Settembre 20, 2017 at 6:55 pm

    eh, io per l'inverno non ho molte scarpe da gonne, a parte gli stivali. ogni tanto metto anche gli stivaletti, ma sono del tipo a gambale un po' largo, ed è vero, intozzano un po'. le DocMartens invece con le gonne non riesco proprio a metterle, anche se mi piacerebbe osare.

    • Reply
      Sara Consigli X Principianti
      Settembre 21, 2017 at 4:31 pm

      Anche a me DocMartens e gonne non piacciono insieme!

  • Reply
    Maria
    Settembre 20, 2017 at 11:08 pm

    Quest'anno sono abbastanza disperata con le scarpe da gonne… Siamo passati da 'fa troppo caldo per le ballerine in suede' a 'fa troppo freddo per il piede scoperto dalla ballerina', o forse sono io che sono invecchiata di botto e non sopporto gli spifferi sui piedi, lol. Mi restano solo tutti gli stivali che ho (ma mi sembra troppo presto) e un paio di oxford basse nere dove entra il mio plantare (un miracolo averle trovate)… Non avevo notato che i piedi sembrassero più piccoli con le oxford, se così fosse ben venga, io e il mio 40 ringraziamo!

    • Reply
      Maria
      Settembre 20, 2017 at 11:11 pm

      Ho provato di recente queste scarpe, per i giorni di pioggia… Devo dire che non trovo mi intozzino troppo la caviglia, pur essendo una pera, mi sembrano un buon compromesso tra ballerine e stivali, come scarpe da gonna http://shop.frau.it/it/Prodotti/AI/Donna/Stivali-e-stivaletti/beatles-in-pelle-nerosilver-971.html

      • Reply
        Sara Consigli X Principianti
        Settembre 21, 2017 at 4:30 pm

        Non sono proprio adattissime a tutte le gonne, avendo la suola a carrarmato, però per i look più sportivi vanno benissimo!

  • Reply
    PItipum pala
    Settembre 22, 2017 at 7:57 am

    Hai elencato tutte le scarpe che mi piacciono!! Riguardo al tacco, preferisco quello quadrato, che è più comodo da portare e non si incastra negli odiosi sampietrini 🙂 Le Oxford mi garbano molto, ma con i pantaloni, per ovviare all'inestetismo della gamba tozza. Mi piacciono moltissimo le scarpe da tango che hai postato; ho un paio di Charleston nere, che indosso se non fa troppo freddo (rigorosamente senza plateau, per carità, lo detesto almeno quanto la zeppa!) Ho notato anch'io i tronchetti orripilanti, tanto osannati dalle ragazzine, tipo quelli con tanto di plateau e carrarmato, che somigliano alle scarpe di Frankenstein! Devo assolutamente ricompare stivali ed ankle boots. Gli stivali li cerco al ginocchio, similpelle neri, lisci e aderenti, anche un po' stondati e col tacco quadrato. Gli ankle boots anche lisci neri aderenti. Ne ho un paio con tacco 10 a spillo, con uno spacchetto proprio all'altezza del malleolo, ma l'effetto non è affatto male! Rischio però la slogatura alla caviglia, se li porto tutti i giorni, quindi anche questi col tacco quadrato. Secondo te, i tronchetti, fin dove possono arrivare? Una via di mezzo tra malleolo e polpaccio? Gli stivali poco sotto al ginocchio, a tuo avviso, non slanciano la gamba?

  • Reply
    *fra*v*
    Settembre 23, 2017 at 7:34 pm

    Molto interessante quello che dici sulle Oxford: che fanno il piede piccolo! Per me che ho dei piedi spropositati (sia in assoluto che rispetto alla mia altezza), secondo te possono essere una buona sotto a gonne e vestiti, quando ancora non fa abbastanza freddo per gli stivali? Fanno sembrare i piedi più corti o solamente più sottili? Perché ad esempio io in inverno faccio molta fatica a portare le ballerine o quelle che tu chiami tango con la gonna, perché mi sembra che mi allunghino tantissimo i piedi… Però con stivali, stivaletti e anfibi finché non si scende sotto i 10 gradi muoio di caldo. Insomma il risultato è che io da settembre a novembre inoltrato metto solo pantaloni, che adoro, ma ogni tanto vorrei anche cambiare. Dubbi amletici, eh.

  • Reply
    Angela
    Settembre 25, 2017 at 2:12 pm

    post perfetto!stivali e stivaletti sono proprio quelli che mi piacciono di più.

  • Reply
    Shiva
    Settembre 25, 2017 at 10:33 pm

    Non uso gonne e vestiti finché non posso indossare le calze, perché utilizzo solo stivali in camoscio con un leggero tacchetto o stivali lisci bassi.
    Gli stivaletti bassi alla cavoglia con tacco o senza riesco ad usarli solo con i pantaloni. Perché ho la sensazione che mi trancino la gamba.
    Le decolte solo in occasioni particolari in cui so già che devo camminare poco.

  • Reply
    PItipum pala
    Ottobre 8, 2017 at 10:10 pm

    Dove posso trovare le scarpine tango che hai messo nelle ultime due foto?

  • Reply
    Charlotte
    Ottobre 17, 2017 at 2:06 pm

    "Eteroterme".
    Niente, ti adoro.

  • Reply
    ida
    Marzo 24, 2018 at 4:44 pm

    zoccoli!

Leave a Reply