Friday I'm in Love

Nuovi trend che non mi avranno mai (per ora)

Marzo 4, 2019

Queste ultime settimane bisognava veramente essersi trasferiti con molte scatolette di tonno e noodles pronti in un bunker antiatomico della guerra fredda per non accorgersi che ci sono state le sfilate. Contrariamente a quanto si pensi, io non sono affatto metodica, quindi non so cosa viene prima, cosa dopo, chi ha sfilato dove, e la ragione è che ho una vita (esterna al mondo della moda, ovviamente). Tutto ciò che so sulle sfilate lo so da alcuni account che seguo su IG, Elle (di cui ho l’abbonamento da anni anche se lo leggo poco, ma non ho la forza di disdirlo) e il sito di Vogue US (che controllo mentre bevo il caffè, quindi niente di serio).

Solitamente le sfilate mi piacciono; l’inserto sfilate di Vogue Italia lo sfogliavo sempre in spiaggia e cerchiavo quello che mi piaceva in tempi non sospetti – alle superiori facevo incetta di riviste di moda e arredamento. Il fatto è che oltre a guardarle e maledire la mia povertà, bè, quelle riviste mi lasciavano ben pochi spunti su come vestirmi. Meno male sono nati i blog di street style. E infatti è proprio lo street style che mi guardo quando voglio capire cosa va di moda e cosa no.

I trend di stagione sulle fashion blogger influencer etc li capisci subito perchè solitamente li indossano compulsivamente tutte insieme quasi a voler urlare al mondo “EHI sono alla moda fotografatemi ho le mollettine fotografatemiiii!!!“, cosa che le rende spesso ridicole ma molto utili. Per esempio appunto abbiamo capito che le mollettine ce le ritroveremo anche da OVS quest’estate. Quindi lunga vita alle influenzer che “ce la tagliano giù fina”… Personalmente non sono di quelle che si cosparge di colla e si butta nel reparto “new entry” di Zara e Mango, anzi solitamente i nuovi trend li guardo da lontano con sospetto; ecco cosa ho scoperto che andrà di moda, ma mi convince talmente poco che ve lo riporto per puro dovere di cronaca.

Turtleneck + blazer: imperativo categorico di questo FW, probabilmente vi piacerà tantissimo. Abbinamento che scatena in me molte immagini piacevoli quali: gli anni ’90 che però erano ancora anni ’80 sotto sotto; le tette grosse che con il lupetto sembrano voler invadere la Slovacchia; il collo che mi pizzica; il collo che mi pizzica mentre sto sciando e non posso grattarlo perchè ho i guanti a manopola serrati sotto la giacca a vento; la mia professoressa di greco e latino; qualsiasi professoressa di greco e latino; quelle allo sportello della banca; il collo che mi pizzica (ancora, lo so, ma pizzicava tanto). Non riesco a uscire da questo trauma. Ho sempre detto a me stessa che il lupetto mai più. Soprattutto con la giacca.

Se vi siete innamorate tantissimo di queste immagini ommioddio come sono chic, vi prego di immaginare cosa succede a questo trend fuori da Pinterest. Ricordatevelo sempre.


Tie & dye: l’immagine che ho io di quella roba lì è cheap&crafty (che è un aggettivo che ho imparato a Project Runway, è tipo quello che dicono i giudici quando un abito sembra fatto con la colla a caldo e qualche strass).
(Anche in questo caso, vi invito a immaginare il trend fuori da Pinterest, sulla spiaggia di Iesolo).
(Se comunque nonostante tutto la cosa vi piace ricordate che vi bastano una vaschetta di candeggina e qualche elastico).


Neon: convinta che non sarebbe più accaduto di vedere un colore fluo in giro per le città dopo il 2006 e le collane di perle lunghe fuxia delle scene queen, ecco la splendida notizia di questo funesto 2019! E non è un’esercitazione, mie care. La sezione Zara Woman non mente.


Ciclisti: avete letto bene. I ciclisti. Quelli che indossavi all’età di 9 anni perchè gli shorts non sapevi cos’erano e quelli passava il convento. Quelli che solitamente la mamma ti infilava quando andavi a giocare e tu piangevi perchè ti facevano cacare. Quei ciclisti. Magari sotto al blazer e alla camicia. Ma quelli della moda ce la fanno a farcela?

(Il fatto che questo trend piaccia moltissimo a Kim Kardashian qualcosa dovrebbe dirci).


Cerchietto bombato: quarta elementare. Ecco l’ultima volta che l’ho messo. All’epoca avevo i capelli lisci biondo cenere e la frangia, non so come adesso son diventata riccio-schifo e con i capelli più scuri e l’ultima volta che ho fatto la frangia ho girato con le forcine per mesi attendendo ricrescesse. Il cerchietto mi piace. Soprattutto quello sottile, magari abbinato a un raccolto morbido. E’ il “bombato” che mi lascia parecchio interetta. Ripetiamo tutte insieme: non siamo Blair Waldorf.


Sappiamo benissimo tutte che questo articolo tra non molto sarà lì a tormentarmi perchè entro settembre avrò indossato almeno una volta ciascuna di queste cose.
Sono pronta ad aprire le scommesse illegali.

E voi, avete assistito all’imperversare di trend che fortunatamente avete schivato/schifato? Il più orrendo vince un cerchietto bombato verde fluo!
Let me know!

