Il guardaroba perfetto

Costruire il proprio guardaroba perfetto: il metodo 20-80

Febbraio 6, 2019

Mi sembra coerente far partire questo ciclo di idee su come organizzare e costruire il proprio guardaroba dal metodo che uso io. Premessa: in realtà non utilizzo nessun metodo, sono la persona meno metodica che io conosca. Costruisco i miei look assolutamente in modo istintivo, senza riflettere su questo si abbina con questo che richiama questo che sembra quest’altro; come ho già avuto modo di dire più volte aborro il matchy matchy, lo trovo fuori tempo massimo e poco creativo.

Però mentre facevo shopping qualche mesetto fa mi è partita l’illuminazione joyciana: in realtà un metodo esiste di sicuro, anche i computer quando riproducono le canzoni random utilizzano un metodo poichè non sono stati creati per fare le cose a caso. Probabilmente il mio metodo non è di quelli consci (scelgo il maglione blu che si abbina alla scarpa e i collant e blablabla), il mio cervello non lo ha chiaramente presente mentre la mattina seleziona abiti dall’armadio, ma qualche metodo lo applica di sicuro. E quindi ho iniziato a badare ai miei acquisti e a come mi vesto e ho capito. All’inizio è stato difficilissimo dargli un nome (metodo Sara Apfel è pretenzioso, mica ho scoperto il modo di impoverire l’uranio), ma mi è venuto in soccorso un concorrente di Project Runway Junior (se mi seguite su IG sapete che io ADORO PR, è tipo il mio programma di moda preferito) con questa frase che mi è rimasta nel cuore:

Scusate la qualità schifo della foto ma Netflix non permette di fare gli screen quindi ho usato il cellulare.


80-20: il nome perfetto per descrivere come mi vesto! Non essendo mai stata una grande fan della matematica e dei numeri (quando ho scelto il liceo classico l’ho fatto soprattutto perchè le ore di materie scientifiche erano poche) magari non è vero che le proporzioni in percentuale sono proprio quelle. Ma approssimiamo. Il mio guardaroba è costruito così: 20% capi e accessori eccentrici, frivoli, modaioli; 80% basic. E solitamente è anche così che costruisco i miei outfit (anche se non mancano le eccezioni: ci sono volte in cui sono totalmente basic – es. jeans, ballerine nere, maglione dritto nero, perle alle orecchie).

Come funziona quindi questo metodo? In realtà va molto a sentimento: partite da una base e buttateci dentro un capo/accessorio poco basic. Gli abbinamenti non sono dettati da nient’altro, poi, che non sia il vostro buon gusto. Dunque non vi fornirò una palette di riferimento, perchè quella la costruirete voi a partire da ciò che amate e che in questo momento vi piace.

In questo momento” è un punto fondamentale del mio vivere l’armadio: essendo amante dei trand di stagione solitamente il 20% di frivolezze li assecondano, mescolandosi il mio 80% basic. In questo modo mi assicuro di restare fedele al mio stile, alla mia identità, seguendo la moda ma facendola mia.

Mi rendo conto che adesso è fondamentale fornire qualche esempio:

  • (80) pantalone basic nero, camicia bianca, scarpe col tacco nere / (20) borsa fantasia:
  • (80) maglia bianca, scarpe nere, borsa in tono con il colore delle culottes, orecchini di perla / (20) culottes fantasia:

  • (80) sandali, borsa, accessori in colore basic / (20) abito fantasia:
  • (80) abito monocromo, accessori basic / (20) scarpa fantasia
  • (80) jeans, blusa monocroma, borsa nera / (20) scarpa fantasia e orecchini statement


...e così via. Gonna a ruota fantasia o pantalone dritto stampato non saranno più impossibili da abbinare; basterà la vostra blusa basic e i vostri accessori base. In questo modo, sarà UN capo (o due, se si tratta di due accessori) a spiccare nel vostro look. Non avrete quindi più crucci quando si tratterà di integrare un nuovo trand nel vostro armadio. Potrete addirittura osare capospalla statement, pantaloni leopardati, scarpe glitterate, orecchini fluo!

Ovviamente, come detto più volte, questo non è IL metodo per vestirsi bene e per organizzare il vostro armadio; è però il mio metodo, uno dei tanti che esistono e dei tanti che (se applicati alla persona che li trova efficaci) funzionano.

Esisitono eccezioni? Chiaramente sì. Come ogni metodo, non è un dogma da seguire alla lettera pena inquisizione spagnola. Un guardaroba costruito 20-80 vi lascerà la libertà di creare outfit totalmente basic (per i quali opto nel mio tempo libero, senza troppe pretese: jeans, maglione nero, scarpe da ginnastica) o di sbizzarrirvi a abbinare diversi capi originali, due o più, a vostro gusto e piacere, avendo sempre il corrimano dell’opzione più basic nel caso lo specchio riflettesse un’immagine che non vi convince. Una sera ho indossato un abito lucido a damascato dritto, molto molto carino, che con gli accessori basic mi convinceva poco; l’ho quindi abbinato a un paio di décolleté glitterate e già l’effetto mi sembrava più vivace! Insomma, sperimentate e testart secondo il vostro gusto, osate i trand che amate, senza paura, mescolando basic e fantasia in questa proporzione: sarà come uscire dalla vostra confort zone senza veramente buttarvi nell’ignoto!

