Friday I'm in Love

Trend per la primavera 2019 che mi hanno conquistata

Marzo 13, 2019

Dopo la rassegna di ciò che non mi avrà, non avrà il mio armadio, non avrà il mio cuore (…fino forse a giovedì prossimo), mi sembra doveroso dare una chance a questa P/E 2019 e dirvi cosa invece ci piace, molto. Uso un plurale maiestatis ma so che mi sarete vicine in queste big crushes di stagione.

E diciamocelo. Scandaglio i numeri di Elle, mi leggo blog international, stalkero le fashion blogger, ma poi alla fine la conferma di cui abbiamo bisogno da dove viene se non dalla “Nuova collezione” di Zara e Mango? Perchè Elle può dire quello che vuole, ma alla fine noi ci vestiremo come dicono loro. Quindi, prima di scrivere questo articolo, avevo bisogno di farmi un giro in negozio (e spendere mentalmente l’equivalente di due stipendi – ma questa è una dipendenza da cui mica si guarisce da sole).

Ecco cosa è uscito dalla triangolazione di cui sopra.
(Faccio una cosa buona e giusta e vi metto solo fotografie di abiti che sì, possiamo tutte permetterci, perchè che articolo wishlist è se non posso generare bisogni che vi condurranno sul lastrico, artimenti? Trovate tutto quindi nei negozi o nell’ecommerce di Zara e Mango, quelli che trovate qui sotto sono i miei preferiti – cuoricino).

  • palette natural-vintage: non solo neon – grazie, Jesus! Anzi, la palette degli abiti che troveremo nei negozi è molto simile a ciò che indossava mia mamma quando io ero piccolina (primi anni ’90) – non so se sia un caso o se tutte le mamme avessero nell’armadio quei colori, attendo lumi. Sarà un tripudio di beige, greige, kaki, verde salvia, marsala, rosa antico, senape, avio (dopo la lettura di quest’elenco, all’unico maschio capitato qui per caso è esploso un neurone); tutti colori che conosciamo già perchè il mid century modern ci ha ampiamento riempito le bacheche pinterest due anni fa. Saranno abbinati a tessuti naturali (ho visto garza di cotone e lino) e a borse di paglia e di iuta intrecciata, in un tripudio di abiti comodi, dal taglio rilassato. Roba che viene voglia di prendere e andare a farsi la stagione a Saint Tropez.
  • perle barocche: ne avevo già parlato, quindi eviterò di nuovo il pippone su quanto io ami le perle barocche. Non sono mai stata una fan delle perle tonde da brava ragazza, quindi queste creature bizzarre, evanescenti, goffe e ribelli non potevano che entrarmi nel cuore. Potete trovare un sacco di orecchini stupendi se cercate su Etsy, io ne ho fatto incetta in questi mesi…

  • tailleur colorato: a proposito degli anni ’90. Ma stavolta niente grigiore, niente ufficio, niente unisex. Stavolta sarà un’esplosione di colori e di trame (la mia preferita è il broccato). Quello più visto nello streetstyle è sicuramente in rosa, di qualsiasi gradazione. Lo indosserei anche per una cerimonia, sinceramente, per distinguermi dai milioni di vestiti da Boss dei Matrimoni che si vedono spesso in queste occasioni.

  • abiti svolazzanti con catene (e altre stampe un po’ anni ’80):  lo so, lo so. Ci vergognamo. Sono uguali ai foulard della nostra prozia. Ma vi prego. Solo uno. Uno solo. Li adoro! E tra l’altro anche Megan Markle ne ha sfoggiato uno recentemente.


Vi ricordate quando l’anno scorso avevo detto che in questo bizzarro ritorno degli anni ’90 io mica ci cascavo?
Ecco.
Fortuna non ho mai deposto in tribunale.

3 Comments

  • Reply
    claudiag
    Marzo 14, 2019 at 11:15 am

    Alcune “tendenze” mi piacciono molto, altre…insomma. Per i colori pastello, penso che ne userò solo alcuni, forse il rosa e il verde salvia. Gli altri o mi stanno proprio male, o non mi piacciono (beige e senape). Per me i colori dell’estate sono sempre molto bianco, un po’ di rosso e poco blu. Mi piacciono moltissimo le perle barocche e i tailleur colorati e su questi due punti, penso che spenderò qualcosa. Per gli abiti con catene e altre stampe…non so..alcuni sono molto belli (e molto costosi), altri sono un po’ vistosi e non sono sicura che mi sentirei a mio agio. Aspetto con ansia la bella stagione per provare !

  • Reply
    Aivil
    Marzo 14, 2019 at 12:51 pm

    L’abito foulard non lo avevo considerato, ma l’ho immaginato a chemisier, da usare aperto su un outfit semplice tipo jeans e t-shirt neutra di giorno, o sul classico tubino nero e sandalo gioello per la sera ed ora è un mio must have.

    • Reply
      Sara Apfel
      Marzo 16, 2019 at 12:34 pm

      Assolutamente, due idee bellssime!

Leave a Reply