12 Comments

  • Reply
    Shiva
    Marzo 4, 2019 at 12:48 pm

    Ho evitato pantaloni culotte, frange, maniche a campana,risvoltini, animalier…
    Eviterò sicuramente il cerchietto, soprattutto quello bombato.
    Di fluo ho solo un blazer fucsia, comprato anni fa e usato pochissimo.
    Ciclisti e tutto il resto non saranno nemmeno presi in considerazione 😂

  • Reply
    Princifessa
    Marzo 4, 2019 at 3:52 pm

    I cerchietti non sono un mio problema, visto che ho una testa di ricci anni 80 che manco li ritroverei a fine serata. Non mi fanno cacare, comunque: se una ha il capello giusto, il trucco giusto, tutto giusto sono anche bellini. Non fanno per me, ecco
    I ciclisti hanno un senso di esistere solo se si è su una bicicletta e puoi avere il culo di KK o i fianchi della Ferragni, sempre cacare fanno. Il tie&dye uguale: ha l’occasione d’uso, cioè
    1) pigiama
    2) maglietta da mettere quando sei bruciacchiata in spiaggia che non si notano né le stizzonate né le ghiose di Corona
    3) durante l’occupazione a scuola se hai 17 anni.

    Ma AMO I BLAZER COL LUPETTO.

    Detto questo: ma una guida al raffinatissimo trend delle “spaghetti straps”?
    Ne sento l’esigenza. Ho un po’ di poppame (niente che superi la terza eh, ‘na cosa umile) e vorrei soluzioni per non esporlo tipo frutta di stagione.

    • Reply
      Sara Apfel
      Marzo 7, 2019 at 12:19 pm

      Io con gli spaghetti straps non uso il reggiseno, qualsiasi reggiseno sta male! Puoi optare per la classica fascia. 🙂

  • Reply
    Aivil
    Marzo 4, 2019 at 5:23 pm

    Sarò una perversa ma a me i ciclisti piacciono da sempre (da quando passavo le giornate sulla buonanima della mia mountain bike), ma ora che sono vicino agli anta li immagino soprattutto come compendio ad un paio di abitini che mi piacciono ma sostano nel mio armadio inerti perchè troppo corti. Il fluo, da qualche anno è parte stabile del mio guardaroba, soprattutto per quanto riguarda gli accessori, ma con l’arrivo di questo trend, il mio sogno di trovare un sandalo pitonato fucsia fluo riprende vigore. Ora avrei una domanda: ma se il lupetto ingigantisce il seno grande, rende visibile quello non pervenuto? Che il trend, di per sè stimola la mia motilità intestinale, ma se opera questa magia, mi calo un’enterogermina e cedo.

    • Reply
      Sara Apfel
      Marzo 7, 2019 at 12:20 pm

      Il lupetto amplia la parte superiore (torace e spalle), non per forza il seno… per cui se hai un torace ampio con poco seno, si vedrà accentuata la sproporzione…

  • Reply
    Mary
    Marzo 5, 2019 at 9:27 am

    Ho l’abitudine a conservare ciò che mi piace a prescindere dalla moda, magari non lo indosso per anni però sta li perche’sisatuttotorna..infatti mi ritrovo un bel blazer grigio antracite ed è ora mi sa di riportarlo in tintoria per una rinfrescata e via ad aprile o giù di li lo indosserò, la maglia a docevita si il lupetto sempre detestato….cerchietti ne ho ancora uno in velluto nero (ma lo lasciamo li dove si trova!) e panta ciclisti li ODIAVO FORTISSIMAMENTE e non se ne parlava allora e non se ne parlerà ora giuro….
    Io ragazza di qualche anno ho indossato uditeudite le anche le calze fluo (fine anni 80 ^_^) diciamo che ho già dato…

    • Reply
      Sara Apfel
      Marzo 7, 2019 at 12:21 pm

      Anche io conservo tutto ciò che mi piace <3

  • Reply
    claudiag
    Marzo 8, 2019 at 4:21 pm

    Per dire la verità non mi piace nulla, ma il blazer con il lupetto (a chi sta benen e con un blazer non striminzito) devo dire che non mi dispiace….quando le temperarure saliranno, procerò a vedere che effetto fa…claudiag

  • Reply
    Fra
    Marzo 9, 2019 at 2:32 pm

    Io devo dire che lupetto+blazer è la mia divisa per il lavoro, più informale di blazer e camicia…sono una clessidra magra ma con poco seno e finora non mi era mai venuto in mente potesse starmi male…anzi mi sembrava mi riproporsi asse il seno! Consigli di evitare?

    • Reply
      Sara Apfel
      Marzo 10, 2019 at 6:53 pm

      Sicuramente ti starà bene! Su chi invece ha seno e torace importanti l’effetto potrebbe invece essere diverso 😉

  • Reply
    Monica
    Giugno 5, 2019 at 7:49 pm

    D’accordissimo con te su ciclisti e cerchietti bombati. Ma il lupetto mi è sempre piaciuto, con o senza giacca, e confesso che adoro il tie dye. cercherò di non comprarlo ma mi mette allegria anche solo vederlo in foto!

    • Reply
      Sara Apfel
      Giugno 11, 2019 at 9:46 pm

      Il mio incubo col lupetto è che ho il seno bello presente 😀 quindi sembro una mongolfiera tutto-tette!

Leave a Reply