Window Shopping

Quali Birkenstock mi piacciono quest’anno (e comprerò sprezzante delle critiche)

Giugno 19, 2019

“Il naufragar m’è dolce”, “Allegria di naufragi”, “Dolce e chiara è la notte”? No. Macchè. L’ossimoro più famoso della Storia è “Birkenstock belli“.

Perchè non è che solo perchè una cosa va di moda allora diventa in automatico bella; ci abituiamo a vederla quindi ci appare meno strano pensarcela addosso, ma una roba brutta resta brutta. Tipo i birkenstock. Che alla fine compriamo compulsivamente perchè sono comodi e ce lo dice la moda; ma soprattutto perchè sono comodi. Io appena spunta il primo raggio di sole anelo il vivere scalza come i bambini infanti del nord Europa in campeggio. In nome della scalzitudine e dello stile barbon-norvegese quindi non potevo che adorare i birkenstock che sono come i carlini, son brutti e non tentano molto di essere belli, cosa che li rende effettivamente belli. E di qui, l’ossimoro di cui prima.

Babrboneggiare con i Birkenstock anche quando vado a fare la spesa a novembre: that’s the dream!

Ogni anno compro un paio di Birkenstock. Tutto è iniziato 6-7 anni fa: “Lei ha i piedi più patti dell’encefalogramma di Denis Dosio, non può più mettere questi sandaletti carini da 19.90 euro di Zara”. Fu un dramma che più volte vi ho raccontato, ma arriva nella vita di tutte quel momento in cui capisci che è più importante non soffrire le pene dell’inferno ogni volta che appoggi il piede a terra che avere le ballerine carine. [E’ una consapevolezza che io non ho pienamente acquisito, ma lasciatemi fare la saggia zia salice].

Anche quest’estate non mi esimerò; l’anno scorso ho trovato il modello in assoluto più figo mai prodotto tanto che ho raggiunto il mio life goal quando l’altro giorno in coda dal medico una signora mi ha detto “ma che belle ciabattine! Le voglio anche io!”. Non so se ruscirò a doppiare me stessa, nel frattempo sfoglio il catalogo nuovo e mi metto alla ricerca di un nuovo candidato, per morire felice su “Sepolta in casa – sandali ortopedici”.

Qui. Sì lo so è il modello di prima ma rosa antico. Problemi?

Le Arizona sì ma rosa scamosciato. Qui.

Indossate sono meglio, giuro. Qui.

Non chiedetemi come portarli, io li uso veramente con tutto per necessità. Impariamo dai bambini olandesi in campeggio.

I vostri modelli preferiti invece quali sono?! Ampliamo la wish list!

20 Comments

  • Reply
    silvia
    Giugno 19, 2019 at 8:37 am

    mayari tutta la vita 🙂
    arriva l’estate e io non riesco a mettermi altro

    • Reply
      Sara Apfel
      Giugno 19, 2019 at 8:51 am

      E’ un modello che in effetti non ho, non mi piace molto come abbraccia il mio piede, ho la percezione che lo intozzisca pur essendo il mio piede magro e slanciato. Preferisco modelli più “asciutti”. 🙂

  • Reply
    Lilit
    Giugno 19, 2019 at 8:42 am

    Io sono fedele al modello Mayari: ne ho due paia, in nero e in marrone. Con questo modello mi trovo particolarmente bene, i Gizeh mi piacerebbero ma sono scomodi, gli Arizona non mi piacciono, altri modelli non li trovo mai nella versione a pianta larga.

    • Reply
      Sara Apfel
      Giugno 19, 2019 at 8:52 am

      Io ho il “problema” opposto: pianta stretta e piede magro. Gli Arizona sono i più comodi, ma veramente ne ho tantissimi 😀

  • Reply
    Chiara
    Giugno 19, 2019 at 9:26 am

    Anni fa ho comprato i Kairo neri, forse un po’ me ne sono pentita – ho l’impressione che mi allarghino la caviglia, ma adoro il fatto che non siano ciabatte. Risolvo comunque indossandoli solo con gonne luuuunghe. A breve li proverò con pantaloni dritti dall’orlo asimmetrico, ma solo per far venire un infarto al mio fidanzato (che li odia)!

