Clessidra Mela Pera Rettangolo Triangolo invertito Window Shopping

Cosa comprare ai saldi P/E 2019

Luglio 3, 2019

Oggi andrò a dare un’occhiata ai saldi, complici un fidanzato che ha bisogno impellente di scarpe (giuro) e una sorella che si laurea tra poco e vuole un vestito, ma non un vestito, meglio i pantaloni, ma eleganti, poi sopra che ci metto, una maglia ma non una maglia, insomma vieni e vedi tu. “Chi mi conosce lo sa” che io solitamente ai saldi ci vado alla fine quando hanno scontato tutto del 90% giacché son poco abbiente ma ho le mani bucatissime e odio le persone, però oggi non dovrebbe esserci poi così tanta gente (mi illudo) e ho visto fuori da questo grande negozio multimarca di firme -80% (mi strailludo). Inoltre sperimenterò questa cosa strana di fare shopping con altra gente – non è la prima volta, ma io sono parecchio influenzabile e so che comprare in due/tre per me è deleterio: e infatti mi basta mezza occhiata storta che mollo tutto sulle grucce e me ne vado sbattendo la porta girevole; ed è la casisitica meno pericolosa; ben peggio è quando la gente riesce a convincermi che mi serve TUTTO, che già io credo mi serva tutto, se poi ci si mette anche l’amica che mi dice “oddioprendiloèbellissimo” io finisce che torno a casa anche con un autoarticolato vintage. Non per niente son famosa presso amici e parenti perché per anni ho acquistato la carta igienica “Comprami” perché si chiamava appunto “Comprami”.

[Ah, e nonostante questo sia chiaro che la stampa tie-dye ancora non mi ha conquistata; incredibile]

Quindi come ogni semestre questo articolo torna utile a voi ma soprattutto a me, tanto per ricordarmi che non ho bisogno di nessun sandalo con le piume perché la Brooke’s Bedroom ha chiuso i battenti nel ’98. Ecco quindi un elenco di cose che vanno di moda e quindi come ogni cosa di moda meglio acquistarle coi saldi che 90/100 tra due anni le guarderemo e diremo “ma veramente mi mettevo sta roba?”

Queen B sempiterna protettrice dello shopping poco oculato


Una borsa di paglia: nella mia vita ho cambiato più borse di paglia che fidanzati, anche perché di fidanzato ne ho avuto uno solo e incredibilmente mi sopporta da quasi 10 anni, cosa che non fanno le borse di paglia. Tra manici rotti perchè la usavo anche ad andare al lavoro portandomi dietro il PC e cani infanti che le divorano (sì, il boxer dei miei ha divorato una mia borsa di paglia due giorni dopo il suo arrivo) le mie borse di paglia non hanno mai visto Capodanno, come le coppie di Temptation Island. Ma imperterrite dobbiamo perseverare. Senza spenderci un rene, chiaramente. Meglio giganti o mignon? Coi saldi, direi entrambe.

Qui
Qui


Un abito elegante: ecco, questa ammetto per me è una novità, nel senso che io approfitto delle cerimonie per acquistare abiti da cerimonia; sicché mi ritrovo a spendere un sacco di soldi per un abito che mi piace poco perché ho fretta e domani Tizia si sposa. Sempre la stessa storia, ogni anno. Invece è meglio giocare d’anticipo e fare come con i regali di Natale. Troviamoci un abito “importante” a stagione, da usare poi magari a qualche cena elegante (non arcoriana) spuntata fuori all’improvviso, comprato a un prezzo contenuto e che ci piace veramente; nell’arco di qualche anno avremo un guardaroba elegante che Carrie levati.
Io sono pazza d’amore per gli abiti di Lazzari che costano quanto un organo vitale e quindi al loro negozio a Padova mi avvicinavo esclusivamente in periodi di ribasso. Ecco le due proposte di cui mi sono letteralmente innamorata quest’anno [quello a fiorellini per mele-rettangolo-triangolo invertito; quello a ruota per clessidre-pere].


Una midi con i bottoni davanti: se siete pere e clessidre, blusa leggera in cotone bianca, midi colorata, sandali comodi e borsa ampia e siete le turiste più cool di tutta Parigi. Mannaggia a voi. Approfittate per comprarvi la midi dell’anno, quella coi bottoni davanti, in colori tenui e naturali. Ovviamente se volete vincere tutto andate di stampa Vichy.