Voi che ne pensate? Vi convince o piace questo metodo? Oppure non fa per voi? Let me know!

10 Comments

  • Reply
    Roberta
    Febbraio 6, 2019 at 9:03 pm

    Ciao. Da quale sito provengono le fotografie dei gioielli? Grazie

    • Reply
      Sara Apfel
      Febbraio 7, 2019 at 8:22 am

      Le ho trovate su Pinterest; a naso direi che vengono da Etsy, se fai una ricerca tramite immagini con google dovresti riuacire a risalire al negozio!

  • Reply
    claudiag
    Febbraio 7, 2019 at 8:23 am

    Questo metodo mi piace e mi convince moltissimo ! Senza che me ne rendessi conto è anche abbastanza vicino al mio (se si puoò parlare di “metodo”…), e anche se per il momento forse sono più 90/10 (90 basic-10 particolare), sto sicuramente andando in questa direzione, aggiungendo ogni tanto cose un po’ particolari. Tra l’altro devo dire che hai scovato delle cose bellissime, sia tra i capi basic che nel reparto “frivolezze” ! A questo proposito ti chiederei un consiglio: vorrei una borsa un po’ particolare, colorata e in pelle. Hai qualche suggerimento che non costi un occhio della testa ?….grazie. claudiag

    • Reply
      Sara Apfel
      Febbraio 7, 2019 at 8:28 am

      Io le “borse frivolezza” le compro da Zara (hanno delle chicche squisite ogni tanto)… Quando ero in toscana però ho visto che esistono molti negozietti che vendono pellame anche a ottimi prezzi e in diverse varietà!
      Per quelle più serie invece vado di artigianato, DT, Coccinelle.

  • Reply
    Emanuela
    Febbraio 7, 2019 at 10:45 am

    Io alla fine, senza volerlo, ho costruito un guardaroba che è l’esatto contrario di quello che hai illustrato qui. 🙂
    I colori basic della mia palette (il cioccolato/testa di moro, l’avorio/off white e il crema/beige) non mi piacciono molto e non sono neanche i migliori per me (ultimamente sto indossando poco anche i jeans blu). Ho capi e accessori di questi colori, ma li uso poco e non è intorno a quelli che ho costruito il guardaroba. Diciamo che i miei basic sono il verde bosco/oliva, tutte le sfumature del senape e dell’arancione zucca e il marrone caldo/dorato. Ovviamente questo ha comportato che imparassi un po’ ad abbinare i colori (mi sono creata una cartella sul computer proprio dedicata agli abbinamenti) e anzi se non l’hai già fatto (non ricordo se ne hai già parlato) penso che sarebbe una buona idea dedicare un articolo ai vari abbinamenti dei colori tramite la ruota dei colori (complementare, triadico, analogo, doppio complementare, ecc). Secondo me uno dei motivi per cui a volte si ha difficoltà a creare un guardaroba e a introdurre nuovi colori (per cui poi ci si rifugia nel tunnel del nero) è proprio il fatto di non saper abbinare i colori.

    • Reply
      Sara Apfel
      Febbraio 7, 2019 at 10:53 am

      Se leggi qui sopra, ha detto che non avrei dato indicazioni di palette e colori che si abbinano proprio perchè credo nella libertà e nel gusto personali 😉 Tra l’altro l’abbinamento multicolor mi rispecchia pochissimo 😀
      Avevo fatto qualcosa del genere però con Lara, quando abbiamo parlato di armocromia, cercando di creare abbinamenti che restassero nella palette di colori delle varie stagioni.

  • Reply
    Roberta
    Febbraio 7, 2019 at 7:26 pm

    Che bello questo post. È verità assoluta. Devo assolutamente aggiungere il 20% al mio armadio! Mi hai illuminato

    • Reply
      Sara Apfel
      Febbraio 7, 2019 at 7:53 pm

      Talvolta le cose più semplici sono le più illuminanti!! 😘❤️

  • Reply
    sara
    Marzo 6, 2019 at 4:20 pm

    Ciao. Sei geniale. Dico sul serio, già ti seguivo da anni sul blog Consigli per Principianti…e faccio bene. Infatti questo articolo è di una semplicità e chiarezza disarmante.
    BASE 80 e FRIVOLEZZA 20

    Bon. E’ detto tutto
    Grazie,Sara!
    Sara

    • Reply
      Sara Apfel
      Marzo 7, 2019 at 12:22 pm

      Ma grazie mille!!! Fa super piacere leggere questa parole!!
      Anche secondo me è un “metodo” molto efficace e anche super semplice da adottare 😀

Leave a Reply