    • Reply
      Sara Apfel
      Giugno 19, 2019 at 9:42 am

      Infatti, io MAI laccetto alla caviglia per il tuo stesso motivo (pur avendo io la caviglia magra), ho lo stesso modello ma senza laccetto <3

  • Reply
    Paola R.
    Giugno 19, 2019 at 11:19 am

    Arizona sicuramente, anche d’inverno in casa con i calzerotti!

    • Reply
      Sara Apfel
      Giugno 19, 2019 at 11:22 am

      Arizona <3

  • Reply
    Lia Brambilla
    Giugno 19, 2019 at 3:23 pm

    I Mayari sono bellissimi e non si sciabatta in giro ma ho scoperto che, avendo io una spina calcaneare anzi due per par condiscion devo abbandonare le Birkenstock in favore di sandali col plantare morbido, oppure morire, a me la scelta…per dire che non sono la panacea, almeno non per tutti!

    • Reply
      Monica
      Giugno 21, 2019 at 3:26 pm

      Ecco parliamone. Anche io trovo che il plantare birkenstock sia molto duro in particolare sul tallone, mi riacutizza tendinite e mi crea calli in alcuni punti. Mi trovo meglio con le taroccate che si ispirano alle birkenstock, in particolare marca Bionatura. L’unico problema è che essendo più soffici si sfondano prima e non durano un’eternità come le originali.

      • Reply
        Sara Apfel
        Giugno 22, 2019 at 1:40 pm

        Dipende molto dal problema che si ha, questo è verissimo! Io ho bisogno di sostegno rigido, quindi sono perfette 😀

    • Reply
      Sara Apfel
      Giugno 22, 2019 at 1:43 pm

      Ci sono anche quelli con plantare “soft footbed”; io ne ho preso un paio Arizona in Germania, li trovo veramente comodi ma altrettanto resistenti! Potresti provare e vedere come ti trovi 🙂
      https://www.birkenstock.com/it/temi/soft-footbed/

      • Reply
        Monica
        Giugno 24, 2019 at 5:34 pm

        Molto interessante! Ho guardato anche sul sito, questa versione non l’ho mai provata di sicuro, la avranno anche nei negozi in Italia? Ci guarderò!

        • Reply
          Sara Apfel
          Giugno 25, 2019 at 3:45 pm

          Secondo me ci sono 🙂

  • Reply
    Ida
    Giugno 20, 2019 at 5:17 am

    Madrid vernice tutta la vita!

    • Reply
      Sara Apfel
      Giugno 22, 2019 at 1:39 pm

      Belli, piacciono anche a me un sacco!

  • Reply
    Monica
    Giugno 21, 2019 at 3:30 pm

    D’accordissimo con te, è bello ciò che piace e che soprattutto è comodo. Io personalmente, se abbinate ad abiti dallo stile rilassato le trovo gradevoli. Chiaro che i sandaletti piatti con le striscioline di Zara son più fini,ma davvero dolorosi! se voglio star scomoda piuttosto mi metto i tacchi!

    • Reply
      Sara Apfel
      Giugno 22, 2019 at 1:45 pm

      Io ho avuto dolori lancinanti proprio con i sandaletti piatti di Zara, in barba alle raccomandazioni del medico. A fine giornata mi pareva che mi andasse a fuoco la pianta… mai più.

  • Reply
    Elisa
    Giugno 28, 2019 at 6:32 am

    Ehm devo fare coming out. Io li trovo scomodi. Non per il plantare o le fibie ma lo scamosciato sotto il piede non lo sopporto…

    • Reply
      Sara Apfel
      Giugno 28, 2019 at 9:35 am

      🙂 i piedi sono sempre personalissimi!

Leave a Reply