Qualcosa di bianco: ne abbiamo già parlato, il bianco è il colore della vita chic in estate e non possiamo farne a meno. Un bell’abito bianco strutturato, in Sangallo o lino, è tipo il cucchiaino da dolce o il piattino del pane per Csaba dalla Zorza. Quello di Cos che vi ho linkato qui sotto è la vita, ma io che sono tette munita sembrerei una tenda. Evabé. Dopotutto Cos e le tette sono nemici giurati da sempre.

Qui


Qualcosa di tropicale: fin troppo facile, lo abbiamo ribadito qualche giorno fa. La versione che più amo è quella pigiamosa, casacca e pantaloni magari in seta (o viscosa, più realisticamente) con fondo verde.


Gioielli con le conchiglie (ma se non vi piacciono vanno benissimo anche gli orecchini statement in resina): le conchiglie sulle cavigliere ci avevano rotto già le palle l’anno scorso e nel ’95, ma questo non deve catalogare tutte le conchiglie che invece quest’anno si vedono usate in modo decisamente più elegante. Super combo con le perle barocche.

Qui
Qui


Voi avete addocchiato qualcosa per i saldi? Let me know!

You Might Also Like...

9 Comments

  • Reply
    Mary
    Luglio 3, 2019 at 12:41 pm

    La chiusura della Brooke’s bedroom è un dolore mai del tutto superato

    • Reply
      Sara Apfel
      Luglio 5, 2019 at 7:57 am

      Ahahahaha concordo! 😀

  • Reply
    Marina
    Luglio 3, 2019 at 1:14 pm

    Eh si, il vestito bianco…però devo trovare quello giusto! Come dici tu, Cos e le tette non sono amici, e neppure Cos e i fiancotti…

    • Reply
      Sara Apfel
      Luglio 5, 2019 at 8:02 am

      No, COS è amica solo delle giapponesi preadolescenti, infatti ho un solo loro abito che dovrebbe essere un wrap dress ma essendo abbastanza rigido con mezzo chido di più sembro una portaerei… Però ho scoperto un marchio che adoro e fa abitini leggeri in lino freschissimi;si chiama “Le ragazze di Forte dei Marmi” e ovviamente non lo trovo da NESSUNA parte su Internet, però c’è un negozio qui a Brescia che lo vende e ne ho fatto incetta (ho tre abiti e una blusa). L’unica cosa che ho scovato è questa… https://lillashop.com/product-category/donna/abbigliamento/abiti/?filter_brand=06le-ragazze-di-forte-dei-ma Chi ne sa di più parli!

  • Reply
    claudiag
    Luglio 3, 2019 at 2:46 pm

    Da cinque o sei anni cerco l’abito biano perfetto per me, ma arrivo sempre alla fine della stagione senza averlo trovato.
    Quelli più abbordabili non mi piacciono e mi sembrano quasi sempre camicie da notte o grembiuli da casa, quelli più cari a volte mi piacciono, ma sono sempre troppo costosi anche a sconto….

    • Reply
      Sara Apfel
      Luglio 5, 2019 at 8:03 am

      Secondo me, con l’abito bianco tantissimo fanno gli accessori altrimenti appunto sembri uscita dalla camera da letto di una nobildonna vecchio stile!

  • Reply
    Zombee
    Luglio 4, 2019 at 9:59 am

    Delle cose che hai scelto tu… Non mi piace nulla, non è proprio il mio stile anche se capisco questo fascino da ragazza ricca in vacanza a Nizza (sì, più o meno è questo l’effetto che mi fanno borse di paglia, orecchini di conchiglie e abiti bianchi, magari all’uncinetto o di lino). Quel che vorrei quest’anno è un bel paio di pantaloni con la vita alta, a sacchetto, freschi e larghi, sperando di trovarli di un azzurro jeans chiaro, e magari una jumpsuit colorata (con quella nera ho già dato)!

    • Reply
      Sara Apfel
      Luglio 5, 2019 at 8:04 am

      Io sono vittima del fascino da ragazza ricca in vacanza a Nizza 😀 😀 😀

  • Reply
    Monica
    Luglio 6, 2019 at 5:57 pm

    Io sto ancora ridendo x la faccenda della carta igienica “comprami” !
    Per il resto io vorrei un abito di lino azzurro, che mi sta meglio del bianco e fa altrettanto estate. Lo vorrei largo, senza bottoni e lunghezza sopra il ginocchio.
    E poi darò un’occhiata a birkenstock e simili x vedere se trovo qualcosa che mi convince.

Leave a Reply